Cala il sipario sui test invernali in Bahrain

3 marzo 2014 12:40 Scritto da: Davide Reinato

Si sono chiusi ieri i 12 giorni di test invernali del 2014, che hanno comunque lasciato ai team molti dubbi che si porteranno dietro anche nelle prime gare del Mondiale.

bahrain-tramonto-2014Le nuove monoposto 2014 hanno richiesto un paio d’anni di progettazione e sembra assurdo che, in appena 96 ore di test in pista, si possa pensare di avere delle macchine pronte e affidabili per prendere parte ad una competizione mondiale. Il caso della Renault è certamente quello più eclatante: è bastato sbagliare un minimo per ritrovarsi in netto ritardo rispetto alla concorrenza. Colmare ora un certo gap sarà una sorta di mission impossible a cui però i tecnici di Viry non si stanno certo tirando indietro.

Così come è stato facile evincere le difficoltà di Renault, è stato altrettanto difficile ignorare l’affidabilità delle power unit Mercedes in queste settimane. Alla mente sono tornate le chiacchierate con diversi tecnici che, in tempi non sospetti, erano pronti a scommettere che i motorizzati Mercedes-Benz avrebbero avuto un vantaggio. Ma quando la storiella venne fuori, qualcuno sbottò: “Adesso è impossibile dirlo, sono solo voci più legate al marketing che ad altro”. Ebbene, a più di sei mesi di distanza, quelle voci assumono ora un risultato ben diverso.

Questo, però, non vuol dire che possiamo considerare la lotta mondiale già terminata, ancor prima di scendere in pista per la prima gara. Abbiamo davanti uno dei campionati mondiali di F1 tra i più difficili degli ultimi decenni e può veramente succedere di tutto, perché non per forza il più veloce in pista vince: troppi i fattori che condizioneranno le gare ed essere affidabili, soprattutto all’inizio, potrà valere ancora di più rispetto ad una maggiore potenza.

Questi ultimi test possono aver dato un’indicazione di massima, se non sui reali valori in campo, quantomeno sullo stato dello sviluppo delle monoposto. Per questo motivo riteniamo sia del tutto prematuro fare valutazioni sulle prestazioni alla luce di quello che abbiamo visto finora.  L’unica cosa che sembra essere più chiara è la gerarchia dei motoristi che vede Mercedes davanti a tutti, poi Ferrari e infine Renault.  Tra una decina di giorni, però, si inizierà a fare sul serio e – a quel punto – ne capiremo molto di più.

Chilometri percorsi per costruttore

MOTORE       TOTALE GIRI      DISTANZA TOTALE (KM)
Mercedes     3.483                17.998
Ferrari      1.968                10.213 
Renault      1.649                 8.755

Chilometri percorsi dai singoli team 

SQUADRA      TOTALE GIRI      DISTANZA TOTALE (KM)
Mercedes     974              4.967
Williams     936              4.893 
Ferrari      875              4.488
McLaren      812              4.153
Sauber       776              4.039 
Force India  761              3.974 
Caterham     626              3.313
Toro Rosso   465              2.463 
Red Bull     320              1.711 
Marussia     317              1.686
Lotus        238              1.288

Classifica dei tempi in 8 giorni di prove in Bahrain 

POS   PILOTA        TEAM        TEMPO       GOMME
1.    F. Massa      Williams    1:33.258    SuperSoft (N)
2.    L. Hamilton   Mercedes    1:33.278    Soft (U)
3.    N. Rosberg    Mercedes    1:33.283    Soft (N) 
4.    V. Bottas     Williams    1:33.987    Soft (N)
5.    F. Alonso     Ferrari     1:34.280    SuperSoft (N)
6.    K. Magnussen  McLaren     1:34.910    SuperSoft (N)
7.    J. Button     McLaren     1:34.957    Soft (N) 
8.    S. Perez      Force India 1:35.290    Soft (N)
9.    K. Raikkonen  Ferrari     1:35.426    SuperSoft (N)
10.   N. Hulkenberg Force India 1:35.577    SupeSoft (N)
11.   J. Vergne     Toro Rosso  1:35.701    SuperSoft (N)
12.   D. Ricciardo  Red Bull    1:35.743    Soft (N)
13.   D. Kvyat      Toro Rosso  1:36.113    SuperSoft (N)
14.   A. Sutil      Sauber      1:36.467    SuperSoft (N)
15.   M. Chilton    Marussia    1:36.835    SuperSoft (N)
16.   J. Bianchi    Marussia    1:37.087    SuperSoft (N)
17.   E. Gutierrez  Sauber      1:37.180    Soft (N) 
18.   S. Vettel     Red Bull    1:37.468    Soft (U)
19.   F. Nasr       Williams    1:37.569    Medium (N)
20.   M. Ericsson   Caterham    1:38.083    SuperSoft (N)
21.   K. Kobayashi  Caterham    1:38.391    Soft (N)
22.   P. Maldonado  Lotus       1:38.707    Soft (N)
23.   R. Grosjean   Lotus       1:39.302    Soft (N)
24.   R. Frijns     Caterham    1:42.534    Medium (U)

