Toro Rosso claudicante. Kvyat: “Mi aspettavo di meglio”

1 febbraio 2014 01:08 Scritto da: Davide Reinato

Inizio claudicante per la Scuderia Toro Rosso nei test invernali di Jerez de la Frontera. Troppi i problemi con la power unit della Renault che hanno costretto Kvyat e Vergne a effettuare solo pochi chilometri in quattro giorni di permanenza.

toro-rosso-str9-vergneLa Scuderia Toro Rosso si è presentata a Jerez de la Frontera con un carico d’ottimismo che, da solo, sarebbe bastato a spingere la nuova STR9, come invece non ha fatto la nuova power unit Renault. Il sodalizio tra la squadra faentina e il motorista francese si è concretizzato ufficialmente in questa settimana, con i primi giri in pista di martedì scorso. L’inizi, però, non è stato di certo esaltante.

Nel quarto giorno di prove, dopo diversi momenti difficili, la Scuderia Toro Rosso è riuscita a far debuttare ufficialmente il rookie Daniil Kvyat. Il pilota russo ha completato solamente 8 giri al volante della STR9, prima di doversi arrendere all’ennesimo problema derivante dalla power unit francese.

Daniil ha ammesso: “Come pilota debuttante, ho ancora molto da imparare. Questa settimana non è stata certo quella che sognavo d’avere. Ma ho piena fiducia nella squadra e nella Renault. Sono sicuro che, lavorando duramente, potremo presentarci in una forma migliore ai prossimi test in Bahrain”.  Nonostante il limitatissimo chilometraggio di questi giorni, la Toro Rosso sembra aver raccolto comunque dati interessanti su cui lavorare. In particolare, Kvyat sottolinea: “Siamo scesi in pista con motori ad un numero di giri limitato, ma abbiamo già trovato la risposta ad alcuni problema. La cosa più importante è che ho avuto modo di capire un po’ come si comporta la monoposto sul bagnato”, ha concluso.

Anche il più esperto Jean-Eric Vergne si dice ottimista: “Sono stati giorni difficili. A conti fatti, comunque, abbiamo fatto dei passi avanti. Sono grato del lavoro svolto dal team, specialmente dai nostri partner della Renault. Ci siamo seduti intorno ad un tavolo e abbiamo cercato di analizzare con calma ogni dettaglio. Abbiamo delle buone basi su cui lavorare sodo e migliorare”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!