Schumacher, condizioni invariate. Si continua a sperare

13 gennaio 2014 15:40 Scritto da: Redazione

Michael Schumacher resta in coma farmacologico, in ipotermia, ricoverato presso l’ospedale di Grenoble dopo l’incidente in sci occorso lo scorso 29 dicembre, mentre si trovava a Meribel.

schumacher-mercedesDopo 15 giorni, le condizioni di Michael Schumacher restano sempre critiche, ma stabili. Dall’ospedale di Grenoble, così come dal management del pilota, non giungono nuove informazioni sullo stato di salute del sette volte Campione del Mondo: una strategia ben definita, per fare in modo di abbassare la pressione mediatica intorno alla vicenda.

Secondo quanto riporta il giornale tedesco Bild, citando fonti ospedaliere, le condizioni di salute di Michael Schumacher non sono cambiate dall’ultima volta in cui è stato emesso un bollettino medico.

I corrispondenti del giornale tedesco hanno dichiarato che il tedesco è stato sottoposto a nuova risonanza magnetica per capire quali aree presentano lesioni e quali sono indenni. L’unica cosa certa è che Michael potrebbe rimanere in queste condizioni per settimane, se non addirittura mesi.

Nel frattempo, Jean Alesi ha aspramente criticato un altro ex pilota di F1 francese, Philippe Streiff, per aver divulgato informazioni sulle condizioni di Schumacher ai media, poi smentite da parte dello staff medico e dalla famiglia di Michael. Dopo aver visitato l’ospedale di Grenoble, Streiff aveva ammesso che Michael non era più in pericolo di vita, informazione rivelatasi falsa. “Sono rimasto molto deluso nel vedere Streiff parlare ai media di Schumacher”, ha detto Alesi a RMC Sport. “Dobbiamo rispettare la privacy della sua famiglia e lasciare in pace i medici in modo che possano fare al meglio il proprio lavoro”, ha concluso.

9 Commenti

  • Alessandro HAMALORAI

    Non sono daccordo con chi dice di fissazioni sentimentali.

    Schumacher, per chi come noi, segue con passione e con continuità la F1 da 20 e passa anni, non può lasciare indifferente.
    è stato parte del nostro svago , della nostra passione, un pilota che ha fatto stare bene se stesso mentre guidava sui circuiti di tutto il mondo e di conseguenza faceva stare bene e divertire tutti noi.

    Per chi è appassionato vero di F1, almeno 1 volta durante il giorno un pensiero glielo si manda, edè comunque poca cosa rispetto a tutto quello che Michael ha saputo darci nella sua gloriosa carriera.

    Poi è ovvio che il mondo va avanti con tutti i suoi problemi, come sempre.

  • WBrawnSchumy

    Lesioni critiche al cervello equivalgono a mesi di buio (senza complicanze,come ematomi ecc), tutta questa situazione mi mette ansia, di questa nuova stagione di F1 che sta x partire non so niente e tanta l’amarezza e il pensiero. so solo che anche al Buio sarai a bordo di un auto chiamata Vita, e li sopra starai dando di santa ragione Gas per far si di vincere un mini mondiale Quello della vita, Ti aspettiamo Michael, anche se ci vorrà tempo.

  • Sto iniziando a pensare che Michael ce la farà. Per una volta nella vita se la prende con comodo… Sul piú bello che la gente starà per perdere le speranze, ci stupirà, come sempre.
    Crediamo in te, Michael!

  • Myriam F2013

    Il pensiero che Schumi possa trovarsi in queste condizioni per settimane o mesi mi fa rabbrividire.
    Faccio fatica ad interessarmi alle altre novità sulla F1. Spero che da Grenoble arrivino presto buone notizie….

    • é solo una fissazione sentimentale che in realtà ha poco senso. A tutti dispiace per lui ma è solo un uomo tra i tantissimi che soffrono e muoiono ogni giorno. Ha avuto una vita fantastica e ha i migliori mezzi per curarsi. Mi sembra una totale ipocrisia far fermare il mondo per lui. Detto questo, spero che guarisca presto.

      • Myriam F2013

        E’ tutto giusto quello che dici, compresa (e soprattutto) la fissazione sentimentale.
        Tuttavia io non intendevo dire che il mondo deve fermarsi per Schumi, ma solo che fino a quando una leggenda come lui, un pilota che è entrato nel cuore di tanti appassionati al punto da diventare quasi una persona di famiglia, versa in queste condizioni, è difficile, almeno per me, appassionarsi ad altri eventi che ruotano intorno alla F1.

      • concordo con te Myriam, da quando Schumacher è in quelle condizioni tutte le news di f1 non mi interessano. Per me Schumi è un mito, un punto di riferimento, sia dal punto di vista umano e sportivo. Deve farcela.

      • @ Loky

        No, non è un uomo qualunque, quello è Michael Schumacher, e l’affetto che proviamo noi tifosi lo dimostra, non una fissazione sentimentale, non è facile lasciare un segno indelebile nel mondo e in F1 e lui c’è riuscito perchè ha fatto parlare di se anche a chi di F1 non capiva e non capisce ancora niente (con questo non mi riferisco certo a te!!!)
        Con lui non vinceva solo la macchina ecco perchè questa cosa ci far star male ed ecco perchè se ne continua a parlare!

        DAI MICHAEL NON MOLLARE!!!!!

    • Ad ogni modo, il fatto che venga tenuto in quelle condizioni è di per sè una “buona” notizia…

      Anche altri piloti in passato avevano sofferto di brutti traumi al cervello e poi sono tornati a correre…

      Ci sono stati quelli che si sono ripresi completamente come Hakkinen che dopo il botto del ’95 ad Adelaide (e un mese di coma) vinse poi due mondiali, altri che invece tornati in macchina non erano più al livello di prima come Wendlinger che dopo il botto a Monaco ’94 (subito dopo Imola) e il coma, una volta tornato in macchina prendeva secondi su secondi…

      Schumacher se e quando si ristabilirà, avrà anceh il “vantaggio” di non dover tornare in macchina a correre…

      In ogni caso ripeto, quando le condizioni rimangono stabili in questi casi è meglio…vuol dire che lentamente il cervello si sta sgonfiando anche dagli ematomi più profondi e probabilmente anche quelli più pericolosi per quanto riguarda eventuali disabilità…

      C’è solo da aspettare…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!