Domenicali: “La F14-T è una solida base di partenza”

2 febbraio 2014 10:00 Scritto da: Giacomo Rauli

Il team principal della scuderia di Maranello tira le somme dopo i primi quattro giorni di test invernali, disputati sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera

domenicaliLa prima sessione di test  finita da sole quarantotto ore ma per la Ferrari è già tempo di riunioni tecniche per decidere i primi sviluppi della nuova vettura di Maranello, la F14-T.

Stefano Domenicali, team principal del Cavallino Rampante, è intervenuto per fare il punto della situazione dopo la quattro giorni spagnola. “Quattro giorni molto impegnativi ma fondamentali per il lavoro che sarà fatto nei prossimi giorni a Maranello. I parametri tecnici della F14 T, cosi come i riscontri aerodinamici verificati in pista, rientrano nelle nostre aspettative e ci offrono una solida base di partenza che ora dovremo continuare a sfruttare al meglio. A Jerez abbiamo concentrato i nostri sforzi principali sulla messa a punto dei nuovi sistemi con l’obiettivo di garantirci il miglior funzionamento possibile di tutti i componenti che formano il nuovo power unit. Mi ha fatto anche molto piacere constatare – anche se non ce n’era bisogno – di come entrambi i nostri piloti siano entrati in sintonia e di come abbiano già dato importanti indicazioni per lo sviluppo della macchina.

Domenicali ha inoltre volto il proprio sguardo sul lavoro della concorrenza, svolto sempre sul circuito di Jerez de la Frontera. “Non possiamo valutare le prestazioni in questo momento, né quelle della F14 T e né quelle dei nostri avversari. L’importante è stato riuscire a completare il maggior numero di giri per avere a disposizione i dati che servono ai nostri ingegneri. È prematuro fare valutazioni precise ma ciò che conta di più è avere le idee chiare sulle attività da svolgere e la direzione da prendere per arrivare a Melbourne nella miglior condizione possibile“.

Siamo di fronte sicuramente ad una nuova era di questo sport. Come sempre quando ci sono cambiamenti così radicali vale la pena di non affrettarsi ad emettere giudizi precoci e a nostro avviso le nuove tecnologie sono davvero affascinanti. Rappresentano inoltre una sfida che la Ferrari, come costruttore di automobili, ha accolto anche per il trasferimento tecnologico che sarà garantito all’interno di tutte le attività della nostra azienda.”, ha concluso il team principal della scuderia modenese.

31 Commenti

  • …se c’era il Drake… non so chi sarebbe sopravvissuto agli errori sul mondiale di massa o su quello di Alonso del 2010….

  • In Ferrari mancavano le idee … i progettisti erano indietro … in tutti i sensi… e Domenicali purtroppo non ha i cosidetti…per farsi sentire.

    non vorrei portare sfiga…ma la costante degli ultimi anni è sempre stata l’evoluzione in pista durante il campionato. per la Ferrari completamente assente o per lo meno confusa in una miriade di modifiche e pezzi sbagliati…questo è stato il problema di almeno 2 mondiali persi…

    e altri 2 li abbiamo persi per errori strategici o umani ridicoli (Massa/Hamilton con rifornimento suicida e Alonso/Vettel 2010 con la fantastica tattica di marcare a uomo…il kanguro sbagliato !!!!)

  • Leggendo un po qua e la, sembrerebbe che Ferrari Mercedes e Mclaren stiano li a contendersi il primato (con l’incognita Red Bull), da ferrarista sono molto fiducioso, se già da ora la Ferrari risulta essere competitiva, o quanto meno al livello delle altre, la speranza è che i cronici problemi di mancato sviluppo che la hanno afflitta finora siano finalmente risolti e se sono vere le parole di Domenicali circa la corrispondenza dei dati fra galleria del vento e pista (e non ho motivo di dubitarne) c’è solo da sperare in bene, visto che alla fine solo Ferrari e Mercedes possono contare su “motoristi” interni alla struttura in modo tale da progredire in parallelo con le soluzioni aerodinamiche.

  • Perchè qualche volta non se ne sta in silenzio?

