Coppia che scoppia? Mercedes, attenti a quei due

10 marzo 2014 11:48 Scritto da: Davide Reinato

I bookmakers li hanno già considerati i favoriti per il titolo mondiale: Lewis Hamilton e Nico Rosberg come gestiranno questa rivalità bollente? Ce lo spiega il pilota tedesco della Mercedes.

rosberg-hamilton-mercedesLa Mercedes si presenta in Australia come una delle grandi favorite. Le aspettative intorno alla Casa di Stoccarda sono grandi e, considerando gli investimenti massicci degli ultimi anni, i risultati perseguiti sono ora alla portata. Dopo il secondo posto conquistato nella classifica costruttori nel 2013, la Mercedes ora vuole migliorarsi. E, in questo caso, non si può che vincere il titolo.

La coppia di piloti che tenterà il colpaccio è di assoluto rispetto. Lewis Hamilton, già campione del mondo nel 2008, e Nico Rosberg, che il mondiale lo sta ancora inseguendo. Tra i due c’è sempre stata rivalità, fin dai tempi del go-kart, quando i due erano nella stessa squadra, la CRG.

Rosberg sogna il Titolo, ma sa che dovrà scontrarsi con un Hamilton più motivato che mai. “Lewis non è certo il mio migliore amico”, afferma Nico in una intervista al Telegraph. “E probabilmente non lo sarà mai, solo perché in questo ambiente è difficile diventare amici, soprattutto tra compagni di squadra, quando ci si contende la vittoria. Però ci rispettiamo, ridiamo parecchio: il nostro è un rapporto neutro e molto competitivo. A volte ci è anche capitato di alzare la voce in certe discussioni, ma poi si torna alla normalità”.

Ora, però, la cosa si farà più seria. Se si è già arrivati a forti discussioni senza lottare per il titolo, cosa potrebbe succedere quest’anno? Mantenere lo stesso rapporto sarà decisamente più complicato. Ma Rosberg, pur essendone consapevole, minimizza: “Non sarà una novità, anche da ragazzini c’è sempre stata competizione tra di noi, anche oltre la pista: dal numero di pizze che potevamo mangiare fino alle sfide di lotta libera in hotel, non è cambiato nulla. Certo, più successo avremo, più sarà dura”.

Il 2014 potrebbe essere finalmente l’anno di Rosberg, da sempre sottovalutato. Talmente tanto che, quando ha corso con Schumacher come compagno di squadra, si preferiva dare del bollito a Michael piuttosto che ammettere che le prestazioni di Nico erano di tutto rispetto. E solo quando Schumi si è ritirato ed è arrivato Hamilton, ci si è finalmente resi conto del potenziale del figlio di Keke.

Il tedesco però sottolinea: “Preferisco concentrarmi sulla guida piuttosto che sull’opinione che gli altri hanno di me. Ho bisogno del mio team per poter vincere e ne sono consapevole, mi piace molto cercare di lavorare con tutti e tirare fuori il meglio da ogni situazione. Quest’anno ci sono molte cose diverse e bisogna veramente affinarle ancora. Bisogna pensare che quando le cose non vanno bene si può sempre risalire, con l’energia positiva che c’è nel team. Ognuno di noi lavora al massimo e tutti sanno che siamo pronti a fare il passo successivo”.

45 Commenti

  • winnerskin

    sono d’accordo che Rosberg è un grande pilota. Uno che sta davanti regolarmente a Schumacher e spesso a Hamilton… c’è poco da discutere.

  • Ahaha! In McLaren i piloti sono alla pari? Ma nn farmi ridere. Vi siete dimenticati il 2007, quando il pupillo di Dennis è stato strafavorito? E proprio per questo hanno perso un mondiale che avrebbero vinto a mani basse. E nn si può dire che Alonso è sopravvalutato, ha vinto 2 mondiali e negli ultimi 4 anni pur con una macchina nn all’altezza è riuscito a giocarsi il mondiale fino all’ultimo.

    • stardrummond

      ma secondo me non è così…
      nel 2007 semmai il mondiale l’anno perso proprio perchè i 2 piloti sono stati trattati alla pari, poi semmai ai tempi era parso strano che dennis avesse trattato il debuttante lewis alla pari col campione alonso(che tra l’altro aveva poratto in dote alla mecca anche il super sponsor santander…)
      ma dennis è così! vuole sempre il massimo da tutti e pur di ottenerlo ha sempre ricorso anche metodi poco ortodossi, mettendo sovente in competizione anche gli stessi componenti del team, e questo non lo dico certo io, ma la storia della mclaeren dagli anni 80 fino a quel fatidico 2007…
      e se non mi credi ti puoi tranquillamente documentare….(qualche esempo: lauda-watson… lauda-prost… prost-rosberg… prost-senna… mansell-hakkinen… hakkinen-coulthard… raikkonen-coulthard… raikkonen-montoya… alonso-hamilton… button-hamilton… e ogni qualvolta furono i primi rivali, spesso con polemiche e litigi, ma altrettanto spesso con grandissimi risultati raggiunti!!!)

    • Riguardati il 2007.
      Malebourne- Hamilton costretto a rallentare il passo, per lasciare che Alonso si prenda il secondo posto.
      Monaco- Hamilton costretto a rallentare il passo perchè Alonso vinca.
      Malgrado tutto questo, Hamilton arriva in testa al mondiale in Canada.
      Vince in Canada.
      Vince in USA.
      Di cosa stai parlando GV27?
      Alonso pretendeva non solo lo status di prima guida, ma di essere il Dio-in-terra della McLaren e quando Dennis si è reso conto che non era proprio il caso di continuare a concederglielo a gratis, lo spagnolito caliente ha perso la brocca.
      Ricordi Indianapolis?
      Alonso perse da Hamilton, clamorosamente. E se non fosse stato per un errore soprattutto della squadra, a Shanghai, l’inglese sarebbe diventato campione del mondo al debutto.
      Ma non vi stancate mai, Alonsiani, di fare vittimismo?

  • stardrummond

    secondo me anche in mclaeren ci sarà da divertirsi, infatti credo che ron (conoscendo un po’ come si comporta con i suoi piloti) spingerà il più possibile magnussen a discapito del malcapitato button!
    interessantissima poi la sfida tra cavalli pazzi in lotus! anche se a enstone rischiano di sperperare gran parte del già striminzito budget nelle riparazioni post- incidente dei 2 sfrombolieri!

    • MotoreAsincronoTrifase

      in mclaren i piloti sono sempre stati alla pari, quindi non credo cheron spingera’ nessuno dei due. In lotus saranno anche cavalli pazzi ma da quel che si e’ visto grosjean asfaltera’ maldonado sia come velocita’ che come macchine distrutte.

      • stardrummond

        esatto, cioè quello che voglio dire è proprio che dennis per indole vuole sempre che i piloti spingano al massimo, mettendoli anche uno contro l’altro pur di motivarli!
        credo inoltre anche io che romain sia molto meglio di maldonato, però caratterialmente pastor è una brutta gatta da pelare per tutti, e potrebbe mandare o meglio rimandare in tilt grosjean, che ritengo molto veloce ma ancora deboluccio sul piano psicologico

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!