Alonso sul podio di Interlagos. Massa, rimonta frustrata: 7°

24 novembre 2013 20:19 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Fernando Alonso conferma la terza posizione di ieri e chiude la stagione sul podio, dietro le due Red Bull. Felipe Massa rimonta fino alla quarta posizione, ma un drive through lo riporta indietro nella top ten. La Ferrari chiude la stagione con il terzo posto in Classifica Costruttori.

SAN PAOLO (BRASILE) 22/11/2013  © FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARIDopo cinque gare deludenti, Fernando Alonso chiude sul terzo gradino del podio l’ultima gara dell’anno, dopo una corsa agguerrita in cui si è ritrovato a tratti anche in seconda posizione. Nulla ha però potuto rispetto alla maggiore velocità della Red Bull di Mark Webber, che in due occasioni è riuscito ad avere la meglio sul ferrarista. Una svista rovina una delle migliori corse dell’anno di Felipe Massa: il brasiliano, risalito dalla nona posizione fino ai piedi del podio, è stato ricacciato indietro per un drive through che ha inizialmente lasciato perplessi molti spettatori, e dopo il quale, comunque, il suo spirito combattivo è venuto meno: Massa ha chiuso così la sua ultima gara in Ferrari in settima posizione.

Alla partenza Fernando Alonso prova l’attacco su Sebastian Vettel buttandosi all’esterno, ma il tedesco non gli lascia abbastanza spazio e quando l’asturiano torna al centro della pista è già affiancato da Hamilton, che gli passa davanti alla prima curva. Alonso comunque si riprende la terza piazza conquistata ieri già sul traguardo, all’inizio del secondo giro, mentre dopo due tornate sopravanza l’altra Mercedes, quello di Nico Rosberg. Al giro 10 il più rapido Webber si fa minaccioso nei suoi specchietti, e nel giro di tre tornate la RB9 numero 2 sorpassa la F138 con facilità. La prima sosta di Alonso arriva al giro 22, insieme a quella di Hamilton. A differenza del compagno di squadra, lo spagnolo monta gomme Hard, e torna in pista in terza posizione, proprio davanti a Felipe Massa. Due tornate dopo, un pit stop lento di Mark Webber in casa Red Bull permette ad Alonso di tornare in seconda piazza, anche se ancora una volta per poco: l’australiano riesce a superare di nuovo il ferrarista alla prima curva del giro 26. Lo spagnolo in ogni caso lotta come un leone, tentando di riprendersi la posizione e restando a lungo in vicinanza della RB9, che però col passare dei giri si allontana inesorabilmente. Alla tornata 48 Alonso rientra ai box, contemporaneamente alle due Red Bull, e monta il suo ultimo set di gomme Hard. È molto rapido nelle tornate immediatamente successive, scambiandosi i giri record con i due tori (il GPV andrà comunque a Mark Webber), prima di assestarsi fino alla bandiera a scacchi sulla terza piazza, con un buon margine di oltre 20 secondi sulla McLaren di Jenson Button.
”È stata una gara difficile per tutti. Purtroppo non c’è stata la pioggia, credo che saremmo stati più competitivi sul bagnato commenta Fernando Alonso sul podio. ”Comunque concludiamo la stagione con un buon risultato, un podio, e speriamo di cominciare la prossima con un trend positivo: non vedo l’ora di iniziare il 2014”. Il Vicecampione dedica poi alcune parole a quello che, da oggi, non è più il suo compagno di squadra: Mi dispiace per la penalità di Felipe, perché quando l’ho visto quarto ho pensato che il podio sarebbe stata una bella festa per lui. Sono triste per oggi ma comunque sono felice per gli ultimi quatto anni: abbiamo avuto un bel rapporto fuori e dentro il circuito. Lo vedremo nel paddock la prossima stagione con dei colori diversi, ma saremo sempre amici perché Felipe resta una bella persona”.