  • Be in Ferrari qulalcosa è stato fatto per uscire dalla crisi delle ultime stagioni (che poi vera crisi non è visto che è stato l’unico team a dare del filo da torcere alle lattine) è arrivato Allison e qualche altro, si è ricostruita la galleria del vento che adesso pare dare riscontri corretti, è tornato kimi; insomma qualcosa si è seminato, ora speriamo di cominciare a raccogliere i frutti!

  • in sostanza…non ha detto niente !

  • Giuseppe.Ferrari

    Confermo, Domenicali ha detto che ci saranno nuove ali, sia anteriore che posteriore, delle novità anche per quanto riguarda il corpo vettura e l’evoluzione finale della power unit. Sicuramente questo era uno step previsto e logico non solo per la Ferrari ma per tutti i team, solo che i dati pista-galleria combaciano (mai come quest’anno) ed in Bahrain vedremo veramente di che pasta è fatta la Ferrari. I piloti sicuro si scateneranno in pista e ne vedremo delle belle..

  • Perchè anche in Ferrari non si fa pulizia come in McLaren?!

  • Io,veramente,speravo che Domenicali non parlasse.

  • Io spero solo che, con questo drastico cambio di regolamenti, non spunti fuori una “BAR” che distrugga il campionato. Spero ci siano squadre sullo stesso livello che possano combattere ad ogni GP, il tutto nel nome dello spettacolo.
    ah dimenticavo… e che ovviamente la Ferrari sia tra le protagoniste di questo spettacolo 😉

  • F1 - Ferrari

    Le premesse sono molto buone.
    Incrociamo le dita….e speriamo di vivere una buona stagione fin dai primi appuntamenti stagionali.

    Forza Ferrari!

  • E, stando alla Gazzetta, in Bahrein ci saranno nuove ali (anteriore e posteriore), novità di carrozzeria e, dulcis un fundo, una sorta di “evoluzione B” della power unit. Molto bene.

    • Credi forse che gli altri Top Team rimarranno con le mani in mano ?

      • Delle altre squadre mi interessa relativamente poco. Guardo in casa Ferrari e, al momento, sono soddisfatto.
        E, viste le ultime stagioni, non è poco…

      • a davide ma non ti eri cancellato?, quanto sei pesante, pure ripetitivo…..e mollaci su….vai dal tuo amore hamilton e dai suoi cani, non tornare.

      • la mercedes non ha bisogno di upgrades. Ha già Rosberg….scusa se è poco!

      • Certo che non rimarranno con le mani in mano, ma a mio modesto avviso, solo la Mercedes potrebbe dare dei grattacapi, visto che ormai è l’unico top team che si fa i motori in casa, mentre in Mclaren dovranno “accontentarsi” del pacchetto motore che gli fornirà la Mercedes, e per quanto riguarda la Red Bull e gli altri motorizzati Renault fra un mese dovranno congelare i propulsori ed hanno già un bel da fare a sistemare i guai attuali piuttosto che pensare ad una evoluzione.

        Se poi è vero quello che dicevano sulla Gazzetta secondo cui solo la Mclaren ha girato ad un regime superiore ai 13500, mentre la Mercedes poco sopra i 13000 e la Ferrari poco sotto a questo limite, Domenicali ha tutte le ragioni per essere ottimista.

  • ci sono due aspetti positivi,primo domenicali non ha parlato di difesa per i primi gp,cosa che puntualmente ha fatto negli ultimi 4 anni,secondo erano due anni che non rilasciava dichiarazioni al primo test.è aggiungo che finalmente abbiamo due piloti.FORZA FERRARI SEMPRE………….

  • Sinceramente è la prima volta dopo il 2008 sentire parole cosi confortanti durante i test invernali, di solito si è stati molto più prudenti, pur dichiarando di voler vincere il mondiale. Però questa volta c’è un aria diversa, segno che in Ferrari sono soddisfatti di come si è lavorato su questa macchina! Spero solo di non rimanere deluso! Io nn chiedo di vincere il mondiale, ma almeno che ci sia una lotta ad armi pari e che si abbia la possibilità di vincere (non come gli anni scorsi che si vinceva solo per sfortune altrui)….. e poi vinca il migliore, ( e per me abbiamo i miglior piloti in circolazione, però se dovessi puntare su qualcuno direi Kimi :P)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!