FIA avverte: “Musi 2014 legali, ma nel 2015 regole diverse”

La Federazione Internazionale ha fatto sapere che tutti i musi delle monoposto 2014 sono legali, ma nel 2015 le norme riguardo gli avantreni potrebbero subire cambiamenti

mclaren-mp4-29-buttonIeri la Federazione Internazionale ha annunciato la legalità del musetto della nuova Lotus E22, mentre oggi ha ammesso che ogni muso 2014 è in perfetta sintonia con il regolamento vigente, dunque non vi è nulla di irregolare.

Con questo comunicato FIA, tutti i dubbi sorti sulle forme dei musi 2014 vanno scemando. Le forme anteriori delle monoposto in pista in queste ore a Jerez de la Frontera per i primi test invernali sono figlie del nuovo regolamento, in vigore dal primo giorno dell’anno corrente.

Escludendo le forme dei musi adottate da Ferrari e Mercedes – che hanno scelto avantreni dalle linee convenzionali, nonostante la discutibile estetica – gli altri team hanno azzardato un disegno del muso molto discutibile, con  protuberanze molto visibili e utili a rimanere entro il limite imposto dal nuovo regolamento tecnico.

La FIA ha però storto il naso dopo aver visto le scelte dei progettisti per le vetture attuali. proprio per questo a Parigi saranno ridiscusse per possibili cambiamenti, in modo da eliminare le protuberanze dai musetti delle Formula Uno a partire dal 2015.

13 Commenti

  1. Evvaíí!
    Il tutto in nome della riduzione costi naturalmente.
    Tanto la Fia(intesa per quello che é),mica ce li mette lei i soldini.
    Ma la fia(com’é intesa in toscana)s’é indignata??? 😉

    1. Ti Quotooo!
      Dopo aver divulgato il regolamento, già si sapeva che forme erano possibili (bastava leggere questo blog oppure , quindi mi domando cosa stanno a fare sti signori quando fanno un nuovo regolamento

    2. Ti Quotooo!
      Dopo aver divulgato il regolamento, già si sapeva che forme erano possibili (bastava leggere e vedere le anteprime su questo sito oppure quello di f1technical o scarbsf1), quindi mi domando cosa stanno a fare sti signori, quando fanno un nuovo regolamento e non notano come da diverse fonti c’erano già i primi disegni in rete.

Lascia un commento