La Force India in testa nel quinto giorno in Bahrain

27 febbraio 2014 15:57 Scritto da: Davide Reinato

Sergio Perez chiude al comando il quinto giorno di prove invernali in Bahrain. Lo segue Bottas con la Williams e Raikkonen con la Ferrari. Giornata molto movimentata per il Cavallino Rampante.

force-india-traguardoSergio Perez – sulla Force India VJM07 – ha dettato il proprio ritmo in questa giornata di prove sul circuito del Bahrain.  Il messicano si è piazzato in cima alla classifica cronometrica grazie ad una prestazione di 1:35.290, segnata al mattino. Per il resto della giornata, come la maggior parte delle squadre in pista, il team anglo-indiano ha continuato a lavorare sull’affidabilità, risolvendo i piccoli problemi sulla vettura.

Le squadre motorizzate dalla power unit Mercedes-Benz hanno avuto modo di lavorare sui long run. E’ stata proprio questa la priorità della Williams che ha approfittato anche per fare delle prove aerodinamiche per testare i vari sviluppi sulla nuova FW36.  In uno stint finale, con vettura più leggera e gomme fresche, il finlandese ha anche migliorato il suo tempo ed è riuscito a piazzarsi al secondo posto.

Giornata piuttosto movimentata, invece, in Ferrari. Raikkonen ha chiuso con il terzo tempo, ma il programma del Cavallino Rampante è stato condizionato da un problema elettronico che ha fatto saltare quasi interamente la parte mattutina delle prove. Nel pomeriggio, Kimi ha fatto alcuni chilometri sulla F14-T, prima di fermarsi nuovamente lungo la pista a due minuti dal termine per un altro guasto.

Mercedes e McLaren si sono invece tenute lontano dai riflettori oggi, lasciando da parte il cronometro e concentrando tutti gli sforzi sul ritmo gara. Continuano invece i problemi tra i motorizzati Renault, in particolare per Red Bull e Lotus. Il team campione del mondo ha potuto fare solamente 32 giri al mattino con Ricciardo, prima di abbandonare la sessione per evidenti problemi di raffreddamento alla power unit Renault. Solo negli ultimi cinque minuti della giornata, il team di Milton Keynes ha scelto di mandare in pista la RB10 per un installation lap, verificando così le modifiche effettuate.

Anche la Lotus ha chiuso in anticipo le prove a causa di vari problemi elettronici che hanno lasciato a Maldonado poco tempo per andare in pista. Il venezuelano ha chiuso con il decimo tempo e 31 giri effettuati.

Mentre la Marussia ha segnato oggi il miglior crono personale nei test del Bahrain – con 1:38.610 ad opera di Chilton – i rivali della Caterham continuano ad affrontare diversi problemi di affidabilità. Kamui Kobayashi, anche oggi, non ha potuto far altro che effettuare meno di 100 km di prove, prima di tornare nel motor home della squadra.

TEST BAHRAIN – RISULTATI GIORNO 5


Pos Pilota              Team                    Tempo      Gap    Giri
 1. Sergio Perez        Force India-Mercedes    1m35.290s           105
 2. Valtteri Bottas     Williams-Mercedes       1m36.184s  +0.894s  128
 3. Kimi Raikkonen      Ferrari                 1m36.432s  +1.142s  54
 4. Nico Rosberg        Mercedes                1m36.624s  +1.334s  89
 5. Adrian Sutil        Sauber-Ferrari          1m37.700s  +2.410s  89
 6. Kevin Magnussen     McLaren-Mercedes        1m37.825s  +2.535s  109
 7. Daniel Ricciardo    Red Bull-Renault        1m37.908s  +2.618s  39
 8. Max Chilton         Marussia-Ferrari        1m38.610s  +3.320s  44
 9. Daniil Kvyat        Toro Rosso-Renault      1m39.242s  +3.952s  56
10. Pastor Maldonado    Lotus-Renault           1m40.599s  +5.309s  31
11. Kamui Kobayashi     Caterham-Renault        1m42.285s  +6.995s  19

 

58 Commenti

  • qualcuno sa se fanno qualche speciale stasera su sky ?

