Ferrari incassa il colpo: “L’elettronica ci ha limitato”

Stefano Domenicali e Pat Fry analizzano la gara della Ferrari a Melbourne. La Rossa incassa il colpo e guarda avanti.

Alonso Ferrari Chiudere a 35 secondi di distacco dal vincitore non è il risultato che la Ferrari voleva raggiungere alla prima uscita a Melbourne. Il confronto con la Mercedes è impietoso e il cronometro, a questo punto, non mente: il lavoro da fare per recuperare il gap è veramente corposo.

Non si nasconde Stefano Domenicali, Team Principal della Scuderia Ferrari. La sua è una analisi lucida della situazione: “La prima gara ha fornito un chiaro aspetto sotto il profilo dei valori in campo e di quali sono le squadre che hanno dimostrato una migliore preparazione a questi nuovi regolamenti. Dal nostro punto di vista, abbiamo raggiunto l’obiettivo dell’affidabilità, ma il distacco da recuperare sulle Mercedes è evidente. Le nostre informazioni raccolte in Australia ci indicano con assoluta chiarezza qual è la strada da percorrere e dove è necessario intervenire. Sarà importante accelerare i tempi di recupero e reagire immediatamente, come si è sempre fatto in questa squadra. Sappiamo quali sono le priorità e le aree in cui dobbiamo migliorare la monoposto”.

Portare entrambe le monoposto al traguardo era l’obiettivo principale, ma comunque qualcosa è mancato. E non solo a livello di prestazioni. Lo ha detto anche Pat Fry che, sul sito ufficiale della Scuderia, ha dichiarato: “L’affidabilità non può mai essere data per scontata. Oltre a sorprendere diverse vetture, in alcune fasi ha limitato anche la nostra prestazione. Su entrambe le F14T abbiamo sofferto di qualche problema di natura elettrica, non riuscendo a sfruttare tutta la potenza a disposizione”.

Andando ad analizzare la gara nel dettaglio, Fry ha sottolineato: “Fernando ha perso molto tempo dietro a Hulkenberg e il potenziale della vettura si è potuto vedere solamente dopo il sorpasso, avvenuto grazie alla strategia con le soste ai box. Kimi ha fatto unab ella partenza, ma ha sofferto di graining sulle gomme anteriori che gli hanno limitato la prestazione. Ci aspetta molto lavoro da fare. Abbiamo dei rivali molto forti, ma anche gli strumenti per colmare il divario tra noi e loro”.

152 Commenti

  1. La cosa deprimente è che da parte mia non c’è più NESSUNA fiducia nella possibilità che a Maranello riescano a recuperare il distacco dalle altre 4 (!) squadre. Questa Ferrari mediocre e questa F1 mi hanno stancato

  2. Piantatela con aerodinamica… Xk quando mancano da 50 cv in su non c’è nulla da fare..
    E alla Ferrari mancavano tutti..!
    Xk era Fiacca da morire..!!
    Ma quali problemi di guidabilita?? Se bottas arrivava dietro come un fulmine..
    I nostri guidavano impiccati dai..!! Lo si capiva bene..

    1. Si il gap secondo i tecnici ferrari tra p.u ferrari e mercedes dovrebbe essere intorno ai 50 cv o poco più. …sono sempre dati da prendere con le pinze perché ferrari non ha dati certi della p.u mercedes

  3. Da quando Todt ha lasciato Maranello, alla Ferrari manca il capo!
    Domenicali? Un bravo secondo, il Massa dei Dirigenti, il Whitemarsh di Maranello.
    Per farla breve, serve un Ron Dennis o addirittura un Briatore, antipatico fin che vuoi, ma vincenti! Pare che solo col pugno di ferro in Italia si riesca ad avere risultati importanti, infatti Jean Todt non per nulla viene chiamato Napoleone.
    Grazie Stefano ma ora basta con un solo Titolo, dopo 7anni di tentativi, sarebbe ora lasciare la gestione ad uno che non piace a tutti ,ma sa come far rigar dritti i vari settori.

  4. “Sarà importante accelerare i tempi di recupero e reagire immediatamente, come si è sempre fatto in questa squadra.”

    QUANDO UNO PERDE UNA BUONA OCCASIONE PER STAR ZITTO!

