Dal 2014 via libera ai burnout a fine gara

17 febbraio 2014 08:22 Scritto da: Davide Reinato

Il regolamento sportivo 2014 lascia liberi i vincitori di un Gran Premio di festeggiare facendo i famosi donuts o burnout, a patto che siano effettuati nelle vie di fuga e senza ritardare la cerimonia del podio.

I burnout di Sebastian VettelI burnout di Sebastian Vettel dello scorso anno vi esaltavano? Abituatevi a vederne ancora, ma questa volta senza multe e reprimende da parte dei commissari di gara. Da quest’anno, infatti, il regolamento sportivo apre a questo tipo di festeggiamenti, a patto che siano effettuati senza compromettere la propria sicurezza, quella degli altri piloti e del personale in pista.

Questa apertura della Federazione è arrivata proprio a seguito dei numerosi festeggiamenti di Sebastian Vettel alla fine di ogni Gran Premio vinto, a partire da quello dell’India, dove il tedesco si esibì sul rettilineo principale davanti al pubblico indiano in delirio. Rompendo qualunque tipo di regola e protoccolo, Seb riceveva puntualmente 25 mila dollari di multa ad ogni festeggiamento. Celebre l’episodio di Abu Dhabi dove Horner riprese il tedesco dicendogli “La prossima multa la paghi tu”, mentre Sebastian – scimmiottando Raikkonen – rispondeva “Yeah, Yeah, I know what i’m doing”.

Nel 2014, dunque, potremo assistere al libero sfogo dei vincitori che potranno così festeggiare facendo un po’ di spettacolo davanti alle tribune, a patto però di non ritardare la cerimonia del podio.

11 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!