Brasile: la Ferrari sceglie i deviatori laterali “a ponte”

23 novembre 2013 17:36 Scritto da: Mario Puca

Dopo averli collaudati lungamente, la Ferrari utilizzerà per la prima volta anche in gara i nuovi deviatori di flusso laterali “a ponte”.

ferrari deviatori

Tanto tuonò che piovve! Finalmente, dopo ben due gare di collaudo e quasi un intero campionato di sperimentazione (la prima versione apparve nelle prove libere del GP di Spagna), finalmente la Ferrari ha approvato i deviatori di flusso posti ai lati delle pance di forma “a ponte”, completamente diversi da quelli standard utilizzati per tutto il campionato (FOTO).

Questa configurazione, provata per la prima volta nelle libere di Abu Dhabi, è una diretta evoluzione della versione introdotta per il GP di Spagna (FOTO), ma utilizzata in gara da Alonso solo a Montreal. In Brasile, invece, entrambi i piloti hanno scelto di montarli sulla F138, confermando anche le altre soluzioni combinate ai nuovi deviatori, come il piccolo profilo orizzontale direttamente fissato all’elemento verticale (FOTO) e la prima deriva ai bordi del fondo, più piccola e smussata (FOTO).

Alonso e Massa si uniformano anche sulla scelta dell’ala anteriore, confermando quella dotata di upper flap nuovo, triplano nella parte interna (FOTO), così come sul turning vanes posizionato al di sotto della scocca, che è il classico a due elementi e mezzo (FOTO). Stessa scelta anche per l‘ala posteriore, da medio carico (FOTO), combinata ad una paratia dotata di cinque soffiature nella parte alta e slot verticale.

Da segnalare che per il circuito di Interlagos la Rossa ha re-introdotto il monkey seat utilizzato nel corso dei test pre-campionato, decisamente più semplice e piccolo, oltre che più scarico, rispetto a quello utilizzato fino alla scorsa gara di Austin (FOTO).

10 Commenti

  • Credo sia quella cosa….come si chiama? non mi viene il nome, d’altronde non lo nomino mai…ah ecco, sviluppo.

    Che sia un segno del fatto che adesso si usa la galleria del vento nuova? Speriamo…

  • Bah, secondo me date le condizioni meteo deviatori a ponte o meno non cambia un bel niente. Li avevano già montati per le solite prove comparative già giovedì e hanno potuto risparmiare la fatica di smontare deviatori e fondo dato che l’ aerodinamica qui è molto ridimensionata dato il meteo. Altrimenti…

    • Io credo, invece che il meteo centri ma non nel senso che pensi, a mio modesto avviso, gli aggiornamenti contribuiscono molto all’incremento del carico aerodinamico, ma c’è qualcosa che ne ha impedito l’utilizzazione in precedenza….. forse e dico forse, i nuovi aggiornamenti oltre ad incrementare il carico fanno aumentare troppo la resistenza all’avanzamento con una notevole penalizzazione della velocità di punta, il che vuol dire che in queste particolari condizioni meteo dove, necesssariamente si deve procedere a velocità ridotte è preferibile utilizzarli.

      • Ciao Maxleon, non sono d’ accordo. I nuovi elementi introdotti: deviatori a ponte, fondo leggermente modificato sul margine laterale/anteriore e turning vanes leggermente rilavorati a mano, sono tutti elementi che offrono una sezione frontale esigua. Anzi, direi che a parte i deviatori a ponte, che determinano effettivamnte una piccola superficie aggiuntiva e quindi del drag aggiuntivo, per fondo e turning vanes non cambia nulla da quel punto di vista. Ad esempio il drag aumenta molto, ma molto, di più quando si utilizza il monkey sit, quello sì è un elemento che oppone parecchia resistenza per via della superficie che oppone al flusso d’ aria. Lo scopo di questi accorgimenti è sempre migliorare l’ andamento dei flussi attorno alle pance e, soprattutto cercare di farli lavorare in simbiosi con gli scarichi per aumentare l’ efficienza e fin’ ora non ci sono mai riusciti. In mancanza di una controprova sull’ asciutto, secondo me li hanno confermati solo per evitare la fatica di riconfigurare le due monoposto. Finalmente questa sera finirà questa eterna agonia…

      • Mi hai fregato sul tempo, ho visto che anche tu hai postato sul blog di Cristiano, in ogni caso io non sottovaluterei l’effetto drag dei deviatori a ponte e comunque la velocità di punta delle Ferrari ed il fatto che abbiano usato il monkey seat ad un solo profilo mi fanno sempre più pensare che Cristiano abbia colto nel segno quando afferma che per compensare l’aumento di drag abbiano “alleggerito” il profilo posteriore.

        Per chi legge questo è stato il mio intervento:

        “””Cristiano, grazie per l’apprezzamento, guarda caso prima di ritornare sul tuo blog ero andato a dare uno sguardo alle velocità di punta, ed effettivamente Alonso viene subito dopo Sutil (296,7 km/h), con una velocità di quasi 293 km/h, se si pensa che la prima Mercedes è a 286 km/h e Vettel a 276, viene da chiedersi come abbia fatto Alonso ad arrivare terzo, del resto quel suo lungo alla curva 4 testimonia proprio quanto fosse al limite. Detto questo concordo appieno con la tua osservazione ed il fatto che al posteriore abbiano utilizzato il monkey seat ad un solo profilo sembrerebbe darti ragione, in ogni caso se il meteo dovesse essere appena appena un po più clemente credo ne vedremo delle belle.”””

        Infine io non concordo affatto con quello che dici riguardo al fatto che abbiano voluto risparmiare lavoro, in questa F1 e soprattutto in Ferrari non si sono mai tirati indietro di fronte al lavoro anzi…..

      • é vero, ma tieni anche conto l’ effetto mediatico e le critiche che si sono tirati addosso ultimamente con la storia delle gallerie del vento, le errate risultanze, per via che è da Barcellona che tentano di mettere a punto il pacchetto evo e non ci riescono ecc. Adesso possono dire di avere un aggiornamento che funziona per placare un po’ le lamentele. Ma sarà realmente così?

      • Precisazione d’obbligo sulla vostra analisi: sia Alonso che Massa hanno scelto una configurazione aerodinamica più scarica, sia all’anteriore che al posteriore.
        Brasile: http://www.motorsport-magazin.com/images/950/q_80/sw_adrivo/se_sutton/0549485.jpg
        Austin: http://www.motorsport-magazin.com/images/950/q_80/sw_adrivo/se_sutton/0548127.jpg
        Tale scelta non è relativa a quella dei deviatori a ponte, visto che oltre alla resistenza importa anche il carico.

      • Salve sig. Puca, l’ unico fatto certo è che la controprova non l’ avremo mai, quindi restano solo punti di vista. è da sottolineare come, se non erro, questa volta la Ferrari non ha fatto comparazioni, ne con Massa ne con Alonso, hanno sempre girato con le parti aggiornate, quindi come fanno ad essere sicuri loro stessi della bontà del pacchetto? In precedenza le comparazioni avevano sempre fatto preferire la configurazione standard.

  • Uno sviluppo…non ci posso credere!

  • persino il buon Puca li prende per il cu*o

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!