L’ombra della corruzione sulla F1: Ecclestone, giorni contati?

8 novembre 2013 16:42 Scritto da: Davide Reinato

Si aggrava la posizione di Bernie Ecclestone: oltre alle accuse pendenti per il caso Gribkowsky, il manager inglese ha ammesso di aver pagato tangenti a personaggi dal calibro di Alain Prost ed Eddie Jordan per la firma del Patto della Concordia ’98.

Ecclestone e HamiltonDavanti all’Alta Corte di Giustizia di Londra, è scoppiato l’ennesimo caso politico sulla Formula 1. Uno di quelli che allontana sempre più i tifosi da questo sport, stufi di sentir parlare di soldi e corruzione in Formula 1, anziché di ricerca tecnologica e competizione.

Durante l’udienza sul caso Gribkowsky, Bernie Ecclestone ha ammesso pubblicamente di aver pagato una tangente da dieci milioni di dollari a testa a personaggi del calibro di Eddie Jordan, Alain Prost e l’ormai defunto Tom Walkinshaw. I fatti si riferiscono al 1998, anno in cui i due erano responsabili degli omonimi team, mentre il terzo era al timone della Arrows.  Soldi che finirono dritti nei conti personali dei manager: una bustarella per convincerli a firmare il Patto della Concordia di quell’anno.

“Erano versati per assicurarsi le firme a quel contratto, è vero?”, ha chiesto l’avvocato di controparte durante il processo. Ed Ecclestone ha risposto in maniera netta: “Sì”.

Quelle che comunemente vengono chiamate tangenti, Bernie Ecclestone continua a chiamarle commissioni. I soldi provenivano dalla Bambino Holdings, attualmente detentrice del 25% dei diritti della Formula Uno, mentre il rimanente 75% appartiene a CVC Capital Partners.

La situazione di Bernie Ecclestone, inoltre, si aggrava anche per un esposto di Gribkowsky alla polizia di Monaco, nel quale questo spiegava di aver ricevuto minacce fisiche da parte del manager inglese. I giorni di Ecclestone alla guida della Formula 1 sembrano essere davvero contati.

10 Commenti

  • Bernie, scusami se insisto, ma fammi SUBITO sapere
    dove ti devo mandare la pagnotta con la lima dentro,
    perche’ ho avuto altre richieste (Tronchetti la vuole
    personalizzata con manico di madreperla e pane toscano
    cotto in forno a legna)

  • E voi che ancora cercate di capire perché gli scarichi soffiati non furono aboliti nel 2011, delle deroghe alla RB e del cambio di pneumatici 😀
    Io un check al conto di Domenicali lo farei!

    • MotoreAsincronoTrifase

      non capisco cosa c’entri, comunque gli scarichi soffiati non durono abolliti semplicemente perche’ li avevano tutte le squadre eccetto hrt e marussia e si sarebbero dovute riprogettare tutte le auto da un giorno all’altro e senza test. Ma tolsero le mappature fiverse tra sabatro e domenica che aiutavano tanto la red bul mentre gli scarichi furono tolti l’anno seguente. Se volevano davvero aiutare la red bull lasciavano tutto invariato.

      • Non c’entra nulla la corruzione, assolutamente nulla…hai ragione.
        Non mi metto a ricordarti i fatti di Silverstone, ma serviva l’unanimità per continuare con le mappature speciali il resto del campionato…

  • quello che mi lascia perplesso e che alla domanda se quei 10 milioni erano versati per assicurarsi le firme sul patto,abbia risposto tranquillamente di si,forse non possono fargli niente.

  • eeeee tutto questo per 10 milioni a sti 3?? e vai a vedere quante ne ha intascati negli ultimi 4 anni..

  • E Alain ed Eddie non dicono niente?

  • Ma speriamo davvero!!!! Non lo sopporto più quest’uomo e non vedo l’ora che si levi dalle p….è stato, ed è attualmente, la rovina della Formula 1, ed è stata l’unica caso di persona anziana malmenata fisicamente da persone più giovani per cui non ho provato un autentico dispiacere…

  • Quindi tra quindici anni circa il buon Bernie verrà condannato per truffa sportiva, per aver pilotato i risultati del mondiale di quest’ anno… Ormai si è detto 100 volte che la sua fine in F1 è vicina, ma quando arriva???

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!