Honda, presenza informale a tutti i GP della stagione

I dirigenti del progetto Honda saranno presenti a tutti i Gran Premi della stagione per studiare da vicino la serie che vedrà il loro ritorno nel 2015.

Arai-sanNel paddock dell’Albert Park di Melbourne c’erano due osservatori di eccezione. Nomi che, per il momento, magari non dicono niente al grande pubblico ma che ben presto inizerà a conoscere meglio. Si tratta di Yasuhisa Arai (nella foto) – responsabile del progetto Honda F1 – e di Kazuo Sakurahara, direttore tecnico del motorista nipponico.

Questa è stata la prima occasione, per i due tecnici di spicco, di guardare la nuova Formula 1 da molto vicino. Continueranno a farlo, seppur in maniera formale, per l’intera stagione, cercando di carpire quante più informazioni possibili utili al lavoro per lo sviluppo del nuovo propulsore V6 Turbo.

Intervistato da Japan Today, Arai ha ribadito tutta la voglia di Honda di tornare in Formula 1 con successo: “Inutile correre se non vinci. E’ per questo che ci siamo uniti ad un team vincente. All’inizio del programma abbiamo avuto alcune difficoltà, è vero, ma al momento siamo abbastanza soddisfatti del lavoro di sviluppo del nostro nuovo propulsore”, ha ammesso.

Il colosso giapponese non tornerà in F1 come semplice motorista, ma instaurerà con McLaren una partnership molto più radicata che darà probabilmente sbocchi anche al settore automotive. Per Honda, infatti, la nuova Formula 1 Green è molto interessante: “Siamo particolarmente interessati allo sviluppo relativo ai sistemi di recupero d’energia dai gas di scarico. Vogliamo aumentare di almeno il 30% l’efficacia dei nostri sistemi. Mentre per quanto riguarda il fronte termico, al momento non esiste nessuna tecnologia in grado di farlo, è una sfida enorme e se ce la faremo potremo applicarla alle nostre vetture stradali”.

18 pensieri su “Honda, presenza informale a tutti i GP della stagione

  1. Fabio

    Secondo me la possibilità di sviluppare il motore un anno di più potrebbe dargli un bel vantaggio, è vero che non possono testarlo su una f1, ma troveranno il modo di piazzarlo su qualche supercar e testarlo così, non sarà la stessa cosa ma a qualcosa servirà lo stesso.
    Magari il 2015 sarà un anno di transizione e adattamento, ma dal 2016 la McLaren Honda potrebbe diventare un osso davvero duro

      1. Fantomius

        Tempo al tempo. In Italia la Formula 1 su sky durerà come un gatto in autostrada..
        Soprattutto se lo spettacolo sarà così penoso e se..la Ferrari continuerà a non vincere (ah l’italica sportività…)

  2. Kimi

    Almeno per cià che riguarda il richiamo di investimenti questa nuova F1 sembra funzionare…non credo honda sarebbe mai ritornata se si fosse restati a motori v8 senza recuperi energetici…

  3. medri_s

    un fenomeno questo ingegnere: “inutile correre se non vinci”. complimenti, bello spirito sportivo alla Honda.
    siccome in F1 vince solo uno, gli altri sono tutti cretini, dunque.
    devo dedurne che se non vince, la Honda dopo due anni si ritirerà. complimenti davvero.

    1. stardrummond

      cosa che tra l’altro hanno già fatto giusto 4 o 5 anni fa…. regalando la scuderia(quella famosa 1 sterlina) a un certo brawn…..
      fu una vera e propria genialata…. mah

    2. MotoreAsincronoTrifase

      ovviamente era riferito al fatto che devi correre avendo la possibilita’ di vincere. In altre parole correre come la mclaren ha senso anche se non vince sempre mentre correre come la marussia non li alletta per niente :O

  4. M@gicFra

    @ redazione
    Mi potete togliere un dubbio? La Honda ha già depositato i progetti e disegni er il motore prima del congelamento di quest’anno oppure può continuare lo sviluppo fino a fine stagione?

    Se sapreste togliermi questo dubbio mi fareste un piacere può darsi che lo abbiate già trattato questo argomento ma io provo a chidervelo lo stesso…

    Grazie e contunate così, siete i numeri 1!!!

    1. Redazione Autore articolo

      Ciao M@gicFra,
      ovviamente non hanno nessun limite di omologazione al momento, poiché non sono iscritti al campionato 2014. Depositeranno un’unità propulsiva tipo e tutti i documenti quando sarà il momento.

      1. Federico

        Mentre Ferrari Mercedes e Renault il prossimo anno avranno una “finistra” di tempo che per omologare nuove specifiche?
        Se i tre fornitori attuali devono tenere le unità omologate quest’anno poi sarebbe favorita Honda che può sviluppare con più tempo e prendendo tecnologia e idee dalle power unit attuali.

        Volete che in casa McLaren non abbiano una PU Mercedes che venga dimenticata li da qualche parte… o che la spediscano direttamente nella factory della Honda?

      2. MotoreAsincronoTrifase

        un pu mercedes in piu’? Ma se nei test anche per fare dei controlli al motore i tecnici chiedevano a tutti i meccanici mclaren di uscire dai box finche’ non hanno terminato. Ci saranno sentinelle armate pagate dalla mercedes vicino alle pu della mclaren.

  5. M@gicFra

    Questa della Honda alla fine è stata la scelta più intelligente, sia per McLaren che non avrebbe più potuto essere nemica ad armi pari con una Mercedes che vuole vincere da sola, e proprio per la Honda che potrà seguire da vicino l’oprato del team McLaren.

    Per me grazie a questa ultima annata con quello che è indubbiamente il miglior motore del lotto (almeno per ora) alla McLaren potranno raccogliere un sacco di dati da riversare poi nello sviluppo delle P.U. Honda.

    Se lavorano bene saranno competitivi fin da subito, loro…mentre la Ferrari dopo i soliti proclami pre campionato si risveglierà con il solito secondo di distacco, scommettiamo???

    1. medri_s

      che tristezza questo continuo disfattismo…
      sembra che gli altri siano sempre più bravi.
      scommettiamo, scommettiamo pure, tanto cosa cambia?
      tanto quando la Ferrari tornerà a vincere sarete tutti lì a osannare anche il magazziniere

      1. M@gicFra

        Ceeeertoooo…anche la donna delle pulizie, come faceva Schumacher ad ogni vittoria, ringrazieremo pure lei!

Lascia un commento