Penalità e giochi di squadra inutili: il GP dei bacchettoni

31 marzo 2014 10:52 Scritto da: Gianni Morbidelli

Nella giornata capolavoro di Lewis Hamilton, sono diversi gli episodi discutibili: penalità troppo dure e giochi di squadra che fanno discutere. Ecco il parere di Gianni Morbidelli sul Gran Premio della Malesia.

Rubrica di Gianni Morbidelli

Il Gran Premio della Malesia ci ha mostrato un Hamilton in grandissima forma, a dir poco perfetto in questo weekend dove ha portato a casa praticamente tutto quello che c’era a disposizione: pole position, vittoria e giro più veloce. Una dimostrazione di grande superiorità, la sua e quella della squadra. Rosberg ieri ha contribuito sì alla doppietta Mercedes ma, come per sua stessa ammissione, in questa corsa era ben distante dalle performance di Lewis. Credo ci siano pochi dubbi: Hamilton sarà l’uomo da battere.

Lewis Hamilton - Mercedes W05E, in tutta sincerità, credo che gli unici in grado di dare del filo da torcere alle mercedes siano proprio quelli della Red Bull Racing. A discapito di quanto tutti pensavano, la RB10 è una gran macchina e potrà mettere pressione agli avversari. Oserei addirittura dire che sarà l’unica antagonista della Mercedes in questo campionato, perché ha una base molto buona dal punto di vista telaistico e aerodinamico. Pecca ancora di una power unit non all’altezza della situazione, ma i margini di sviluppo sono decisamente ampi. Oltre a Vettel, Ricciardo ha dimostrato – ancora una volta – di avere un carattere forte oltre al talento, battagliando senza remore con il proprio compagno di squadra che di Mondiali in tasca ne ha già quattro. Peccato che la sfortuna lo abbia privato di punti importanti in chiave Mondiale e, a questo punto, è ancora senza punti in campionato. Questo gli peserà nel corso della stagione, perché i suoi avversari diretti ne hanno già accumulati abbastanza.

Per il resto, devo dire che sono rimasto ancora colpito dalla prestazione dei due rookie – Kvyat e Magnussen – giunti ancora a punti. Ma, soprattutto, è da rimarcare la prestazione di Nico Hulkenberg con la Force India. Merita un plauso per il suo modo di approcciarsi alle gare, per come combatte pur non avendo una vettura all’altezza degli avversari.

Per quanto riguarda la Ferrari, è decisamente lontana dalla vetta. Non mi sembra attualmente in grado di poter impensiere Mercedes e Red Bull. Questa impresa di Alonso, in realtà, non l’ho vista. E Raikkonen, anche stavolta, ha avuto una prestazione carente seppur influenzata dalla foratura dopo un contatto con Kevin Magnussen. Ed è su questo che vorrei un attimo concentrare la mia attenzione, perché credo che ieri la FIA sia stata un po’ bacchettona nell’assegnare le penalità.

Ferrari - Alonso Il contatto tra Raikkonen e Magnussen è del tutto involontario, frutto di un errore in staccata finito con un lieve contatto tra l’ala anteriore del danese e la ruota posteriore destra del finlandese, con conseguente foratura. Trovo che penalizzare Kevin con uno stop and go di 5 secondi sia fuori luogo, perché non sussiste la volontarietà dell’azione. In fondo, nessun pilota è intenzionato a tamponare quello davanti. Non hanno di certo delle macchine turismo, dove spesso accadono episodi simili, in cui un pilota spinge un avversario per cercare di fargli perdere la curva. Credo che questa penalità sia stata eccessiva, anche se è vero che Raikkonen è stato fortemente condizionato da quella foratura. Ma, a prescindere dal caso specifico, credo che azioni del genere non andrebbero sanzionate.