Inizia molto bene la gara di Felipe Massa che, dopo un ottimo scatto, alla prima curva è già in sesta posizione. Resta a lungo nel raggio d’azione del DRS nei confronti prima della Mercedes di Hamilton, poi di quella di Rosberg, ed alla 15esima tornata riesce a sopravanzare il tedesco in difficoltà con le proprie PZero posteriori. Rientra al 20° giro e monta un altro set di gomme Medium, per ritornare in pista in nona posizione. Dopo le soste dei rivali risale fino alla quarta piazza, superando quindi anche Lewis Hamilton. Massa inizia a registrare giri molto rapidi, ma successivamente perde prestazione e viene raggiunto dalla W04 dell’anglocaraibico, che si piazza nei suoi scarichi. Al giro 30 l’episodio che cambia la sua corsa: dalla direzione gara informano che la F138 numero 4 è sotto investigazione per aver attraversato con tutte e quattro le ruote la linea di ingresso della pit lane e quindi averla attraversata nuovamente a livello della zona “zebrata” che separa l’ingresso della corsia box dal resto della pista. Si è creata una certa confusione tra gli appassionati, considerando che molti altri piloti avevano portato la loro vettura oltre la linea bianca, ma Massa è l’unico ad attraversare anche l’ultima parte della linea, ed è quindi l’unico a ricevere un drive through. ”È incredibile! È incredibile!” urla furioso Massa quando Rob Smedley lo informa della penalità, che il paulista esegue gesticolando rabbiosamente alla 34esima tornata.  Dieci giri dopo Felipe rientra ai box per la terza volta per montare le gomme Hard. Come spesso capitato nella sua carriera, nelle ultime fasi di gara il brasiliano sembra perdere smalto: il distacco da Perez va via via aumentando, e Massa traghetta la sua Rossa al traguardo, per l’ultima volta, in settima posizione.

Il brasiliano commenta così la penalità che ha dovuto scontare, che ritiene immotivata in quanto durante l’episodio non aveva di fatto guadagnato nulla: ”Ci avevano informato, sì, ma tutti gli anni abbiamo corso superando la linea, adesso hanno tirato fuori questa moda, non so da dove… e in quel momento non ho guadagnato niente in pista, non è stata una manovra da cui ho tratto qualche vantaggio. Lasciamo perdere”. Massa dedica poi il resto delle sue interviste alla Ferrari e ai suoi tifosi, al termine della sua carriera con la Scuderia durata in tutto 12 anni, di cui 8 da pilota titolare: Voglio salutare tutti i ragazzi della squadra per tutto quello che abbiamo passato insieme, fanno parte del mio cuore. Oggi doveva andare meglio di com’è andata alla fine, ma ho dato il massimo e devo solo ringraziare tutti quanti, è stata una giornata bellissima che non dimenticherò mai. Ora sto solo cambiando colore, e spero che in futuro ci saranno buoni risultati sia per me che per la Ferrari, dove sicuramente tornerò spesso per mangiare la pasta! Ringrazio anche tutti i tifosi: ho avuto il loro supporto anche nei momenti difficili”.

Anche Stefano Domenicali ha parlato ovviamente del drive through imposto a Felipe Massa, lasciando intravedere discussioni con i commissari al termine della corsa, che lasceranno però il tempo che trovano considerando il chiarimento successivo sull’infrazione del brasiliano: ”Stiamo vedendo il da farsi. La direzione gara ha di sicuro tutte le immagini per valutare correttamente la situazione, ma mi sembra strano che Felipe sia stato l’unico a tagliare la linea bianca. Adesso controlleremo tutto, perché non bisogna mollare mai fino a che la gara non è conclusa”.

Con il quinto posto di Rosberg ed il nono di Hamilton, la Ferrari chiude il 2013 al terzo posto nei Costruttori, alle spalle della Mercedes. Nonostante il “podio”, la stagione della Scuderia non si può certo definire positiva, soprattutto dopo che alle aspettative suscitate con le buone prestazioni a inizio anno e le vittorie ravvicinate in Cina e Spagna, ha fatto seguito una seconda parte della stagione in cui gli uomini di Maranello hanno ancora una volta faticosamente arrancato al momento di portare in pista sviluppi che potessero dare una svolta positiva alla stagione, se non per vincere il Campionato quantomeno per lottare per posizioni più importanti in qualifica ed in gara. Gli strascichi del cattivo umore con cui il Cavallino aveva concluso la stagione 2012, peraltro, si sono fatti sentire anche quest’anno, esplodendo nei ben noti mal di pancia di Alonso che hanno portato Montezemolo a dare al proprio pilota l’ormai celebre “tirata d’orecchi” a luglio. Per la Ferrari, quindi, è stata una stagione travagliata dentro e fuori la pista, e Stefano Domenicali spera solo di mettersi malumori e cattive prestazioni alle spalle: ”Sono contento per il podio di Fernando, che ci ha permesso almeno di tenere alta la testa qui in Brasile, dopo un anno non all’altezza delle nostre aspettative, soprattutto nella seconda parte. Ma vedere come la gente sta lavorando a casa mi fa essere fiducioso per il futuro”. I tifosi della Rossa sperano soltanto che, questa volta, quest’ottimismo si riveli fondato.

