Red Bull, luci e ombre: Vettel torna sul podio, Ricciardo out

30 marzo 2014 13:10 Scritto da: Valentina Zuliani

In Malesia Sebastian Vettel ritrova il podio, mentre per Daniel Ricciardo va in archivio una gara da dimenticare. La Red Bull chiude il week end con luci e ombre e la consapevolezza che c’è ancora tanto da fare per recuperare sulle Mercedes.

Sebastian Vettel Red BullAnche nel Gran Premio di Malesia continuano gli alti e bassi in casa Red BullSebastian Vettel torna sul podio, conquistando il terzo gradino dietro alle due Mercedes, apparse nettamente superiori anche in Malesia. Disastro totale, invece, per Daniel Ricciardo che conclude il suo travagliato gran premio con il ritiro al 52° giro.

In partenza le due Mercedes scattano bene e prendono la testa della corsa, mentre le due Red Bull si piazzano subito alle loro spalle, con Ricciardo, autore di un ottimo spunto al via, che si mette davanti a Vettel. All’inizio del quarto giro, però, il tedesco sorpassa il suo compagno di squadra, anche se inizialmente non riesce a distanziarlo.

Arrivano i primi pit stop: Ricciardo e Vettel rientrano a un giro di distanza, rispettivamente alla fine del 12° e 13° giro. L’australiano torna in pista e si ritrova in lotta con Fernando Alonso. Il ferrarista riesce a passarlo, ma finisce largo e Ricciardo riesce a riconquistare la sua posizione. Nessun problema, invece, per Vettel, che monta gomme medie e rientra dietro a Bottas, di cui si sbarazza dopo poche curve, e mantiene la posizione sulla coppia Ricciardo-Alonso.

La gara per le due Red Bull si anima dopo il secondo pit-stop. Ricciardo si ferma al 29° giro montando gomme dure, mentre due giri più tardi per Vettel vengono scelte ancora le medie. Dopo la sosta il Campione del Mondo riesce ad avvicinare Rosberg e a mettergli pressione. Un sorpasso sembra possibile, ma il pilota Mercedes, dopo qualche giro, riesce a ricostruire un buon gap che non verrà più colmato.

Nel frattempo negli specchietti di Ricciardo compare la sagoma della Ferrari di Fernando Alonso che, al 39° giro è solo a 1.4” dall’aussie. Negli stessi giri arriva anche una comunicazione dalla Fia per la Red Bull numero 3: pare che, ancora una volta, il sensore del flusso di carburante rilevi dei consumi troppo alti (notizia confermata in un secondo momento dal team di Milton Keynes, il quale ha comunicato che il sensore non funzionava già all’inizio della gara). Ma per Ricciardo questo è solo l’inizio di una domenica da dimenticare.

Al 41° giro, infatti, l’australiano rientra ai box per un altro pit-stop, ma pochi metri dopo essere ripartito, si ferma in pit lane. I meccanici corrono da lui e  lo riportano indietro: la gomma anteriore sinistra non è stata fissata bene. Iniziano delle fasi concitate, con gli uomini della Red Bull che faticano a risolvere il problema e, quando finalmente il pilota può riprendere la pista, si ritrova doppiato. Come se non bastasse la Fia comunica che è stata aperta un’indagine, proprio nei suoi confronti, per unsafe release che si trasformerà in uno stop and go. Ma come se non bastasse, a fine gran premio, viene inflitta una ulteriore penalità di 10 posizioni in griglia da scontare in Bahrain.

Ricciardo, prima di terminare la sua domenica infernale con il ritiro al 52° giro, aveva fatto in tempo a rientrare un’altra volta ai box per cambiare l’ala che aveva ceduto da sola dopo che, in una curva, la sua Red Bull era salita su un cordolo. L’australiano, con il ritiro di oggi e la squalifica del primo gp, è ancora fermo a zero in classifica e spiega così la sua gara: “Speravo che tutto fosse a posto, ma appena sono ripartito ho sentito che la gomma non era stata fissata. Mi sono fermato e mi hanno riportato indietro, ma un giro dopo si è rotta anche l’ala anteriore, anche se non so come sia potuto succedere. Purtroppo questi due episodi hanno rovinato la mia gara”.

Per una Red Bull che piange, però, c’è anche una Red Bull che sorride grazie al podio di un ritrovato Sebastian Vettel. Il tedesco, che non aveva praticamente corso il primo gran premio, ha fatto un buon lavoro durante tutto il week end, ed oggi ha salvato il salvabile con un terzo posto che, dopo tutte le difficoltà avute finora, vale tantissimo. Il distacco dalla Mercedes, però, è ancora considerevole, come ha ammesso il pilota: “Siamo qui ed è la cosa più importante. E’ un risultato migliore di quanto ci aspettavamo questo inverno. Sappiamo che ci sono molte cose da migliorare, dobbiamo fare un grande step perché le Mercedes sono molto avanti, ma sono contento per quello che abbiamo saputo fare finora. In alcuni momenti, durante i test, pensavamo che non avremmo nemmeno finito le prime gare. La Mercedes ha lavorato meglio, sono più veloci, e noi dobbiamo assolutamente recuperare. Ma oggi abbiamo fatto comunque un grande lavoro.”

