Il grido dei rookie: “Il sistema Formula Uno è malato”

20 gennaio 2014 08:27 Scritto da: Redazione

Fabio Leimer, vincitore della GP2 Series 2013, non ha trovato posto in Formula 1. Uno dei suoi sponsor principali punta il dito contro il sistema F1 che definisce “malato”.

shanghai-partenzaRainer Gantenbein è uno dei principali sostenitori della carriera del Campione 2013 della Gp2 Series, Fabio Leimer. Da lui arrivano parole dure verso la Formula Uno, dopo che la classe regina dell’automobilismo ha, di fatto, chiuso le sue porte in faccia al pilota svizzero.

Il 24enne, nonostante il titolo in tasca, si ritrova davanti un futuro molto incerto. Così, dopo Davide Valsecchi, anche Leimer non sembra avere modo di fare il salto dalla GP2 Series al grande Circus.
Gantenbein ha bene le idee chiare: “Il sistema della Formula 1 è malato. Sarei disposto a pagare un assegno a sette zero se Fabio fosse coinvolto, perché è paradossale che dopo aver avuto successo, la carriera di Leimer si possa definire conclusa”.

Leimer è stato in trattativa con la Sauber, a cui era stata avanzata una proposta piuttosto importante. Ma il team elvetico aveva Sirotkin e gli investitori russi con il fiato sul collo, anche se alla fine ha mantenuto Gutierrez e ingaggiato il più esperto Sutil. Il manager di Fabio però non si perde d’animo e, parlando al giornale Blick, non ha escluso uno sbocco in serie a ruote coperte prima di tentare nuovamente l’approdo alla classe regine: “Se non si ottiene nulla per questa stagione, lavoreremo per il 2015″.

12 Commenti

  • Io sono d’accordo con Fantomius, Leimer chi?
    E’ stato bravo ad arrivare sempre in fondo alle gare, ha anche avuto più fortuna di altri che hanno subito guasti o incidenti…ma detto questo per cosa si è distinto? E purtroppo devo dire lo stesso di Valsecchi. I campioni di GP2 che sono arrivati in F1 erano fatti tutti di un’altra pasta, non è questione di sponsor, o almeno solo fino a un certo punto.

    Kvyat ha meritato la F1, Magnussen anche… ma sto Leimer perchè si aspettava un sedile?!

  • Secondo me l’ignorante è chi non ha argomenti,offendendo gratuitamente.

  • Ciò detto, chi davvero lo merita, in Formula 1 ci arriva. Sponsor o non sponsor, di qualsiasi nazionalità sia. Lewis Hamilton è la prova vivente. Non avesse trovato la McLaren, avrebbe trovato qualcun altro.
    Spiace per Valsecchi e Leimer, ma hanno vinto il titolo GP2 dopo anni di militanza nella serie…buoni piloti, ma nulla più. Possono star dentro o fuori, sono fuori. Amen.

  • Che il sistema Formula 1 sia malato, pochi dubbi. Tuttavia, i piloti paganti ci sono sempre stati, e nell’era eroica erano molti di più di quelli che sono ora. Quel che è cambiato, è che allora un maggior numero di squadre potevano provare a prendere il via e, dunque, erano in questi team che finivano i paganti. Ora invece, i costi sono così proibitivi e le tecnologie così eccessive (cough cough..Newey) che pochi possono far parte del gioco e i soldi di Maldonado (per dirne uno)fan comodo a tutti, top team compresi.

  • E’ da tanto che lo dico,perche’ a questo punto non dare la possibilita’ a chi se lo permette di fondare team satelliti?solo la red bull ha un programma giovani avanti anni luce agli altri

  • principesco88

    Buon pilota in gp2 l’anno scorso, assieme a Bird e Coletti. Peccato che ha un nome italiano e questo lo ha penalizzato…

  • ma scusate cos’è vinci la gp2 e in automatico vuoi vetture da f1 nuove??..e che è..dove è scritto?..ricordo che molti piloti di talento non sono in f1 e vogliamo far salire sto laimer..che non so manco chi è..

  • in questo monte-prezzemolo ha ragione ci vuole al terza macchina è darla ai rookie.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!