Ferrari, Finali Mondiali 2013: il saluto di Felipe Massa

11 novembre 2013 09:39 Scritto da: Redazione

Il pubblico del Mugello ha salutato Felipe Massa che si avvia a chiudere la carriera con il Cavallino Rampante. Ecco le sue parole e quelle del Presidente Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo.

massa-ferrari-mondialiLa pioggia non ha scoraggiato i migliaia di tifosi della Ferrari che ieri hanno celebrato l’ultimo giorno delle “Finali Mondiali”. La Scuderia di Maranello ha voluto approfittare dell’occasione per permettere ai tifosi di poter salutare Felipe Massa, prima delle ultime due gare da ferrarista.

Fu proprio al Mugello che Felipe ebbe l’opportunità di provare una monoposto di F1, nel 2001, con la Sauber.E dopo dodici anni, il brasiliano si avvia a concludere una pagina di storia importante della propria vita, sia come uomo che come pilota.

“Sono stato fortunato: ho avuto una bellissima carriera con la Ferrari, anche più lunga di quanto non avessi sognato all’inizio” – ha detto Felipe nell’incontro con la stampa – “Quando iniziai a correre in go kart da bambino avevo una tuta rosso Ferrari e questa è sempre stata la squadra per cui ho fatto il tifo: anche quando Senna era alla McLaren e Piquet alla Williams, io stavo per la Ferrari! Ho iniziato il nostro rapporto nel 2001 e ho corso otto stagioni da pilota titolare: questa è una pagina importantissima della mia vita. Ho tanti amici alla Ferrari e mi mancheranno, così come mi mancheranno delle belle giornate passate a Maranello in fabbrica: sono felice di quella che è stata la mia storia con il Cavallino Rampante”.

Al termine della giornata, il Presidente Montezemolo, il Vicepresidente Piero Ferrari e l’Amministratore delegato Amedeo Felisa hanno consegnato a Massa una speciale coppa – alta un metro e venti centimetri – con incisi i nomi delle 11 gare conquistate durante la sua carriera in Rosso.

Montezemolo ha anche voluto ringraziare pubblicamente Felipe Massa per questi anni di collaborazione a Maranello, fatti di alti e bassi: dal mondiale sfiorato nel 2008 all’incidente dell’Ungheria. Il Presidente, però, spiega il perché è arrivato il momento di cambiare. “Credo che la decisione di separarci sia quella giusta, sia per noi che per lui: arriva il momento di cambiare, anche per trovare nuove motivazioni. Auguro a Felipe di ottenere grandi successi, a partire dalle ultime due gare di questo campionato. Per il prosieguo della sua carriera in Formula 1 gli auguro il massimo, ovviamente dietro ad una Ferrari, e poi credo che ci saranno molte possibilità di tornare insieme perché la vita è lunga e lui fa sempre parte della nostra famiglia. Quando si fa una separazione consensuale, nell’interesse di entrambe le parti, lo si fa serenamente, in maniera amichevole e costruttiva, come abbiamo fatto in quest’occasione”.

11 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!