Test Jerez, day 3: ecco tutte le dichiarazioni dei piloti

30 gennaio 2014 19:49 Scritto da: Giacomo Rauli

Ecco le dichiarazioni dei piloti scesi in pista nel terzo giorno di test invernali a Jerez de la Frontera

kevin-magnussen-mclarenKevin Magnussen ha terminato il terzo giorno di libere al comando della classifica giornaliera. Per il giovane pilota McLaren si è trattato del debutto al volante della nuova monoposto di Woking.

Il danese, figlio dell’ex pilota di Formula Uno Jan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo aver ottenuto il primo posto nella classifica dei tempi.Questo è stato un grande giorno per me. Avevo le farfalle allo stomaco e ho fatto fatica a prendere sonno questa notte. Sono un rookie ed ero eccitato al volante della Mp4-29, ma non mi sono sentito come uno al primo giorno di lavoro. Qui conosco tutti e nel team mi sento a casa. Ho provato a fare più giri che potevo per prendere confidenza con tutto e il primo tempo che ho staccato oggi significa poco. L’importante è il lavoro che Jenson e io facciamo per sviluppare la vettura”. Jenson Button ha chiuso la mattinata al quarto posto assoluto.

Ottimo secondo posto per Felipe Massa, al debutto con il suo nuovo team: la Williams F1. Il brasiliano ha reso noto nel corso della giornata di essersi rivolto a uno psicologo per tornare a essere quello visto sino al 2009. “E’ stato molto bello iniziare a lavorare con il mio nuovo team. Ho preso contatto con tutti e sono stato davvero molto felice. E questo è quello che conta. Anche tornare al volante mi ha reso molto felice. Sfortunatamente non abbiamo compiuto il numero di giri che ci eravamo prefissati ieri sera, ma posso ritenermi comunque soddisfatto per quanto abbiamo fatto nel corso della giornata. Ora devo comprendere bene il telaio, il motore, le sue componenti e le nuove gomme. Devo ammettere che tutto ciò è molto divertente. Le prestazioni saranno importanti, ma l’affidabilità lo sarà ancora di più. Spero che la mia esperienza possa aiutare il team a sviluppare al meglio la vettura, che sembra buona“.

Lewis Hamilton ha portato la sua W05 a essere la vettura che ha percorso più giri anche oggi. Sessantadue le tornate portate a termine dall’inglese, il quale ha colto anche il terzo posto giornaliero nella classifica dei tempi. “Al momento possiamo definirci contenti. Il team ha fatto un lavoro fantastico per rimettere in pista la macchina dopo l’incidente di due giorni fa. ieri abbiamo fatto novantasette giri, mentre oggi ne abbiamo fatti sessantadue. Ogni giro che facciamo è molto prezioso per noi come per il resto dei team. Ho sensazioni molto positive dopo questo test e ogni giorno che facciamo in pista facciamo passi avanti. Il percorso da fare  è però molto lungo e c’è ancora tanto da fare“.

Oggi è avvenuto il primo contatto tra Fernando Alonso e la nuova Ferrari F14-T. Lo spagnolo è riuscito a completare il programma previsto dal team per oggi e ha chiuso al quinto posto. “È sempre bello tornare alla guida, soprattutto davanti al tuo pubblico di casa. Erano alcuni mesi che mi mancava, se non per le ore impiegate al simulatore di Maranello, e il riscontro della pista è stato come sempre emozionante. Ora ci attende tanto lavoro, abbiamo un potenziale di crescita molto elevato e questo è un dato positivo. Con Kimi Siamo perfettamente informati uno dell’altro: si è instaurata una buona collaborazione fra di noi e c’è il totale scambio dei dati. Ieri ho ricevuto sul mio computer tutte le sue informazioni e oggi succederà lo stesso per lui. Si è creato un ottimo clima per far crescere la macchina”.

Nico Hulkenberg è tornato oggi al volante di una Force India, dopo averla lasciata appena un anno fa per approdare in Sauber.Oggi è stato molto difficile poter dare indicazioni al team perché non abbiamo girato tantissimo e quando lo abbiamo fatto ho dovuto tenere una velocità costante, così da permettere loro di acquisire dati riguardo l’aerodinamica. La mia prima impressione sulle F1 2014? Sono molto diverse da quella che ho guidato per l’ultima volta in Brasile l’anno passato. Le sensazioni sono molto diverse e abbiamo davvero tanto lavoro da fare. E’ molto presto per dare giudizi. Le cose evolveranno in fretta nelle prossime settimane e noi abbiamo tanto da imparare riguardo la nuova vettura“.