Aspetto che Vettel aveva chiarito già nel suo team radio a fine gara, quando, dopo aver ringraziato il suo team, aveva commentato: “Non siamo ancora dove vorremo essere, ma ci arriveremo”. Anche Chris Horner ribadisce che per la Red Bull c’è ancora molto da fare: “Non siamo ancora sul gradino più alto del podio e abbiamo parecchia strada da fare per recuperare sulla Mercedes. Questo week end abbiamo fatto un ottimo lavoro, abbiamo una macchina veloce, ma non basta perché siamo ancora indietro.” E a chi gli chiede se la Mercedes sarà la nuova Red Bull, il team principal risponde: “La Mercedes è più avanti rispetto a quanto lo sia mai stata la Red Bull, dovremo lavorare molto per riprenderli”.

40 Commenti

  • E tanti saluti a quelli che dicevano che Vettel era finito

  • lewis_the_best

    max leon
    continui ad avere una visione tutta tua della gara…
    ma come fai a dire che alonso nel finale non ha spinto se negli ultimi 15 giri ha tirato come un matto per recuperare i 12 secondi di distacco che aveva su hulkemberg dopo che tutti quanti (a parte gene) avevano capito che hulk avrebbe tentato l’azzardo di restare con le gomme usurate fino alla fine.

    alonso dopo il primo pit stop ha potuto provare un minimo attacco su ricciardo (che non è l’arrendevole webber) solo perchè ha sfruttato al massimo le sue gomme nuove nel momento in cui ricciardo aveva ancora le gomme vecchie.

    riguardo alla penalità continui a fare dei discorsi illogici. ma che ragionamento è quello di dire che siccome sei già doppiato allora la penalità è ininfluente quindi è giusto punirlo la gara dopo!!

    allora se raikkonen doppiato avesse urtato grosjean non sarebbe dovuto essere punito in questo gp perchè tanto era già terz’ultimo e per giunta doppiato?

    poi sulla questione scia personalmente credo che la scia si senta se stai a non più di mezzo secondo!! a voler esagerare diciamo 1 secondo ma non di certo a tre secondi!

    in questo gp l’unico che si è potuto permettere il lusso di amministrare è stato hamilton che dopo metà gara ha tirato i remi in barca. tutti gli altri hanno tirato. rosberg ha tirato per non farsi riprendere da vettel.
    vettel ha tirato per tentare di impensierire rosberg.
    alonso ha tirato prima per non perdere terreno da ricciardo e poi per recuperare su hulkemberg.

    i discorsi sul costumo per me sono irrilevanti tanto quanto quelli sull’affidabilità nel gp d’australia!! è solo un pagliativo. che vuoi che gliene freghi alla mercedes o alla red bull se hanno consumato 0.5 o 1% in piu di carburante rispetto alla ferrari!
    già alla seconda gara il problema affidabilità sembra risolto dal momento che tutti i team più importanti hanno portato due macchine al traguardo. la red bull non l’ha fatto ma credo abbiamo voluto fermare ricciardo intenzionalmente quando cmq mancavano pochi giri alla fine e ricciardo aveva due giri di ritardo.
    come hanno risolto l’affidabilità tempo una o due gare e anche la questione consumi sarà più o meno la stessa per tutti.

    • Ma dov’è che ho detto che Alonso non ha spinto negli ultimi 15 giri??

      Il primo a dire che Alonso non ne aveva per attaccare Ricciardo sono stato io, ma di fatto era più veloce dell’australiano, ma non a sufficienza per sorpassarlo;

      Riguardo a Ricciardo, a parte il fatto che sembra sia il regolamento che prevede la doppia punizione ma di fatto NON mi sembra abbia scontato la penalità, quindi regolamento o meno la deve scontare nella prossima gara;

      Che Hamilton abbia fatto gara a se ed abbia risparmiato perchè non aveva alcuna necessità di spingere lo si è visto e l’ho detto anche io, che Rosberg abbia tirato per l’attacco di Vettel o meno per me non ha molta importanza, perchè si è visto lontano un miglio che Rosberg era più veloce, resta il fatto che poi Vettel non riusciva più a tenere quel ritmo ma ha rinunciato lui? o consumava di più le gomme?