 

86 Commenti

  • pascalise

    questo twitter conferma che hamilton ha usato supersoft

    MERCEDES AMG F1 ‏@MercedesAMGF1
    @tgruener @andrewbensonf1 Hi all.. just to confirm, it was the supersoft tyre that Lewis used to set the fastest time yesterday”

  • ecco il titolo di alcuni articoli dello scorso anno relativo ai test (BlogfF1):
    – Button il più veloce nonostante il guasto;
    – Raikkonen e la Lotus chiudono al top i Test di Jerez;
    – Rosberg il più veloce nel primo giorno di test;
    – Perez “poleman” di giornata;
    – la Mercedes chiude in testa le prove invernali.

    mi sento un pelino più tranquillo 😛

  • alexredpassion

    certo che a voi nostradamus vi fa una pippa

  • Ho letto che la Mercedes poteva girare in 1.31 basso!!!

  • Un sito che ritengo attendibile ha confermato la velocità monstre di Alonso;ero il primo degli scettici…
    E se i problemi della pu di Maranello fossero solo legati ad una irregolare ricarica delle batterie? Prima del rettilineo, in Bahrein c’è un tratto tortuoso, dunque più facilmente ricaricabile li le batterie.. Il problema potrebbe essere il recupero d’energia dalla turbina negli altri tratti della pista..
    Inizio a pensare che quei famosi 75cv sono fantascienza

  • drugantibus

    ci sono talmente tante variabili sulla lunga distanza che quest’anno le qualifiche conteranno molto poco.

  • siccome non si capiva bene con che gomme avesse fatto il tempo lewis e c era stato uno scambio di tweet tra il giornalista di amus e di autosport la mercedes sempre su twitter ha chiarito che hamilton ha fatto il suo tempo con le ss..il 33.2 di rosberg con le soft nel primo test resta sostanzialmente il tempo piu impressionante

  • FORSE ANCORA NON E’ CHIARO CHE LA MERCEDES DOMINERA’ IL CAMPIONATO!

    La williams di Massa ha girato in 1.33.2 usando gomme supersoft nuove, Hamilton ha fatto lo stesso tempo con soft usate!!

    La Ferrari ha un ritardo mostruoso, sopra 1.5 secondi!

    • drugantibus

      quindi per lo stesso ragionamento tu mi stai dicendo che raikkonen sul giro secco prende 1 secondo e mezzo da alonso?
      oh è chiaro che la mercedes parte da favorita, pure secondo me per almeno i primi 4 gp sarà dura batterli, ma i tempi sul giro di queste prove contano zero.

      • Il distacco tra Massa ed Hamilton è quantificabile intorno al secondo, siamo nell’ordine di 2 secondi di ritardo dalla Mercedes.

        E no, dopo che hanno preso in giro i tifosi per anni con lo “sviluppo” (praticamente sono riusciti spesso solo a peggiorare la macchina), questo gap significa solo una parola: stagione finita ancor prima di iniziare. Inizino a concentrarsi sul 2015.

    • potevano girare in 1.31

    • ferrarista nel cuore

      si prima ancora di incominciare il campionato ma fatemi il piacere

    • Button::In questi giorni mi sono ritrovato per più giri con Ricciardo negli scarichi” – aggiunge Button a tal proposito – “e vedevo che non avrebbe potuto passarmi in rettilineo. Ma mi ha sorpassato all’esterno della curva 11 invece, una curva ad altissima velocità a sinistra. Non avevo mai visto nulla del genere

    • kingphoenix

      solito catastrofista

    • se fossimo stati sulle regole dello scorso anno direi anche io che la mercedes è inarrivabile. ma quest’anno non sappiamo come si svolgerà la gara, quindi aspettiamo almeno la fine della prima…

    • AlexFerrari4ever

      se per te questo campionato è già finito ancor prima di inizare, allora ti do un piccolo consiglio: non pagare sky f1 e guardati un altro sport! almeno risparmi dei soldi! :)

  • Imola4ever

    1.33.2 di Hamilton con Soft usate… Ciao concorrenza.

