Domenicali ha dubbi sul nuovo format delle qualifiche

8 marzo 2014 16:13 Scritto da: Davide Reinato

Stefano Domenicali ha alcuni dubbi sul nuovo format delle qualifiche. Secondo il manager imolese, le vetture più forti avranno comunque vantaggi nel qualificarsi con gomme dure in Q2.

Domenicali-wroomAd una settimana dall’inizio del Mondiale, il Consiglio Mondiale della FIA non ha ancora ratificato le modifiche al format delle qualifiche che, la scorsa settiamna, aveva approvato lo Strategy Group.

La proposta delle squadre è molto semplice: la Q1 passa da 20 a 18 minuti, recuperando così due minuti che sono aggiunti invece alla Q3 che, dunque, passa da 10 a 12 minuti. In più, anche i primi dieci classificati dovranno schierarsi in griglia con gli pneumatici utilizzati in Q2. Questo permetterà di vedere una fase finale calda, piuttosto che piloti fermi ai box per risparmiare gli pneumatici.

Inoltre, per l’ultima fase di qualifica, la Pirelli potrà portare delle mescole più performanti. Una sorta di ‘gomme da qualifica’. Tuttavia, Stefano Domenicali ha fatto emergere un po’ di dubbi sul nuovo format, asserendo che il cambio regolamentare potrà comunque favorire coloro che guidano le vetture migliori.

In particolare, secondo Domenicali cambierà poco: “Se una macchina è molto buona, nulla impedisce al pilota che la guida di accedere in Q3 montando gli pneumatici duri in Q2. Quindi, quest’ultimi partirà in gara con le coperture più dure che gli potrebbero dare un vantaggio in più nella fase finale della corsa. Credo che i top team che avranno le prestazioni per passare con maggiore facilità in Q3, approfitteranno parecchio della cosa. Comunque aspettiamo e vedremo cosa succederà”, ha ammesso.

A giovarne, comunque, dovrebbe essere lo spettacolo: in Q3, tutti tenteranno di fare un giro cronometrato e tentare l’attacco alla pole, anziché starsene chiusi ai box per preservare le gomme.

51 Commenti

  • bisogna vedere se domenicali parlava per lo spettacolo in generale o per il suo orticello. siccome non lo sappiamo perchè bisognerebbe chiederglielo, ogni valutazione è inutile

  • ryudoctor

    Se vuoi ti dico ciò che pensa Domenicali sul serio..il succo del discorso..se la Mercedes lo scorso anno faceva la pole con le Soft e in gara le distruggeva,mentre la Ferrari non faceva la pole con le Soft ma le faceva durare anche ad un ritmo migliore..quest’anno la Mercedes farà sempre la Pole..e la Ferrari farà sempre cagare in qualifica..la differenza è che la Mercedes non dovrà partire con le Soft ma con le Hard e quindi anche se dovesse avere problemi di consumo non saranno esagerati come dover partire con le Soft (che ripeto sulla carta a parità di condizione le Soft reggono meno nei primi giri rispetto le stesse nei giri finali)

    • ma scusami…la ferrari, sono anni che dimostra di tenere le soft meglio degli altri. Il problema era che alonso e massa, non potevano sfruttare questo vantaggio fino in fondo, perchè gli altri appena avevano problemi, tornavano ai box per il cambio gomme. Di conseguenza anche la ferrari doveva rientrare. Si è visto in alcuni gp che massa sperimentò lo stint molto piu lungo con le soft, e i risultati furono disastrosi..
      Questo cosa vuol dire? vuo, dire che se io sono davanti, posso imporre la strategia migliore della mia macchina anche agli altri. Chiaro che se uno ha i problemi esagerati della mercedes del 2012…beh, c è poco da fare…ma se il degrado è solo leggermente superiore agli altri, anche se rientri due giri prima non cambia niente…anzi..se con le gomme dure sei forte, guadagni pure molti secondi rispetto a chi rimane in pista. Se invece mercedes parte con le dure, è ovvio che chi è dietro si ferma prima…e quindi chi è dietro, influenza di più la strategia di chi è davanti. Concordi con me che è piu facile gestire la corsa partendo con le soft?