    • Ho guardato la programmazione ma nulla !!!
      Anche oggi nessuna diretta la la replica di uno speciale sui Test a Jerez e in Bahrain di settimana scorsa.
      E pensare che Sky dovrebbe promuovere il proprio prodotto e invece anche nel TGSport solo e sempre Calcio e addirittura NBA ma niente F1…..semplicemente una delusione e pensare che pago ben € 40,00 al mese !!!

    • ferrarista nel cuore

      alle 23 parleranno della giornata di oggi su skyf1

  • comunque mettendo a confronto le simulazioni di williams è mclaren fossi in Magnussen non sarei contento.

  • Tutti preoccupati dalla prestazione in qualifica…se non vi ricordate quest’anno c’è il limite dei 100kg di benzina…avere un motore che consuma meno significa girare anche 1 secondo più veloce in ritmo gara…quindi quest’anno le qualifiche e la prestazione secca saranno ancor meno importanti degli scorsi anni, dato che il ritmo gara bilanciato sul consumo sarà l’elemento dominante. Ben venga anche partire 7° o 8° se poi riesci a consumare meno e avere un ritmo gara più veloce, con gli avversari che devono invece preoccuparsi di riuscire a finirla. L’elemento dominante sarà l’efficienza (aerodinamica e meccanica) della vettura, non la potenza totale del propulsore (alcuni dicono addirittura che la PU Mercedes abbia 150 cv in più). Se hai un motore più potente e non lo puoi sfruttare ma giri in ritmo gara 1 secondo più lento…beh tutto fumo e niente arrosto! Come sempre i punti li si fanno la domenica!

    • Si ma se ti metti alla pari e non sfrutti tutto il potenziale è spingi per quei 10 giri per stare davanti visto che puoi leggere la gara essendo al comando,per primo non hai problemi meccanici perché non spremi il tutto e non stessi le gomme per farli durare di più .

      • Comunque Voglio dire che ė sempre meglio partire avanti

      • Sì ma non è fondamentale se il tuo ritmo gara può essere anche di 1 secondo più veloce perché hai meno problemi di consumi. Comunque riporto le dichiarazioni di Raikkonen a fine test: “Vorremmo sempre fare di più, ma finora ogni squadra ha avuto i suoi imprevisti, noi cercheremo di fare tutto il necessario prima di Melbourne. Durante i fine settimana di gara avremo poco tempo per provare diverse soluzioni sull’assetto quindi è stato importante oggi continuare su questa strada per sapere bene quale direzione prendere. Nell’ultimo giorno di test metteremo in pratica ciò che abbiamo imparato finora e ci concentreremo sulle condizioni che troveremo in gara.”

      • E per supportare quello che ho detto ecco le dichiarazioni di Rosberg: “Sono riuscito a fare un paio di buoni giri, ma nel pomeriggio abbiamo avuto diversi problemi di affidabilità. Forse noi sembriamo messi meglio degli altri dal punto di vista dell’affidabilità, ma quando spingiamo al limite abbiamo anche noi qualche problema. Sarà veramente dura farsi trovare pronti a Melbourne”

      • Lo stesso Rosberg continua così: “Io sono ottimista, ma la velocità non ti può aiutare se poi non sei in grado di arrivare alla fine della gara.”

        Quindi cari amici ferraristi quest’anno è importante più che mai poter arrivare in fondo, non qualificarsi primi 😉

    • ottima interpretazione goodyear!

    • quoto, le simulazioni e i run sono rivolti a questo, poi mercedes fa il tempone e tutti i boccaloni gridano alla disfatta i nomi? fabietto, zico, rosso’69 etc, questi solo quelli che ricordo ma potrei anche dirne altri. a parte che sapere quanti cavalli ha un motore e difficile a meno che non hai fonti interne che sparlano( ferrari docet). dunque i team devono pensare come ho sempre detto ai consumi e ritmo gara, come detto nessuno e’ sicuro di finire un gp sia per intoppi sia per carburante per cui abbasta| riportare sciocchezze e ipotesi di giornalisti pagati per scrivere illazioni.

      • scusami se dissento ma io non sono preoccupato dal tempo fatto dagli altri,quello che mi preoccupa è il fatto che partire troppo dietro pure se sei piu veloce recuperare è difficile.poi se come dice Goodyear4F1 sei 1″ più veloce(in gara) è un’alto paia di maniche.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!