Ferrari, in Bahrain con un V6 Turbo “a freddo”

16 febbraio 2014 11:37 Scritto da: Redazione

Secondo le prime indiscrezioni, la Ferrari sfrutterebbe un particolare sistema di ‘cut off’ che permetterebbe di tenere basse le temperature del motore e, al tempo stesso, limitarne i consumi di carburante.

ferrari-f14t-raikkonenDa mercoledì 19 febbraio la Formula 1 torna in pista per la seconda tappa dei test collettivi, utili alla preparazione della stagione 2014. A differenza di quanto abbiamo visto a Jerez de la Frontera, le monoposto avranno numerose novità sia dal punto di vista aerodinamico che da quello meccanico. Dopo il rodaggio in terra spagnola, le squadre sono chiamate ora a fare sul serio.

Se tutti gli occhi saranno puntati sulla Renault, chiamata a rispondere al grande flop delle proprie power unit, non è da sottovalutare il lavoro svolto sia in casa Mercedes che in casa Ferrari. Le power unit del motorista tedesco sembrano avere al momento qualcosa in più, ma da Maranello si preparano alla grande sfida con un V6 Turbo dal raffreddamento innovativo.

Secondo le indiscrezioni, alla Ferrari avrebbero sviluppato un sistema che sfrutta l’impianto di iniezione diretta, consentendo al motore di lavorare in un range di temperature più basse rispetto agli avversari e, nel tempo stesso, risparmiare carburante. Due temi che quest’anno saranno alla base delle performance della vettura.

Stando a quanto riporta la Gazzetta dello Sport, sarebbero emerse primi dettagli circa il funzionamento di questa soluzione tecnica. Grazie ad un particolare sistema di “cut off”, si va a sfruttare l’interruzione del flusso di carburante all’interno della camera di scoppio, con conseguente mancata accensione della candela in fase di rilascio. In quel momento, grazie alla pressione garantita dal turbo, entrerebbe solo aria nel cielo del pistone e del cilindro, consentendo un controllo delle temperature.

L’obiettivo di questa soluzione sarebbe duplice: avere le temperature sotto controllo e tagliare i consumi, a tutto vantaggio dell’efficienza e della performance cronometrica. Il Bahrain sarà ora un banco di prova importante, considerando che le temperature atmosferiche previste si aggireranno tra i 18 e i 25 gradi.

75 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!