Per la Toro Rosso è stata una giornata molto difficile. Ecco le dichiarazioni di Jean-Eric Vergne, il quale si è classificato al settimo posto nella graduatoria odierna.Oggi è stata una giornata molto difficile per noi. Ma le due precedenti sono state l’esatto opposto, ovvero molto positive. Infatti abbiamo compiuto molti passi avanti. Prima della parte finale delle prove odierne siamo stati in grado di compiere run lunghi senza alcun problema. Sono molto contento del lavoro che sto facendo con il team e soprattutto del lavoro che sta svolgendo Renault con noi. Dobbiamo stare tranquilli e identificare i problemi da risolvere. La base che abbiamo è molto buona e penso che se risolveremo i problemi questa notte, domani potremo fare passi avanti significativi”.

Ottavo posto per Adrian Sutil. Il tedesco ha debuttato questa mattina al volante della Sauber C33, ma si è reso protagonista dell’unico incidente di giornata, in uscita dalla curva cinque del tracciato spagnolo.E’ stato fantastico tornare in macchina dopo un lungo periodo lontano dalla pista. E’ stato un piacere guidare e mettere a punto la C33. La vettura è molto differente dalle monoposto 2013, sia sotto l’aspetto di guida sia per il suono che emettono. Il nostro più grande problema è stato il brake-by-wire e domani dovremo lavorare duro per sistemarlo e andare in pista senza problemi. Le gomme dure utilizzate oggi si sono rivelate troppo dure e difficili da mandare in temperatura. Per questo motivo sono finito fuori, perché ho perso aderenza in fase di accelerazione. Nulla di irreparabile, ma per il team sarà una notte molto lunga“.

La Red Bull ha compiuto solo tre giri, ma Daniel Ricciardo non si è perso d’animo. “I vertici del team pensano che ci sia qualcosa da modificare e dunque lavorare a Milton Keynes. Nonostante ciò faremo di tutto per provare a tornare in pista già domani. Adrian Newey cercherà così di sistemare quello che non va, modificando alcune componenti e lo farà direttamente da Milton Keynes. Abbiamo ancora molto tempo per recuperare e sistemare le cose“.

Caterham ha denotato le medesime difficoltà riscontrate da Red Bull e Toro Rosso. Robin Frijns ha compiuto solo dieci giri. “E’ stato bello tornare in macchina, ma abbiamo fatto veramente pochi giri a causa di problemi legati all’elettronica del motore. Il comportamento delle nuove vetture è molto strano e bisogna adattare il proprio stile di guida“.

23 Commenti

  • riscossa rossa

    A questo punto come ferrarista, aspetterei il barhein contempo asciutto e temperature simili al mondiale per emettere un primo parere più preciso. A Jerez il tempo ha fatto troppo s€h1fo!

  • riscossa rossa

    A questo punto come ferrarista, aspetterei il barhein contempo asciutto e temperature simili al mondiale per emettere un primo parere più preciso. A Jerez il tempo ha fatto troppo s€h1fo!

  • L’hanno in cui la Ferrari mangiava chilometri come il pane era il 2011… Non mi sembra che porto’ risultati incredibili.

  • Luke Flaming

    Secondo me ci stiamo sbilanciando molto visto tutto quello che bolle in pentola. Per me e’ il caso di aspettare la prima gara. Qui si puo’ solo intuire vagamente cosa puo’ succedere . Aspettiamo e vediamo, credo che l’unica pesantemente in difficolta’ e’ la RBR.

  • Alonso vuole solo fatti per questo anche se ha avuto sensazioni positive non vuole pronunciarsi troppo ma solo rimanere concentrato e tranquillo

  • So perfettamente che molti è per qualche corsa non capiranno e mi daranno contro, ma la Ferrari (forse solo Fry) è stata di una presunzione unica continuando a puntare sulla stessa struttura telaio sospensioni del 2012 finora mai vincente con sempre problemi di instabilità al posteriore in entrata curva e in uscita, i soliti problemi di trazione e il problema della difficoltà di evoluzione della vettura.
    Finora non eccelle in nulla speriamo nella prima gara, ma se due coincidenze non fanno una prova forse tre si… Stavolta spero di sbagliarmi, ma da bravo spagnolo le sfumature di Alonso in spagnolo le colgo… Non ci crede.

    • ritorno a dire che secondo me, a mio modestissimo parere, ti sbagli!!!

