Incidente Schumacher, emergono altri particolari

3 gennaio 2014 09:53 Scritto da: Davide Reinato

L’incidente di domenica scorsa, occorso a Michael Schumacher, non è ancora molto chiaro. Sono in corso le indagini della polizia locale, ma il punto dove è successo il fattaccio è ancora accessibile a tutti. Un video dimostra quanto è facile farsi male in quel punto.

pista-schumacher

Emergono nuove indiscrezioni sull’incidente occorso a Michael Schumacher domenica 29 dicembre, mentre si trovava sull’impianto sciistico di Meribel. Secondo quanto riportato dalla tedesca Bild, il pilota tedesco stava controllando un gruppo di bambini, figli di amici, che sciavano poco lontano da lui, quando una di questi è caduta. Schumacher, per aiutare la ragazzina, avrebbe così deciso di passare dalla zona di raccordo tra le due piste che, come si può vedere dalla foto, è particolarmente impervia.

Michael sembra sia inciampato in una roccia nascosta parzialmente dalla neve, andando così a sbattere contro un masso. Secondo quanto riportano alcune fonti, il tedesco avrebbe anche sbattuto più volte prima di impattare con la testa sulla roccia. A quanto pare, a peggiorare le conseguenze della caduta pare siano stati gli sci, presi a noleggio, che non si sarebbero correttamente sganciati.

Ciò che pare essere definitivamente confermato è che la situazione di Schumacher è stata subito critica, a differenza di quanto era emerso nelle prime ore successive all’incidente. L’elicottero di soccorso, infatti, dopo aver prelevato Michael è andato all’ospedale di Moutiers – il più vicino – solamente per permettere ai sanitari di intubare il paziente che, a quel punto, versava già in uno stato di incoscienza.

Quello che sorprende particolarmente, però, è che un punto così pericoloso non sia per nulla segnalato e venga permesso di passarci attraverso. Anche dopo l’incidente occorso a Schumy. Stefano Mancini, inviato della Stampa, ha realizzato un video in cui ci porta a vedere il punto dove Michael ha avuto l’incidente. Pur andando pianissimo, anche il giornalista è caduto, tradito proprio da un sasso nascosto dalla neve.

6 Commenti

  • Signori ma non contemplate la fatalità? Un caso straordinario in cui casualmente Michael si sia trovato nel punto sbagliato al momento sbagliato nel modo sbagliato? Porco giuda io pure son preoccupato, ma non è Dio, è solo un uomo. Cercare le cause per capire, per giustificare, per trovare un colpevole…gli unici colpevoli sono i gestori di quelle piste che non segnalano e delimitano la zona pericolosa. Per il resto anche Schumacher è un uomo e può anche aver commesso una leggerezza. A me preoccupa che si ristabilisca nel migliore dei modi possibili, il resto son tutte chiacchiere da bar

    • Alessandro HAMALORAI

      Saranno pure chiacchiere da bar, ma visto che ci vengono presentati dei servizi giornalistici è normale che qualcuno abbia uno spunto su qualcosa su cui riflettere e parlare.

      Anche perchè, a differenza di Silverstone ’99 dove la dinamica era sotto gli occhi di tutti, nell’incidente con gli sci è stato tutto poco chiaro fin dall’inizio, quando si parlava solo di “piccolo incidente sugli sci per Schumacher”.
      Siccome è una persona a cui sportivamente e umanamente tengo, mi sembra normale capire che cosa gli è successo veramente e perchè siamo qui in ansia per la sua vita.

  • Alessandro HAMALORAI

    Io non ho ancora capito un punto, ma probabilmente lo deciderà la magistratura.

    – Michael dopo aver aiutato una bambina a rialzarsi decide di andare sulla pista di destra perchè la vede già mentre sta arrivando, la aiuta, dopodichè sarebbe sceso tagliando in mezzo alle roccie (come ha fatto il giornalista della Stampa) per ricongiungersi col gruppo del figlio sulla pista di sinistra e nel mentre, cade e succede il fattaccio.

    Questo è quello che posso immaginare da quello che si è capito.

    Però, io non sono un esperto di sci, ma mi chiedo se sia possibile, andando alla velocità del giornalista, rompere il casco in 2?!

    Perchè per rompere il casco in 2, a mio avviso ci vuole più velocità e da qui il dubbio che Schumi possa essere venuto giù a velocità di discesa standard e essere finito involontariamente in quella zona di roccie!?

    • Se l’impatto è avvenuto nella roccia indicata nella foto la tua teoria la vedo improbabile: c’è un bel pezzo di fuoripista prima di arrivare a quella roccia, una volta resosi conto dell’errore avrebbe sicuramente avuto il tempo di rallentare e proseguire a velocità ridotta per riportarsi sulla pista….. A meno che il pezzo sia in forte discesa (ma dalla foto non parrebbe) e quindi sia caduto più a monte e poi rotolato giù fino ad impattare la roccia…..

  • Si inizialmente ho pensato la stessa cosa, ma metti che si sia trattato di una sciata non prevista inizialmente, magari gli sci buoni li aveva a casa e quindi li ha affittati.

  • difficile credere che un perfezionista come michael prenda degli sci a noleggio che spesso sono vecchi o vetusti, in casa ne avrà decine di paia nuovi…

    chissà se prima o poi la verità emergerà, non a caso sono state aperte 2 indagini dalla procura competente…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!