Test Bahrain, giorno 3: Mercedes vola, Ferrari zoppica

21 febbraio 2014 15:33 Scritto da: Davide Reinato

Nella terza giornata di prove sul circuito del Bahrain, Lewis Hamilton ha ottenuto il giro più veloce, seguito dalla McLaren di Button e dalla Williams di Felipe Massa.

lewis-hamilton-mercedes-2014Lewis Hamilton e la Mercedes chiudono la terza giornata di prove sul circuito del Bahrain in cima alla classifica dei tempi. Il pilota inglese ha registrato il tempo migliore finora visto in Bahrain con queste vetture, fermando il cronometro sull’1:34.263. Lewis ha ottenuto il tempo girando con gomme Soft, mentre ieri Magnussen aveva fatto un tempo simile con pneumatici a mescola SuperSoft. La Mercedes ha commentato quel tempo affermando semplicemente: “Stiamo lavorando su diversi tipi di set-up”.

Non tutto è andato liscio nel team di Stoccarda, specialmente nella fase pomeridiana delle prove. Un guasto ha costretto i tecnici a lavorare per più di mezz’ora, riuscendo a rimandare in pista Hamilton nelle fasi finali e fargli fare altri 22 passaggi. Per la maggior parte della giornata, nessuno era riuscito ad ottenere un tempo simile a quello di Lewis, se non Jenson Button con la McLaren.

Solamente 28 giri oggi per la Red Bull Racing di Daniel Ricciardo. Il pilota australiano ha girato maggiormente in mattinata, prima di dover abbandonare la monoposto in garage che è stata poi disassemblata per studiare nel dettaglio la causa dei nuovi problemi. Secondo le prime dichiarazioni della squadra, oggi è sorto un inedito problema all’ERS.

Anche in casa Lotus ci sono stati parecchi problemi. Pastor Maldonado ha causato per ben due volte l’interruzione della sessione con bandiera rossa, proprio per i malfunzionamenti della E22 che lo hanno lasciato a piedi.

Giornata difficile per la Ferrari, oggi con Kimi Raikkonen alla guida. Il finlandese ha perso un sacco di tempo per un problema a dei sensori che hanno causato il malfunzionamento della telemetria e mandato in recovery il cambio. Questo ha fatto perdere molto tempo ai tecnici di Maranello che, comunque, sono riusciti a fissare il problema e rimandare Kimi in pista. La Power Unit di Maranello ha dato problemi anche alla Marussia e Max Chilton è stato costretto a fermarsi dopo pochi giri.

Programma decisamente particolare quello della Williams che ha alternato, tra mattina e pomeriggio, Bottas e Massa alla guida. Molti giri per il finlandese, che ha chiuso la mattinata con 55 passaggi di cui nessuno cronometrato. Felipe, invece, chiude con il terzo tempo e diverse prove di pit-stop.

Alla Caterham, invece, tutto ha funzionato per il meglio e il giovane Marcus Ericsson ha concluso 98 tornate in totale, coprendo una distanza che gli è necessaria per richiedere ora la SuperLicenza ed essere regolarmente al via del GP d’Australia il prossimo 16 Marzo.

TEST BAHRAIN – RISULTATI GIORNO 3

POS PILOTA                TEAM                     TEMPO      GAP     GIRI
 1. Lewis Hamilton        Mercedes                 1m34.263s           67
 2. Jenson Button         McLaren-Mercedes         1m34.976s  +0.713s  103
 3. Felipe Massa          Williams-Mercedes        1m37.066s  +2.803s  60
 4. Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari           1m37.180s  +2.917s  96
 5. Sergio Perez          Force India-Mercedes     1m37.367s  +3.104s  57
 6. Kimi Raikkonen        Ferrari                  1m37.476s  +3.213s  44
 7. Daniil Kvyat          Toro Rosso-Renault       1m38.974s  +4.711s  57
 8. Pastor Maldonado      Lotus-Renault            1m39.642s  +5.379s  26
 9. Daniel Ricciardo      Red Bull-Renault         1m40.781s  +6.518s  28
10. Marcus Ericsson       Caterham-Renault         1m42.130s  +7.867s  98
11. Max Chilton           Marussia-Ferrari         1m46.672s  +12.409s  4
12. Valtteri Bottas       Williams-Mercedes        no time             55

109 Commenti

  • fabietto concordo con te che ci saranno ferraristi esaltati al primo tempo buono di kimi o nando..ma ci sono molti realisti e onesti che sanno il significato di test invernale..

  • mimmo stigazzi

    ferrari 336 mclaren 330 km/h in rettilineo, questi turbo hanno una velocità nettamente superiore ai vecchi 8 cilindri e la ferrari a livello di motore non scherza

    • Non ricordi: alettone anteriore ridotto e alettone posteriore senza beam wing, e carico ridotto (la famosa configurazione montreal), togli pure gli scarichi et voila’ meno downforce uguale più velocità. Va pero’ detto che le vetture pesano di più.

      • mimmo stigazzi

        hanno all’incirca la stessa deportanze delle vetture di fondo classifica del 2013, è il turbo che spinge tanto anche grazie all’ers

      • Non ho idea dei valori di deportanza delle scuderie minori, semplificherei come ho fatto con le auto hanno il carico che si impostava in circuiti tipo Montreal. La potenza del motore è comunque pari se non leggermente superiore ai motori v8, considerando il peso maggiore delle vetture. Pero’ anche i rapporti del cambio sono diversi.