      • ryudoctor

        ma è piu facile se non sei l’unico..nel 2013 partivano in 10 con le soft..e il resto hard..è ovvio che la strategia soft-hard nel CONTESTO gara è favorevole..ma se interpreti ciò che dice domenicali nel 2014 potremo vedere molti di piu che partono con hard e meno con soft..il che non ostacola di certo il giro veloce in qualifica..in gara potremo vedere gente che parte con hard avanti e in mezzo gente con soft..il che sarebbe negativo..non so se mi spiego male o cerchi di discutere solo un punto del mio discorso..domenicali intende molto altro..

      • mba..quello che dice domenicali c entra poco col discorso, io ti sto rispondendo al fatto che non è vero che, a priori, fino all’anno scorso partire dalle prime file con le hard era meglio che con le soft. Cioè…non l ha mai fatto nessuno di regola e quando è successo (caso alonso sotto descritto) è andata male. Un motivo forse ci sarà 😉
        (e non credo sia solo per la qualifica, perchè se ci fosse un vantaggio certo, avrebbero tutti sacrificato la partenza per avere vantaggio in gara…). Quindi, non ti offendere, ma secondo me la tattica soft-hard, ripeto fino all’anno scorso, è stata la migliore nella pratica.
        Capitolo domenicali…io non so se qualcuno delle prime file partirà con le gomme prime quest’anno….perchè devo dire che quest’anno bisogna anche considerare che ci sarà sicuramente una parte del gran premio in cui i piloti dovranno per forza di cose alzare il piede per stare nei limiti di consumo, il che potrebbe influenzare le strategie di gomme della gara.
        Magari domenicali vuole darci un anteprima sulle strategie che la ferrari ha pensato di sfruttare, ma questo non lo so…vedremo 😉

  • ryudoctor

    Mauro a parte che se parti con soft tolto il primo tutti rincorrono quindi comunque consumi..è INDISCUTIBILE che in singolo la strategia migliore è HARD-SOFT e non il contrario..poi il contesto varia ovviamente..se parti 8° con soft è ovvio che soffrirai..però non so se ricordi certe rimontone della Sauber nel 2012 che proprio con questa strategia HARD->SOFT aspoettava tutta la gara e poi rimontava alla grande..Proprio perchè sulla carta partire con le Harde finire con le Soft conviene molto di più..il punto di domenicali verte proprio su questo..nel senso che se l’anno scorso prendiamo la Ferrari che non era veloce in qualifica..per qualificarsi in Q3 doveva anche usare le Soft a differenza di chi come RB usava semplicemente Hard..ora lo scorso anno questo non fregava a nessuno..dato che la Ferrari entrava comunque in Q3 e partiva come tutti con le Soft..quest’anno farà differenza..perchè mentre la Ferrari userà le Soft per qualificarsi in Q3 la Mercedes userà solo le Hard..poi nella Q3 entrambe useranno le qualify..ma comunque sia sulla griglia ritroveremo la Mercedes con le Hard e la Ferrari con le Soft..

    • ok, ma per le rimonte sono d’accordo che la strategia hard-soft sia corretta. Infatti la sauber, che non bruciava le gomme e faceva stint lunghi, utilizzava questa strategia e superava gli altri che erano su quella “classica”. Però la sauber era forse l’unica macchina, insieme alle lotus, che potevano fare cose simili…gli altri ci tentavano a volte, ma i risultati (a meno di eventi fortunosi) non erano mai di rilievo.
      Cioè…lo so che sulla carta mettere le gomme morbide alla fine è favorevole..ma nella realtà dei fatti è un rischio. Un rischio perchè se finisci intruppato, rischi di rovinarti la corsa. Ed è un dato di fatto questo, ed infatti nessuno si è mai qualificato con le hard. Cioè, ti porto ancora l’esempio di vettel. A volte erano talmente superiori, che la prima fila la potevano fare anche con le prime. perchè allora qualificarsi sempre con le morbide? per manie di grandzza?? forse…ma io dico anche che lo facevano per rimanere in “sicurezza”, in quanto la gara non la fanno da soli ma ci sono anche gli altri.
      Un esempio se vuoi…la gara dell’anno scorso di inghilterra, si fece dopo le qualifiche su bagnato. Alonso era in pole, e partì con le dure al contrario degli altri. In pratica i suoi tempi sono stati ottimi fino a che nn ha messo le morbide. Mettere le morbide alla fine, vuol dire che devi tirare il penultimo stint e indovinare il numero di giri giusto che puoi fare con le soft. Cioè…se entri troppo presto, rischi di bruciarle (come successe ad alonso) e devi rallentare, se entri troppo tardi, rischi di perdere troppo tempo sulle gomme vecchie, ed esci dai box con pochi giri per rimontare le posizioni perse (con relative problematiche di sorpasso).
      Io sono d’accordo che sulla carta il qualificarsi con le hard funzioni..ma in un ottica di gara, dove di solito non si hanno buone info sulle gomme…è meglio per me usare subito quelle che non danno garanzie, e impostare il resto del gp con gomme più “facili” da gestire.

