F1 2014, per i piloti comincia il valzer dei numeri

13 dicembre 2013 15:40 Scritto da: Giacomo Rauli

La Ferrari potrebbe chiedere il ritiro del numero ventisette, appartenuto a Gilles Villeneuve e in seguito anche da Senna. Massa annuncia di preferire il diciannove, mentre Perez vorrebbe il numero undici e Alonso il quattordici.

alonso GP GERMANIA F1/2013Dopo l’approvazione del provvedimento che permette ai piloti di scegliere un numero personale a partire dalla prossima stagione, i driver stanno pensando a quale possa divenire il carattere numerico ideale, ce dovrà accompagnarli per il resto della carriera in Formula Uno.

Ad aprire le danze è stato Sergio Perez. Il neo pilota della Force India ha esternato la sua volontà nel farsi assegnare il numero undici. Il messicano, intervenuto ieri alla conferenza stampa indetta dal suo nuovo team per presentare la nuova line up, ha dichiarato: “Il mio numero preferito è senza dubbio l’undici. Quel numero mi ha accompagnato per gran parte della mia carriera prima di approdare in F1 e mi piace molto. Inoltre, il numero undici è presente anche nel mio indirizzo mail, tanto per far capire quanto ci tenga…“.

Oltre a Sergio Perez, anche Felipe Massa sembra avere le idee molto chiare. Questa mattina, l’ex pilota della Ferrari ha postato una fotografia sul social network Instagram, raffigurante il suo casco privo di sponsor, ma con un numero rosso sul lato sinistro: il diciannove. Il numero a due cifre sarà probabilmente il numero che segnerà il suo debutto con la Williams e potrà utilizzarlo sin dai primi test invernali.

Fonte: thebestf1.es

Fonte: thebestf1.es

Voci dalla spagna vedono coinvolto Fernando Alonso, che potrebbe propendere per un numero già utilizzato nella prima parte della sua carriera quando solcava le piste di kart, ma anche nelle manifestazioni fuori dal “Circus” iridato (foto in basso). Il numero in questione è il quattordici. Fernando vi è infatti molto legato, seppur pareri autorevoli quale quello di Alessandro Zanardi consigliassero all’asturiano di prendere un numero a una cifra – magari il sette – per porre a Vettel un po’ di pressione.

Il sophomore (atleta con un anno di carriera alle spalle, in questo caso di F1) Valtteri Bottas ha fatto sapere proprio oggi di aver scelto il numero settantasette. Il motivo? Molto semplice: il doppio sette, se sostituito alle due “t” del cognome del finnico, creerebbero un bell’effetto visivo (“BO77AS”). La seconda scelta del giovane pilota Williams è ricaduta sul diciassette, la terza sull’undici.

Anche Jean-Eric Vergne, pilota Toro Rosso,  ha ufficializzato le proprie preferenze in quanto a numeri per il 2014. Il transalpino ha dichiarato di preferire i seguenti numeri: venticinque, ventuno e il mitico ventisette.

Alla ribalta anche eventuali richieste dei team riguardo le numerazioni degli anni venturi. Il numero ventisette è tra i più ambiti e di sicuro la cifra che più arreca aspettative a chi dovesse sceglierlo. In questi giorni sui social è circolata voce che la Ferrari possa chiedere di ritirare il numero per ricordare Gilles Villeneuve, scomparso l’otto maggio del 1982 a Zolder. La sua Ferrari 126 C2 era infatti contraddistinta proprio da quel numero. Nulla di ufficiale, ma sarebbe certamente un bel gesto da parte della scuderia del Cavallino Rampante. Inoltre, il ventisette è stato portato al successo da un altro fenomeno della Formula Uno, ovvero Ayrton Senna con la McLaren nel 1990.

10 Commenti

  • I numeri devono essere dei piloti. Sarà anche simbolico, ma in formula 1, da sempre, la leggenda la costruiscono gli uomini, soprattutto quelli che pilotano, non le scuderie. Se Fangio, Ascari, Lauda, Gilles e Schumacher avessero corso con una PincoPallino rosa, anzichè con una Ferrari rossa, ora tutti voi sareste proni alla gloriosa PincoPallino.
    Meno elettronica, più potenza, più limitazioni aerodinamiche e largo al talento del pilota. Così avrete spettacolo. E i numeri personali sono sacrosanti.
    Su, ferraristi, ora potete seppellirmi.

  • All’inizio mi sembrava proprio una stupidaggine questa di non seguire la successione dei numeri come è sempre stato per gli ultimi anni…però adesso, a pensarci bene, inizia a piacermi!

  • sembra che la f1 stia diventando una pagliacciata per bambinetti come la motogp…la f1 è roba seria!!! ricordatevelo!

  • No, io invece vado controcorrente e non sono d’accordo sul ritiro del 27… non vedo perchè la morte di Gilles debba “valere di più” di quella di altri piloti che lo hanno preceduto… e se le squadre cominciassero a ritirare tutti i numeri di piloti deceduti ne rimarrebbero ben pochi…

    In ogni caso, io “imporrei” al campione del mondo il numero 1, magari mantenendo l’esclusiva sul “suo” numero per gli anni successivi… ma soprattutto metterei il numero BENE IN EVIDENZA sulla vettura, come una volta, magari sulla paratia laterale dell’alettone posteriore e sul muso!

  • principesco88

    27! Brava Ferrari a chiederlo!

  • Personalmente avrei preferito che i numeri fossero fissi per le scuderie e non per i piloti, come era stato per tanto tempo…
    Oltre al 27/28 delle Ferrari, ricordo il 3/4 delle Tyrrell per esempio o il 5/6 delle Williams…

    Certo che se i numeri, seppur personali, continueranno ad essere microscopici….beh….non ci sarà tanta differenza…

    • Vero, anche io preferisco numeri fissi assegnati al team.

      Da ricordare anche il 25 ed il 26 della Ligier, 7 e 8 della Brabham, 19 e 20 della Benetton prima del ritiro della Brabham stessa o 11 e 12 della Lotus.

  • Non ha capito cosa voglia dire che la Ferrari abbia chiesto di ritirare il 27. Vuol dire che ha chiesto di poterlo prendere in consegna e adoperarlo, o ha chiesto di ritirarlo dalla lista di numeri utilizzabili cosicchè nessuno lo usi?

    • Probabilmente è la seconda ovvero quello che nessuno così lo potrà usare. Cosa peraltro ridicola. A questo punto dovrebbero ritirare anche il numero 2 che Senna aveva ad Imola. Comunque sta cosa della numerazione non mi pare una bella idea, io preferivo che fossero i team a scegliere 2 numeri fissi da avere per sempre così come furono dal 1976 in poi mi pare quando i numeri rimasero fissi in seguito alla classifica costruttori dell’anno precedente.

    • è un po come ha fatto la juventus fino a quest’anno..ha ritirato il numero 10..dandolo poi a Tevez però dopo 2 anni di non ”uso”..credo che nell’articolo sia questa l’intenzione..Prendere il 27 è non farlo usare da nessuno..ovviamente poco credo a questa cosa..più probabile è che la Ferrari chieda a qualcuno dei suoi piloti di prendere il 27..anche se poi ci sarebbe una situazione non piacevole se ad esempio Alonso col 27 nel 2016 ci lascia e va chesso in Mclaren xD

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!