  • ferrarista nel cuore

    io credo si poteva aspettare una mercedes in vantaggio,però essere dietro ad una williams che come budget fa fatica a stare al livello delle big non sia un ottima cosa,cmq speriamo che grazie ad uno sviluppo ottimo per il resto dell anno si possa recuperare,il mondiale non è ancora iniziato non arriviamo a conclusioni catastrofiche

  • i discorsi sulle motivazioni del distacco sono ridicoli, campati per aria. solite frustrazioni che sfociano in bischerate.
    prendiamo atto che c’è da recupare per la ferrari e speriamo che ci riescano nell’arco di pochi gp.
    i mondiali si vincono anche con la regolarità quando l’affidabilità generale è scarsa.

  • Luke Flaming

    La tabella per i costruttori può fare molta chiarezza ma c’è da considerare,e non credo di sbagliarmi,che la Ferrari fornisce 3 team di cui uno è la Marussia che ha girato poco e maluccio nei primi giorni e a Jerez ha saltato anche la prima giornata se non ricordo male. Le mercedes ha invece fornito motori a se stessa,McLaren,Williams e Force India. Scuderie che di problemi anche personali,esclusa la PU,ne hanno avuti non molti ed è per me normale che abbiano messo su molti più chilometri.

    La tabella più indicativa è quella che divide i chilometri fatti dalle scuderie. Come chilometri la ferrari è come se avesse corso 1 gara in meno di Mercedes e Williams ma la condizionale sul lavoro svolto rimane sempre,perchè posso aver fatto molti più out/in o stint corti a velocità limitata per settare l’aerodinamica o altri parametri,il che vale chiaramente anche per gli altri. Io sui chilometri non la vedo poi così tragica,sulla prestazione invece è l’unico punto dove avrei qualche dubbio ma è presto a dirsi.

  • Su sky sport facevano notare che per lo sviluppo dell PU in merdeces hanno investito il quadruplo del personale.

    se alla ferrari c’era un ingegnere alla merdeces erano 4

    Sommiamo questa considerazione alla carenza cronica di progettare una vettura aerodinamicamente competitiva ed ecco che con la mercedes abbiamo 1,5 secondi di distacco. con lo sforzo in ferrari magari si recuperano 4 decimi fisiologici di correzioni ma gli altri non stanno a guardare.
    LA red bull poi recuperera’ nei gp come al solito in maniera strabilianti ed ecco che la mia previsione al sesto gran premio:

    mercedes che allunga, ferrari ad inseguire con la willimas davanti e la red bull alle calcagne.

    a fine campionato ce la giocheremo con la red bull tra le sconfitte eccellenti di stagione per il terzo posto costruttori

    spero ovviamente di sbagliare tutto e che nel passo gara e gestione fuel / usura facciamo il culo a tutti

    • stardrummond

      mmm la tua analisi comunque corretta numericamente, non trova però supporto nella storia della formula 1!
      un esempio? se fosse come dici tu allora in toyota avrebbero dovuto vincere qualche mondiale… invece nonostante gli sforzi imponenti sia economicamente che come numero di addetti non hanno vinto nemmeno un gp….

  • @Fabietto.
    Posso capire la delusione per le mancate vittorie, ma accusarli di “remissività” quando provano a portare avanti un progetto che nessun altro ha portato avanti mi sembra “poco generoso”.
    Vedremo dove porterà e ai posteri la sentenza.

  • non è un problema di motore, anzi, quello forse salverà la faccia perché potrebbe terminare la gara ma è un problema di aerodinamica come al solito.
    Poco carico.

    • Sarebbe una notizia eccellente! L’aerodinamica si può sviluppare quanto si vuole e la correlazione finalmente sembra buona.
      Se fosse un problema di P.U. sarebbe molto peggio, perché riguarderebbbe, peraltro, le prestazioni e non sarebbe modificabile, come farà Reanult, attraverso deroghe per l’affidabilità.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!