  • ryudoctor

    partiamo dal fatto che partire con le SOFT non è di certo migliore che finire con le stesse la gara (come molti dicono qui sotto)..se parti con le soft hai il pieno carico benzina quindi le consumi molto velocemente..usarle invece nell’ultima parte di gara significa usarle appunto con meno carico benzina e quindi farle durare di piu..(Il vantaggio quindi è ovvio)..lo scorso anno si partiva con le Soft non perchè conveniva fare i primi giri con le morbide ma perchè in qualifica potevi qualificarti bene solo con le soft..quello che dice domenicali è che Se un TOP team è forte si qualifica in Q3 anche con le dure (partendo quindi con le dure) e in Q3 fa il giro veloce con il set qualifica..quindi a differenza dello scorso anno un Top team partirà ugualmente avanti solo che userà le dure (quindi non avrà piu lo ”svantaggio” di dover partire con soft e finire con hard)

    • mba…guarda, non so cosa hai visto tu, però io ho seguito le gare carenti della mia mclaren, e ogni volta che partivano con le “dure” erano gare alla spera in dio… partire con le gomme dure non ha quasi mai pagato, perchè per tenere il ritmo di chi ha le morbide i piloti devono consumarle di piu del normale. Quindi, non aveva senso partire in prima fila con le dure (e vettel se lo poteva benissimo permettere in molti gp), perchè poi in gara si rischiava di fare lo stint con le dure troppo corto, e quindi di dover allungare gli altri stint.
      E’ vero che i team usavano le gomme morbide, perchè la qualifica era importante, ma iniziare con le dure non ti permetteva di iniziare il granpremio in tranquillità, perchè tutti quelli dietro (o davanti) cercano di spingere il più possibile per togliersi dopo pochi giri le gomme morbide, andare ai box, montare le dure e tornare in pista per guadagnare su chi è ancora in pista.
      Caso diverso sono le rimonte…allora si che secondo me ha senso partire con le dure, ma devi avere anche una macchina che ti permette di consumare bene le gomme e magari fortuna negli eventi della corsa.

      • senza contare, che fare uno stint finale con gomme morbide contro gente che ha gomme dure, è rischioso in quanto spesso e volentieri questa strategia ti porta a dover rimontare. Rimontare vuol dire dover stare dietro per dei giri a piloti piu lenti e di dover cercare di sorpassare il piu in fretta possibile per continuare la rincorsa su chi è davanti. Il che vanifica il beneficio di poter girare con poca benzina e di consumare meglio le gomme.