      Riguardo al consumo, non è certo un elemento da sottovalutare, e che la Red Bull sia quella che beve di più è un dato di fatto ed onestamente, guardando le proiezioni sul consumo già quando Vettel ha attaccato Rosberg non era ben messa, quindi mi sembra strano che abbia trovato improvvisamente quel guizzo, quindi sono del parere che siano state le gomme a fare la differenza, ma solo per un paio di giri poi ha dovuto tirare i remi in barca.

      Riguardando di nuovo l’aspetto consumi, durante l’avvicinamento di Alonso a Ricciardo nell’ultimo stint, non è ipotizzabile che lo spagnolo si potesse permettere di attaccare perchè Ricciardo aveva già speso??? Ed in questo contesto non è possibile che a causa dei problemi patiti Ricciardo si sia dovuto ritirare perchè aveva consumato più del previsto e comunque non ce l’avrebbe fatta con il carburante???

      Pensa solo che a tre giri dalla fine Vettel che non ha avuto problemi aveva a disposizione poco più di 4 kg di benzina e dalle proiezioni Ricciardo consumava qualcosina in più del suo compagno di squadra, pensa solo che per un giro intero è rimasto ai box ed anche se a regime ridotto queste vetture consumano e se sei al limite poi non recuperi più.

      Sulla questione scia è una cosa assodata che si sente fino a 3 secondi di distacco, non l’ho detto io e non credo di ricordare male;

      Riguardo all’affidabilità ho già detto la mia tempo, ma qui la questione mi sembra diversa e non voglio dilungarmi molto, mentre riguardo ai consumi, leggevo proprio ora un interessante articolo su f1 passion dove si afferma che in Red Bull avrebbero “manipolato” i sensori, non so se questo sia possibile, nè se è legale e non mi faccio nè film in testa ne problemi, ma la cosa potrebbe giustificare i maggiori consumi dei bibitari, quindi non resta che aspettare le conclusioni dell’appello della Red Bull.

      Infine, come promesso, ho redatto un articolo dove metto a confronto la gara di Ricciardo con quella di Alonso in un foglio di calcolo di excel che credo sarà pubblicato a breve su un altro sito, ma non indico il link per rispetto verso questo blog.

  • @ Mattia_D

    Mi ha fatto piacere vedere che c’è qualcuno che si pone delle domande serie:

    Come mai la Red Bull nei test invernali aveva così tanti problemi ed ora invece sembra affidabilissima??

    Personalmente tempo fa esprimevo un mio dubbio, infatti ipotizzavo che nei test invernali la RBR abbia provato qualcosa di diverso operando in modo non convenzionale sulle unità elettriche (ipotetito T.C.?), ma qualcosa deve essere andato storto, per cui si sono dovuti adattare per non compromettere l’intero mondiale, quindi per recuperare hanno provveduto ad elevare il carico aerodinamico con l’assetto rake ed operando sulle appendici alari, pagando però un caro prezzo in termini di penetrazione aerodinamica, per cui ha la necessità di spingere il motore al limite più di altri nei settori veloci (magari sforando con il consumo istantaneo e sperando in una revoca della norma in appello?).

    Detto questo, direi che la Red Bull attuale è molto evoluta dal punto di vista aerodinamico, ma molto difficilmente potrà recuperare moltissimo sul fronte velocità, a meno che non si cancelli la norma sul consumo dei 100 kg/h.

    Per cui effettivamente credo che si evolverà recuperando qualcosa in più, ma su questo fronte vedo nettamente favorita la Ferrari, che ancora ha molto da spremere al software della P.U. e soprattutto all’aerodinamica, considerando che praticamente ancora non hanno apportato miglioramenti in questo settore, in modo da avere una maggiore penetrazione aerodinamica mantenedo inalterato il livello di downforce.

  • horner ha dichiarato che la doppia penalita (stop and go + 10 posizioni in meno) è cosi da regolamento, e probabilmente viene applicata sempre e comunque e in ogni caso.
    Onestamente non lo sapevo, e mi pare na fregnacciata di regola…capisco la volontà di tutelare la pit lane, però…boh, andare a penalizzare cosi il pilota (che non ha colpe) per due gran premi mi sembra troppo.

    • Ma a parte il regolamento, di fatto Ricciardo in gara non ha pagato assolutamente nulla era già doppiato dopo il pit stop incriminato, poi dopo con l’ala rotta ci ha messo su un altro giro, non ha scontato lo stop and go ed anche se lo avesse fatto era perfettamente ininfluente, quindi di cosa parliamo???

      • ma a prescindere che lo stop and go lo sconti o meno e che la gara sia gia compromessa o no, tu la penalità al prossimo gp la prendi comunque. E’ questo che secondo me nn ha senso..

