Test Jerez, giorno 4: Massa chiude in testa. Red Bull out

31 gennaio 2014 17:18 Scritto da: Giacomo Rauli

Felipe Massa ha messo tutti in fila nell’ultima giornata di test a Jerez. Secondo posto per fernando Alonso. Red Bull, Toro Rosso e Caterham ancora in difficoltà a causa dei soliti problemi legati alla Power Unit Renault

massa-williamsFelipe Massa ha colto il miglior tempo odierno (1’28″229) con la nuova Williams FW36. Se la vettura di Grove ha mostrato sin dai primi metri di essere nata nel modo giusto, il pilota brasiliano appare sempre più sereno e voglioso di ben figurare nella sua nuova avventura in Formula Uno.

Quest’inverno, Massa si è rivolto a uno psicologo per ritrovare il gusto puro della guida e sembra che le sedute dallo specialista gli abbiano giovato (come ha ammesso lui stesso ieri). La FW36 sembra semplice nelle linee, ma il comportamento in pista soddisfa già gli ingegneri Williams e anche Valtteri Bottas, il quale ha condotto la nuova vettura nei primi due giorni di test.

Prove di long run anche per Fernando Alonso e la Ferrari F14-T. Lo spagnolo ha compiuto più di cento giri, prima volta che accade dall’inizio dei test andalusi. La F14-T non ha mostrato alcun cedimento apparente, mentre nei giorni scorsi vi erano stati piccoli problemi che hanno lasciato a piedi Raikkonen e Alonso, ma subito risolti. In mattinata la Ferrari si è concentrata su prove di partenza (taratura dell’elettronica) e giri singoli. La crescita della nuova monoposto di Maranello sembra procedere nel modo giusto, secondo quanto stabilito dai programmi della Gestione Sportiva.

Sorpresa della giornata è stato il debuttante Daniel Juncadella, nuovo terzo pilota del team Force India. Il giovane spagnolo ha preso le misure della nuova VJM07 nella mattinata, passata sotto l’acqua, per poi sfoderare le sue qualità nel corso del pomeriggio, quando la pista è andata via via asciugandosi. Juncadella ha così potuto percorrere un buon numero di giri e raccogliere dati importanti per la crescita della nuova monoposto anglo-indiana.

Kevin Magnussen è stato autore di un’altra giornata positiva, macchiata solo da due bandiere rosse causate da problemi alla Mp4-29 condotta da lui. La nuova monoposto di Woking ha palesato problemi al brake-by-wire, che hanno costretto il giovane danese a parcheggiare la propria vettura in mezzo alla pista in ben due occasioni (la seconda ha causato un’uscita di pista). Nonostante ciò, la Mp4-29 sembra già a buon punto e in grado di sostenere long run significativi.

Quinto posto per la Mercedes condotta da Lewis Hamilton. L’inglese ha visto sfumare le prove pomeridiano di long run a causa delle troppe bandiere rosse uscite nel pomeriggio, mentre – in mattinata – Nico Rosberg (ottavo alla fine) è riuscito a portare a termine la simulazione di Gran Premio programmata la sera precedente nel briefing con il team.

Dietro la Mercedes troviamo la nuova Marussia MR03 di Jules Bianchi. Il pilota scuola Ferrari ha compiuto un buon numero di giri, considerando che la vettura ha debuttato solo ieri per problemi tecnici avvenuti nei giorni precedenti alla spedizione per Jerez. Il gruppo motore fornito dalla Ferrari sembra funzionare bene e non dare problemi. Stesso discorso per la Sauber, anche se la C33 sembra non essere ancora sulla strada giusta nella messa a punto finale. Adrian Sutil ha inoltre provocato la seconda bandiera rossa in soli due giorni, ma sempre per un gusto al brake-by-wire. 

Ennesima giornata nera per i team motorizzati Renault. La Red Bull è stata costretta a dare forfait dopo soli sette giri compiuti da Daniel Ricciardo, il quale ha potuto compiere solo dieci giri in due giorni di test. Horner, team principal della scuderia di Milton Keynes, ha dichiarato:Torniamo in fabbrica dopo quattro giorni molto difficili. Abbiamo seri problemi alla Power Unit fornitaci dalla Renault e alcuni problemi di surriscaldamento della vettura“. Adrian Newey è già all’opera per riprogettare alcune componenti, indiziate al surriscaldamento del pacchetto motore transalpino.

