Neale sulla Mclaren Mp4-29: “Affidabilità fondamentale”

24 gennaio 2014 14:34 Scritto da: Davide Reinato

Jonathan Neale, Managing Director della McLaren, parla della nuova stagione di F1 della McLaren e della formazione di piloti che avrà in mano la nuovissima Mp4-29.

nealeLa nuova McLaren Mp4-29 è finalmente stata svelata al grande pubblico. Jonathan Neale ha spiegato come la squadra abbia gestito il cambiamento di regole con un approccio step by step.

“Siamo stati pragmatici nella realizzazione della Mp4-29. Sappiamo che la necessità di consistenza, almeno inizialmente, supera di gran lunga quella delle prestazioni. I test invernali non serviranno per perfezionare la macchina o inseguire il set-up perfetto, ma serviranno a capire i limiti della vettura e come possiamo migliorarla”, ha amesso il managing director McLaren.

L’affidabilità, dunque, è la priorità a cui la McLaren sta puntando. “Abbiamo bisogno di una base affidabile e che risponde positivamente ai cambiamenti che apporteremo. Inoltre, il lavoro degli ingegneri sarà ancora più importante, perché sarà una gara di sviluppo: non credo che chi vincerà la prima gara potrà essere considerata la vettura da battere. Ed è qualcosa che spesso abbiamo visto anche in passato”.

In questo senso, la McLaren si è già portata avanti nel lavoro di sviluppo della vettura e la Mp4-29 vista oggi – e che vedremo ai test di Jerez – sarà sostanzialmente diversa da quella che si presenterà in pista il prossimo marzo a Melbourne. “Tutto sarà basato sulla capacità di una squadra di reagire davanti ai problemi.Abbiamo già un pacchetto di aggiornamenti che stiamo preparando in vista della prima gara e lavoriamo contestualmente alla galleria del vento e al CFD per scoprire nuove cose”.

A guidare la Mp4-29 ci saranno Jenson Button e Kevin Magnussen. Il primo, già campione del mondo e veterano, ha davanti un’ottima occasione di prendere in mano la squadra e guidarla nello sviluppo della monoposto. L’altro è un giovane rookie che non vede l’ora di far vedere al mondo di cosa è capace di fare. “Credo che la bellezza della nostra line-up stia proprio in questo contrasto. Jenson ha una grande esperienza e possiamo lavorare con lui per perfezionare la vettura. In Kevin vedo un illimitato entusiasmo e un’etica del lavoro incredibile. Il suo arrivo in squadra è stato davvero motivante. Avrà bisogno di tempo per ambientarsi, ma siamo pienamente convinti che sia pronto per la Formula 1″.

Inoltre, la McLaren ha recentemente annunciato l’accordo con il pilota belga Stoffel Vandoorne che, nel 2014, sarà il pilota di riserva della squadra. “Vandoorne sarà la nostra riserva e posso garantirvi che è un pilota con un potenziale, a lungo termine, davvero allettante. Avrà un ruolo complementare a fianco dei nostri due piloti. Parteciperà a tutte le gare in cui la GP2 seguirà la Formula 1 e potrà lavorare a stretto contatto con noi durante i weekend di gara. Penso che abbiamo una line-up fantastica”, ha concluso Jonathan Neale.

2 Commenti

  • Cevola, i musi così sono dovuti al regolamento che impone di avere la punta alta non piu di 185mm per evitare fare da ariete in caso di impatto contro un alteo abitacolo e che deve resistere agli impatti (quindi non un vanity panel o troppo sottile). Il bisogno delle scuderie è di far passare piu aria possibile sotto la scocca. Da qui si hanno questi musi strani. Vedrai che domani la Ferrari non mostrerà una soluzione molto diversa, così come la red bull

  • Sicuramente è stato detto ed è stato scritto, ma il motivo del muso a proboscide, dettato da regolamento, a cosa serve? Cioè un muso così è più penalizzante lato aereodinamico? Lo hanno voluto così perchè più sicuro? Quindi con un muso più corto e quindi esteticamente gradevole,cambiava qualcosa?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!