I test in Bahrain si chiudono nel segno di Mercedes

2 marzo 2014 16:26 Scritto da: Davide Reinato

Lewis Hamilton chiude con il miglior tempo la sessione di test in Bahrain, seguito da Bottas e Alonso.

lewis-hamilton-mercedesL’ultima giornata di test invernali, sul circuito del Bahrain, si è chiusa con il miglior tempo della Mercedes di Lewis Hamilton. Il pilota inglese ha dovuto aspettare parecchio prima di portare in pista la sua W05 questa mattina, poiché un problema al cambio ha rallentato il lavoro della Casa di Stoccarda. Tuttavia, nel pomeriggio ha avuto l’opportunità di mordere l’asfalto e portare avanti parte del programma previsto.

Non è stato affatto semplice, considerando le 8 interruzioni con bandiera rossa nel corso dei test. Tanto che la direzione del circuito, in accordo con le squadre, ha prolungato la sessione di 25 minuti rispetto agli orari consueti. Un’ottima opportunità per testare il nuovo impianto di illuminazione del Bahrain, considerando che il GP del prossimo aprile sarà corso in notturna.

Il tempo di Hamilton, realizzato con gomme SuperSoft, è di circa 2 decimi più lento di quello che aveva ottenuto ieri Massa. La Williams si conferma decisamente in forma in questo avvio di Mondiale e lo dimostra anche il secondo posto di oggi di Valtteri Bottas. Nei 12 giorni di test svolti, non c’era mai stato nessun problema tecnico grave e solo oggi – a pochi minuti dalla fine – un guasto ha portato il team di Grove a perdere questo piccolo, grande, primato.

Terzo tempo per la Ferrari di Alonso, realizzato anche in questo caso con pneumatici a mescola Super Soft. Il pilota spagnolo ha avuto anche un problema non ben specificato che lo ha costretto a fermare la sua F14T a bordo pista. Non è sembrato essere nulla di grave, considerando che ha potuto riprendere a girare pochi minuti dopo, ma non ha fatto altro che aumentare l’ansia dei tifosi, in piena fibrillazione in questa fase iniziale della stagione.

Oggi non sono mancati i problemi al motore: ne hanno sofferto la Lotus di Grosnean, la McLaren di Button e la Force India di Nico Hulkenberg. Problemi di frizione hanno invece fermato la Caterham di Kamui Kobayashi che, comunque, resta soddisfatta della giornata odierna. Il giapponese ha potuto percorrere 108 giri a bordo della CT05 e, tra i motorizzati Renault, la Caterham sembra essere quella più affidabile.

In casa Red Bull hanno dovuto affrontare un’altra giornata frustrante: la RB10 ha avuto un problema che la squadra ha individuato all’avantreno, senza andare nello specifico. Il Campione del Mondo in carica, con non poche difficoltà, ha comunque completato un totale di 77 giri, girando comunque con un passo molto lento.

Test Bahrain – Risultati giorno 8


Pos  Pilota             Team                  Tempo      Gap      Giri
 1.  Lewis Hamilton     Mercedes              1m33.278s           69
 2.  Valtteri Bottas    Williams-Mercedes     1m33.987s  +0.709s  108
 3.  Fernando Alonso    Ferrari               1m34.280s  +1.002s  74
 4.  Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes  1m35.577s  +2.299s  74
 5.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault    1m35.701s  +2.423s  74
 6.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari        1m36.467s  +3.189s  91
 7.  Max Chilton        Marussia-Ferrari      1m36.835s  +3.557s  61
 8.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari        1m37.303s  +4.025s  86
 9.  Sebastian Vettel   Red Bull-Renault      1m37.468s  +4.190s  77
10.  Jenson Button      McLaren-Mercedes      1m38.111s  +4.833s  22
11.  Kamui Kobayashi    Caterham-Renault      1m38.391s  +5.113s  106
12.  Romain Grosjean    Lotus-Renault         1m39.302s  +6.024s  32

77 Commenti

  • comunque la si possa pensare la curiosità di vedere il primo week end di gara con queste nuone macchine e regole è alle stelle

  • Fantomius

    Io dico invece che il fattore affidabilità + consumi è stato preso MOLTO sul serio da parte dei team. Magari vedremo qualche ritiro eccellente nei primi GP, ma non l’ecatombe che molti preannunciano. Piuttosto, resta da vedere come le limitazioni che consumi e affidabilità imporranno al ritmo di qualifica e gara dei piloti influenzeranno le prestazioni. Due nomi su tutti: Jenson Button e Fernando Alonso. Con questa Formula 1 stile endurance saranno loro quelli che faranno la figura dei draghi, secondo me. Pur non avendo la velocità pura migliore.
    Dieci giorni.

