Marko: “Il GP d’Australia arriva troppo presto per noi”

Il consulente del team Red Bull è intervenuto sul canale televisivo della Red Bull e ha parlato del momento della scuderia quattro volte campione del mondo in carica

marko-hornerQuando Helmut Marko parla, non lo fa mai per rilasciare dichiarazioni banali e anche in questo caso le parole del super consulente Red Bull faranno discutere.

Dopo le tre sessioni di test invernali 2014, La Red Bull è risultata una delle scuderie più in difficoltà per quanto riguarda affidabilità e prestazioni. La power unit realizzata da Renault è per ora il problema principale per i quattro team motorizzati dal V6 transalpino, ma a Milton Keynes hanno riscontrato altri guai, in particolare riguardo il raffreddamento del retrotreno della nuova RB10 e al nuovo sistema frenante.

La situazione a dir poco difficile in cui versa la Red Bull ha allarmato anche Helmut Marko, il quale non ha potuto esimersi nell’illustrare la reale condizione tecnica in cui si trova il suo team.

La verità è che la gara di apertura del mondiale 2014, che si terrà a Melbourne, in Australia, arriva con due o anche tre mesi in anticipo per quanto ci riguarda. E’ una questione molto seria per noi“.

Al momento non sappiamo quanto tempo ci vorrà per risolvere tutti i problemi sorti sulla nuova monoposto“, ha proseguito l’ex pilota di Formula Uno, il quale ha ribadito il concetto espresso pochi giorni fa anche da Christian Horner.Non sappiamo dove sono gli altri team con le prestazioni, ma sarà buono finire il primo Gran Premio della stagione“.

Marko ha terminato il suo intervento parlando nello specifico dei problemi principali occorsi alla RB10 nei dodici giorni di test invernali. “Abbiamo problemi elettronici alla power unit Renault, ma anche di gestione della potenza. Il propulsore non risponde come vorremmo, la potenza arriva inaspettata e a volte perdiamo potenza. Inoltre abbiamo problemi al nuovo sistema di frenata. Per quanto riguarda il motore stiamo lavorando a stretto contatto con la Renault per diminuire i problemi in vista del Gran Premio d’Australia“.

 

17 Commenti

  1. La Red Bull sará una protagonista del campionato. È vero che hanno una power unit disastrosa…ma hanno il genio e anche un pilotino che comunque ha vinto 4 mondiali di seguito e un gp sotto una pioggia torrenziale con la Toro Rosso !!
    Se arrivassero a migliorare l’affidabilità (spero di no) dovremmo tornare a lottare con la regina f1 degli ultimi anni (vettura legale o illlegale che sia)

    1. geni è tt da vedere
      1) pilota alla fine correva da solo
      2) il progettista andava oltre i limiti
      3) avevano il motore con un bel po’ di proroghe

      quest’anno i costruttori specie mercedes non daranno buonismi a nessuno e credo anche la fia

      credo che mercedess sia un pochetto più avanti di tutti, ferrari c’è e speriamo pure la williams, mcclaren? bho sicuramente lotus e red saranno le sfavorite

  2. Purtroppo c’è una dichiarazione di button che è disarmante.. É vero si che il up francese é piantato, ma non sia mai trovino l’affidabilità .. Raccontava button che in rettilineo, dava una pista a vettel ma nella curva 11 ad alta velocità il tedesco si rifaceva sotto .. In sostanza il genio, ha trovato carico aerodinamico dove gli altri se lo sognano.. Attenzione a cantar vittoria!!

    1. Ti correggo,quello che guidava era ricciardo,anchio son rimasto sbalordito dal modo con cui button ha espresso questa dichiarazione,segno che alla fine hanno spinto un po’ tutti,e che la red,motore permettendo,puo’ tornare,da una parte lo spero,sono uno di quelli che preferisce tante squadre in lotta e godermi battaglie all’ultimo sangue

  3. “Arriva troppo presto per noi”

    p.s.
    non facciamo in tempo a fare i test segreti, poi preparare
    le macchine e spedirle …..ci vuole troppo tempo…..

    hahahahahahah talastima..

      1. Beh se posso aprire il motore per questioni di affidabilità praticamente posso fare quello che voglio.

Lascia un commento