Renault chiede rinvio dell’omologazione dei motori

28 febbraio 2014 10:05 Scritto da: Giacomo Rauli

I problemi cronici che affliggono ogni power unit transalpini hanno spinto la Renault a chiedere alla Federazione di spostare la dead line dell’omologazione dei propulsori 2014

motore-renault-energy-f1Secondo fonti tedesche la Renault avrebbe chiesto alla Federazione Internazionale di rinviare la data di omologazione del propulsori turbo del 2014, fissata per la mezzanotte di venerdì 28 febbraio.

Entro la data e l’orario stabiliti dalla FIA, Ferrari; Mercedes e la stessa Renault dovranno presentare il progetto definitivo dei rispettivi V6, che saranno poi congelati nello sviluppo e non potranno più essere modificati nel corso della stagione, se non per migliorarne l’affidabilità, ridurre i costi e garantire la sicurezza della stagione.

Se Mercedes e Ferrari possono guardare alla dead line con relativa tranquillità, perché i turbo realizzati a Stoccarda e Maranello stanno mostrando un buon livello per quanto riguarda l’affidabilità e le prestazioni. Discorso differente per la Renault. La power unit francese ha dato problemi ai team che equipaggia sin dai primi chilometri dei test invernali di Jerez de la Frontera e molti di essi devono ancora essere risolti.

Ieri i vertici Renault Motorsport F1 hanno fatto sapere di non essere preoccupati per l’avvicinarsi del giorno dell’omologazione, ma oggi lo scenario è risultato in modo radicale. Con questa richiesta la Renault è entrata in contraddizione e ora potranno essere contrastati o salvati solo da Jean Todt e Bernie Ecclestone.

La dead line potrebbe essere posticipata, ma solo se Ecclestone e il presidente della FIA votassero a favore entrambi. Le due figure di vertice hanno in dote sei voti a testa, mentre lo Strategy Group (formato dai team) ne hanno undici e quattro di questi sarebbero dei team motorizzati Renault. Ecco dunque che la decisione in tal senso sarà in mano delle due figure che hanno pensato e voluto la Formula Uno odierna.

36 Commenti

  • per affidabilità si potrà cambiare anche dopo quindi non vedo perchè dovrebbe essere concesso… hai fatto un motore merdoso e fino ad ora nn ne hai potuto studiare i pregi (se ce ne sono) a causa dell’affidabilità? è giusto che hai un malus e te lo tieni così…

  • Luke Flaming

    Alè!! La cosa che mi dà fastidio è che è molto probabilmente che prolungheranno il periodo di sviluppo dei motori,poi però alla fine dello sviluppo non potranno essere concesse altre deroghe ai freancesi,altrimenti questi son 3-4 anni che fanno bello e cattivo tempo con i motori. Non sono nemmeno stati capaci di far sì che le prove al banco dessero i risultati che poi si sono visti in pista una volta che le PU sono state montate sulle rispettive vetture. Un’ammasso di ritardati.

    Poi da meccanico aggiungo che sulle macchine francesi spesso gli impianti elettrici sono sufficientemente scadenti da dire che fanno pietà quindi….BUON SANGUE NON MENTE!

  • Se dovessero davvero concedere la solita deroga, che poi + un favoritismo enorme, alla Reanult, allora giuro che non guarderò nemmeno un gran premio più.
    Sarebbe una cosa troppo scandalosa.

  • penso che nel caso in cui concedessero il rinvio dell’omologazione sarebbe uguale ad una deroga.. i francesi potrebbero continuare lo sviluppo e modificare la PU, mentre ferrari e mercedes non potrebbero rischiare di modificare chissà quanto il motore, dato che il progetto finale dovrebbe essere stato già raggiunto. per me il rinvio dell’omologazione lo si poteva concedere, ma un mese fa e non certo OGGI 28/02/2014. riservo le imprecazioni per quando leggerò la notizia sicura.

  • lewis_the_best

    se si sposta la dead line per tutti e tre i costruttori non mi pare questo grosso problema.
    vorrà dire che mentre renault punterà a migliorare l’affidabilità, ferrari e mercedes punteranno a migliorarne ulteriormente le prestazioni dal momento che l’affidabilità l’hanno raggiunta.

    inoltre credo a guadagnarne maggiormente sia la stessa f1!!
    personalmente non mi piacerebbe proprio per nulla vedere un gp con i vari team motorizzati renault che non arrivano nemmeno a metà gara!

    i veri tifosi e appassionati di f1 dovrebbero essere contenti se davvero si riuscisse a spostare la scadenza!

  • una deroga di qualche giorno non sarebbe uno scandalo, nel frattempo tutti possono continuare a sviluppare la pu. voglio vedere delle belle gare non 2 sole macchine a giocarsi la vittoria.

  • ma quello che mi preoccupa di più è il fatto che se io faccio un progetto estremo che ha problemi di affidabilità se mi danno una deroga per sistemarlo poi magari vado più forte di alcuni che le problematiche di affidabilità le hanno annesse al progetto iniziale.che vergogna. .. però purtroppo so che non possono far correre solo dieci macchine

  • Scusate, ma il diritto di veto assegnato alla ferrari lo scorso anno, non ha nessun valore in questo caso?

  • Sapete cosa significa il posticipo di 2-3 mesi della data di congelamento motori?
    Significa che le scuderie hanno il tempo per copiare le soluzioni delle altre. Vedi la copertura della turbina della Ferrari etc. etc… e cosi addio quei ai vantaggi ottenuti dalle idee originali

  • Io proporrei di rinviare l’omologazione di due mesi, per tutti.
    Poi però le deroghe per affidabilità potranno essere date solo a Mercedes e Ferrari: Renault si dovrà tenere il motore che omologa, uguale fino all’ultimo bullone.

  • RossoAdesivo

    Vergogna! “Tutto sotto controllo!” e poi se ne escono con sti (prevedibilissimi) piagnistei, simulazioni di pit stop a spinta ecc ecc. Io dico che il tempo per la preparazione dei propulsori è stato uguale per tutti e sia alla mercedes che alla ferrari si saranno certamente fatti un c.ulo così per rispettare le scadenze!
    Che poi la regola del congelamento sia particolarmente rivedibile sono d’ accordo, ma non con dichiarazioni fatte la mattina dell’ ultimo giorno disponibile! Certo due mesi in più permetterebbero di ottimizzare, dall’ altro lato, le già buone prestazioni delle altre 2 PU (e ridurre il gap di svantaggio dalla HONDA che fa da spettatore per il 2014) ma solo gli addetti ai lavori potranno definire con precisione chi sarebbe avvantaggiato dalla richiesta renault e chi no.
    La parola ai vertici F1 e alle case.

  • AndrePredator

    Sarebbe uno scandalo: la deadline era uguale per tutti, peggio per Renault che non è stata in grado di progettare un motore decente

  • AndrePredator

    Sarebbe uno scandalo: la deadline era uguale per tutti, peggio per Renault che non è stata in grado di progettare un motore decente

  • SI si solita storia,ma se concedono la deroga alla renaut,anche ferrari e mercedes potranno continuare lo sviluppo dei propri motori??

  • Jean Todt è Francese così come la Renault, credo non bisogna essere degli Scienziati per capire come finirà, con buona pace di Ferrari e Mercedes !!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!