      • A parte che ammetto la mia ignoranza e non so se il regolamento effettivamente prevede una cosa del genere, però a pensarci bene un senso lo avrebbe, perchè se viene effettuato un “unsafe release”, questo determina una autopenalizzazione, quindi di fatto in gara ti costa già parecchio, indipendentemente dalla successiva penalità che ti può essere inflitta, ma d’altra parte si vuole cercare di evitare che possano succedere certe cose, (per evidenti motivi di sicurezza) e se si sa già che dopo comunque sei penalizzato, credo che nei pit stop si debba porre maggiore attenzione.

      • no, ma non metto in dubbio il “principio”. Non mi piace come è messa la penalità, tutto qua.

      • Già su questo posso anche essere daccordo perchè bastava dire che in caso di “unsafe release” si pagavano 10 posizioni in griglia nel GP successivo, senza inserire una ulteriore penalità in gara che non ha alcun senso visto che già si penalizzano da soli.

  • Stratosferico Vettel. Una gara sensazionale, capace quasi di impensierire Rosberg pur beccandosi 6 decimi a rettilineo. Veramente grande prova per lui.

    • Bhe che ha fatto di così eclatante???

      E’ rimasto li al suo terzo posta dall’inizio alla fine, ha recuperato su Rosberg ed andato fino ad 1″ nei giri dal 35 al 37, ma poi ha DOVUTO tirare su i remi in barca perchè non ce l’avrebbe mai fatta a sorpassarlo, e comunque il motore Renault della Red Bull è quello che ha bevuto più di tutti. In curva è il più veloce??? Bhe vermante negli ultimi 4 anni i bibitari lo sono sempre stati, non è una novità.

  • lewis_the_best

    vettel ha zittito una volta di più i suoi detrattori!!
    ieri in qualifica ha fatto un tempo superlativo annullando di fatto il gap prestazionale con le mercedes, oggi è stato l’unico a tenere o cmq cercare di tenere il passo della mercedes di rosberg.

    max leon ma che gara hai visto?? alonso sempre in scia di qualcuno?? ma dove? ma quando? dopo il primo giro era quinto e per oltre metà gara non ha mai minimamente impensierito ricciardo. prova ne è che non appena provava ad avvicinarsi ricciardo lo rimetteva subito al suo posto!!

    riguardo alla direzione gara ci sarebbe da stendere un velo pietoso!! 5 secondi di penalità a magnussen veramente ridicoli e senza motivo!! il peggio poi l’hanno dato con ricciardo che non ha avuto nessun colpa se uno dei suoi meccanici non gli ha avvitato bene la gomma!! in questi casi sono dell’idea che si debba punire il team con una ammenda un po come si fa con il pilota se durante le libere supera il limite di velocità in corsia box!!

    poi che ragionamento è quello che bisogna dare la penalità anche per la gara successiva perchè in questa non ha pagato!! innanzitutto ha pagato eccome!! già tutto il tempo impiegato a riportare indietro l’auto e riavvitare il dado aveva fatto ripartire ricciardo ultimo, non contenti ha avuto un problema al muso che l’ha nuovamente costretto ai box ed infine si è ritirato!!! morale da un possibile quarto posto sicuro ricciardo si è ritrovato in mano un pugno di mosche!!! che altro volete non lo so proprio!!

    • Guarda che Alonso nel primo stint di gara è rimasto in scia di Ricciardo quasi fino al primo pit stop, (ho guardato un’altra gara quando Alonso lo aveva anche sorpassato quando Ricciardo è rientrato in pista dopo il suo primo pit????)nel secondo stint di gara gli è rimasto praticamente incollato fino a 4 giri prima del suo secondo pit stop dove ci è arrivato con poco più di 5 secondi di distacco, ma scusami, forse ho visto un’altra gara, ma ti rammento che l’effetto della scia si sente fino a 3 secondi e di giri dietro Ricciardo ne ha fatti parecchi prima di arrivare a quel distacco; nell’ultimo run dietro a Ricciardo con gomme dure io non lo so ma ho visto un’altra gara quando Alonso è arrivato a meno di un secondo da Ricciardo????

      Per favore, prima di lanciare accuse riguardati le cose come sono andate, io prima di risponderti l’ho fatto, caso mai mi fossi sbagliato, ma evidentemente no.

      Per finire con la penalità a Ricciardo, ma se questa è la sanzione perchè ti scaldi tanto???? I problemi al muso che ha avuto che centrano con la sanzione??? Riguardo al fatto che è stato sanzionato in gara e non ha scontato la sanzione, ti sembra che abbia pagato??? Mettiamola in questo modo:

      Se miracolosamente Ricciardo fosse rientrato in competizione e gli avessero comminato la sanzione e non la scontava sarebbe giusto scontarla poi nella prossima gara???