    1. Da quando c’è lui sempre ad inseguire, recuperare e sperare.
      Basta! Serve gente con idee chiare, innovative che sappia cogliere e scegliere le persone giuste nei vari settori.
      Con Allison spero vivamente che nel aerodinamica si sveglino e trovino quell qualcosa di innovativo che da tanto tempo manca.
      Negli altri settori ormai aiutano solo i soldi, RB in primis ora Mercedes, investono senza paura, perché i risultati ripagano. Come ieri ha mostrato Nico…

  5. Credo che una volta che si riesca a risolvere il problema al motore, probabilmente a leggere in giro, dovuto a una problematica interazione tra centraline interne e ufficiali, la Ferrari potrà risalire posizioni. E’ vero che sono mesi che ci lavorano senza risultato, sapevano già tutto, ma sono stati sorpresi dalle prestazioni degli altri due motoristi che nonostante tutto si sono presentati “più” pronti sul fronte prestazioni.
    D’altronde se il motore Ferrari nonostante costasse meno degli altri due motoristi è finito solo su due scuderie di secondo piano, un motivo doveva pur esserci. ho sospettato già nella stagione in corso vedendo scarso interesse verso il propulsore modenese delle altre squadre… in F1 è tutto segreto, ma le voci girano.
    Pensando positivamente ci sono AMPI margini di miglioramento, anche perchè peggio di così è davvero difficile dai Marmorini solo contro i giganti facci vedere che sai fare!

    1. ovviamente risolto questo ci si dovrà concentrare sul telaio e aerodinamica, che putroppo è ferma i tempi d’oro… dal diffusore alle ali… è arcaica, quasi una memoria storica ufficiale su ruote 😀

  6. Alonso ha la caratteristica di non riuscire a nascondere quello che pensa, glielo si legge in faccia, di sicuro non sarebbe un buon giocatore di poker, ebbene fino ad inizio 2012 era sempre abbastanza raggiante, positivo e fiducioso, da metà 2012 sono cominciati i musi che si son visti pure in questo week end, quind considerando che lui è dentro al team e ne sa per forza più di noi, vedendo le sue espressioni si capisce che di speranze ne ha poche, quindi inutile farsi illusioni

    1. Nel 1998 la Ferrari a melbourne arrivò 4* con Irvine staccato a più di 1 giro.
      Poi la Ferrari recuperò e vinse già dalla terza gara in Argentina col kaiser!

      Non disperate!

      Non disperatum tantum ad est, che vincentum più a ovest!

  7. Certo
    Guardare anche le prestazioni di sauber e marussia mi viene da pensare che ok l affidabilità. .ma manca davvero velocita..
    Che in ferrari pensino solo di finire le gare?

  8. Il problema è il motore termico. …che per consumo ha girato con 570cv…ma hanno problemi al motore elettrico sopratutto in qualifica ,in gara l’elettrico non da il 100% ma qualcosa meno…si parla di poca roba. I cv che mancano derivano da quello termico che riesce ad essere affidabile con limitatatura di cv.

  9. Buongiorno a tutti.
    Anche quest’anno è andato. L’ennesimo di una serie.
    Scusate se sono laconico, ma non c’è molto altro da aggiungere per quanto riguarda la Ferrari. Il campionato è una cosa interna alla Mercedes. Solo la RBR di Vettel potrà impensierire il duo delle Frecce d’argento, ma da metà campionato in poi. E in ogni caso la Mercedes non starà a guardare ma svilupperà la macchina con più tranquillità rispetto agli altri e questo si tradurrà in maggior affidabilità.
    Pazienza. L’importante è che nel frattempo la Ferrari continui a lavorare con determinazione come dice sempre (e dico sempre) il suo DS. Poi le scuse e le giustificazioni arriveranno, come al solito.

  10. voglio fare una precisazione in merito al discorso che i problemi della rossa siano legati solo alla p.u.:
    beh ieri mi sono rivisto il gp 2 volte e la seconda ho cercato di concentrarmi proprio sulle rosse usando spesso la funzione camera car e vi assicuro che entrambe le vetture erano davvero scorbutiche in inserimento in curva, e ahimè adirittura kimi era in grandissima difficoltà soprattutto con il sistema frenante, a parer mio sembrava quasi che alcune ruote frenassero molto di più di altre, anche fuori asse, e in effetti non ricordo o almeno personalmente non ho mai visto in tanti anni vetture di formula 1 andare al bloccaggio in frenata con un anteriore sx e una posteriore dx! o viceversa!!! davvero un fatto insolito.
    insomma questo per dire che sempre a mio avviso la f14t ieri aveva anche dei grossi problemi di guidabilità, evidenziati anche dalle innumerevoli operazioni effettuate da entrambi i piloti sui vari manettini del volante, sia in rettilineo che in curva!