Perché, a questo punto, se vogliamo parlare di manovre al limite e volontarie, allora credo sia più discutibile la partenza di Vettel che, dopo pochi metri, ha stretto al muro Rosberg. Ecco, quella era una situazione a cui si dovrebbe fare più attenzione, perché c’è un comportamento scorretto e al tempo stesso pericoloso. Quello di Magnussen è stato solo un errore e non lo si può punire con uno stop and go. Esattamente allo stesso modo, trovo ridicola la dura penalità inflitta a Ricciardo per l’unsafe release. 10 secondi di stop and go e 10 posizioni perse sulla griglia di partenza alla prossima gara: cosa c’entra con l’aspetto sportivo? Non capisco il senso di penalizzare in maniera pesante un pilota solo perché il meccanico ha compiuto un errore o una negligenza. Andrebbe penalizzata la squadra, piuttosto. Faccio veramente fatica a comprendere queste scelte da parte di chi partorisce i regolamenti.

A proposito di situazioni assurde, ma cosa combinano in casa Williams? La fase finale del Gran Premio è stata esilarante. A pochi giri dal termine, il team ha dato ordine a Massa di far passare Bottas che era più veloce di lui. E la cosa mi ha fatto sorridere, perché pensavo alle sue recenti dichiarazioni dove diceva: “Il mio tempo da servo in Ferrari è finito”. Credo che la richiesta della Williams, in quella fase della gara, sia stata fuori luogo e di cattivo gusto nei confronti del suo nuovo pilota. Per certi versi è stato davvero imbarazzante. Sono un pilota anche io e se provo ad immedesimarmi in Felipe, è logico che mi passano in mente delle domande tipo: ‘Ma il team come e quanto crede in me?’. Nella testa di un pilota, dopo situazioni del genere, nascono dei dubbi pericolosi che lo allontanano dalla squadra. Un distacco che, nella maniera più assoluta, non aiuta.

Williams Martini RacingIn fondo, il rapporto che c’è tra un ingegnere e con la squadra è facilmente paragonabile a quello che può esserci tra la fidanzata o i propri familiari. Quando nascono delle piccole incomprensioni difficili da chiarire, queste poi pesano sul rapporto. Nel caso di Felipe, un distacco dalla squadra può influire sulla sua resa in futuro. Condivido la scelta di Massa di ignorare l’ordine di squadra e continuare a correre come se nulla fosse accaduto. In fondo, se Bottas fosse stato veramente più veloce, avrebbe almeno tentato a sopravanzarlo, cosa che poi non è avvenuta.

Felipe, nelle interviste post-gara, ha anche elegantemente glissato affermando di aver fatto la cosa che riteneva più giusta in quel momento. E la Williams non ha proferito parola nelle varie interviste ufficiali, perché la squadra – in cuor proprio – sa di essere nel torto. Se avessero dato l’ordine di squadra per dare occasione a Bottas di tentare l’attacco su Button, allora avrebbero avuto modo di giustificare quei team radio. Cosa che non hanno fatto e così, magari, si sentono un po’ in colpa ed hanno tentato di ridimensionare l’accaduto, ignorandolo.

Mi sorprende che una squadra come la Williams si sia lasciata andare ad una azione del genere in una fase simile del Campionato: queste sono situazioni delicate da gestire, oltre che particolari per i piloti che la vivono sulla propria pelle. Ogni pilota sente molto la competizione con il proprio compagno e, spesso, è contro di lui che vuol vincere ancor prima che pensare al resto del gruppo. Il perché è chiaro: se sei il leader, la squadra tiene molto più in considerazione le tue opinioni, ti dà più attenzione e tutti ti sono vicini. Bisogna stare attenti in certe situazioni: il filo è sottile, ma se lo si tira troppo è facile che si spezzi.