      • mimmo stigazzi

        quello che cambia è la coppia motrice mostruosa dei turbo

  • ferrarista nel cuore

    autosprint parla di terza forza dietro mercedes e mcl,io me ne farò una ragione solo in australia se sarà cosi,vediamo quando la ferrari porterà le ultime novità e proverà la prestazione

    • mimmo stigazzi

      autosprint conosce programmi pesi e gomme delle macchine che scendono in pista?
      se non è cosi o sono dei maghi o dei pagliacci

      • Fanno i giornalisti sportivi di mestiere, tu che fai come i tifosi di calcio: quando gli preannunciano che venderanno qualche campione della squadra e dici al bar “sono un mare di sciocchezze guarda ‘sti giornalai…” per scoprire poi che è tutto vero 😀

      • mimmo stigazzi

        io ho letto autosprint per più di 20 anni e ti assicuro che dicono cazzate oggi come le dicevano ieri, perche nessuno ha spinto ancora al limite e qualcuno si stà nascondendo di sicuro

  • Strane prove quelle di Ferrari.
    Vediamo, non so da dove iniziare….
    Mettiamola così: non ci sto capendo una fava. Abbiamo una PU che manda in pappa la telemetria e sembra nulla di più, e vorrei anche ben vedere visto che a quanto pare è stata ampiamente testata sul famoso muletto LaFerrari. Eppure i tempi tanto richiesti non arrivano.
    Perché?
    C’è il partito dei preoccupati e quello degli ottimisti, ma questa non é una novità. Quasi nessuno però ha tenuto conto di una cosuccia chiamata aerodinamica. Per bocca dello stesso Allison stanno girando con livelli di carico simili al GP canadese e sembrano molto concentrati a studiare l’andamento di base dei flussi.
    Tutto questo per dire semplicemente che la delusione me la tengo eventualmente per Melbourne, mi sembra un filino presto per dare giudizi certi.

    • semplice i tempi non arrivano perchè non li cercano….ti faccio notare solo una cosa….la ferrari gira con la configurazione aerodinamica di jerez provvisoria….con un’ala anteriore a tri plano… contro 5 o 6 degli altri…ti faccio capire solo su che tipo di test sta facendo la ferrari…quello che interessa alla ferrari è la power unit..capirla metterla appunto,la prestazione la lasciano a chi vuole qualche titolo sui giornali…ma i punti quelli veri si fanno in gara….kimi ha detto la parola giusta…serve feeling con la vettura che di procedure durante una gara quest’anno ce ne saranno parecchie….alonso ha detto dal prossimo test proveremo un’altra veste aerodinamica e spingeremo….perchè non fidarci di lui…

      • Si pero’ non crediamo nella magia qui perlomeno io. Senza curare l’aerodinamica non è che vinci… la RB gli anni scorsi il motore lo usava solo per creare downforce, vinceva in curva non sul dritto. E senza ali o con configurazione base come diavolo fai a testare al massimo una macchina se non tiene la curva o devi accelerare 50 metri dopo gli altri?
        Come diceva anche un utente su f1tech ma quando li vuoi testare gli aggiornamenti se non hanno mai funzionato negli anni scorsi? Ma che vuoi che ti copino gli altri che sono già belli evoluti, se non hai carico e lo scopri dopo la prima gara… che fai aspetti Barcellona?

  • ragazzi ho letto che alonso il primo giorno ha toccato la velocità di punta piu alta di tutti….336 km/h contro i 330 della mercedes…e che le macchine quest’anno sono piu veloci di quelle dell’anno scorso….

  • @fabio non ho capito molto della tua risposta scusami xD..quello che volevo dire è che questi test per noi sono veramente inutili..e per noi intendo noi tifosi..che uno fa il miglior tempo anche nell’ultima sessione quando tutti tireranno non significa assolutamente nulla..le stime le faremo dopo la prima gara..ora non si puo dire davvero nulla..manco chi è piu affidabile dato che non sappiamo i piani di lavoro

    • vabbè basta che non leggo esaltati al primo tempo e di teste rotolanti alla prima gara… come te lo devo spiegare? Te alimenti speranze , io le tengo basse così non ci sono post isterici. Poi come ho sempre detto un po’ mi diverto a stuzzicare gli utenti più ciuccelloni.

  • Caribbean Black

    @Red Ferrari96

    Si si red, so come funziona. Non sono pessimista, ma sapevo che la mclaren dopo una catastrofe come quella del 2013, non poteva assolutamente tornare al top così dal nulla.

    La McLaren al momento sta soffrendo la partenza di tecnici illustri, non tanto il fatto che la PU sia costruita da mercedes con la quale ha chiuso i rapporti.

    Semmai il problema arriverà strada facendo, quando la mercedes iniziera a custodire le sue innovazioni a livello elettronico.

    Ora no, hanno entrambe un’interesse comune….battere Renault e Ferrari.

    • RedFerrari96

      Facciamo il punto della situazione.
      Il motore Mercedes sembra al momento il più performante, quindi la Mclaren dispone di una ottima Power Unit. Il loro problema sarà , come hai detto tu, quando la Mercedes inizierà a non collaborare con Mclaren, basti pensare che hanno già iniziato a rendere nascosti alcuni parametri.
      Dispone di soluzioni aerodinamiche interessanti, vedi le sospensioni Butterfly.
      La sospensione aerodinamica anteriore è molto curata, poiché hanno cercato di non sporcare troppo i flussi , quando passano tra i triangoli diciamo.
      Ovviamente ha sofferto moltissimo la perdita di un certo Paddy Lowe, oltre a quella di altri nomi. Però nel 2015 arriverà il capo aerodinamico della Red Bull -non farmi scrivere il nome , che è difficile- , però stiamo parlando in chiave 2015, quando arriverà la Honda, che è un’altra incognita.

  • Max, dove hai trovato i dati delle velocitá di punta??

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!