Red Bull: l’ERS ferma ancora anzitempo la RB10 di Vettel!

Due giorni molto difficili per il team di Milton Keynes. Solo undici i giri compiuti e problemi all’ERS che hanno di fatto fermato anzitempo i test odierni della Red Bull

red-bull-rb10Undici giri in due giorni sono il magro bottino racimolato dalla scuderia quattro volte campione del mondo, la Red Bull.

La nuova RB10, dopo esser stata presentata ieri mattina nella pit lane del circuito di Jerez – che ospita il primo turno di test invernali 2014 – ha accusato diversi problemi di vario genere.

Prima di tutto, ieri i meccanici di Milton Keynes hanno avuto notevoli difficoltà ad assemblare alcune componenti delle sospensioni posteriori della vettura. I problemi erano così evidenti da portare il team a ufficializzare che non sarebbero entrati in pista nell’arco della giornata. Invece, a pochi minuti dal termine del primo giorno, Vettel ha fatto una breve apparizione in pista.

Questa mattina, la scena si è ripetuta. La RB10 è rimasta a lungo ai box, prima di uscire a metà mattinata. Pochi giri, giusto un numero appena più alto di quelli macinati ieri e poi di nuovo box, con i consueti pannelli davanti alla saracinesca per coprire la vettura da occhi indiscreti.

Che qualcosa non andasse era palese. Vettel è infatti sceso dalla vettura pochi minuti dopo le tredici, con i meccanici che hanno tolto il solito cofano motore e hanno iniziato a scrutare il sistema ERS. Dal retrotreno della RB10 usciva un inconfondibile fumo, sintomo di un guasto nel gruppo motore, si presume al sistema MGU-K o al MGU-H. Nel retrotreno della monoposto che porta il numero uno sul muso si sarebbe verificato un principio di incendio, subito fermato dai meccanici.

Abbiamo difficoltà con i sistemi di recupero energia“, ha affermato Christian Horner. “Ieri era successo alla Toro Rosso e oggi è toccato a noi. Abbiamo bisogno di trovare continuità per girare in pista, così da individuare i punti deboli e sistemarli per i prossimi test in Bahrain. Nei prossimi due giorni guiderà Ricciardo. Poco importa chi guida in questa fase“.

La Red Bull non girerà più nella giornata di oggi. I problemi saranno elaborati nelle prossime ore e il team cercherà di risolverli per permettere a Daniel Ricciardo di entrare in pista già domattina.

16 Commenti

  1. Buonasera ragazzi…
    di certo è una bella tegola….ma…. questi ragazzi sono capaci di avere un’ auto da prima fila nel momento in cui la power unit la smette di fare i capricci.

  2. per come la penso io questi primi test servono solo a conoscere un po meglio la macchina e ad abituarsi al nuovo stile di guida (non a caso lo stesso alonso li saltò l’anno scorso ritenendoli quasi inutili).

    certo non è mai bello stare fermi ai box mentre gli altri girano xo meglio che i problemi saltino fuori ora e non a campionato iniziale.

    ad ogni modo l’importante sarà essere pronti e in forma per melbouerne.

      1. formula1 . ferrari . com/it/…vai a leggere nella barra in neretto quanti titoli ci sono…
        Non a caso c’ è scritto: ” La Scuderia più vincente nella storia della Formula 1 ”
        Noi FERRARISTI godiamo da molto…forse troppo!

        NOI SIAMO LA STORIA!

        Forza Ferrari

      2. Le scuderie Ferrari esistono dal 1929 , la Ferrari partecipa al campionato della f1 dal 1950 … la f1 esiste dal 1950 ! Voi altri fino a pochissimi anni fa pruduciavate esclusivamente una mono bibita tra l altro dalla dubbia genuinità… ora pagate un ingeniere dai contro cazzi per disegnare una vettura di f1 ma tutte le sue parti le fate fare perché non sapreste da dove iniziare! È scontato che entro poco tempo come siete arrivati ve ne andrete a fare nuovamente solo lattine di bibita , noi sono 83 anni che rompiamo il culo a costruttori di tutto il mondo in tutte le categorie prestigiose.. beh cosa posso dirti tu sei come un coniglio.. ti piace e ti basta godere 4 secondi mentre a noi ferraristi piace un orgasmo di 83 anni e siamo solo all inizio!

Lascia un commento