53 Commenti

  • bene ragazzi siamo in linea teorica d’accordo, vero che il mercato dell’Asia etc sia migliore, ma i team sono tutti europei, hanno tifosi europei, hanno sede in europa, se fai schifo ci sono altre classi da seguire, la moto gp ad esempio e’ molto meglio, anche loro avevano seguito le orme della fia, hanno avuto un tracollo ed ora sono tornati a essere eccellenti, varando delle regole che all’inizio sembravano assurde ma che poi si sono rivelate eccellenti. il problema rumore, sorpassi, etc, sono enormi, non crediate che anche in aeree diverse da quelle europee sono con l’anello al naso, i ricchi sanno cosa sia una macchina potente ed il rumore. venendo a casa nostra, sky ha fatto flop con la f1, c’e’ poco da fare ed ora secondo me tireranno i remi in barca, hanno capito che il prodotto e’ scadente, ci hanno messo anche del loro , con un canale ottimo per la qualità’ visiva ma pessimo per argomenti, opinionisti, la frustrante pubblicità’ ossessiva dei loro prodotti. di gran lunga meglio eurosport che con meno mezzi ha eccellenti commentatori, in tutti gli sport. i dati sky dicono che stanno avendo meno abbonamenti, complice la crisi e la loro politica del prendere in giro i loro clienti, della serie ti regalo questo ma ti faccio pagare il doppio quest’ altro. con lo streaming tra poco le pay tv saranno alla canna del gas. qualità’ video? chi se ne frega se poi devi pagare una somma spropositata. ad maiora.

    • alexredpassion

      condivido dalla prima all’ultima parola.
      Sull’argomento sky, si è presa una bastonata epica comprando la F1 e trovandosi tra le mani dopo appena un anno la formula chivapianovasanoevalontano. Ora stanno cercando in tutti i modi di vendere m**da per nutella, vanzini ad esempio sta chiaramente portando avanti una campagna pro-formulascureggina sfruttando la sua visibilità (anche sui social). Per quanto mi riguarda, anche solo per principio, dal prossim’anno disdirò l’abbonamento e passerò dai 4 gp all’anno a zero. Il segnale va mandato concretamente, non solo a chiacchiere.

  • Ma é normale Max Marz.

    Mi auguro che non la segua piu nessuno sta formula ciofeca.!

    Zero sorpassi
    Zero emozioni.
    Zero fascino.
    Zero rumore.

    Cosa c’è di esaltante di questa formula enel.?
    4 catorci elettrici che sibilano al posto di rombare.
    Con motore 1.6 cioè una cosa assurda.
    Ma quando mai vedremo una Ferrari da strada con motore 1.6 .??
    Dai basta con queste bestemmie.

    Fosse anche la Ferrari davanti a tutti al posto della Mercedes mi esalterei ben poco.

    É come avere i brividi x le 125 con rumore da zanzara…

    Eeehhh sai che brividi.!

    • alexredpassion

      attendo con ansia il momento in cui questa formulacariola sbarcherà in europa.. sai che risate!! e comunque il vero tracollo di ascolti si vedrà il prossim’anno.. per quest’anno ormai la maggiorparte dei biglietti sono stati comprati e gli abbonamenti fatti. Nel 2015 saranno.. volatili per diabetici!!

    • winnerskin

      formula enel, lol

      be’, comunque i sorpassi ci sono, ma sono ridicoli, roba da autostrada su due corsie diverse che non si possono sfiorare… con le gomme che creano delle differenze di performance assurde.

  • gli ascolti tv sono crollati, qualcuno dovrà’ spiegare…vero bernie?, ho letto i dati : sky tracollo, rai peggio….ok che sky e’ pessima e rai trasmetteva in differita ma il prodotto e’ scadente , pagare uno scempio tale quando te la vedi in streaming e se fa’ schifo come sempre spegni il pc e ti rimetti a letto. la f1 e’ in default….forse bernie si illude che la vedono a singapore, ma i soldi in europa se li sogna tra poco, in usa non ne parliamo ci schifano e hanno ragione, le loro gare di motorsport sono eccellenti, caro bernie ti e’ rimasto il terzo mondo porta due decoder….ah ah ah

    • winnerskin

      sarei d’accordo se non fosse per il fatto che non ti rendi conto che l’europa non è più un area economicamente interessante, la middle class benestante che paga per l’intrattenimento si sta ristringendo da anni… e ai business fa piacere andarsene. “il secondo mondo” è molto più grande numericamente e quindi anche se non c’è la stessa cultura e tradizione sportiva non importa, è in crescita, investono, non hanno l’euro e la Bce… insomma più lontano dall’europa vanno più soldi fanno.

