Whiting anticipa il 2014: “Vetture con soluzioni bruttine”

Charlie Whiting, direttore di gara e delegato tecnico FIA, ammette che vedremo delle monoposto 2014 con soluzioni aerodinamiche antiestetiche.

charlie-whitingIl cambiamento regolamentare del 2014 è decisamente uno dei più massicci che la F1 ha conosciuto in questi ultimi decenni. Da quest’anno, infatti, oltre alla nuova motorizzazione c’è anche qualche novità regolamentare che coinvolge l’aerodinamica.

Come abbiamo avuto di ribadire in più occasioni , le monoposto della stagione 2014, all’occhio dello spettatore profano, non saranno neanche troppo diverse. Dall’esterno, cambierà ben poco. Le modifiche sostanziali saranno all’anteriore della vettura, dove per ragioni di sicurezza avremo un muso basso. Il regolamento 2014, infatti, prevede che la punta del musetto sia a 185 mm dal piano di riferimento, mentre l’attacco alla scocca è stato abbassato da 625 mm a 525 mm.

Questo porterà ad avere un anteriore delle vetture piuttosto strano, con soluzioni aerodinamicamente interessanti, ma esteticamente sgradevoli. A commentare le nuove forme delle monoposto, che presto saranno svelate al grande pubblico, è Charlie Whiting – direttore di gara e delegato tecnico della FIA – che ha ammesso: “Non posso rivelare molto, ma ci hanno sottoposto un sacco di soluzioni strane rispetto al passato”.

L’inglese si è detto sorpreso delle molte interpretazioni che le squadre stanno dando al regolamento, specie per quanto riguarda proprio l’anteriore della vettura: “Ogni squadra sta facendo il proprio meglio per superare lo svantaggio aerodinamico che deriva dalle nuove regole, così vengono fuori idee diverse. Penso che vedremo delle cose interessanti, anche se appariranno strane e brutte. Ma, col tempo, ci abitueremo”.

15 Commenti

  1. secondo me la questione delle macchine brutte non è da trascurare…in termini di marketing per la F1, intendiamoci. Il problema secondo me è che ancora una volta cambiano il regolamento senza rendersi conto di quello che comporta in termini puramente “estetici”…e probabilmente l’anno prossimo lo ritoccheranno ancora una volta re-inventando il Vanity Panel.

  2. Detto cosi sembra che nessuno a questo punto optera’ per il muso basso,vedremo dei formichieri..speriamo si evolvino negli anni a seguire,rendendole piu’ “guardabili”

      1. Si mi compare la schermata di una pubblicità con una odiosa ragazza che urla !!!
        Perchè a voi no ?!!!

  3. Mah!! non credo che rimarremo sconvolti.

    Se ci hanno fatto passare gli spazzaneve del 2009 e gli scalini del 2012, questa sembra una passeggiata a confronto.

    Se sappiamo già che l’altezza del muso sarà basso per tutti e che lo scarico sarà unico per tutti, a questo punto immagino che nessuna scuderia abbia optato per lo stesso stile di muso.
    Probabilmente avremo chi avrà tenuto il muso standard, chi avrà scelto quello a formichiere, chi quello a tricheco ecc ecc.

    Aspettiamo il 25 per vedere la nuova Mec, storicamente conosciuta per la sua bellezza.

    1. A chi lo dici, non vedo l’ora sia Venerdì per ammirare la nuova McLaren e Sabato la Ferrari.
      Poi Martedì prossimo sarà il turno della Mercedes, sono proprio curiso di vedere il lavoro che hanno svolto nelle varie Factory i Team.
      Dopo tanto parlare finalmente si passerà ai fatti…..che bello !!!

  4. Benvengano le brutture, sarà sicuramente meglio rispetto al piattume visto sino al 2013. Come diceva Forghieri in un’intervista di inizio 2013, le vetture delle scorse stagioni, senza livrea, sarebbero state indistinguibili luna dall’altra.

Lascia un commento