Ferrari: buoni segnali sin dal debutto per la F14-T

1 febbraio 2014 12:00 Scritto da: Giacomo Rauli

C’è moderato ottimismo tra gli uomini di Maranello dopo la prima quattro giorni di test invernali a Jerez de la Frontera. La F14-T risponde già bene

ferrari-f14-tLa Ferrari F14-T è l’ennesima monoposto del Cavallino Rampante su cui team e appassionati ripongono grande fiducia. Rispetto alle ultime nate a Maranello, però, la nuova Rossa sembra nata sotto un altro segno.

A portarla al debutto nei test di Jerez è stato Kimi Raikkonen, di ritorno da quattro stagioni equamente divise tra il mondiale Rally e il team Lotus. La Ferrari ha deciso di procedere per gradi, senza puntare subito alla ricerca dei long run in configurazione gara e neppure ai tempi sensazionali.

Raikkonen ha avuto il compito dello svezzamento vero e proprio, rimanendo poi soddisfatto al termine della sua due giorni al volante della nuova nata di Maranello:Ogni volta che scendiamo in pista impariamo nuove cose. Questa settimana non contano i tempi ma solamente riuscire a fare un buon numero di giri senza avere problemi e fortunatamente ci siamo riusciti in entrambi i giorni. La squadra lavora duramente e in Bahrain al prossimo test continueremo a migliorarci”.

Che la vettura abbia imboccato la retta via lo si deduce dall’affermazione convinta del nuovo direttore tecnico della Ferrari, James Allison, il quale non si è affatto nascosto riguardo la comparazione dati tra pista e galleria del vento di Maranello: “Dopo aver raccolto dati sui flussi riguardanti l’aerodinamica della F14-T, posso affermare che i dati di pista e galleria del vento combaciano eccome“. Certo, questo non permetterà alla nuova Rossa di andare più forte, ma rispetto alle ultime stagioni è un passo avanti sensibile.

Nei due giorni conclusivi dei test andalusi è sceso in pista Fernando Alonso. Lo spagnolo ha compiuto centosettantatré giri in due giorni, centoquindici solo ieri, per un totale di settecentosessantasei chilometri al volante della F14-T. Il lavoro di Alonso  stato suddiviso nella seguente maniera: il primo giorno ha compiuto una serie di misurazioni sulle mappature aerodinamiche, girando con le classiche griglie piene di sensori nella zona anteriore i sidepods. Nel pomeriggio ha invece svolto prove alla ricerca dell’assetto base della nuova monoposto.

Il secondo giorno è stato invece dedicato alle prove di partenza nel corso della mattinata – piovosa – alla ricerca del miglior compromesso nella taratura dell’elettronica. Nel pomeriggio, su pista quasi asciutta, l’asturiano si è dedicato ad alcune regolazioni d’assetto e ai primi accenni di long run (con gomme medie), staccando il secondo miglior crono di giornata. “Una giornata piena e molto impegnativa dove siamo riusciti a fare un bel numero di giri, il vero obiettivo di queste prime prove. Difficile avere un idea chiara sul comportamento delle mescole da bagnato, perché le condizioni della pista erano tra l’umido e l’asciutto, forse le peggiori per capire il rendimento delle intermedie. Il pomeriggio è stato positivo, abbiamo provato diverse configurazioni sia aerodinamiche che meccaniche e raccolto tanti dati che ci torneranno utili per continuare lo sviluppo della macchina”.

La F14-T ha così compiuto duecentocinquantadue giri complessivi (con Raikkonen e Alonso), per un corrispettivo di millecentosedici chilometri. Meglio della Ferrari ha fatto solo la Mercedes, anche se a Maranello dovranno sistemare qualcosa. I due piloti della Scuderia hanno infatti subito un paio di stop inaspettati. Nulla di irreparabile, semplici sintomi di gioventù della nuova monoposto, ma dovranno essere analizzati per fare in modo che non si verifichino più già dal prossimo test in Bahrain, previsto tra due settimane e mezzo.

24 Commenti

  • Ho letto in un sito che la Ferrari avrebbe poco freno motore .. Scusate l ignoranza ma svantaggio o vantaggio ?!?

    • detto cosi’ e’ sbagliato, la ferrari ha in fase di scalata e anche salita una progressione migliore, mi spiego da alcuni filmati si evince che quando arriva in scalata la ferrari arriva liscia e prosegue in maniera progressiva, mentre gli altri sembrano piu’ goffi, da’ qui’ il freno motore, forse la ferrari utilizza meglio il pacchetto motore elettrico e termico abbinato al cambio, sta’ di fatto che la ferrari ha un rumore diverso piu’ gentile, meno goffo e rumoroso, e quasi elettrico. ecco forse questo, se hai presente il freno motore quando scali le marce sulla tua macchina se scali in maniera repentina la macchina decelera ma perde velocita’ si punta. in questo caso avviene in maniera progressiva usando al minimo il freno motore.