  • Volevo rispondere a tutti quelli che dicono che Kimi e inferiore ad Alonso che a parte l’australia dove non aveva la macchina a posto e comunque danneggiato dalla safety car e dall’immobilismo del muretto Ferrari a Sepang dopo poche curve e senza nessuna responsabilità si è di fatto ritrovato con 72 sec di ritardo sul groppone il Drs non ha funzionato per quasi metà corsa con le gomme per cercare di fare un cambio in meno sono stati conservativi e quindi da dove arriva questo confronto di essere stato inferiore a Alonso in Malesia?Anzi in Malesia con un week-end normale sarei stato curioso di vedere il confronto tra i due,o fate come certi giornalisti che esaltavano Alonso perchè aveva superato Hulkemberg anzi per usare il loro termine ha fatto vedere di che pasta è fatto,superare uno con un mezzo inferiore ,con gomme di mescola più dura e con un bel pò di giri sul groppone in più ci vuole la pasta?

    • winnerskin

      è ovvio che il confronto tra i due piloti non c’è ancora stato, la gente parla per dire qualcosa. però è preoccupante che i “problemini” capitino tutti a kimi, di solito è segno che sei la seconda guida (ovvero che la tua macchina è curata di meno).

  • FrancyOwna

    si hai ragione davide

  • Cioè: con il limite carburante chi sbaglia all’inizio e poi ti ritrovi ultimo é praticamente impossibile recuperare “spingendo” giro dopo giro come si é sempre fatto in passato..disgustato..mettetevi nei panni di Kimy, no scia, no ala aperta, insomma fisso a rischio consumi…

  • lo sanno tutti che tifo lewis ma non credo assolutamente che hamilton sia il favorito…il favorito ad oggi è sicuramente rosberg che gia dalla prossima gara sara molto vicino a hamilton.

  • alexredpassion

    premesso che mi dispiace per il calimero brasiliano, per me il team radio di massa rimane l’unico momento divertente e degno di nota di tutto il gp della malesia. risentire le STESSE IDENTICHE PAROLE di 4 anni fa, dopo che felipe si era dichiarato finalmente libero dalle catene di maranello e don fernando è stato spassosissimo. del resto con questa formulanoia bisogna accontentarsi di quello che passa il convento.

  • Bravo Morbidelli, articolo inappuntabile.

  • lewis_the_best

    grande Morbidelli!! pilota e uomo vero!!
    condivido anche le virgole del tuo discorso!

    la ferrari per blasone si tende (giustamente) sempre a metterla tra i candidati al titolo tuttavia gli ultimi anni hanno dimostrato una preoccupante incapacità nel progredire con aggiornamenti efficaci durante l’anno e mettendo alonso sempre in condizioni di inferiorità nei confronti di vettel.

    personalmente prevedo per la ferrari una stagione come quella del 2005. ci potrà essere qualche exploit durante la stagione magari dovuti a ritiri della concorrenza o condizioni atmosferiche particolarmente favorevoli ma in questo momento mercedes mi sembra superiore dal punto di vista motoristico e red bull la migliore dal punto di vista telaistico (tanto per cambiare) e i valori di forza non cambieranno per lo meno fino a barcellona.

    sulle penalità condivido il fatto che siano ridicole anche se onor del vero i 5 secondi in più al pit stop danneggiano molto meno il pilota sanzionato rispetto al drive through dove per altro l’effetto della penalità era diverso a seconda della lunghezza della pit lane.

