Magnussen, debutto con record nel weekend di Melbourne

16 marzo 2014 14:33 Scritto da: Andrea Facchinetti

Il danese conclude al terzo posto la prima gara della carriera seguito dal compagno Button, autore di un’ottima rimonta dal 10° posto. Ma la squalifica di Ricciardo fa guadagnare una posizione ad entrambi, portando sul podio anche Button.

Magnussen Australia 2014La Formula 1 ha imparato presto a conoscere il talento di Kevin Magnussen: il danese – all’esordio nella massima formula – conclude al terzo posto il suo primo Gran Premio in carriera, così come fece un certo Lewis Hamilton sette anni fa. Ma, ironia della sorte, la squalifica di Ricciardo lo proietta al secondo posto, distruggendo così il record dell’anglocaraibico.

A completare il weekend positivo per la  McLaren ci pensa Jenson Button. Il pilota inglese, che si era classificato ai piedi del podio, avanza di una posizione e conferma il team di Woking in testa alla classifica costruttori dopo la prima gara.

La gara di Melbourne, comunque, non è tutta rose e fiori per la McLaren. In partenza, Magnussen rischia di perdere il controllo della sua monoposto a causa dello slittamento delle ruote posteriori, riuscendo però a mantenere la quarta posizione e superare un Hamilton in difficoltà qualche curva dopo. Il danese non lascerà più la terza posizione fino al termine della gara, controllata con la freddezza di un veternato nonostante le mille difficoltà. La strategia del pilota danese è impostata sulle due soste, utilizzando le gomme a mescola più dura solamente nell’ultima parte della corsa. Nel finale Kevin è andato addirittura ad insidiare Ricciardo, riuscendo anche ad entrare in zona DRS senza però attaccare veramente l’australiano, dovendo fare i calcoli con il risparmio del carburante. Magnussen diventa così il primo pilota danese a conquistare un podio in Formula 1.

Comprensibilmente raggiante Kevin Magnussen in conferenza stampa: “Come ha detto Nico, non riesco a crederci, è come se avessi vinto. La squadra arriva da una stagione difficile e c’era voglia di riscatto. La vettura si è comportata meglio di quanto mi aspettassi oggi. Quest’inverno abbiamo fatto un buon lavoro, è stata dura per me all’inizio, ma il team è stato fantastico, mi han fatto sentire a casa sin da subito e non potevo chiedere di più”. Il danese ha poi parlato del duello ingaggiato per tutta la gara con la Red Bull di Ricciardo: “All’inizio avevamo un passo simile, ma bisognava anche gestire il carico di carburante, quindi un giro recuperavo, l’altro perdevo, ma non è stato abbastanza per passare Daniel. Visto da fuori credo che questo tipo di gare sia entusiasmante”.

Una gara decisamente diversa, invece, per Jenson Button. Scattato dalla decima posizione sfruttando l’arretramento di Bottas, l’inglese riesce a stare lontano dalle insidie delle prime curve mantenendo la posizione di partenza. La sua gara prende una piega diversa quando, all’entrata in pista della safety car, si ritrova a ridosso della corsia box, approfittando immediatamente dell’occasione per effettuare la sosta e guadagnare secondi preziosi. Durante la seconda sosta il  Campione del Mondo 2009 scavalca sia Alonso che Hulkenberg, lanciandosi all’inseguimento del sorprendente compagno di scuderia.

Alla prima gara senza il padre John, Button ha dichiarato: “Sono molto felice per la squadra, abbiamo ottenuto un grande risultato. Partire decimi è sempre difficile perchè tutti vogliono fare una buona partenza, fare un incidente è molto facile. Mi sono goduto la gara, anche se a livello emotivo è stata molto dura per me. Non sono una persona che mostra molto i suoi sentimenti in pubblico, ma devo ringraziare la mia famiglia, i miei amici e tutti coloro che mi hanno supportato questo week end. Mio padre oggi avrebbe un grosso sorriso, sono certo che lui sta apprezzando il fatto di ricordarlo oggi”. Anche Ron Dennis ha commentato molto brevemente il risultato odierno: “Siamo felici, ma non soddisfatti: lo saremo quando vinceremo”.

La McLaren torna sul podio dopo una stagione d’agonia. Era dal Brasile 2012 che non vedevamo una monoposto di Woking nei primi tre. Dopo la prima corsa, la McLaren è ora al comando nel Campionato Costruttori – cosa che non accadeva dal GP di Cina 2012 – con un totale di trentatre punti. Per il prossimo appuntamento di Sepang,  in programma tra quindici giorni, la McLaren potrà usufruire di un nuovo pacchetto aerodinamico in preparazione in factory. Chi ben comincia è a metà dell’opera…

34 Commenti

  • MotoreAsincronoTrifase

    ragazzi quoto in parte ma whirtmarsh ha diretto molto bene il team che si e’ sempre dimostrato il secondo subito dopo la red bull, tranne nel 2012 in cui era anche al livello delle lattine ma mancava di affidabilita’. Solo l’anno scorso ha fatto schifo e per un anno non lo avrei silurato. Poi il progetto della vettura di questanno e’ iniziato 2 anni fa, quindi in piena era martin, l’arrivo di ron da un paio di mesi non ha influito sui successi attuali se non per l’assunzione di magnussen che si sta dimostrando competitivo.

