Mateschitz: “A Melbourne il flusso di carburante era legale”

24 marzo 2014 15:18 Scritto da: Giacomo Rauli

Il patron del team quattro volte iridato sostiene che in Australia la RB10 di Daniel Ricciardo fosse in regola e che l’aussie debba tornare in possesso del secondo posto conquistato in pista

daniel-ricciardo-red-bullA più di una settimana dal primo Gran Premio della stagione 2014 di Formula Uno, tiene ancora banco il flow gate. Daniel Ricciardo, giunto secondo nella gara di Melbourne, si è visto sottrarre punti e coppa a causa dell’eccessivo consumo di benzina, così come la Red Bull.

Il team di Milton Keynes ha deciso di presentare ricorso per la squalifica occorsa al giovane pilota, sostituto designato di Mark Webber e la FIA ha fatto sapere che esaminerà i documenti presentati dal team anglo-austriaco il prossimo 14 aprile, prima di prendere poi una decisione definitiva sull’argomento. In una nota, la FIA conferma dicendo: “La decisione sarà pubblicata al più presto dopo l’udienza”.

Dietrich Mateschitz, proprietario del team quattro volte iridato nell’ultimo quinquennio, ha voluto esprimere la propria opinione riguardo la squalifica di Ricciardo, rendendo noto di appoggiare del tutto il ricorso presentato da Christian Horner e i vertici del team anglo-austriaco.

Il sensore di flusso del carburante utilizzato dalla FIA ha mostrato diverse chiavi di lettura sin dall’inizio del test. E ciò ha mostrato cose inesatte. Noi, invece, possiamo dimostrare che tutto si sia svolto nel pieno rispetto del regolamento 2014 e che rientravamo pienamente nei limiti“.

Stiamo lavorando a stretto contatto con Renault da due o tre settimane, per cercare di sistemare i guasti che ci hanno impedito di affrontare al meglio i test invernali e riuscire a eliminare il gap che ci separa dalle performance mostrate dai propulsori della Mercedes. Ci sono ancora diciotto gare, torneremo ai vertici“, ha concluso Mateschitz.

16 Commenti

  • Interessante questa affermazione!
    Solo alla Ferrari dicono che sono fuori regola quando lo sono… non certo i pinocchi Red Bull

  • comunque bisogna stare attenti e tenere separate le cose:
    un conto è un regolamento che potrebbe meritare delle modifiche, altro discorso è una violazione dello stesso.
    sono due campi ben diversi, questo non va dimenticato.

  • Se lo dice lui c’è da crederci…

  • Ricordatevi che il carburante viene usato anche per raffreddare il motore in alcuni casi… Tipo nel Renault 😀 c’è un motivo per cui combattono così tanto.

  • Ma credo come molti che basta con queste storie.
    tutto partano con 120 litri immessi da un tecnico Fia, e in più il sensore di consumo x sapere varie furbate. ….
    tutto deciso poi dal pilota se risparmiare oppure attaccare….semplice/divertente niente telemetria box.
    dev’essere il pilota …come noi a sapere se consuma troppo oppure no.

  • Usassero le bandiere nere la prossima volta, altro che stare li’ ad avvisare ed essere ignorati.

  • Ma dico io, era così difficile fare dei serbatoi uguali per tutti? 120 LITRI (senza la cagata dei Kg)Forma unica, testati dalla FIA perchè non si deformino. Tutti rettangolari o quadrati piuttosto che sferici, la posizione la sceglie la squadra, si adatta la vettura al serbatoio.
    Nessun assurdo limite di consumo istantaneo, se spingi al massimo e riesci ad arrivare al traguardo hai lavorato bene, se non ci arrivi sei una pippa di motorista.

  • comunque quelli della red bull sono dei diavoli: ancora una volta sono riusciti a mettere in crisi la Fia e il regolamento, come fecero l’anno scorso con le gomme.

  • Ma ci fa o ci è??

    A Mateschitz, il metro deve essere UNICO non è che per la Red Bull devono farne uno ad hoc!!!!!!!

    E’ così difficile da capire???

    Se poi il tuo scopo è fare casino è un’altro discorso, ma non nesconderti dietro al “sensore”.

    • vabè max, torniamo a ripetere sempre le stesse cose…
      vediamo cosa dirà sta sentenza.
      tutte ste storie sui regolamenti mi hanno già stufato, voglio solo vedere una bella gara e una ferrarri più in palla in malesia.

      • Si, ma qui la si sta letteralmente facendo fuori dalla tazza, hanno fatto ricorso e va bene lo accetto, potrebbe anche finire a loro favore ed accetto anche quello, ma continuare a rompere gli zebedei, no, le sue finalità le hanno capite tutti ormai, quindi se vuole il braccio di ferro con la FIA lo andasse a fare al tribunale sportivo, non continuasse a suonare sempre la stessa musica, poi i tifosi farnna i loro commenti dopo, perchè la FIA nel bene o nel male dovrà pureargomentare questa sentenza, ma già il fatto che da qui alla ipotetica sentenza ci sono altre due gare, il sig. Mateschitz dovrebbe capire che aria tira, cosa si aspetta che nelle prossime due gare gli consentano di correre come vuole????

      • infatti la cosa più critica è che nelle prossime due gare la red bull potrebbe adottare lo stesso atteggiamento, falsando di fatto il risultato della gara.

      • Ma esistono le bandiere nere e la FIA dovrebbe pur utilizzarle e già nella prima gara c’erano tutti i presupposti per farlo.

      • Luke Flaming

        Mi vine il terrore solo a pensare che per altre due gare questi potrebbero fare bello e cattivo tempo solo perchè sono voncitni di dimostrare che i sensori fia si sbagliano. Vergognosi,luridi,viscidi….io ho finito gli aggettivi perchè altrimenti rischio di andare sul sacro, e non è il caso!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!