    1. evidenzio anche il fatto che solo per alonso una volta montate le gomme medium, e cioè dopo l’ultimo pit stop, finalmente la macchina sembrava decisamente piu’ guidabile e del resto i tempi sul giro sono almeno per il pilota spagnola decisamente migliorati!

      1. Però è stata una fase di gara dove non aveva altre vetture davanti a fargli da tappo e probabilmente gli altri hanno spinto meno.

      2. inoltre ultimissima precisazione, sulla vettura di kimi per un periodo di gara non era possibile nemmeno aprire il drs, ma non hanno chiarito se il problema fosse inerente alla f14t, e quindi un diefetto meccanico, oppure al sistema gestito dai commissari

  11. Comunque è normale che nella progettazione di un motore completamente nuovo un motorista possa essere riuscito a far meglio dell’altro. Il problema è il blocco dei motori che secondo me doveva avvenire più avanti, magari dalla prossima stagione, bloccando lo sviluppo subito chi è indietro nelle prestazioni resta indietro e anche lo spettacolo va a farsi benedire perchè si rischia (e di fatto quest’anno è così) che un team stradomini la stagione

  12. il ritardo della ferrari è evidente e concentarto nel motore.
    la mercedes ha fatto un ottimo motore.
    la ferrari non ci è riuscita.
    la verità è che se ieri hamilton, bottas e massa non avessero avuto problemi, alonso sarebbe arrivato 7 o 8.

    la stagione è andata. e ho paura che il ritardo tecnologico si allungherà pure sugli anni a venire.

    la ferrari ha avuto i uoi anni di gloria.
    prmai è uan squadra discreta di media classifica.
    le risorse della mercedes non ci sono e i risultati si vedono.

    i miracoli non si fanno.
    faremo ua stagione da comprimari.

    alonso è un assoluto fuoriclasse e questo è l’ultimo anno con ferrari.

    inutile cercare scuse o spiegazioni strane.

    rilassiamoci e godiamoci cmq l’annata con dominio teutonico.

    pe rfortuna ci sono quei poco di buono della redbull che fanno casino e suscitano un po’ di interesse.

  13. Da fonti interne a maranello arrivano voci preoccupanti.I motoristi stanno passando notti insonne nel capire come mercedes abbia fatto a fare un motore potente dai bassi consumi. Si proprio il motore termico pare sia la causa della opaca prestazione Ferrari. Quanto pare la Ferrari ha proplemi di consumo carburante che limita la potenza. Mi è giunta voce che il motore per la gara d’Australia abbia girato con una potenza limitata a 570cv….contro i 610 di mercedes.in ferrari si sta cercando tramite mappatura a limitare i consumi sfruttando maggiormente il motore elettrico che ha ancora anche lui problemi di gestione in modalità full

    1. Scusa Alessio, tu stai dicendo che il gap dai mercedes si attesterebbe sui 40 CV, in parte dovuto all’incapacità attuale di utilizzare la potenza elettrica al 100%? Oppure, secondo la tua fonte interna, sono 2 problemi che si sommano?

    2. vado controccorrente, per 2 motivi:
      1 se il divario è solo quello beh allora sorrido perchè 40cv si recuperano e in merito ai consumi anche quelli si aggiustano, lavorando su più fronti(con la shell, sull’elettronica ect)
      2 non è solo il problema del p.u. il gap di ieri! la f14t è acerba anche sul fattore aereodinamico e anche e soprattutto nell’area complessa dell’elettronica e del software a cominciare dal brake by wire fino all’erogazione della potenza elettrica…
      quindi mondiale lungo e a parer mio(e qui so che mi becchero’ delle critiche) APERTISSIMO!!!

  14. Buongiorno a tutti,
    purtroppo la situazione è che la ferrari è una macchina da mezza classifica.
    Ieri se vettel, hamilton e le williams non uscivano, ci stavano sicuramente davanti; e poi superare la force india solo ai box è deprimente. e non dimentichiamoci che la SC ha neutralizzato la corsa; se no altro che 35 secondi al traguardo!!
    Non se ne può più delle c….te di domenicali che ripete a macchinetta le sempre le stesse cose: affidabilità, sappiamo dove intervenire.. bla bla bla;
    SONO SETTE ANNI CHE PRENDE SCHIAFFI; ha vinto il mondiale con raikkonen nel 2007 solo perchè Jean Todt gli aveva lasciato in eredità una signora squadra e la macchina migliore del lotto.

    non me ne frega nulla che il marchio ferrari è il primo al mondo. Vogliamo che siano i primi in pista!!

Lascia un commento