Formula 1 2013: i 50 momenti da ricordare | (1/5)

27 dicembre 2013 14:49 Scritto da: Davide Reinato

Chiudiamo il 2013 con una carrellata di momenti da non dimenticare. Dai race edit della gara, passando per episodi mai visti in TV: questa è la Formula 1 che amiamo.

In un anno in giro per il mondo, quante cose avrebbe il Circus da raccontare. Tanta azione in pista, duelli ruota a ruota, polemiche, lacrime, risate. Ma come in ogni storia, spesso ricordiamo solo la conclusione: ossia il dominio netto di Sebastian Vettel. Ma in questi ultimi giorni del 2013, a motori spenti e in piena modalità relax, vogliamo passare in rassegna i 50 momenti che ogni appassionato di Formula 1 non dovrebbe dimenticare.

> 50: I 50 ANNI DELLA MCLAREN
Un traguardo storico per il team di Woking che avrebbe voluto festeggiare in maniera nettamente diversa. Invece, il 2013 della McLaren è stato uno dei peggiori della storia della scuderia inglese che vanta dodici titoli mondiali piloti: il primo conquistato nel ’74 con Emerson Fittipaldi, l’ultimo con Hamilton nel 2008. In questo video della BBC, troviamo David Coulthard e Mika Hakkinen sfidarsi proprio sulle monoposto che regalarono il primo e l’ultimo titolo al team inglese…

> 49: PENSA, PRIMA DI SPARARE
Una domanda oggettivamente inutile a cui poteva seguire una risposta altrettanto banale. Ma l’intervistato in questione è Kimi Raikkonen e la reazione è epica. Guardare per credere.

> 48: MOMENTI DI GLORIA
Nel weekend del Gran Premio di Monaco, Giedo Van der Garde riesce a tirare fuori una grande prestazione. Tra le stradine del principato, il pilota olandese ottiene il quindicesimo tempo sulla griglia di partenza e viene celebrato ai box come l’eroe della giornata dai suoi uomini. “E’ stato un gran giorno per noi e sono davvero orgoglioso di quello che abbiamo fatto”, ha ammesso il pilota al termine delle prove.

> 47: UNA BOTTAS DI FORTUNA, P3 IN CANADA
Se pensate che il risultato di Van der Garde a Monaco sia buono, allora non dimentichiamoci di quanto fatto da Bottas in Canada. Il finlandese, da buon rookie, si è tolto la soddisfazione di piazzare in terza posizione la sua Williams grazie ad un Q3 letteralmente perfetto. Un risultato da incorniciare, specie in una stagione complicata come quella di quest’anno per il team di Grove. La sua reazione, quando il team gli ha comunicato il risultato via radio, è stata d’assoluta sorpresa.

> 46: SORPASSI A MONACO? PEREZ FA SCUOLA… O QUASI
In genere, a Montecarlo, dopo la partenza ci si può benissimo addormentare e aspettare la fine della corsa per conoscere il risultato. Quest’anno la storia è stata diversa, anche grazie al carattere latino di Sergio Perez che si è gettato anima e corpo in coraggiosi sorpassi ai danni di Button e Alonso.

>45: RUSH, IL FILM SULLA STAGIONE 1976
Il 2013 è stato l’anno della Formula 1 al cinema. Milioni di appassionati – ma anche di semplici curiosi – hanno assistito all’evento cinematografico dedicato al Circus: Rush. Il film ripercorre l’epica stagione del 1976 che vide protagonisti James Hunt e Niki Lauda. Un successo strepitoso per un film che ha incassato oltre 90 milioni di dollari.

> 44: X-MEN SULLA GRIGLIA DI PARTENZA A MONTREAL
Restando in tema di film, gli appassionati della serie X-Men avranno gradito la presenta del cast del nuovo film sulla griglia di partenza di Montreal. Michael Fassbender, James McAvoy e Nicholas Hoult erano presenti allo scorso GP del Canada per promuovere il loro film e, al tempo stesso, godersi lo spettacolo della F1.

> 43: GROSJEAN, PARTENZA A RAZZO IN GIAPPONE
E’ riuscito a togliersi la nomea di mina vagante e, allo scorso GP del Giappone, ha fatto una delle sue migliori partenze che ricorderà per un bel po’. Scattato dalla quarta posizione, Romain Grosjean si è portato al comando già prima della prima curva. Poco importa se alla fine dovrà cedere allo strapotere della Red Bull: il podio è comunque suo, per grande soddisfazione di tutta la Lotus.

>42: GRAN PREMIO DELLE CHEERLEADER…
Probabilmente, chi ha guardato il pre gara del Gran Premio degli Stati Uniti si ricorderà più delle curve delle splendide ragazze sulla griglia di partenza, piuttosto di come è andata la gara. Le cheerleader più popolari al mondo erano effettivamente più interessanti dello spettacolo in pista ma, per dovere di cronaca, vi ricordiamo che fu Vettel a vincere, centrando l’ottavo successo consecutivo. Ma, anche adesso, siamo sicuri starete guardando altrove…

cheerleader

>41: BERNIE, SE NON CI FOSSE BISOGNEREBBE INVENTARLO
Bernie o Bean? Sì, perché sembra davvero una scena del celebre personaggio di Rowan Atkinson. Ecclestone, mentre si avviava a testimoniare nel processo che lo vede tra gli imputati, per evitare le domande serie dei giornalisti si esibisce in una sorta di siparietto fingendosi un po’ disorientato. Guardandolo, viene da chiedersi se l’abbia fatto veramente apposta. Molto probabilmente sì, considerando che ha così evitato di rispondere alle domande dei giornalisti, regalandogli comunque un momento di ilarità.

> 40: “SONO STATO PASSATO DA UNA WILLIAMS!”
Forse uno dei momenti più difficili per la stagione della Mercedes. Al Gran Premio di Spagna, la sua W04 lo aveva portato in prima fila ma, ben presto, gli pneumatici hanno sautato la compagnia, facendo perdere prestazione alla vettura. La disperazione di Hamilton è racchiusa tutta in un team radio, dove ha gridato alla squadra: “Sono stato appena superato da una Williams!!”.

Continua…

1 Commento

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!