La FIA valuta gare più corte per ravvivare lo spettacolo?

24 marzo 2014 11:52 Scritto da: Redazione

Secondo quanto riporta il settimanale Autosprint, la FIA e le squadre starebbero valutando di ridurre la distanza di gara per ravvivare lo spettacolo ed evitare che i piloti siano costretti a fare dei giri lenti per risparmiare carburante.

Caterham - Lotus - Red BullLa nuova Formula 1, seppur dopo una sola gara del campionato 2014, ha creato un acceso dibattito che inizia a preoccupare i vertici della Formula Uno. Tanto che, in queste ore, si sta già discutendo su come modificare le regole a favore dello spettacolo.

Che non fosse solo una questione di rombo dei motori, si era ormai intuito. E il Presidente della FIA, nei giorni scorsi, aveva dimostrato una certa apertura ad aggiustare il tiro affermando: “Se tutti saranno d’accordo, noi siamo pronti a modificare le regole”. In particolare, ci sono forti dubbi sull’effettiva validità della norma che impone un consumo istantaneo massimo di 100 Kg/h. “E’ stato un valore condiviso dalle squadre. Se tutti sono d’accordo a impostarlo a 110, si può anche fare”, aveva affermato Todt in una intervista alla RAI.

La Formula Consumi non piace e onde evitare un crollo degli ascolti, si sta pensando a qualcosa di diverso. Secondo quanto riportato da Autosprint, la Federazione e le squadre stanno vagliando la possibilità di ridurre la distanza di gara, portandola dagli attuali 305 chilometri (fa eccezione Monaco) a circa 270. In questo modo, i piloti potrebbero evitare di fare passaggi in economy run, poiché il carburante a bordo basterebbe per percorrere questi chilometri anche tirando sempre al limite.

Tuttavia, sarà difficile mettere d’accordo tutti. Mercedes sostiene che nessuno sia arrivato davvero al limite nell’utilizzo del carburante, mentre in Ferrari hanno fatto presente a Ecclestone che la regola dei 100 Kg/h abbia pesantemente influito sullo spettacolo. Insomma, la situazione è parecchio confusa già tra gli addetti ai lavori, figuriamoci per gli spettatori a casa. Mai come adesso la Formula Uno ha bisogno del parere dei tifosi per ritrovare la propria strada: sarà un caso che la Ferrari ha aperto un sondaggio su Twitter?

 

38 Commenti

  • E pensare che in Australia é entrata pure la safety car e di conseguenza per qualche giro le macchine hanno consumato meno benzina..la regola del consumo di benzina ha senso solo nei monomarca..in F1 va abolita!

  • Questa nn è altro che una reazione stupida e sbagliata al risultato che ha prodotto un altra decisione stupida e sbagliata. Ma in questo caso due negazioni non si annullano a vicenda. Amplificano soltanto il problema di fondo: il limite dei 100 KG per gara ha snaturato lo spirito di questa competizione. La stupida decisione di ridurre il chilometraggio avrebbe per esempio un implicazione sulla gestione delle gomme. Con meno giri da fare avere una gomma più dura non pagherebbe mai e allora si vanificherebbero tutti gli sforzi prodotti per fare delle gomme che, attraverso la loro usura, movimentassero i GP. Inoltre diminuendo i KM da percorrere aumenteremmo indirettamente la vita utile dei propulsori che, invece, erano stati progettati e tarati su una distanza maggiore, quindi chi ha progettato male ne verrebbe aiutato.
    Stiamo parlando di follia pura.

  • Trinacria68

    Che senso ha accorciare le gare? Se il fine ultimo non era creare una F1 con vetture che potessero consumare meno carburante, in fin dei conti la F1 è sempre stata banco di prova di nuove tecnologie, quale sarebbe allora il senso di tutto questo?
    Per il sondaggio della Ferrari ancora rido (sono un tifoso ferrari di lunga data) ma mi chied:se loro non avessero fatto quella figura barbina, avrebbero aperto questo sondaggio?

  • Luke Flaming

    Un branco di vecchi può prendere solo delle decisioni da decerebrati!

  • A me pare che questi signori abbiano perso il lume della ragione.

  • contebaracca

    sarebbe il colpo di grazia.
    bang!

  • Se vabbè! Prima diminuiscono il carburante per gara per migliorare i consumi.. E poi accorciano le gare.. Questo è davvero ridicolo.. Tanto vale togli la regola dei consumi.. Hai preso una linea? Seguila! E’ così che la Formula 1 perde davvero di credibilità! -.-“

  • Eh … riduciamo la distanza dei Gran Premi da 305 a 270 Km, ma il prezzo del biglietto di ingresso per entrare nei circuiti lo vogliamo … RIDUREEEE o no.
    Parlano di voler aumentare gli appasionati, sopratutto quelli più giovani, ma qualcuno mi spiega come la maggioranza di loro riusciranno a pagarsi il biglietto.
    Personalmente ho anche pensato di accompagnare mio figlio ad assistere una corsa di F1, ma il peso economico ha sempre prevalso su questo desiderio di tornare ad assistere ad una corsa dal vero.
    Non mi vergogno di dire che la pista che mi piaceva più di tutti era Imola, prima delle modifiche eseguite dopo i tragici incidenti avvenuti nel 1994.

    Un ferrarista deluso …

  • Imola4ever

    Gli unici limiti dovrebbero essere: cavalli. Aerodinamica libera, poche limitazioni (le limitazioni portano solo appendici e cavolate affini), se la Ferrari vuole fare un V6 e la Mercedes un V8? Bene, sempre 700 cavalli devono avere, uno avrà più coppia e l’altro più ripresa… Uno vuole fare un ERS da 300 cavalli? Se ha la tecnologia perché no? QUESTA È FORMULA 1!!! Massima espressione della tecnologia. Sono prototipi non Gp2

  • Luke Flaming

    Per me va anche bene aspettare qualche gara ma in ogni caso anche nelle prime gare del 2009,nonostante il cambio regolamentare, non si era vista una gara così noiosa. Per me è molto preoccupante. E’ stata una follia per me questo passaggio regolamentare,questa è una competizione non una gara al risparmio. Se c’è chi non può correre a certe cifre direi che può stare a casa.

  • Anche io penso che avremmo vinto senza cambiare le gomme, cosi’ come nel 2011 se avessero avuto le palle per imporre il divieto degli scarichi soffiati

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!