GP Australia 2014: Rosberg al comando delle Libere 3

15 marzo 2014 05:31 Scritto da: Redazione

Nella terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia, Nico Rosberg ottiene il giro più veloce davanti alla McLaren di Button e alla Ferrari di Alonso.

nico-rosberg-mercedes-melbourneLa terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Australia ha confermato un po’ le gerarchie viste ieri nelle prove libere. La Mercedes resta la favorita numero uno per la lotta alla pole position: Nico Rosberg ha ottenuto il giro più veloce con 1:29.375, mentre Hamilton è “solo” quarto con 1:30.919, senza però aver fatto un giro cronometrato con la gomma Soft, ossia quella più prestazionale.

Mercedes ancora sugli scudi, dunque, mentre dietro la situazione sembra molto più equilibrata. In seconda posizione troviamo Jenson Button con una McLaren che, lentamente, sembra trovare la giusta direzione sulla quale lavorare. La Mp4-29 risulta però molto instabile in frenata e, troppo spesso, il sistema brake-by-wire tradisce i piloti. L’allungamento degli spazi di frenata ha portato più volte sia Button che il compagno Magnussen ad arrivare molto scomposti in curva, andando anche ad abbandonare il nastro d’asfalto che delimita la pista.

Terza posizione per Fernando Alonso che si conferma a ridosso dei primi in classifica, ma ancora con qualche difficoltà a livello di trazione e guidabilità della sua Ferrari F14T. Problemi ancora più marcati per Raikkonen che, per il momento, non va oltre il settimo tempo. Proprio sui diversi problemi che sta incontrando Kimi, il Team Principal della Scuderia ha ammesso: “Dobbiamo fare in modo che  tutti i problemi siano affrontati rapidamente e risolti, perché la concorrenza è molto forte e il tempo a disposizione che abbiamo non è molto”.

La Red Bull oggi ha incontrato qualche difficoltà in più rispetto alla giornata di ieri. Se l’affidabilità sembra essere stata ritrovata, è mancata un po’ la prestazione sul giro singolo. Ricciardo ha ottenuto il quinto tempo con 1.30.970, confermandosi così ai livelli della Ferrari, mentre Vettel non è andato oltre l’1:32.255, lamentandosi – così come il compagno – di non poter tirare fuori il massimo dagli pneumatici.

Sessione complicata alla Williams: mentre Massa ha potuto fare 20 giri, il migliore in 1:31.7, Bottas non è andato oltre ad un doppio installation lap durante il quale è stato riscontrato un problema con la trasmissione della FW36. Tutt’ora i meccanici stanno lavorando alacremente per sistemare il problema e permettere al finnico di poter disputare regolarmente le qualifiche.

Decisamente disastrosa la situazione in casa Lotus. Romain Grosjean era furioso per non aver potuto girare neanche oggi: solo 4 tornate e nessun tempo cronometrato. E’ andata leggermente meglio a Maldonado che ha realizzato 15 giri, ma che sul finale ha comunque dovuto abbandonare la monoposto a bordo pista per un problema tecnico. Sia la Lotus che Caterham hanno già fatto uso, per questo weekend a Melbourne, della deroga sul coprifuoco: non è bastato, però, il lavoro notturno dei meccanici a raddrizzare una situazione particolarmente critica. Insomma, il team di Enstone è in piena crisi d’affidabilità in questo inizio di campionato e rischia di non prendere neanche parte alla corsa, se non per una manciata di chilometri.

GP AUSTRALIA 2014 – RISULTATI LIBERE 3

Pos  Pilota             Team                  Tempo      Gap       Giri
 1.  Nico Rosberg       Mercedes              1m29.375s             15
 2.  Jenson Button      McLaren-Mercedes      1m30.766s  +1.391s    20
 3.  Fernando Alonso    Ferrari               1m30.876s  +1.501s    11
 4.  Lewis Hamilton     Mercedes              1m30.919s  +1.544s    13
 5.  Daniel Ricciardo   Red Bull-Renault      1m30.970s  +1.595s    13
 6.  Nico Hulkenberg    Force India-Mercedes  1m30.978s  +1.603s    16
 7.  Kimi Räikkönen     Ferrari               1m31.156s  +1.781s    12
 8.  Kevin Magnussen    McLaren-Mercedes      1m31.251s  +1.876s    22
 9.  Sergio Perez       Force India-Mercedes  1m31.665s  +2.290s    17
10.  Felipe Massa       Williams-Mercedes     1m31.723s  +2.348s    20
11.  Daniil Kvyat       Toro Rosso-Renault    1m31.925s  +2.550s    17
12.  Sebastian Vettel   Red Bull-Renault      1m32.255s  +2.880s    14
13.  Jean-Eric Vergne   Toro Rosso-Renault    1m32.417s  +3.042s    16
14.  Jules Bianchi      Marussia-Ferrari      1m34.184s  +4.809s    15
15.  Adrian Sutil       Sauber-Ferrari        1m34.188s  +4.813s    16
16.  Kamui Kobayashi    Caterham-Renault      1m34.413s  +5.038s    19
17.  Max Chilton        Marussia-Ferrari      1m34.717s  +5.342s    15
18.  Pastor Maldonado   Lotus-Renault         1m34.754s  +5.379s    15
19.  Marcus Ericsson    Caterham-Renault      1m36.159s  +6.784s    21
20.  Valtteri Bottas    Williams-Mercedes                            2
21.  Esteban Gutierrez  Sauber-Ferrari                               2
22.  Romain Grosjean    Lotus-Renault                                4

 

2 Commenti

  • non è detto che dovremo inseguire, la cosa positiva è che se mercedes consuma molto ed è probabile visto che va più forte, significa che in gara dovrà rallentare, quindi il segreto x vincere è avere un motore magari non potentissimo ma costante specie nei consumi il che si traduce che in qualifica si soffre ma in gara la musica cambia, se in gara non accade questo allora è finita ed inizia l’era mercedes

  • Vedendo il tempo di Alonso di stamane, prendiamo 8 decimi, ma le condizioni della pista erano diverse, quindi il vantaggio per me è oltre il secondo.

    Un altro anno da inseguitori

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!