  • @ Mauro

    Credo che non hai preso in considerazione alcuni fattori, in primo luogo se hai seguito bene la gara c’è stato un momento in cui il team ha chiesto a Ricciardo di mantenere un distacco da Vettel superiore ai due secondi al che Ricciardo ha pure ribadito che se succedeva qualcosa lì davanti lui voleva esserci, ma credo che la richiesta del team avesse un significato molto chiaro, perchè in scia il consumo gomme è notevolmente superiore e lo si è visto in diverse occasioni quando Vettel ha agguantato Rosberg è riuscito a stare quasi incollato al tedesco solo per 3 o 4 giri precisamente dal giro 35 al giro 37, ma poi ha dovuto desistere, stessa cosa è successa ad Alonso nei primi due stint, infatti all’inizio era praticamente sugli stessi tempi di Ricciardo, ma poi ha alzato man mano il ritmo ed è quindi ricorso al pit stop, (immediatamente “marcato” da Ricciardo). Poi quando affermi che la Red Bull di Ricciardo sia stata superiore ad Alonso, guarda, io direi che esattamente l’opposto, infatti quando ha cambiato le gomme ed ha utilizzato le dure, lo stesso ha fatto Ricciardo era quasi a 6 secondi ma intorno al giro 35 dopo appena 8 giri dal suo pit stop era a 0,8 secondi da Ricciardo, probabilmente non ne aveva per sorpassarlo, ma sicuramente la Ferrari non era inferiore alla Red Bull.

    Infine ritornando alla polemica sui sensori, se hai seguito la grafica sui consumi avrai notato che la Red Bull era in cima alla classifica con il maggior consumo (Se non vado errato a metà gara era già sui 52 kg, mentre la Ferrari era a poco più di 59 kg)naturalmente parliamo di consumi complessivi, non di quelli istantanei, ma una cosa la possiamo dire: La Red Bull ha spinto senza alcun dubbio più della Ferrari.

    • la gara l ho vista tutta, e ho visto anche la lap chart..ti posso dire che l’unico momento in cui alonso è stato migliore di ricciardo è stato durante il loro stint a gomme arancio. Ok, ma..alonso dov era a inizio di quello stint?? a 12 secondi da vettel e a 6 da ricciardo…come se li è presi se non andando piu piano di loro?
      Vettel nell’ultimo stint ha girato (con le arancioni) sugli stessi tempi di nando con le bianche. Beh…questo deve far riflettere secondo me. Quindi le cose sono due, o vettel (e in buona parte ricciardo) sono stati migliori di nando, oppure la ferrari è dietro alla redbull. Vedendo cosa ha fatto kimi..mi sa la prima delle due.
      Tra l’altro alonso ha dichiarato ad autosport che la ferrari è dietro sia a mercedes che a redbull. Quindi non è che te lo dico solo io, ve lo dice anche lui.
      Per quanto riguarda i consumi, io ho sempre visto le percentuali di carburante utilizzato. Ora..sempre che quei dati siano verosimili, le discrepanze tra i vari team si attestavano (da inizio corsa sino alla fine, e sono sicuro perchè le ho viste molto bene) sempre sull’ 1-2%. Inoltre a 6 giri dalla fine, sia vettel sia fernando erano arrivati entrambi al 94% (un po come tutti gli altri, tranne le williams).
      Detto questo nn capisco come tu faccia a dire con certezza che la redbull consuma piu degli altri, perchè nessuno sa con quanta benzina partono i piloti (potrebbe anche essere che i piu parsimoniosi partano con meno di 100kg) e quindi le percentuali potrebbero essere relative e non assolute.

      • Il primo stint di gara è stato di fatto un pareggio, altrimeti Alonso dopo il pit stop non avrebbe mai potuto sorpassare momentaneamente Ricciardo, nel secondo stint è lì che ha perso 5,4 secondi, ma c’è anche da dire che il secondo stint di gara è durato di più, 16 giri contro gli 11 del primo stint, ed Alonso è rimasto praticamente in scia fino al 12° giro quando era a meno di tre secondi da Ricciardo, quindi molto di più di quanto ha fatto nel primo stint, quindi i 3 secondi in più di distacco ci stanno tutti, nell’ultimo stint Alonso era nettamente più veloce, in 8 giri ha praticamente recuperato tutti i 6 secondi e stava andando a prendere Ricciardo, ma si è ritrovato nuovamente in scia e non credo proprio che prevedesse di sorpassarlo in pista, molto più probabile un nuovo tentativo di sorpasso ai box (come poi è successo tra l’altro).

