Pat Fry: “Le occasioni per sbagliare non mancheranno”

7 gennaio 2014 14:47 Scritto da: Davide Reinato

Il Direttore dell’Ingegneria Ferrari, parlando ad Autosport, ammette che potrebbero esserci molti problemi durante il primo test invernale d Jerez de la Frontera.

pat-fryManca davvero poco all’inizio della stagione 2014 di Formula 1. Si scenderà in pista a partire dal 28 gennaio, a Jerez de la Frontera, per il primo test collettivo della stagione. C’è molta apprensione tra le squadre, pronte a verificare immediatamente il lavoro svolto in factory nel corso di questi ultimi mesi. Ma Pat Fry – Direttore dell’Ingegneria Ferrari – ha chiaramente detto che non mancheranno le complicazioni.

In particolare, il tecnico inglese ammette che le possibilità di sbagliare sono molto alte e, specialmente nel primo periodo, il lavoro degli ingegneri sarà decisamente frenetico. “Penso che questo sia un anno dove è necessario sviluppare la vettura, piuttosto che cercare di risolvere i problemi di raffreddamento. Quando si riscontrano questi tipi di problemi, si passa una quantità enorme di tempo per sistemare radiatori, carrozzeria e cose simili. E’ già successo in Ferrari e in pasato anche nella mia ex squadra, sprecando anche un paio di mesi”.

Chi sbaglierà di meno, partirà con un vantaggio. “Con i cambiamenti previsti per la stagione 2014, sarà ancora più drammatico. Le occasioni per sbagliare saranno davvero tante. Se tutto va bene, abbiamo tirato le somme in maniera perfetta, ma nella normalità ci sarà un sacco di gente con dei problemi”. Fry ammette che i problemi di raffreddamento possono essere affrontati con soluzioni molto differenti da squadra a squadra: “Il raffreddamento della power unit sarà una sfida, perché abbiamo avuto la necessità di integrare un pacchetto così corposo in uno spazio molto piccolo. Credo ci saranno differenze marcate tra le varie monoposto”.

Infine, Fry ha anche commentato la novità regolamentare che cambierà l’anteriore delle F1 2014. Oltre il muso basso, infatti, anche l’ala anteriore sarà ridotta di 10 centimetri. “Il modo di trattare l’ala anteriore sarà diverso, da quest’anno. E’ un po’ come quando sono cresciute in dimensione nel 2009: all’inizio fu un vero e proprio disastro, ma poi ne venimmo a capo”, ha concluso.

20 Commenti

  • “Congratulazioni ai nostri avversari, ma noi non molleremo, testa bassa e lavorare qui in pista e a casa in fabbrica. Finchè la matematica non ci condannerà noi lotteremo fino all’ultimo centimetro e faremo di tutto per dare a Fernando una vettura degna di lui. Porteremo dei nuovi pacchetti sperando che i riscontri avuti in galleria siano gli stessi che troveremo in pista. Sono fiducioso. Wait and see.”

    • Alessandro HAMALORAI

      ahahahah grande Stefano!

      Queste sono parole dalla Bibbia secondo Stefano Domenicali.
      Parole che ogni volta che sento uscire dalla sua bocca, mi dico, ahia! siamo nella mxxxx! :-)

      • Myriam F2013

        Immagino già Domenicali a fine 2014 (nel frattempo Alonso si è trasferito in Mc Laren) ripetere la tiritera: “Dobbiamo dare a Fernando una vettura degna di lui, i conti si fanno alla fine, lavoreremo incessantemente per portare sviluppi, analizzeremo bene la situazione ecc ecc”
        E’ solo l’8 gennaio e mi tremano le ginocchia !

    • Quando Domenicali è fiducioso io mi deprimo. Reazione appresa per abitudine suppongo, avete presente il riflesso condizionato? Ecco, quello.
      Però bisogna dargli atto di una certa coerenza, dopotutto sono 5 anni (6 mo’) che ripete sistematicamente le stesse cose.

      Ps: ma anche a voi è sparito il box dei commenti recenti sulla home page? Era utile quello.

    • Pat Fry: “Le occasioni per sbagliare non mancheranno”…dunque, vediamo…fino allo scorso anno le occasioni per sbagliare erano certamente minori rispetto a quelle della stagione che verrà, causa rivoluzione tecniche imposte dal regolamento. E la Ferrari è riuscita a “sbagliare” lo stesso perdendo il campionato all’ultima gara (più volte) o per aver toppato macchina sin dal principio o per mancata/errata evoluzione nel corso del campionato.
      Bene: in conclusione, ora che i margini di errore si ampliano a dismisura sarà ancor più difficile vincere il mondiale.
      Però abbiamo la certezza che il mantra “non molleremo, testa bassa e lavorare qui in pista e a casa in fabbrica. Finché la matematica non ci condannerà noi lotteremo fino all’ultimo centimetro e faremo di tutto per dare a Fernando una vettura degna di lui. Porteremo dei nuovi pacchetti sperando che i riscontri avuti in galleria siano gli stessi che troveremo in pista” …. il mantra, dicevo, non lo sbaglieranno: è testato a dovere e su quello siamo imbattibili!

