Ecclestone vuole acquistare lo storico Nurburgring

16 gennaio 2014 12:00 Scritto da: Giacomo Rauli

Secondo la Reuters, Bernie Ecclestone avrebbe avanzato un’offerta per acquistare lo storico tracciato del Nurburgring, fuori dal calendario di F1 dal 1977, anno successivo dell’incidente di Lauda

nurburgringBernie Eclestone avrebbe avanzato un’offerta per acquistare lo storico tracciato del Nurburgring, comprensivo di due layout differenti: la NordSchleife e la SudSchleife.

La notizia è stata diffusa dalla Reuters nella tarda serata di ieri. L’agenzia di stampa britannica ha portato alla luce l’intenzione di Ecclestone pochi giorni dopo l’offerta ufficiale di quest’ultimo. La pista tedesca, scenario del celebre incidente di Niki Lauda del 1976 (di recente divenuto trama hollywoodiana del capolavoro di Ron Howard: “Rush”) e uscita dal calendario di F1 l’anno successivo perché ritenuta troppo pericolosa è finita in amministrazione controllata dopo che i proprietari sono stati assaliti dai debiti, ora in cerca di nuovi acquirenti.

Un funzionario e portavoce della società che controlla il tracciato più lungo del mondo – che misura oltre venti chilometri – ha glissato sull’offerta di Ecclestone, ma si è mostrato ben aperto a qualsiasi acquirente seriamente interessato allo storico tracciato: “Non commento eventuali offerte derivate da potenziali compratori specifici. Posso solo affermare che chiunque abbia un’offerta interessante per acquisire il complesso deve considerarsi il benvenuto“.

Oltre al tracciato, il complesso gestito dagli attuali proprietari comprende un parco attrazioni adiacente alla famose curve della NordSchleife.Il nostro intento è vendere nelle prossime settimane, così da poter aprire la stagione nel mese di aprile con i nuovi proprietari già sistemati“, ha terminato il portavoce tedesco.

Gli emissari di Ecclestone hanno così commentato l’offerta del patron della Formula One Management:E’ vero, abbiamo avanzato un’offerta e speriamo che venga accettata. Noi siamo forse gli unici a poter fare qualcosa di positivo per il circuito“. Il ‘ring è attualmente utilizzato da molte case automobilistiche e motociclistiche, spesso impegnate a testare di nuovi modelli pronti per la produzione di serie, le supercar o soluzioni tecnologiche innovative. Questa affluenza di marche motoristiche è sintomo di quanto il circuito metta a dura prova meccanica e aerodinamica dei modelli. Non solo. Anche gli appassionati possono accedere alla pista e guidare sul mitico circuito tedesco pagando un semplice biglietto d’accesso. Con l’avvento di Ecclestone, però, alcune cose potrebbero cambiare.

4 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!