    • stardrummond

      mmm, non sono proprio daccordissimo!
      sul fattore affidabilità purtroppo credo che invece in generale quasi tutti i team siano ancora lontani dalle essere sicuri di non avere grane, e sono abbastanza sicuro che a mealbourne ma non solo di ritiri ne vedremo parecchi
      sul fattore piloti con guida parsimoniosa invece confermo anche io che button sia un “lord” a tal proposito, benino anche alonso che forse non ha una guida altrettanto pulita ma è un drago nel “leggere la durata di un gp”
      a questi aggiungerei sicuramente raikkonen(che quando è ok col set up è un vero treno per pulizia di guida e risparmio delle gomme, tanto che sembra guidare sui binari), e sicuramente starei attento a hulkenberg perchè ha sempre dimostrato di essere sia veloce che conservativo del proprio mezzo meccanico(guida molto simile a quella di kimi la sua), poi una nota anche per bottas, altro pilotino interessante per la pulizia di guida!
      scendendo nello schieramento “la guida al risparmio” potrebbe giovare anche a kobayashi(vista l’esperienza maturata in endurance…) e ai 2 piloti marussia, entrambi puliti e abituati a cercare più il traguardo che le prestazioni!

      • Fantomius

        Il non essere d’accordo fa parte del gioco e renderà più interessante il primo GP, non trovi? :) Mancano solo pochi giorni!
        Raikkonen lo metterei in mezzo volentieri, se non fossi convinto che, con quello sponsor che si ritrova, non avrà il becco di una chance di stare davanti al compagno di marca.

  • Alessandro HAMALORAI

    Salve ragazzi,

    il day after degli ultimi test, da un pensiero abbastanza palese e fa immaginare un team mercedes che occuperà tutta la prima fila a Melbourne.
    Questa è l’unica cosa su cui mi posso sbilanciare.

    Su dove sono gli altri e come sono messi, non saprei.
    La Ferrari si è concentrata molto sul passo gara e sulla ricerca dell’affidabilità.

    A mio pare è DETERMINANTE avere l’affidabilità nei primi gp.
    Vi ricordo che con l’aumento dei tempi di cambio di power unit e gearbox che portano via tra le 7 e le 9 ore, dico che sarà davvero fondamentale che durante un week end niente si rompa.

    Immaginate se un pilota rompe il cambio durante le PL1, vuol dire che salterà le PL2 al 100% ( e non mi sembra il caso visto che è tutto nuovo e da testare), ma cosa ancora più pericolosa sarebbe rompere qualcosa nelle PL3 e dover saltare le qualifiche.
    Poi partire ultimo sarebbe un bel casino.

    Fidatevi, per i primi 4 gp è meglio essere affidabili, poi col ritorno i Europa ci sarà modo di concentrarsi su aggiornamenti e prestazioni.
    I ritiri che vedremo nei primi gp saranno molti secondo me, è come correre su un filo.

  • Che Mercedes fosse veloce in prova lo avevamo visto anche lo scorso anno. La Williams invece mi ha stupito perché se questi tempi sono confermati sarebbe la squadra che ha migliorato di più.
    Purtroppo ci toccherà aspettare ancora 13 giorni per capire realmente chi ha giocato coi tempi e chi no.
    Sarebbe da capire se qualcuno in questi test ha provato a spingere oltre il regolamento per stressare maggiormente i componenti o per attirare attenzioni.
    Cioè volendo si può girare sottopeso, si può girare con un fuel rate maggiore di 100 kg/h e con pressioni del turbo oltre la soglia prefissata.
    Questo da Ferrarista lo spero, o almeno che i tempi di Mercedes o Williams siano fatti a serbatoi vuoti mentre in Ferrari che avessero almeno 30/40 litri di carburante.
    Certo conterà il ritmo gara che sembra buono per Ferrari ma se realmente in prova il distacco è di 1 secondo tutto questo sarà deprimente. Sono anni che abbiamo (non sempre) un buon passo gara… ma poi partendo dietro una volta vieni toccato da uno.. una volta rimani bloccato dietro ad un altro che non riesci a sorpassare per colpa anche di piste fatte male.
    Io vorrei vedere macchini più o meno equivalenti nelle prestazioni. Anche se fosse Ferrari più veloce di 1 secondo in prova non mi piacerebbe.
    Campionati dove una macchina sembra di un’altra categoria non mi piacciono… vedi lo scorso anno.. vedi l’anno della brawn…

  • …..Un plauso và fatto anche a Ross Brawn vero artefice dell’attuale livello della Scuderia Mercedes AMG Petronas, dopo l’abbandono della Honda e il Titolo come BrawnGp e la disgraziata stagione 2012 come Mercedes, il buon Ross ha avuto il merito di avere avviato la ristrutturazione sia delle strutture (Vedasi ammodernamento della Galleria del vento) che dell’organigramma Tecnico con l’arrivo di Tecnici come Bell, Costa, Willis ed Elliott oltre che dell’organizzazione e della programmazione del lavoro in vista della rivoluzione tecnica di questo 2014 dove grazie alle scelte coraggiose del buon Ross Brawn Mercedes potrebbe essere della partita per quanto riguarda la lotta al Titolo Mondiale.