  • Io la vedo un pò diversamente da iron mc.
    secondo me la redbull è molto ben messa..meglio di tutti…ha avuto dei problemi ma non erano problemi prestazionali…
    le prestazioni devono ancora mostrarle…..praticamente hanno girato di continuo per la prima volta e guarda come andavano…e senza vettel!!!
    secondo me in malesia mettono tutti in riga….

    per quanto riguarda la mclaren è un incognita…esperti dicono che hanno un innovazione eccezzionale dietro ma è deficitaria sotto il profilo dei piloti…ok magnussen ha fatto una onesta gara…ma se non abbiamo un campione al suo fianco non abbiamo il riferimento per valutarlo…e button non è un campione…

    per quanto riguarda il motore secondo me con l’honda ci sarà un balzo in avanti pauroso..primo perchè nei motori turbo ci capiscono un bel pò (al contrario della ferrari che non chà mai capito niente), secondo perchè hanno un anno di vantaggio…
    speriamo che sborsino i soldi per un vero pilota il prossimo anno

    • Caribbean Black

      ahahahhaha 😀

      “esperti dicono che hanno un innovazione eccezzionale dietro ma è deficitaria sotto il profilo dei pilotii…ok magnussen ha fatto una onesta gara…ma se non abbiamo un campione al suo fianco non abbiamo il riferimento per valutarlo…e button non è un campione…”

      E’ da ridere, da scompisciarsi davvero 😀

      “ESPERTI DICONO”

      Ma dai per cortesia Boss, ora siamo all’esagerazione…questa è una tua, unica, sola e mera convinzione personalissima!

      Eddai ti prego, non diciamo sciocchezze per cortesia 😀

      Poi ancora…la ciliegina sulla torta…

      “per quanto riguarda il motore secondo me con l’honda ci sarà un balzo in avanti pauroso..primo perchè nei motori turbo ci capiscono un bel pò (al contrario della ferrari che non chà mai capito niente)”

      Honda con i turbo ci capisce qualcosa, Ferrari non ci capisce nulla????

      Ma stiamo scherzando???

      Cioè non c’è una valutazione oggettiva in questo sproloquio…cioè, in base a cosa non ci capiscono nulla in rosso, mentre i giapponesi ne capiscono???
      Ma se Honda coi motori Turbo è una frana, non vince nulla da secoli quasi….magari con gli aspirati in campo NAZIONALE hanno vinto qualcosa…ma in campo nazionale….al massimo americano….ma non oltre.

      Sono anni che il motorsport mondiale è dominato dai Motori Europei….e ci sono bacheche che parlano da sole….Honda, ma il giappone in se, non vince nulla di concreto ne apre cicli da una vita??

      Ok le impressioni personali, ma le bugie provate ad essere fatte passare per fatti concreti no….

      Mah! Vabbè….per fortuna che hai scritto “secondo me”

      ahahahahha 😀

      • Non è che dietro lo schermo del “secondo me” si può nascondere tutto. Se Domenicali avesse detto Giovedì “secondo me quest’anno vinceremo il Mondiale” oggi sarebbe a buon diritto disoccupato. Le opinioni son tutte lecite è vero, ma spacciare per verità alcuni pensieri (cito “Button non è un campione -a dispetto di una bacheca che parla chiaro-“, “alla Honda dei motori turbo ci capiscono un bel po al contrario della ferrari che non ci ha mai capito niente”) falsi e tendenziosi non si confà ad uno scambio di pareri utile e produttivo. Spero tu possa mitigare i tuoi giudizi caro Boss, soprattutto su Jenson (pare quasi che ti abbia fregato la fidanzata, accidenti!), perchè le tue attuali dichiarazioni non fanno onore ad un vero tifoso McLaren.

    • No boss dai basta, sei un disco rotto con questa storia di Button. Non ho nessuna voglia di controbattere con dati veri e verificabili, dico solo che un campione è considerato tale sia quando ha 2/3 decimi nel piede, Hamilton-Alonso-Vettel sia quando riesce a gestire lo svolgersi della corsa in maniera impeccabile meteo,pit stop,imprevedibilità,safety car(Button) beh se poi hanno entrambi si chiamano fuoriclasse (Senna-Prost-Schumacher).

      Parlando d’altro volevo complimentarmi con il grande Ron, che ha avuto l’ennesima intuizione vincente,rinunciando ai soldi di Perez e prendendo Kevin!!! P…e si chiamano pa..e quelle che non ha mai avuto Martin, persona troppo per bene per lavorare in questo ambiente. Ron non avrebbe mai cercato di piazzare un licenziato.