        Riguardo alla prestazione di Vettel, bhe che dire mi sembra ovvia la risposta, Alonso ha sostituito le gomme hard con le medie al giro 42, mentre Vettel lo ha fatto dopo al giro 49, credo che un confronto sia assolutamente improponibile visto che le gomme di Alonso erano vecchie, mentre quelle di Vettel erano nuove, poi permetti che certamente Alonso nella parte finale di gara non ha certamente spinto più di tanto??? Tanto certamente non avrebbe mai potuto recuperare la posizione su Vettel ed risparmiare il motore conta…

        Infine riguardo al consumo mi vai a fare il raffronto finale, è ovvio che a fine gara si livella un po tutto, ma hai visto anche quello a metà gara??? Se non ricordo male sia Vettel che Ricciardo erano oltre il 51%, mentre Alonso era poco oltre il 49%, sarà anche minima la differenza, ma era minima anche la differenza di resa in pista, poi tieni presente che Ricciardo è come se stesse gareggiando sub judice, perchè a fine gara avrebbero dovuto controllare i dati della telemetria se corrispondevano a quelli depositati, visto che il flussimetro sulla macchina di Ricciardo (caso strano) si era nuovamente rotto. Riguardo ai dati della benziana e del consumo credo che non ci siano dubbi, partono tutti con 100 kg di carburante pari a 142 lt.

        Mi fai un raffronto con Kimi che non sta nè in cielo e nè in terra, primo perchè Kimi ha fatto tutta un’altra gara, in pratica è come se fosse partito dopo un giro rispetto agli altri, secondo perchè sembra che abbia danneggiato il fondo e terzo perchè, ancora una volta non ha potuto usare il DRS al 100%, mi sembra che il confronto non sia possibile.

        Riguardo alle dichiarazioni rese, bhe la Ferrari è arrivata dietro Vettel c’è da dire altro???

      • si c è da dire che vedi le cose a modo tuo, e distorci un po le cose ;-).
        Primo…se tu dici, come effettivamente è, che alonso ha attaccato ricciardo dopo la prima sosta…vuol dire che il gap è arrivato a zero. bene. e allora come fa a essere arrivato alla fine del secondo con 6 secondi di ritardo dall’australiano?? a me non sembra che prendere mezzo secondo al giro, sia rimanere in scia..ma va beh.. nel terzo, ti do ragione (e l ho scritto) alonso andava piu forte di ricciardo e ha recuperato tutto il gap, anche se poi arrivato a 1-2 seocndi non è riuscito ad attaccarlo, e questo sicuramente perchè le gomme di nando erano stanche e l’aerodinamica rovinata dalla redbull. Dopo non si puo sapere come sarebbe andata, perchè con ricciardo han fatto il casino.
        Nel frattempo però vettel se n è andato, e dati alla mano, alonso aveva 11 seocndi di ritardo e lo stesso ritardo si è ritrovato una volta passato hulkemberg…Quindi di cosa parliamo? alonso non ne ha mai avuto abbastanza per impensierire vettel (nonostante quest’ultimo abbia tirato a dismisura e in modo non ottimale il terzo stint), neanche se non c era ricciardo.
        la ferrari è inferiore, e 7 giri di bezina in meno non ti danno un secondo di vantaggio. Non si puo avere la certezza che vettel su gomme arancio potesse fare meglio rispetto ad alonso, ma se gia mi fa segnare lo stesso tempo che alonso ha fatto 7 giri prima con gomme bianche..beh, è un segnale (anche se pur sempre interpretabile).
        Riguardo al consumo, ho parlato di consumi da inizio alla fine e non solo della fine..lo so anche io che nn ha senso arrivare al traguardo ancora carichi…Ascolta, tra redbull e ferrari ballava sempre un delta di 0.5-1%, che differenza vuoi che abbia fatto sul cronometro?? dai..siamo seri 😉
        per quanto riguarda il flussometro, non so che dire…vettel è arrivato alla fine senza problemi e con i consumi giusti. Non so perchè si rompa sempre su quella di ricciardo, ma a quanto pare possono arrivare a podio anche stando nei limiti.
        Su kimi, si.., in effetti non avevo pensato che il fondo potesse essersi danneggiato, quindi, non si puo dire niente (in quanto nessuno sa quanto puo aver perso).

      • a…dimenticavo che alonso ha detto che durante la gara si è sempre sentito inferiore alle redbull e alle mercedes. E’ questo che intendevo. le dichiarazioni della ferrari, non le ho citate

      • Mauro, vedi che Alonso i 6 secondi (ma erano 5,4) li ha rimediti sempre alla fine del secondo stint e già ti ho detto che la scia si sente fino a 3 secondi, ma che altro ti devo dire???

        ripeto alla fine del primo stint era a 3 secondi azzerati dopo il pit di Ricciardo ergo E’ SEMPRE STATO IN SCIA.

        Il secondo stint è arrivato a 5,4 secondi ma fino al 12° giro di quello stint era a tre secondi QUINDI ERA IN SCIA.

        Nel terzo stint di gara i primi giri non è stato in scia, ma era più veloce di Ricciardo, tanto che è arrivato a meno di un secondo da Ricciardo, quindi fatta eccezione per i primi 4 giri ERA IN SCIA e qui ti dico di più: anche se Alonso avesse attaccato Ricciardo non lo avrebbe superato, perchè dopo quei giri in scia le gomme non ne avevano di più.