      • grazie mille … sei stato chiarissimo

      • Leggo ora. Se la Ferrari ha la frenata cosi’ lineareha un recupero di energia elettrica da inviare alla batteria.Vorrebbe dire che e’ piu’ avanti nell’ottimizzare l’uso congiunto: termico/elettrico=minor consumo=piu’potenza e/o frenata migliore=minor tempo sul giro di pista. E’ CORRETTO?

      • @eugenio, si dovrebbe essere come dici, in effetti consumi meno, accumuli di piu’, e hai piu’ prestazioni . vedremo.

  • contebaracca

    Ragazzi se la Ferrari quest anno imbrocca l auto giusta e incazzuta con Alonso e Kimi sarà di sicuro il team più divertente!! Io me li immagino già cioccarsi delle staccate a vicenda specialmente alla prima curva del primo giro! Ahhahah se fosse davvero così sarebbe un orgasmo ferrarista!!!

    • contebaracca

      E secondo me questo ad Alonso farebbe solo bene perchè ad avere un compagno competitivo e cazzuto tiene altissime le prestazioni, si dà molto di più…

      • Io temo, invece, che Alonso si innervosisca e faccia degli errori….

      • contebaracca

        Invece sarebbe un bene per entrambi, ovviamente sempre nel rispetto dell aversario e senza giocare sporco e su questo punto sono sicuro che luca cordero di montezemolo ( altrimenti non si gira) è stato come sempre mooolto chiaro con entrambi i nostri alfieri!
        Preferivi come l anno scorso che se Alonso non va non va la Ferrari? Io preferisco avere 2 piloti forti che se entrambi non vanno non vi sono dubbi che la colpa è solo del mezzo, gogogogogo!!!!!!!

      • contebaracca

        Invece sarebbe un bene per entrambi, ovviamente sempre nel rispetto dell aversario e senza giocare sporco e su questo punto sono sicuro che luca cordero di montezemolo ( altrimenti non si gira) è stato come sempre mooolto chiaro con entrambi i nostri alfieri!
        Preferivi come l anno scorso che se Alonso non va non va la Ferrari? Io preferisco avere 2 piloti forti che se entrambi non vanno non vi sono dubbi che la colpa è solo del mezzo, gogogogogo!!!!!!!

  • Nessun probema serio e, soprattutto, l’affidabilità della galleria del vento (a detta di Allison, esperto di aerodinamica) durante questi quattro giorni, fanno ben sperare.

    Affidabilità e sviluppo, che sono i componenti fondamentali per il 2014, sembrano sorridere (nell’immediato futuro) agli uomini del Cavallino.
    Con loro, anche i numerosissimi tifosi Ferrari!

    Forza Ferrari Go!

  • ferrarista nel cuore

    speriamo davvero senza il problema galleria le cose dovrebbero migliorare

  • Considerato che il problema principale della Ferrari in questi anni era la mancata corrispondenza dati tra pista e gallerie che inpediva lo sviluppo di compenenti che fornissero il risultato sperato, le dichiarazioni di Allison impongono un cauto ottimismo, però vedo la Mercedes davvero in palla, e non mi sento comunque di dare la RedBull per spacciata….

  • ragazzi, io sono delusissimo, non mi piace affatto il rumore delle nuove f1 a malincuore dò ragione a nonno bernie, hanno ammazzato la sinfonia, comparate il sound della mclaren honda http://www.youtube.com/watch?v=IcmKJ5MhDh8, con le nuove f1 “CHE AMAREZZA”

  • Le dichiarazioni di Allison inducono all’ottimismo. Come già affermato da Montezemolo e Domenicali, visti i recenti investimenti, di certo non mancano i mezzi in Ferrari e sul fronte piloti mai come quest’anno sono altamente competitivi. Ora sta ai tecnici sviluppare a dovere la monoposto, sperando sia sufficientemente veloce di base per poter competere per la vittoria dei mondiali piloti e costruttori.

  • tatanka2003

    È una questione di comunicazione…

  • tatanka2003

    C’è chi manda buoni segnali e chi segnali di fumo.

  • PazzoINRosso

    Il nostro unico problema (apparte massa che non faceva punti) sono gli sviluppi in corso di campionato.
    Spesso gli aggiornamenti portati non funzionano.
    Di base le nostre vetture sono sempre buone o discrete (F2012 esclusa) ma poi ci perdiamo l’estate.
    Qualcosa è cambiato, già solo Allison ne è la prova e spero che proprio lui rimedi al nostro problema.

  • Speriamo… Già il fatto che i riscontri sul tracciato siano coerenti con quanto hanno visto in galleria del vento almeno è 1 buon segno

  • tatanka2003

    Alonso vedi di far divertire anche noi quest’anno…

  • Alonso: “Dieci anni fa qui a Jerez giravo dieci secondi più rapido di quanto non sia stato oggi ma il divertimento è lo stesso”. Andiamo bene..

    • Si ma è palese che non stiano spingendo per nulla…hanno fatto 1.23 basso, mentre l’anno scorso 1.17 alto. Sono 6 secondi va bene, ma probabilmente non avendo giri motore limitati, check per affidabilità, arriveranno a girare come l’anno scorso

  • Bene bene, sotto con gli sviluppi che quest’anno ce la giochiamo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!