  • mauroctrl

    Da anni mi chiedo il motivo per cui il dott. Domenicali è ancora team principal Ferrari, lo scrissi già alla fine della stagione scorsa come può un ragioniere di provincia ad avere quella furbizia quello sguardo obliquo, quella determinazione di fregare tutti per essere comunque davanti, a parole, a fatti non importa, bisogna saper dire le cose giuste alla stampa ed ai concorrenti oltre che amministrare tutti settori di cui è composto un team. Credo che Dominicali non sia del tutto incapace ma quest ultima dichiarazione mi ha fatto cambiare idea, mi ha proprio fatto incaxxare.
    Ricapitolando:
    Ferrari è indietro sullo sviluppo della PU, spero solo a livello di gestione informatica, sullo sviluppo aerodinamico, e chissà cos’altro. Sembra comunque ci sia una buona base.
    Sul giro secco forse si arriverà in Q2 con le mescole dure le quali saranno usate in partenza del GP, chi arriva in Q1 dovrà comunque utilizzare le gomme della Q2 quindi potrebbe anche lui avere la possibilità di partire con le dure ma da posizioni certo più vantaggiose.
    Praticamente il relativo vantaggio di amministrare le gomme non percorrendo la Q3 non ci sarà più, obbiettivo centrato per avere tutte le 10 auto in Q3 appunto.
    Perché Domenicali si lamenta? Mi pare abbia votato anche lui la nuova formula del sabato, perchè durante la riunione negli ultimi giorni di test in Barhein non si è lamentato, perché non ha usato la minaccia del diritto di veto che Ferrari di cui Ferrari è in possesso? Potrebbe sembrare esagerato per un cambiamento relativo, dal mio punto di vista, ma un team principal dovrebbe portare la più piccola goccia d’acqua al suo mulino…
    In effetti il vantaggio che pensavano di avere anche con qualifiche poco brillanti non ci sarà più. Le prime 5 file lavoreranno, dal punto di vista gomme in gara, alle stesse condizioni…
    Insomma la macchina lenta in qualifica sarà comunque svantaggiata in gara…
    Conclusione:
    _Domenicali si è mangiato il cervello o era assente alla riunione dei team
    _Domenicali mette le mani avanti, non saremo mai veloci e oltretutto ci hanno modificato le qualifiche sotto il naso avvantaggiando Mercedes che è veloce.
    _Domenicali si sta nascondendo dice cose per disorientare tutti, in realtà abbiamo la macchina nettamente migliore ma la nascondiamo e forse non la utilizziamo neanche in campionato perché la potrebbero copiare.
    Disorientato!

  • Onestamente neanche io capisco qual è il senso di queste dichiarazioni. Se fai il giro nel Q2 con le gomme piu dure, vuol dire che devi partire con quelle gomme, e l’anno scorso si è visto chiaramente che partire con le piu dure, non era vantaggioso. Quindi, se tutto rimane come l’anno scorso, allora tutti cercheranno di qualificarsi ancora con le morbide (che di fatto nella stragrande maggioranza dei gran premi, venivano usate solo nello stint iniziale).
    Curiosa potrebbe essere la situazione in cui quest’anno si scopre che partire con le dure sia vantaggioso. Allora si che le “preoccupazioni” di domenicali potrebbero avere un senso. Però in tal caso non può dire che è uguale all’anno scorso.

    • in ferrari hanno paura che anche con le più morbide non entrano nella q3.altrimenti non hanno alcun senso.

      • kingphoenix

        sembri un po troppo sicuro di quello che affermi…e se invece non fosse cosi come dici tu??!?

      • non sono sicuro di niente è che non riesco a trovare un altro senso a queste parole

      • kingphoenix

        non dice niente di strano, ma solo come stanno le cose. ovviamente rimane sempre un parere personale di domenicali.
        io non cercherei sempre di leggere tra le righe…

  • nn vedo cosa abbia detto di strano… gli hanno chiesto l’opinione sul nuovo format e ha risp che secondo lui non cambierà nulla.. nn vedo perchè debba essere un’affermazione pessimistica o ottimistica

  • Alessandro HAMALORAI

    Ma poi proprio Domenicali parla: quello che al Nurburgring fece qualificare le Ferrari su gomma dura nel Q3 sacrificando una seconda fila!! Mah!

  • Dalle parole di Domenicali traspare un ottimismo incredibile… c’è da incrociare le dita veramente.
    2 sono le cose… o la Ferrari è veramente un bidone, oppure stanno recitando la parte come si deve. Tra le due propendo per la prima, poi a Melbourne cominceremo a fare i primi bilanci…

  • già mette le mani avanti.mi sà ke stanno messi davvero male…cominciamo bene

  • Driver_Nic

    Ma Domenicali parla come se lavorasse per la Marussia! Cavolo la Ferrari quest’anno vogliamo vederla sempre lì davanti… Cattiveria cattiveria… Dai Ferrari

  • forzaschumy

    Scusate ma cosa si fuma??? Quello che ha detto domenicali è privo di un senso logico

  • MassaisTheBest

    Non capisco quale sia il problema, se uno riesce a qualificarsi con le dure è merito suo, quindi giustamente ne ricava un vantaggio. Non capisco il senso

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!