        Detto questo ti ricordo che le Red Bull in pista erano due e non puoi parlare di Vettel e di Ricciardo contemporaneamente, visto che erano in condizioni diverse e con strategia diverse.

        Dici che vedo le cose a modo mio, va bene, vuol dire che mi divertirò con excel per dimostrare, dati alla mano quello che dico.

        Riguardo alle dichiarazioni di Alonso, cosa volevi che dichiarasse, te l’ho detto prima: Vettel è arrivato prima di lui ed in questi casi è ovvio che si dica che loro sono stati mogliori, per quello che mi riguarda io faccio il raffronto con una sola delle due Red Bull, non avrebbe senso farlo con Vettel che è stato sempre davanti, non ha quasi mai risentito della scia di chi lo precedeva e quando lo ha fatto è riuscito a stare dietro Roisberg molto meno tempo di quanto ha fatto Alonso con Ricciardo.

  • Bhè io ho visto sicuramente un vettel migliore di altre volte perchè questa volta la macchina la doveva guidare davvero, ma di certo non definirei questo pilota superiore a nessuno, continuano i suoi atteggiamenti da ragazzino che vuole vincere a tutti i costi. In partenza ha sbattuto rosberg al muro, e ancora non capisco perchè queste cose gliele lasciano passare lisce dato che il regolamento dice chiaramente che bisogna lasciare lo spazio di una macchina dalla riga bianca, inoltre si è staccato da ricciardo solo quando a quest’ultimo nel team radio gli hanno detto di staccarsi da vettel per via delle temperature. Niente di sovraumano, niente di niente ha fatto una gara in linea con le potenzialità della macchina non c’è nulla di cui stupirsi. Ancora però non mi spiego come sia possibile che la macchina di ricciardo superi i limiti di flusso imposti mentre quella di vettel no, non sono diverse e inoltre durante la gara la percentuale dei consumi erano pressoché identiche.

    • Effettivamente non è che avesse fatto vedere chissà cosa, è partito terzo e terzo è arrivato, non una emzione, più su ho postato un commento, c’è stato solo un momento in cui Vettel aveva raggiunto Rosberg, ma credo che lo abbia fatto solo per sagguare la consistenza della Mercedes, infatti ha desistito dopo appena 2 o tre giri.

      Riguardo ai consumi, non so quanto sia polemica, ma di fatto la Red Bull consuma di più di tutti e la cosa mi sembra alquanto strano, come mi sembra strano che i problemi al sensore li debba avere solo la Red Bull in particolare SOLO con Ricciardo, se dovessi essere cattivo penserei a male.

      • F1 - Ferrari

        Piccola precisazione: Vettel è partito 2°….ed è arrivato 3°.

      • Ma infatti è molto strano, non tanto il fatto dei consumi, ma quanto il fatto che abbia trovato una buona affidabilità da un motore che non ne ha. Apparentemente le due cose sembrano distinte, ma per quale motivo la redbull sta facendo tutta questa polemica sui sensori per far levare il limite dei 100kg/h? Due sono le possibili risposte:
        1) Che il loro motore rimane affidabile solo al di sopra di un certo range di flusso.
        2) Che vogliano rendersi ridicoli.

        In fin dei conti il sensore è uguale per tutti quindi se hanno problemi loro li avranno anche gli altri, perciò si è sempre in una situazione di parità ed è ridicolo lamentarsi di questo perchè se tu devi alzare il piede perdendo competività per questo, gli altri lo stanno già facendo.
        Inoltre il fatto che stiano favorendo vettel è un pò sciocco nel senso che riccirdo se lo tengono bello che stretto e comunque sia facendo ritirare una macchina ci rimettono molto, ma quel team radio di stamattina mi lascia perplesso, ma non parlo di quello di massa, ma di quello di ricciardo che attaccato a tallonare vettel gli viene detto di distaccarsi per il calore che va contro la sua macchina stando vicino a Vettel, ridicolo, lo sapevano tutti che avrebbe provato a superarlo.

      • Si è vero, è partito secondo, ma di fatto è stato terzo dall’inizio alla fine, in ogni caso il fatto non depone certo a suo favore.