Caterham è stato il team più continuo dei tre che montano la propulsione Renault. Ben cinquantaquattro i giri messi assieme da Kamui Kobayashi tra mattina e pomeriggio. Dopo il classico pranzo, però, la CT-05 ha presentato ulteriori problemi all’alimentazione dell’ERS e così ha dovuto chiudere in anticipo i test andalusi.

Toro Rosso hanno compiuto qualche giro al mattino, sotto la pioggia scesa dal cielo andaluso, ma è stata costretta a serrare il proprio garage e riporre il materiale nei container, spedendoli di nuovo alla fabbrica di Faenza. I test di Jerez, anche per loro, sono finiti anzitempo.

TEST JEREZ- RISULTATI GIORNO 4

POS  PILOTA          TEAM         TEMPO       GIRI
1    Massa           Williams     1m28.229s   86 
2    Alonso          Ferrari      1m29.145s  115 
3    Juncadella      Force India  1m29.457s   81
4    Magnussen       McLaren      1m30.806s  110 
5    Hamilton        Mercedes     1m30.822s   41
6    Bianchi         Marussia     1m32.222s   25
7    Sutil           Sauber       1m36.571s   69
8    Rosberg         Mercedes     1m36.951s   91
9    Kobayashi       Caterham     1m43.193s   54
10   Kvyat           Toro Rosso   1m44.016s    9 
11   Ricciardo       Red Bull     1m45.374s    7

 

119 Commenti

  • Intanto sulla gazzetta riportano che per la Ferrari, già dai prossimi test ci saranno delle novità importanti, sia dal punto di vista dell’aerodinamica che sul PU in vista del prossimo congelamento.

  • È ancora troppo presto…

  • tatanka2003

    @ 641 F1, se fosse vero saremmo messi molto bene, anche se il cronometro in questo momento non è certo da prendere in grande considerazione.
    È molto difficile esprimere un’analisi tecnica con così scarsi dati, vedremo nei prossimi test.
    La mia paura, e l’ho già scritto svariate volte, è che qualcuno faccia recuperare questi 4 giorni improduttivi alla RB, con delle deroghe o peggio con test privati e segreti…

  • Ma come?? DAVIDE78 ha deciso di ritirarsi?
    Proprio ora che avevamo fatto amicizia e avevamo espresso l’amore comune per Hamilton…

  • Dalla Gazzetta dello Sport di oggi (estratto dall’articolo a firma di Luigi Perna):

    “La Ferrari, che ha macinato 1.115 km, dal canto suo può sorridere. Non solo perché Alonso ha potuto saggiare gomme rain, intermedie e da asciutto. Le squadre in questi giorni si sono spiate con i fonometri, per stimare la potenza delle rivali. La Mercedes ieri ha ammesso di avere utilizzato il massimo numero di giri e cavalli attualmente disponibile, sia per il suo V6 1.600 cmc turbo sia per il motore elettrico. La scuderia di Maranello sostiene invece di essersi tenuta al di sotto della soglia massima, pur con tempi in linea”.

    Davvero interessante il discorso sui livelli di potenza…

  • Scusate il fuori topic ma qualcuno mi sa dire se il casco nero e bianco che rosberg ha utilizzato random in questi test sia un casco che Adottera’ anche nel campionato oppure un casco solo x questo test??

  • Cavallino Rampante

    Questa RB10 “RoastBeef10″ mi ha delle analogie con la cara vecchia mp4-18 del buon Newey..

    • Non lo credevo ma dopo aver visto la rb10 con le pance sbucacchiate come neppure fosse una catheram qualsiasi mi sono reso conto che sono davvero nei guai

      • Cavallino Rampante

        Ah lo sono si.. Devono rivedere varie componenti della macchina per evitare surriscaldamenti e questo di certo non è un bene per loro.. Ne risentirà l’equilibrio generale della vettura.. non mi aspetto di vedere una Red Bull a centro classifica, ma quest’anno ho la sensazione che non sarà al livello di chi si è costruito motore e telaio in casa propria..

      • GillesTheBest27

        lo credo anch’io….e non penso come ha detto Horner che tra 15 gg per i test del Bharain sarà tutto ok….e questo scarica barile tra Renault e Red-Bull mi piace un casino!!!!! quello che sta succedendo alla Red-Bull è la dimostrazione che non sempre l’arroganza paga….forse un bagno di umiltà era doveroso!!!!

    • grazie ci sono riuscito :)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!