  • Buonasera a tutti, dopo questa giornata sono un pò più ottimista in vista dell’inizio del Campionato anche sè a dire il vero in Mercedes sono ancora (Come tutti del resto) ben lontani da avere la certezza di concludere la 1^ gara dell’anno per via dell’ancora precaria affidabilità.
    La stagione sarà lunghissima e combatuttissima ma una cosa è certa la Mercedes e Lewis Hamilton saranno della partita.

  • Altra considerazione,sono stati fatti tanti km ma aggiornamenti non molti,anzi proprio pochi,restano 2 settimane e per l’australia tanto lavoro puó essere fatto,io aspetto.
    D’altronde,saró contento se saremo tra i protagonisti.
    Vediamo il bicchiere mezzo pieno ,avete notato che i tifosi Rbr si sono estinti???

  • contebaracca

    PREMESSA
    Io sono solo un appassionato fino all ulcera fulminante ogni gran premio, come tale quindi sono molto forbito sulle macchine da corsa ma non sono neanche la palla di un ingegnere qualsiasi! Quindi ora se pur convinto del contrario.. potrei dire una megacaxxata e ne chiedo scusa anticipamente.
    Allora io credo che se i modi di ragionare le macchine nei team non è cambiato all improvviso le cose stanno così..
    La Ferrari come la lotus l anno scorso hanno preso una direzione diversa dagli altri team
    Cioè hanno pensato a delle macchine delicate con le gomme e non aggressive perdendo molto nella prestazione secca ma guadagnando moltissimo sulla distanza.. ( se non cambiavano le gomme si giocavano loro il titolo )
    La rub bull un po più aggressiva sulle gomme e la Mercedes molto aggressiva! ( se non cambiavano le gomme avrebbe fatto la maggior parte delle pol)
    Secondo me quest anno le direzioni sono state le medesime in più vi è il fattore motore che in Ferrari hanno pensato con la stessa filosofia secondo me quindi motore dai consumi bassi. E qui i 4 giri per mandare in temperatura le gomme ma vedrete quanto le farà durare quelle gomme! ( quest anno la Ferrari ha anche delle teste lotus ) mentre la Mercedes secondo me le distruggerà le gomme oltre che a detta anche di NICO dagli alti consumi perché altrimenti non sarebbe preoccupato in tal senso.
    Quindi se la Ferrari può reggere un ritmo come quello che si vedeva l anno scorso con le gomme vecchie, a me sta bene anche partire dalla terza fila…
    Ritmo più elevato con in aggiunta i 340 orari della Ferrari? beh se fosse davvero così ci divertiamo di più che partire primi!

    • Ragionamento molto semplice ma che rispecchia appieno il mio modo di vedere.

    • Sono d’accordo. Se fossi nel team Ferrari penserei appunto a cosa sviluppare maggiormanete per avere un vantaggio sul lungo termine. E sicuramente direi affidabilità e consumi. Due tempi fondamentali, molto di più della prestazione a mio modo di vedere.
      Come accadeva anche nelle prime gare del 2013, con una vettura che preservava le gomme riuscivi persino a risparmiarti un pitstop rispetto agli avversari.

      Allison inoltre mi ispira molta fiducia, non come Fry e Tombasiz

    • Luke Flaming

      Beh è un’interessante chiave di lettura,non c’è dubbio. Vedremo cosa faranno i team da qui a Melbourne.

    • Fantomius

      E’ una scelta, ammesso che di scelta si tratti, che fa i conti anche col capitale umano di cui si dispone. La Ferrari, con Alonso che non ha la velocità pura di Vettel, sa che a parità di vettura in pole position ci partirà di rado. Quindi è verosimile si concentrino di più sul passo gara, che è la specialità dello spagnolo.
      Ciò detto, sono convinto che a nessuno piaccia partire indietro e tantomeno lavori per questo. In nessun caso.

  • altra annotazione a proposito della williams: lo ricordate, vero, che la sponsorizzazione martini non è ancora certa? che in regime di test le specifiche ed i protocolli di gara non vengono controllati? ma perchè sono nato in italia? ma perchè gli italiani sono (quasi) tutti tafazziani?

  • quest’ultima tappa del mondiale 2014 ha ribadito ancora una volta l’inadeguatezza dei “tecnici” ferrari: prendere per l’intera stagione 3” in qualifica ad arrivare puntulamente dietro le force india… con la solita pippa della non correlazione tra i dati in galleria con quelli reali…

    ma state fuori come una centralina red bull! vi ricordo che, al netto degli imbrogli conclamati di mercedes-redbull-pirelli, l’anno scorso le macchine migliori erano ferrari e lotus, con un dominio ferrari a barcellona imbarazzante; se poi siete tifosi da gazzetta dello sport, dove ho letto domande tipo “ma la redbull è motorizzata renault?” andate appunto in quel blog od in altri simili: non massacrate ghiandole riproduttive a noialtri!

  • hamilton 33.2 soft usate(pirelli.com)

    • Son curioso di vedere di quanto scenderanno i tempi durante il Gp del Bahrain. Secondo me in qualifica si potrebbe arrivare all’ 1:31 – 1:30 alto. E quale sarà il delta coi tempi in gara? Queste vetture riserveranno sorprese!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!