GP Brasile 2013: anteprima, meteo e orari del weekend

21 novembre 2013 01:28 Scritto da: Davide Reinato

Il circuito di Interlagos ospiterà questo weekend l’ultima tappa del Mondiale di Formula 1: il GP del Brasile. Scopriamo le peculiarità del tracciato, gli aggiornamenti sul meteo e gli orari dell’evento in TV.

rosberg brasileSiamo giunti all’ultimo atto del Mondiale di Formula 1 2013: il Gran Premio del Brasile. La diciannovesima tappa del Campionato di F1 si terrà a Interlagos, sul circuito dedicato a José Carlos Pace, nella meravigliosa – quanto ricca di contrasti – San Paolo.

La tappa brasiliana non assegna nessun titoli, già messi in bacheca rispettivamente da Sebastian Vettel e dalla Red Bull. Tuttavia, sarà una gara particolarmente importante sotto diversi aspetti. Prima di tutto, questa sarà l’ultima gara dei motori V8 aspirati, prima che vengano mandati in pensione dalle power unit Turbo da 1.6 litri. Ma sarà anche l’ultima gara in Rosso per l’idolo di casa, Felipe Massa, che siamo sicuri sia pronto a festeggiare davanti al caloroso pubblico carioca. Insomma, ci sono tutti i presupposti per un ultimo giorno di scuola particolarmente emozionante e rilassato. Interlagos ha tutte le carte in regola per divertire il pubblico sugli spalti e quello a casa, complice anche il fatto che il meteo è imprevedibile da queste parti e potrebbe riservare qualche sorpresa nel corso del weekend.

Nonostante sia uno dei circuiti più corti del Mondiale – con i suoi 4,3 chilometri – il tracciato di San Paolo è anche uno dei più impegnativi dal punto di vista tecnico. E’ caratterizzato da curve veloci, tornanti e dislivelli notevoli che rendono fondamentale avere un grip e un carico aerodinamico piuttosto alto. L’alternarsi di lunghi rettilinei e curve lente diventa una sfida affascinante per tecnici e piloti, ma è nel terzo settore dove tutti si concentrano al massimo, perché è quello più influente per fare il tempo.

I propulsori, qui, non sono molto sollecitati. La pista è situata a 750 metri sul livello del mare e le unità accusano dunque un calo di potenza di circa l’8%, poiché l’aria è più rarefatta. Ne consegue, però, una migliore penetrazione aerodinamica che compensa così quella perdita di potenza. Inoltre, le diverse variazioni altimetriche hanno effetto anche sull’aderenza ed è dunque fondamentale impostare il giusto carico aerodinamico, soprattutto perché vi sono una serie di differenze tra una curva e l’altra. La curva 14, la più lenta di tutto il tracciato, è un buon esempio di ciò che il circuito richiede alle gomme dal punto di vista tecnico: i piloti devono frenare in salita mentre si immettono in curva, controllando attentamente il pattinamento in uscita.

Interlagos è il classico tracciato molto “guidato”, con curvoni veloci che determinano anche frenate poco impegnative. Secondo i dati forniti da Brembo, tra le 7 staccate del circuito, nessuna presenta particolari difficoltà per l’impianto frenante che ha modo di raffreddarsi adeguatamente, nonostante l’azione sul pedale del freno impegni i piloti per circa il 13% del tempo. Tra queste, solamente la frenata della curva 1 risulta leggermente più impegnativa. Si arriva a circa 312 km/h e si decelera fino a 115 km/h in 109 metri, in appena 2 secondi.Il carico sul pedale è di 140 Kg, per una decelerazione massima di 5,29 G.

In Brasile, la FIA ha individuato due zone per utilizzare il DRS. Il primo Detection Point è situato all’ingresso della seconda curva, mentre sarà possibile attivare l’ala mobile immediatamente dopo l’uscita della Curva dò Sol. Il secondo detection point è invece fissato poco dopo la curva 13, quella in salita che porta in pieno verso il rettilineo principale. Sarà possibile aprire l’ala mobile solamente pochi metri prima della curva 15, quella che incrocia con la linea bianca che porta nella corsia dei box.

Per questo evento, Pirelli porterà in pista le due mescole più dure della gamma: le PZero Orange Hard e le PZero White Medium. Inoltre, durante le prove libere del Gran Premio, il fornitore unico di pneumatici è stato autorizzato dalla FIA a dare ai team degli extra-set con gomme in configurazione 2014, da poter utilizzare per dare un feedback in vista della prossima stagione. Il tutto, però, potrebbe essere complicato dal meteo, le cui previsioni parlano di alta probabilità di pioggia.

IL METEO A INTERLAGOS – Il venerdì di prove libere sarà molto incerto. Ci si attendono temperature molto basse, tra gli 8 e i 10 gradi centigradi, oltre che brevi scrosci di pioggia. La situazione meteo si complica, invece, per sabato e domenica. Le probabilità di precipitazioni al sabato sono del 75%, mentre per la domenica dovrebbero calare al 50%. La pioggia a intermittenza potrebbe però regalare una corsa pazza, di quelle che svegliano anche il più pigro dei tifosi.

GLI ORARI DEL GP DEL BRASILE – L’evento sarà trasmesso sulla piattaforma satellitare Sky e in chiaro sulle reti RAI. BlogF1.it, come di consueto, seguirà tutte le sessioni con il classico LIVE Blog.

Venerdì 22 Novembre
Prove Libere 1 | 13:00 - 14:30 
Prove Libere 2 | 17:00 - 18:30

Sabato 23 Novembre
Prove Libere 3 | 14:00 - 15:00
Qualifiche     | 17:00 - 18:00

Domenica 24 Novembre
Gara           | 17:00

 

9 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!