  • “Le occasioni per sbagliare non mancheranno”
    Beh,speriamo non le cogliate al volo.
    Facciamo i bravi eh!!!

  • Alessandro HAMALORAI

    Intanto un saluto caro al buon vecchio Caribbean!

    Poi entrando nel merito dei post di chi paragonava la Mec 2013 alla 2009, a mio parere cè un abisso, seppur si tratta di annate fallimentari.

    Vado a memoria, ma la Mec 2009 era stata capace nel gp di valencia di fare 1* e 2* sulla griglia con Lewis in pole e Kova 2*, quindi a conferma che già da metà campionato erano tornati al top.
    Niente a che vedere con quest’anno dove il podio è sempre stato un miraggio e la qualifica da bassa Q3.

  • Caribbean Black

    Alla faccia!!! cominciamo bene pure in casa ferrari con le buone premesse 😉

    • Ehilà chi si vede !!!
      Ciao ragazzo come và ?
      Neppure sù Facebook ti ho più visto, che fine hai fatto ?

      • Caribbean Black

        Ciao Davide, diciamo che fa schifo e non c’è male…potrebbe andar peggio ma va bene così.

        Si oramai facebook lo adopero col contagocce, ed il blog l’ho riaperto solo ieri sera dopo mesi che non accedevo….insomma ho un po la nausea del web…e dal 2011, anche della f1…

  • X ZICO: Il famoso “Buco” era presente sulla Ferrari F2008 forse tu ti riferisci al Doppio diffusore.

  • Onde evitare il ripetersi della problematica bisognerà secondo me fare un’attento e dettagliato studio sù come utilizzare l’Ala Anteriore, bisognerà indovinare il miglior modo possibile per fare lavorare tutta l’ala a cominciare dalla deviazione dei flussi sulle parti laterali della stessa.
    Il restringimento dell’Ala fà si che la fine della stessa coinciderà con la metà delle gomme anteriori, bene sarà questo il punto cruciale, deviare verso l’interno l’aria oppure mandarla il più possibile al di sopra delle gomme ?
    Non credo sarà possibile sfruttare le forme delle paratie come nel 2013 con andamento verso l’esterno degli pneumatici, mentre con un’andamento rettilineo delle paratie si rischierebbe che l’aria andrebbe ad “investire” le gomme per cui dovranno essere studiate nuove soluzioni magari come negli anni 90 quando le paratie laterali convergevano verso l’interno delle gomme portando aria sotto la scocca.
    Credo sarà questa la soluzione più efficace e ovvia, onde evitare problemi simili al 2009.

  • Lo ha sperimentato sulla sua pelle in McLaren quando nel 2009 fù a capo del Progetto della fallimentare e disgraziata McLaren Mp4-24, la peggior McLaren degli ultimi 20 anni (Insieme alla Mp4-10 del 1995 e della Mp4-28 del 2013 appena concluso) proprio nell’anno in cui entrava in vigore il regolamento tecnico in atto fin dalla conclusione del 2013.
    La McLaren Mp4-24 si rivelò fin dai primi Test una macchina fallimentare e con una grave carenza di carico aerodinamico, ricordo che i Test passarono facendo tantissime prove comparative tra varie soluzioni e portanto in ogni giorno degli stessi test sempre pezzi nuovi per ovviare alla situazione.
    Solo nell’ultima parte di stagione 2009 in McLaren trovarono la soluzione ai problemi della Mp4-24 tanto da renderla nelle ultime gare sullo stesso livello di Red Bull e Brawn Gp.

    • Beh Davide, nel 2009 la macchina era pessima, perfino peggio della 28 che almeno navigava in zona punti, però gia in Ungheria Hamilton riuscì a portare a casa una vittoria fenomenale oltre che a Singapore. Credo risolsero i loro gravi problemi con il cambio dell’ala anteriore,

      • Nelle prime gare la Mp4-24 fù un disastro anche peggio della Mp4-28 del 2013 appena concluso, da metà campionato le cose andarono meglio ma fù solo nell’ultima parte di campionato che la Mp4-29 dopo un recupero incredibile divenne al livello della Red Bull e superiore alla allora BrawnGp.
        Ricordo che uno dei problemi principali di quella macchina fù proprio l’Ala Anteriore, a Woking capirono solo a metà anno che bisognava deviare (Come avevano fatto quasi tutti) i flussi all’esterno delle gomme anteriori con un’andamento particolare (per quell’anno) delle paratie laterali delle ali anteriori.
        Una volta fatta questa modifica insieme ad altre più importanti come la carrozzeria superiore e il posizionamento degli scarichi, la situazione mutò notevolmente e in positivo.
        Guarda caso è la stessa situazione che PAT FRY conoscendo bene ha mensionato nella sua intervista,

      • Nel 2009 le regole non erano uguali per tutti ,kers si,kers no è poi buco non buco.Chi ha seguito il regolamento alla lettera si trovò in netta difficoltà,compreso la Mc.Quindi non parlerei di progetto sbagliato con quest’anno.

  • qualcuno si permette il lusso di saltare il primo test

  • Tranquillo Pat, le tue occasioni per sbagliare le hai sfruttate tutte, perdente!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!