17 Commenti

  • Alla fine, è stato proprio il campionato delle gomme.

    Gomme sulla linea per Massa: penalità.
    Gomme fuori ad Abu Dhabi: festa per tutti.
    1000km di test: secondo posto costruttori.

  • resteka attento..la penalita a massa é giusta..non dico questo..xo ci sono altre regole come : non uscire con 4 ruote dalla pista x guadagnare tempo..piu volte non rispettata oggi..se noti alla s di senna molti andavano con 4 ruote oltre la linea..da penalita xk in quella cuva piu tagli piu forte esci..é un esempio x dire che se si vuole essere fiscali lo si deve essere sempre..poi ti ringrazio x il complimento io come sempre dico tifo la ferrari da piccolo..ma cerco di essere obiettivo su tutto..oggi gran lavoro di nando lo ammetto..ma se parliamo di giustizia mi sento di dissentire le decisioni fia..che se hanno penalizzato massa dovevano penalizzare tutti i tagli con 4 ruote di oggi..e di sempre (il riferimento ad abu dabi é ovvio perche li tagliavano alls grande)

  • la penalita di massa é giusta come la pole di web ad abudabi fatta tagliando con 4 ruote 4 volte in un giro..o come i dt non dati x taglio alla s di senna oggi dove i piloti tagliavano con 4 ruote la linea ma vabe..noi nn siamo la rb

    • mi spiace essere in disappunto con te che mi sembri sempre molto moderato nel tifo , ma qui in Brasile e’ stato rivisto e ritrito questo filamto e quello degli altri piloti sul medisimo passaggio con moviola , purtroppo Massa e’ l’unico e ripeto unico a passare in quel modo con 4 ruote sulla parte (B).

      • Peccato pero’ che il comunicato ufficiale dei commissari è “Drive-through per aver oltrepassato la riga bianca con tutte e quatto le ruote”.
        Se è come dici tu allora avrebbero dovuto essere un po’ piu precisi nelle comunicazioni, e non solo i piloti nel rispettare le regole.
        Oltretutto, visto anche che non si ricava nessun grosso vantaggio nel farlo, avrebbero potuto dare un primo avvertimento come poi hanno fatto per Webber.

  • Mi sembra che la disinformazione e il sospetto regni sovrano inoltre mi pare che anche i giornalisti ci mettano del loro per creare questi odi assurdi!!!! Io sto scrivendo dal Brasile , leggo sempre e commento poco sul blog , ma leggere di un Domenicali che vuole fare ricorso e apprendere che la Rai omette di dare le informazioni del briefing e cerca di attribuire l’ errore di massa alla incapacita’ dei commissari e’ assurdo. La tv Brasiliana (che fra l’ altra e’ campanalista ) ha fatto esattamente vedere con disegnino su foto a tutti i piloti ovvero la linea di ingresso box ha una linea ininterrotta fino ad un certo punto , chiamata linea (A), vi e’ uno spazio senza linea poi inizia una zebratura (B).Bene tutto molto chiaro nel punto (A) si poteva passare con le ruote anche tutte e 4 oltre , nel punto (B) era vietato, visti i vari replay l’unico a passare con 4 ruote sul punto (B) ovvero zebratura e’ stato Massa!! POSSIBILE CHE VEDIATE COMPLOTTI IN OGNI DECISIONE ????Che Domenicali invece che sparare cazzate (se e ‘vero quanto riportato dall’ intervista qui sopra)eviti di creare false congetture antiferrariste e prenda una volte per tutte in mano il box o si tolga da rompere i coglioni …..al peggio non c’e’ mai fine …purtroppo!!!

    • punto (B) doppia riga bianca dalla foto mostrata dalla tv globo sembrava una zebratura, comunque non cambia il discorso, Massa ha scazzato e non vedo come possa Domenicali e voi tifosi cavalcare sempre il sospetto anti ferrari..bastaaaaaaaa!!!!Vediamo di spronare sti ingegneri e che finalmente ci diano una macchina per il titolo