  • Credo che la direzione gara stia tornando ad intromettersi troppo nelle faccende della corsa. Gia trovo assurdo dare a ricciardo lo stop and go, ma va beh…è come lo speed limit, sai di non doverlo superare per motivi di sicurezza, e la penalità te la prendi. Ma la penalità aggiuntiva di 10 posizioni al prossimo gp?? ne vogliamo parlare?? trovo sia una delle “novità” piu stupide e ipocrite mai viste. Cioè, un aggravante derivante da cosa?? ha fatto 20 metri è si è fermato…manco fosse un pirata della strada uscito a tutta velocità. ASSURDO.
    Capitolo redbull. Mi fa dispiacere come Antonini “veda” irregolarità su questa macchina e metta in dubbio il risultato di un recupero straordinario, alludendo a fantomatici magheggi (di cui non ha nessuna idea o prova).
    Al massimo l’irregolarità era sulla macchina di ricciardo, sulla quale il flussometro (altra novità incredibilmente assurda di questa F1) non funzionava da inizio gara. però ci è stato anche detto, che nel caso non funzioni il dispositivo la fia possa monitorare la telemetria. Quindi nn vedo cosa ci sia di irregolare. boh.
    Vettel…c è ancora chi lo defisce scarso, pompato a dismisura, e vincente solo grazie alla macchina. Beh, ieri ha fatto un grandissimo giro, e oggi una gara superlativa (su una pista tutt’altro che favorevole). E’ un po antipatico, e a volte esagera con la presunzione (in perfetto stile redbull), ma oggi ha corso benissimo e ha anche rilasciato delle dichiarazioni da vero uomo-squadra, quando avrebbe potuto gridare (anche oggi) a gran voce che hanno “perso” perchè il renaul vale meno del ferrari e mezzo mercedes…

    • Sappiamo in passato quello che è successo per non aver fissato bene una gomma, quindi la penalità ci sta tutta, tra l’altro la Federazione aveva già detto che sarebbe stata inflessibile su questo punto.

      La penalità è stata inflitta perchè hanno lasciato la piazzola di sosta in “unsafe release” quindi non era in sicurezza e non conta nulla che abbia fatto solo 20 metri, immagina solo se la ruota si fosse staccata cosa poteva succedere.

      • si, ma si è preso lo stop-go…qual è il senso di calcare la mano in questo modo?? perchè punire il pilota per due gran premi? non ha senso.

      • Nella situazione in cui si è ritrovato Ricciardo lo stop and go non la ha penalizzato.

      • a beh, questo è un altro discorso però, anche se non mi trovo cmq d’accordo con questo “modo di fare”. prendiamo atto, sperando che la direzione gara non inizi a mettere troppo mano ai risultati.

      • A me sembra che Ricciardo si sia ritirato prima di scontare la punizione, ciò giustificherebbe i 10 posti persi.

      • giovanni.berton

        La penalità a Ricciardo è stata data in quanto non ha scontato lo Stop&Go…
        La colpa è di Mazzoni & Co. che l’hanno gufato…

    • KingSchumy

      Mauro, non è che la Direzione Gara fa quello che gli pare eh, applica semplcimente le regole che ci sono.

      Evidentemente 10 secondi di stop&go e penalizzazione di 10 posizioni in griglia sul prossimo GP è quanto previsto dal regolamento e la Direzione Gara sta semplicemente applicando il regolamento. Regolamento che è stato accettato e condiviso da tutte le squadre, tra l’altro.

      • ok, se nel regolamento cosi sta scritto non aggiungo niente, ma sai…quando vedi che ogni anno la direzione gara agisce facendo davvero quello che gli pare, i dubbi ti vengono…
        In ogni caso, secondo me questo è un “falsare” ulteriormente le corse e trovo assurdo che anche solo qualcuno abbia potuto dare il via libera a un regolamento simile.

    • KingSchumy

      Mauro, non è che la Direzione Gara fa quello che gli pare eh, applica semplcimente le regole che ci sono.

      Evidentemente 10 secondi di stop&go e penalizzazione di 10 posizioni in griglia sul prossimo GP è quanto previsto dal regolamento e la Direzione Gara sta semplicemente applicando il regolamento. Regolamento che è stato accettato e condiviso da tutte le squadre, tra l’altro.

  • poco da dire,gran gara anzi weekend di vettel,ha dimostrato quanto è forte,non che ce ne fosse bisogno.

    • Bho, Vettel ha avuto una gara pulita, Alonso, invece è sempre stato in scia di qualcuno ed il suo consumo gomme è statto nettamente superiore a quello di Vettel, personalmente direi che Red Bull e Ferrari al momento si equivalgono.

      • vettel era dietro, ne aveva di piu e si è tolto dalle scatole ricciardo. Alonso poteva fare lo stesso. Non l’ha fatto però, e secondo me perchè la redbull oggi è piu avanti della rossa sia in qualifica sia in gara

      • Permettimi di dissentire, stai parlando di due piloti della stessa scuderia, non è la stessa cosa fra due avversari.

      • max, alonso non sarebbe mai arrivato davanti a ricciardo…e vettel a un certo punto della corsa li ha salutati entrambi. Quindi…o vettel e ricciardo sono nettamente piu forti di alonso (cosa che non credo), oppure la redbull andava piu forte…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!