Force India, chi va piano va sano e… prende punti

16 marzo 2014 17:11 Scritto da: Ilaria Della Pepa

Nonostante un ritmo non proprio eccellente, entrambe le Force India hanno visto la bandiera a scacchi al Gran Premio d’Australia e conquistato punti utili alla classifica costruttori. Un inizio positivo che lascia ben sperare per il prosieguo del campionato.

force_ausIl mondiale della Force India inizia su una buona strada: dopo la buona prestazione in qualifica, oggi Nico Hulkenberg raccoglie i primi punti iridati con il suo settimo posto, ottenuto in una corsa sempre in lotta tra i big. Ha rischiato di rimanere a bocca asciutta Perez, giunto undicesimo al traguardo. La squalifica della Red Bull di Daniel Ricciardo, però, gli ha consentito così di agguantare un punto.

Per il tedesco della Force India il buonumore dovuto alla bella prestazione del sabato si trasforma in grande soddisfazione per i sei punti conquistati: “Abbiamo iniziato il mondiale in modo positivo, e sono contento di essere arrivato al traguardo – per la prima volta qui a Melbourne – collezionando anche dei punti“. Per Nico la strategia di gara è stata di due soste, nelle quali ha montato gomme morbide e medie rispettivamente, per far fronte ad un ritmo che tutto sommato è stato buono. “Sono partito bene” commenta “e per i primi due terzi di gara ero in quarta posizione, ma ho accusato del graining sulla gomma anteriore sinistra quando montavo le morbide, e questo ha un po’ compromesso la corsa“. Nonostante questo piccolo inconveniente, Hulkenberg ha lottato con i big (cedendo due posizioni ad Alonso e Button, con i quali ha battagliato) e non può che essere fiducioso per la prossima gara: “Peccato aver perso il quarto posto dopo la seconda sosta, ma a quanto pare le altre vetture che mi hanno sopravanzato hanno un passo migliore al momento. Oggi posso soltanto ringraziare il mio Team per la vettura che mi ha dato lavorando durante l’inverno, e permettendomi di prendere punti così presto“.

Sergio Perez non nasconde il disappunto per l’andamento della gara e racconta così il suo Gran Premio d’Australia: “Sono di sicuro soddisfatto di aver completato la gara che è diventata difficile sin dal primo giro, quando Gutierrez mi ha colpito, causandomi la foratura della gomma, il pit-stop e la perdita di posizioni“. Sergio ha cercato di affrontare il resto della gara sfruttando il buon passo della sua Force India, e anche l’ingresso della Safety Car: “Dopo essere finito a fondo gruppo, ho cercato di dare il massimo con le gomme medie – Perez si è poi fermato altre due volte – e anche la vettura di sicurezza mi ha permesso di guadagnare un po’. Peccato aver perso tempo dietro Sutil  ma questa gara tutto sommato ci ha dato un buon bagaglio di informazioni e fiducia per la prossima gara in Malesia“.

Vijay Mallya, Team Principal della Force India, incoraggia il suo gruppo dopo una domenica positiva: “Il nostro obiettivo era di iniziare bene arrivando a punti, e ci siamo riusciti. Nico ha fatto una gara eccellente, sempre vicino al top, mentre purtroppo il GP di Sergio è stato compromesso dalla foratura. Abbiamo comunque finito la corsa, il che è soddisfacente in una giornata come questa, così piena di incognite per tutti, e abbiamo raccolto informazioni preziose per lo sviluppo futuro. Il Team è stato straordinario, e non vediamo l’ora di correre in Malesia per fare ancora meglio“.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!