    • Io da una parte ti quoto,perche’ anchio ho il dubbio ke la nostra auto non eccelli in certi settori rispetto ad altri,e sono anche straconvinto che se non eliminiamo 2/3 mele marce,ogni anno sara’ sempre punto e a capo..ma in questo 2014 potrebbero esserci molte casualita’,quindi che il motore sia affidabile prima di tutto

    • Spiegami su quali basi affermi che questa macchina a la stessa base di due anni fa.solo la sospensione anteriore sembra essere la stessa ma anche questa è stata evoluta.Poi sarebbe facile girare con continuità è fare i tempi per zittire tutti è primeggiare,come dici tu ma probabilmente gli intenti Ferrari sono altri.

      • Beh basta guardare la macchina del 2012 confrontarla con quella 2013 e alla fine guardare questa senza soffermarsi sulle alette, musi e appendici ininfluenti e ti accorgi che il telaio è identico, sospensione anteriore finanche con gli stessi angoli di attacco della 2013 sospensione posteriore identica distanza, interassi identica probabilmente radiatori identici. Ora tu potevi dirmi che è dal 2012 che testavano soluzioni per quest’anno… Beh non funziona così il loro impegno è stato pregevole devo dire nell’impacchettare tutto molto bene ma alcune forme strane in alcuni profili delle pance lasciano intravedere quella approssimazione e grave carenza di idee che ci perseguita. Dimmi una sola trovata Ferrari prestazionale che le altre squadre ci guardano o ci spiano… Non c’è vero?

      • Il lavoro di sovrapporre le vetture lo facciamo noi è giornalisti e opinionisti. Detto questo(alla domenicali)Quest’anno è talmente tutto diverso che se la sospensione o la posizione dei radiatori (che poi il numero è più che raddoppiato),non significa che è la stessa macchina. Ti chiedo scusa ma io ci voglio credere almeno fino in Spagna.

    • purtroppo mi sento di condividere un po’ delle tue impressioni :-(

    • Ciao Fabietto, una struttura meccanica così come un sistema elettronico non è giudicabile dall’esterno. Troppi sono i parametri in gioco e troppi sono i sistemi sottopelle che non conosciamo. Volendo pescare la grandezza più semplice: dov’è il centro di massa della F14T? Non ne conosceremo mai la risposta. A questa come ad altre 10.000 domande. Non condivido la tua opinione tecnica, per quanto riguarda Alonso invece è un uomo ed è in un posizione mediatica rilevante e questo complica ancora maggiormente ogni possibile deduzione… La F14T andrà bene, ci farà divertire: Forza Ferrari!!!

  • Strano che Alonso si sia limitato a parlare della collaborazione con Kimi e non abbia detto nulla delle sue impressioni sulla macchina.

    • Non può lui ti direbbe stessa auto da tre anni stessi difetti, ti può parlare delle procedure in vettura e del motore il resto è uguale. :)

    • Nella mia esperienza ho imparato che ogni cosa puo’ avere 1000 interpretazioni..il fatto che non ha parlato della macchina puo’ essere anche che la macchina va bene ma i media pressano sulla coppia d’orata e per ricamarci su una soap opera ( ci andrebbero a nozze ) e in Ferrari chiedano ad entrambi di non dare a nessuno corda sull’argomento. N’est pas?

  • Renault , ma in particolar modo RedBull, sembrano essere nei casini..
    Ma riguardo la RB , non la taglierei affatto fuori..
    Ferrari “ordinaria”.. Tutto procede con tranquillità, ma al momento non spicca come km percorsi ..
    A Mercedes (e McLaren, escluso il primo giorno) , va il primato per i km percorsi e con una certa regolarità,sembrano essere in forma..
    Williams sembra aver cominciato bene..
    Ma a livello prestazionale è praticamente inutile fare calcoli e pronunciarsi..
    Classifica momentanea (secondo il mio punto di vista) :

    Mercedes
    McLaren
    Ferrari
    Williams
    Sauber
    F.India
    ToroRosso
    Catheram
    Marussia
    RedBull

    Criteri : Km percorsi, assenza/presenza di inconvenienti

    • Anche lo scorso anno non hanno girato tantissimo… sembra proprio una politica di sviluppo fare i giri prefissati e raccogliere i dati!

      • Si ma macinare km quest’anno è essenziale inizialmente , anzi determinante.. molto più degli ultimi 10 anni almeno..
        Detto questo ho debitamente specificato “non li taglierei affatto fuori” ..

  • Pazzo_Rosso

    Redazione avreste dovuto specificare meglio se, quando Ricciardo ha rilasciato le sue dichiarazioni, aveva stampato in faccia il suo solito sorriso sornione.
    Questa è la domanda da un milione di dollari.

  • potenziale di crescita elevato significa,sembrano le parole del 2012.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!