E’ ancora Super Hulkenberg: quinto posto a Sepang

Nico Hulkenberg conquista un ottimo quinto posto nel Gran Premio della Malesia, portando nuovamente a punti la Force India. Disastroso il weekend di Perez: sarebbe dovuto partire 14esimo, ma un problema alla power unit lo ha bloccato ai box, senza fargli prendere il via della corsa.

Nico Hulkenberg | Force IndiaCi si chiede cosa sarebbe in grado di fare Nico Hulkenberg se corresse in un Top Team. Perché pur cambiando monoposto,  il pilota tedesco continua a puntare regolarmente alla zona punti e dar fastidio ad avversari più blasonati. Oggi, con la sua Force India, si è ritrovato a lottare con Fernando Alonso e la Ferrari. Costanza, velocità e grande umiltà sono doti rare da trovare in un pilota tutte insieme, ma Nico ha dimostrato – anche a Sepang – di averle tutte.

Così come era già successo a Melbourne, Hulkenberg ha fatto una partenza ottima e poco dopo ha ingaggiato un duello a distanza con Fernando Alonso, sul quale però non ha potuto avere la meglio per via della strategia migliore dello spagnolo: “Dopo la partenza mi sono trovato in una posizione molto comoda ed è stato più semplice dover gestire gomme e carburante. Sul finale, Alonso mi stava letteralmente mangiando, non avevo assolutamente modo di tenerlo dietro. Mi aspettavo di lottare con McLaren e Williams, ma siamo andati meglio noi. Adesso l’obiettivo del Bahrain resta quello di conquistare altri punti”, ha sottolineato il tedesco.

Nico ha dedicato il risultato ai ragazzi della sua squadra, con cui aveva già lavorato prima della parentesi in Sauber. “Oggi ho avuto dalla mia parte una super-squadra e sono contento del quinto posto finale. Siamo stati gli unici, tra i primi, a fare una corsa a due pit-stop e il nostro buon ritmo ci ha aiutati questo pomeriggio. Questo dimostra che il duro lavoro della squadra durante l’inverno sta pagando ed è bello combattere nella parte alta della classifica. Abbiamo dimostrato di saper gestire bene le gomme, anche se fra le due mescole preferivo quella White Medium. Sono davvero soddisfatto”, ha concluso.

Decisamente deluso Sergio Perez. Dopo una qualifica disastrosa, che lo aveva visto chiudere con il quattordicesimo tempo in griglia, Sergio non è riuscito neppure a prendere parte alla gara. La sua VJM07 si è piantata all’uscita della pit-lane poco prima di andare a schierarsi in griglia e, da lì in avanti, non c’è stato più nulla da fare. “Non sono certamente felice, non ho avuto possibilità di correre oggi. Stiamo ancora investigando sulla causa del problema, ma la macchina ha continuato ad andare in folle e non siamo riusciti a trovare una soluzione. Ho bisogno di concentrarmi però sugli aspetti positivi del weekend, perché abbiamo imparato molte cose che spero ci saranno utili in Bahrain. Certo, è stato frustrante per me, ma almeno tra sette giorni si correrà ancora e cercherò di guardare avanti per buttarmi alle spalle questa delusione”.

10 Commenti

  1. Ma ci rendiamo conto di cosa ha fatto domenicali? Ha preso Raikkonen che è costato 5 volte Hulk e con quale risultato? Dicendo che Kimi ha più esperienza, ecc. Ecc. Fallimento totale da parte di domenicali.

    1. bhe’, l’anno scorso anchese hulkemberg e’ andato bene c’e’ da dire che raikkonen ha fatto benissimo, da vero top driver con la lotus. In oltre c’era da dare una lezione ad alonso che si sentiva superior a tutti in squadra, e hulkemberg sarebbe venuto come seconda guida mentre loro volevano un campione del mondo che equilibrasse un po’ il rapporto tra i piloti.

  2. mi fa piacere che ulkemberg l’anno scorso ha avuto la “sfortuna” di non essere scelto per la lotus. Lui merita questa force india come maldonado merita questa lotus. Lo vedrei bene per il dopo button in mclaren. Yanto in ferrari se non sei campione del mondo o brasiliano (per il mercato fiat) neanche ti considerano.

  3. grande hulk ti volevo in ferrari, invece i gran capi che non sanno far niente, se nn comandare senza mai essere giudicato grande continua così e finirai in un team importante

  4. Per me messo su una Red Bull, su una Ferrari o su una Mercedes non avrebbe niente da invidiare alle rispettive prime guide, e parlo io che Hulkemberg in passato lo sottovalutavo un pò…io ho fatto un errore, ma l’errore più grande lo hanno fatto i team manager dei top team a non prenderlo e pensare che rischiava di rimanere a casa quando gente come Gutierrez, Perez, Maldonado, Chilton e& co. poteva continuare ad essere in F1 con un talento mostruosamente inferiore a Nico.

    Vai Hulk, gib gas!!! 😉

Lascia un commento