Brasile: la Ferrari misura la flessibilità dello splitter

21 novembre 2013 19:50 Scritto da: Mario Puca

La flessibilità dello splitter è uno degli argomenti più discussi recentemente. Dopo Austin, anche in Brasile la Ferrari scende in pista con un dispositivo per misurare la flessibilità di quello della F138.

splitter ferrariFlette o non flette? E’ il dubbio concentrato sullo splitter della Red Bull che attanaglia tecnici ed appassionati. Abbiamo più volte affrontato l’argomento recentemente (link articolo) ma pare che la possibilità di flessione del “T-tray” abbia rapito anche l’attenzione delle altre squadre impegnate in quest’ultima gara del Campionato 2013, Ferrari compresa.

Già ad Austin sia la Ferrari che la Toro Rosso avevano applicato alcuni dispositivi per misurare eventuali movimenti dello splitter, visto che, sulla scorta di quanto succede alla Red Bull, non necessariamente ciò che risulta rigido alle verifiche tecniche mantiene la stessa rigidità con l’auto in movimento.

Anche in Brasile la Ferrari monterà questo dispositivo per verificare ogni possibile movimento dello splitter, sia a scopo puramente “didattico” sia, ovviamente, in ottica 2014, anche se, almeno per ora, gli slow motion con le vetture di Maranello protagoniste non hanno mostrato nessun movimento sospetto evidente (VIDEO), a differenza della Red Bull, che ha mostrato un’evidente flessione della lama di supporto (e, per causa/effetto, dello splitter stesso).

11 Commenti

  • ma non è che in Red Bull si sono inventati un nuovo mass-dumper variando la rigidezza della lama di supporto(molla) e il peso dello splitter!?
    Naturalmente gli altri accodati perchè non hanno mai uno slancio innovativo, mai!
    indagare, please!

  • La penso anch’io come voi, ma se la Ferrari sta mettendo a punto uno strumento per la FIA che come sappiamo tutti analizza le vetture FERME e non quando sono in moto ?

  • Il fatto che in ferrari si mettano ad analizzare quegli aspetti solo a fine campionato mi sembra una dichiarazione di fallimento progettuale.
    Fatto grave. Domenicali è molto difeso dai vertici ferrari. In questo caso ritengo più che corretto criticarlo: E’ o no il responsabile dell’organigramma della struttura della Ferrari F1? Il vuoto progettuale riguardo certi aspetti della vettura, e i ritardi nel reagire, se fossi un responsabile Ferrari F1 li considererei semplicemente intollerabili.Prenderei atto che qualcosa non funziona nell’organigramma organizzativo, rivedrei i compiti e responsabilità assegnate ai membri del team. In strutture complesse come quelle per portare in pista una F1 vi sono persone pagate per studiare e ottimizzate i processi e i compiti. E’ un ruolo importante e sicuramente devono riportare al Direttore della Gestione Sportiva.

  • Luke Flaming

    Per la serie “Non è mai troppo tardi”! Si sono svegliati alla buon’ora.

  • Io invece controllerei quanto flette il cervello dei super tecnici FERRARI……..

    COPIONIIIIIIIII SEMPRE DIETRO MAI DAVANTI.

  • giustamente tali sistemi non sono utilizzati per controllare la rb

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!