Massa: “La Williams ha ciò che serve per tornare in alto”

15 gennaio 2014 09:25 Scritto da: Redazione

Quattro chiacchiere con Felipe Massa, nuovo pilota della Williams. Il brasiliano è a Grove per preparare il sedile per la sua nuova FW36 che guiderà ai prossimi test di Jerez.

felipe-massa-williamsFelipe Massa è a Grove, in questi giorni, per preparare la sua nuova stagione agonistica con la Williams. Tra incontri interni e prove di sedile, il  brasiliano si è concesso per una intervista pubblicata sul sito ufficiale della squadra inglese.

Che tipo di formazione hai fatto durante l’inverno e quando hai cominciato a concentrarti sul 2014?

F. Massa: “Anche durante le vacanze mi sono allenato, non mi sono mai fermato veramente. Sono stato a Miami per 11 giorni e ho fatto qualcosa ogni giorno. Mi piace lo sport, quindi sono sempre attivo, sia che si tratti di tennis che di andare a correre. Ora il lavoro si trasforma e ciò significa più tempo passato in palestra. Personalmente, preferisco fare sport piuttosto che stare al chiuso, ma deve comunque essere fatto, quindi… Ho un personal trainer che viene alle gare con me e mi ha seguito qui alla Williams. Lavoriamo insieme dal 2007, quindi abbiamo un ottimo rapporto di lavoro”.

Cosa ti piacerà di più della F1 del 2014?

F.M.: “Ci sono così tanti cambiamenti per quest’anno, ma siamo tutti sulla stessa barca. Fino a quando non saremo in macchina, però, non sapremo molto come sarà. Vedremo come dosare l’acceleratore, visto l’aumento esponenziale della nuova coppia e come l’ERS influenzerà lo stile di guida. Aerodinamicamente, le vetture avranno meno carico del 2013, soprattutto nella prima metà della stagione. Sono grandi cambiamenti che abbiamo di capire il più velocemente possibile quando inizieremo i test”.

Quali sono le tue prime impressioni della squadra?

F.M.: “Williams ha una grande factory e tante buone risorse, so che abbiamo tutto ciò che serve per essere competitivi. E’ una grande squadra con una storia importante alle spalle, ma ora l’obiettivo è mettere insieme tutti i pezzi e farli lavorare bene nella giusta direzione. Ho costantemente cercato di incontrare il maggior numero di persone in fabbrica e tutti sono molto gentili. Per ora posso dire che mi sto divertendo a lavorare con il mio team di ingegneri”.

Sei qui in factory per due giorni, quale sarà il tuo programma?

F.M.: “Prima di tutto ho provato il sedile per trovare la giusta posizione sulla vettura. Essendo in un nuovo team, è logico assicurarsi che mi trovi a mio agio. Poi ho un sacco di incontri tra i diversi dipartimenti per prepararci al prossimo test di Jerez”.

Quale è stata la reazione dei tifosi al tuo passaggio in Williams?

F.M.: “I miei fan sono felici di questa nuova avventura, in particolare per la storia che Williams si porta dietro con i piloti brasiliani, come Nelson o Ayrton. Ciò ha reso la squadra molto famosa in Brasile”.

Com’è il tuo rapporto con Frank?

F.M.: “Frank è una delle persone più famose del paddock e viene ammirato da tutti per quello che ha dato a questo sport. E’ parte della storia della Formula Uno. Non lo conoscevo molto bene, ma passerò del tempo con lui e non vedo l’ora di correre per la sua squadra”.

5 Commenti

  • Felipe,per tornare in alto ti serve una scaletta 😉

  • tatanka2003

    Massa, provo ad indovinare, in Williams hanno TANTA PAZIENZA???

  • Beh su una cosa ha ragione..la Williams ha una grande factory..molti e molti dipendenti..molte risorse..il suo piu grande problema che poi è quello di tutti i nuovi team è stato che non ha mai avuto ”buoni” piloti per sviluppare al meglio la vettura..l’ho sempre detto la differenza tra talento e esperienza è proprio qui..un pilota di talento vince e stravince con la vettura ottima..ma se gli dai una vettura scarsa non la migliorerà mai..ricordo che trulli fece allontanare schumacher R. perchè non era buono nello sviluppo..poi purtroppo alla williams ha pesato il cambio Toyota-Consworth..spero che con renault qualcosa cambi

    • Alessandro HAMALORAI

      La Williams sarà motorizzata Mercedes da quest’anno.

      E poi il Renault lo hanno utilizzato gli ultimi 2 anni e non mi sembra che sia cambiata tanto la situazione, con la parentesi di Spagna 2012 dove Maldonado conquistò una vittoria grazie alle gomme.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!