      Bella prova ragazzi, testa bassa e continuate così.

  • Comunque per quanto riguarda i figli illustri, occhio a Max Verstappen, figlio di Jos. Secondo me tra qualche anno ne sentiremo parlare nel Circus

  • Non si sa nulla del Main Sponsor?

    • Caribbean Black

      No JBC, non ne abbiamo bisogno perchè abbiamo un fondo cassa esagerato grazie ad un’idea di Martin Whitmarsch che volle creare una sorta di gruzzolo da spendere per pagare a lungo termine Jenson e Lewis….poi Hamilton decidendo di andare via, ha fatto si che parte di quei soldi rimasero inutilizzati, ed ora li stiamo adoperando per questa situazione di mancato title sponsor.

      Penso che sia anche una cosa studiata a tavolino, in quanto, un title sponsor, quando si ingaggia offre un servizio che dura nel tempo, non un solo anno, e molto probabilmente, si sta attendendo l’arrivo di Honda che sicuro al 90% porterà con se anche un title sponsor.

      Non ne abbiamo ancora uno molto probabilmente per via della fornitura Mercedes.

  • Beh ragazzi, il ritorno di Ron ha avuto i suoi effetti o sbaglio?
    In bocca al lupo 😉

  • meglio di quanto mi aspettassi. comunque parliamo sempre di una grande scuderia che le macchine le sa fare…
    complimenti!
    ora bisogna vedere se arrivano sponsor e soldi per sviluppare la macchina ad alto livello

  • ferrarista nel cuore

    mi sembra un gran bel talento il danese a parte il brivido in partenza poi gara eccelente…vedremo se nel corso della stagione avrà continuità,complimenti anche alla mcl per aver sembrerebbe aver azzeccato il progetto

  • Oggi vorrei parlare a mente fredda di ciò che a noi tifosi della McLaren interessa di più, ossia le prestazioni della Mp4-29.
    Oggettivamente quest’anno siamo abbastanza competitivi.
    Ovviamente il fatto di avere il motore Mercedes credo che sia importantissimo (per inciso, spero veramente che la Honda si presenti il prossimo anno con qualcosa di similmente competitivo).
    Tuttavia la macchina non è solo motore, quindi è evidente che il lavoro fatto in inverno sembra essere molto buono.

    Analizzo ora la gara nello specifico:
    Posto che la Mercedes è, per ora, di un altro livello, mi vorrei soffermare sul confronto con la RedBull.
    Con gomme soft ho visto una RedBull un pelino più veloce, ma credo che, con Vettel in pista e senza problemi, quel pelino poteva essere anche 4/5 decimi al giro.
    Con gomme medie invece i valori si sono ribaltati e la McLaren con entrambi i piloti è sembrata decisamente più veloce della RB, tanto che Kevin è riuscito a ricucire lo strappo di 7/8 secondi che lo separava da Ricciardo in poche tornate.
    La valutazione sulla qualifica è invece da rimandare visto che in condizioni così complesse come quelle di sabato non si può oggettivamente fare un’analisi concreta.

    Nel complesso credo che le macchine si equivalgano o comunque ci sia una differenza prestazionale di poco conto(1 o 2 decimi al massimo) nell’arco di una gara.

    Infine vorrei fare altre due considerazioni:
    1)Come valore generale ieri sono stato colpito dalla Williams. Senza tutte quelle disavventure potevano tranquillamente giocarsi il podio con entrambe le vetture. Quindi dietro la Mercedes al momento ci sono 3 Scuderie più o meno alla pari, con la Ferrari che sembra più in ritardo.

    2)Il mondiale si giocherà adesso sullo sviluppo della vettura e visto quello che la RB è riuscita a fare negli ultimi anni e in particolare nelle ultime due settimane credo che i tori siano ancora il punto di riferimento come capacità di reazione nel migliorare la vettura.
    Per cui mi aspetto un notevole incremento di prestazione della RedBull soprattutto da Barcellona in poi.
    Quindi se la McLaren, ma anche la Mercedes e tutte le altre, vogliono giocarsi il titolo dovranno spingere come matti nello sviluppo, perchè Newey & Co. non si fermeranno certamente.

  • Caribbean Black

    Boss….tu non sei un Cavaliere d’Argento come noi tutti qui dentro….sai solo criticare i piloti senza oggettività…..

    Stai ancora attaccato al sedere di Piangina Hamilton e Sua Falsità il RE delle Asturie…

    Purtroppo sono le 3.13 del mattino e non ho piu seguito il blog da stamattina alle 10.00….vorrei risponderti analiticamente senza polemizzare e basta, ma purtroppo è tardi….e non ho ne voglia ne tempo…

    Ti dico solo che non sei un Vero Supporter McLaren come me, Mauro, Carlo M, LOL, Iron Mc o Bruce….e questo ti fa veramente poco onore.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!