Whiting anticipa il 2014: “Vetture con soluzioni bruttine”

20 gennaio 2014 10:04 Scritto da: Redazione

Charlie Whiting, direttore di gara e delegato tecnico FIA, ammette che vedremo delle monoposto 2014 con soluzioni aerodinamiche antiestetiche.

charlie-whitingIl cambiamento regolamentare del 2014 è decisamente uno dei più massicci che la F1 ha conosciuto in questi ultimi decenni. Da quest’anno, infatti, oltre alla nuova motorizzazione c’è anche qualche novità regolamentare che coinvolge l’aerodinamica.

Come abbiamo avuto di ribadire in più occasioni , le monoposto della stagione 2014, all’occhio dello spettatore profano, non saranno neanche troppo diverse. Dall’esterno, cambierà ben poco. Le modifiche sostanziali saranno all’anteriore della vettura, dove per ragioni di sicurezza avremo un muso basso. Il regolamento 2014, infatti, prevede che la punta del musetto sia a 185 mm dal piano di riferimento, mentre l’attacco alla scocca è stato abbassato da 625 mm a 525 mm.

Questo porterà ad avere un anteriore delle vetture piuttosto strano, con soluzioni aerodinamicamente interessanti, ma esteticamente sgradevoli. A commentare le nuove forme delle monoposto, che presto saranno svelate al grande pubblico, è Charlie Whiting – direttore di gara e delegato tecnico della FIA – che ha ammesso: “Non posso rivelare molto, ma ci hanno sottoposto un sacco di soluzioni strane rispetto al passato”.

L’inglese si è detto sorpreso delle molte interpretazioni che le squadre stanno dando al regolamento, specie per quanto riguarda proprio l’anteriore della vettura: “Ogni squadra sta facendo il proprio meglio per superare lo svantaggio aerodinamico che deriva dalle nuove regole, così vengono fuori idee diverse. Penso che vedremo delle cose interessanti, anche se appariranno strane e brutte. Ma, col tempo, ci abitueremo”.

15 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!