  • Massa ha detto delle cose che non mi sono piaciute in un’intervista…

  • RedFerrari96

    Grande gara dei due Ferraristi. Fernando , come un vero animale da gara, lotta sempre, ma quando serve si mette a gestire le gomme. Fernando , sei il migliore. Massa, grande gara, mi sembrava di vedere il vecchio Felipe, però quando sembrava che andasse tutto per il verso giusto, arriva una penalizzazione ridicola (Io dico una cosa, la FIA poteva avvisare almeno una volta la Ferrari, prima di darla). Strategia perfetta, nessun errore. Commovente durante il pre-gara , l’uscita della F138 di Felipe dai box, con tutti i meccanici che applaudivano. Eh sì, Massa si è meritato quel applauso , perché ha fatto parte della famiglia Ferrari per tantissimi anni,infatti 8 anni è stato pilota titolare più gli anni in Sauber e come collaudatore. Per tutti questi anni, ha sempre difeso la Rossa, e l’ha portata alla vittoria un pò di volte. Con lei , ha vissuto un grave incidente. Con lei ,ha perso il mondiale all’ultima curva. Con lei, ha trascorso tantissimi tempo,perchè era una seconda famiglia. E oggi, se qualcuno ha notato, ha detto che spera che la Rossa faccia buoni risultati in futuro. Però secondo me, era meglio per lui e anche per noi ( Doveva già essere sostituto nel 2012 da Kubica , però sappiamo tutti cosa gli è successo. Almeno il prossimo anno , abbiamo il signor Kimi, un pilota molto competitivo allo stato attuale) , lasciare la squadra due anni fa,così avrebbe avuto più motivazioni. E poi in questi anni, è stato criticato moltissimo, anche da me qualche volta, però fa parte del gioco questo. Nonostante tutto, Felipe ti ringrazio di tutto, e spero che tu possa fare dei bei risultati in Williams. Non mi dimenticherò mai il tuo pianto, con la mano sullo scudetto Ferrari, quando tu persi il mondiale nel 2008.
    Ciao Feli<3
    Grazie.

  • Ciao ciao felipe, stammi bene e auguri per il tuo futuro, non prendertela per oggi, hai fatto una bellissima gara, ma sia com’è Blundell era un pilota della McLaren Mercedes quindi….eeeeeeh, vabè…
    Obrigado Felipe!!! ;-()

  • Se veramente (dico così perché è una dichiarazione irreale) la federazione sostiene che SOLO Massa ha varcato la linea credo che Ferrari debba fare veramente di tutto per farsi rispettare.
    Se questo è il rispetto che riusciamo ad ottenere nemmeno con una vettura super riusciremo ad ottenere una vittoria in un mondiale.
    Quest’anno è andato così, RB superiori e il resto del gruppo a rincorrersi ma una federazne così di parte mi fa schifo. Oggi ho faticato a spiegare ai miei figli come mai Massa ha dovuto, solo lui, subire la penalità, nemmeno togliendomi i panni del tifoso riesco a darmi una spiegazione.
    Penoso!

    • RedFerrari96

      Prima di tutto , Massa non ha preso la penalità, perché ha oltrepassato la linea bianca, bensì per aver attraversato la doppia linea bianca. Infatti , lui ci è passato sopra due volte se non sbaglio ,e con tutte e quattro le ruote. Invece credo che le altre vetture , ci siano passate sopra solo una volta, o almeno non con tutte e quattro le gomme. Secondo bastava alla FIA avvisare la Ferrari , di stare attento a dove passava Felipe, dato che all’inizio del weekend, era stato proibito passare sulla doppia linea bianca.

  • Il Felipe uomo non si discute, giù il cappello, e non solo oggi, mi ricordo diversi anni or sono in una gara di kart da 24 ore per raccogliere fondi in beneficenza, lui pilotò per più turni di tutti e nelle ore notturne e faceva pure freddo.
    Tuttavia il Massa pilota soffre di cali vistosi, oggi dopo la penalizzazione non ha più reso come prima, sua caratteristica molto frequente.

  • Da notare che grande persona che è massa…
    nell’intervista inglese ha speso un sacco di parole nel criticare la penalità mentre nell’intervista italiana ha preferito un “lascia perdere” sull’argomento e ci ha tenuto, per tutta l’intervista, a ringraziare la ferrari e i suoi tifosi!

  • Accantonando il “giallo” di Massa, questa è stata una gara positiva per la Ferrari (la Red Bull ormai non fa testo).

    Sicuramente è stato un anno negativo, però meglio che sia stato durante lo strapotere Red Bull, che durante un mondiale dove si lotta per la conquista del titolo con una vettura simile agli avversari.

    Finalmente il 2013 è terminato, attendo già con ansia il 2014!

    Forza Ferrari Go!

  • Domenicali… il mondiale è finito… devi fare sono una cosa che farà godere tutti i ferraristi: SPUTTANA*LI(i commissari)!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!