    assurda poi la penalità a ricciardo! e se fosse uscito dalla pit lane che sanzione gli avrebbero dato?? un’esecuzione in piazza davanti alla folla? in questi casi il pilota è gia autopenalizzato considerando che nel momento in cui avviene l’errore del meccanico la sua gara è gia compromessa ma comunque se davvero si sente la necessità di dare una punizione bisognerebbe darla al team e non al pilota magari togliendo 5 punti o 10 in caso di comportamento recidivo!

    infine i team order.
    ho sempre odiato queste cose. se un pilota si trova davanti al compagno di squadra durante la gara vuol dire che fino a quel momento la sua gara è stata migliore per tanto è giusto che stia davanti! tuttavia mettendoci nei panni delle scuderie permetterei gli ordini di scuderia SOLO nelle ultime 5 gare del campionato e solo per quei team che hanno un pilota in grado di ambire al titolo piloti!

  • Il mio sogno di regolamento per la F1:
    -Limitazioni aerodinamiche:ala anteriore con max 3 profili e tre soffiature, senza appendici aggiuntive, con paratie laterali senza sporgenze. Ala posteriore con beam wing ma con max 2 profili. Abolizione DRS. Appendici aerodinamiche (deviatori di flusso, appendici su freni e corpo vettura) vietate. T-tray abolito. Applicazione della piastra di legno sul fondo senza gradini o spessori aggiuntivi. Limiti di dimensione nel diffusore ma libertà di sviluppo, all’interno di un numero max di condotti venturi ricreabili (3 per lato). Il diffusore è ciò che più potrebbe essere utilizzato nella produzione di serie. Scarichi con doppio terminale simile all’attuale in posizione simile ma “non soffianti” sul beam wing. Musi con sezione uniforme.
    -Ruote da 17 o 18 pollici, gomme slick ribassate e decisamente più larghe per favorire il grip meccanico.
    -Regolamento motori simile a quello del WEC, con possibilità di scelta di diversi livelli di energia recuperati con adeguato balancing delle performance, con l’unico appunto di consentire di imbarcare quanta benzina si vuole, pur nel limite di flusso orario differente in base alla configurazione di recupero energia scelto. Unico limite max di potenza 700cv per ragioni di sicurezza dei piloti e divieto d’uso di materiali pericolosi per l’incolumità dei meccanici.
    -Test in pista nel lunedì post-gp, tranne in quelli a distanza di 1settimana. Numero max di elementi nel team, numero max di motori e cambi utilizzabili nella stagione.
    È solo una bozza, un’idea, ma, per me, sarebbe un sogno.

    • e mi che sogno rimane. La F1 che vorremmo noi non è gestibile dai potentati, quindi non attuabile.
      Purtroppo mi sto convincendo sempre di più che la F1 stia diventando troppo simile al Calcio, e credo che finirò per seguire il Carling.

  • Alessandro HAMALORAI

    @ DAVIDE78

    Mi chiedo e ti chiedo:

    Se avessimo avuto Hulkenberg secondo te avremmo avuto una Ferrari al livello della Mercedes?

    Ma come si fà a dire certe cose sui piloti? è l’unico punto fermo!!

    Bisogna mettersi in testa, che a Maranello bisogna progettare vetture veloci da poter permettere ad un kobayashi qualsiasi di vincere il titolo.

    Appurato che quest’anno vincerà la Mercedes, spero almeno che ci sia lotta tra i 2 piloti e magari un terzo incomodo come Vettel. Vedere un soliloquio da qui fino a novembre, fà venir voglia di chiudere baracca e burattini!

    • Ciao Alessandro HAMALORAI infatti le mie sono solo opinioni personali, fossi stato in Montezemolo avrei preferito un pilota giovane ma ricco di talento e sopratutto “affamato” di risultati ad uno di 34 anni, tra l’altro nettamente più costoso.
      Secondo me a Maranello avrebbero dovuto cominciare a pensare al futuro, una certezza già c’è e si chiama FERNANDO ALONSO anche sè sia chiaro neppure il buon Fernando sè non è supportato da una buona macchina può sempre fare miracoli.

      • ‘Sempre’ miracoli? Fino a prova contraria in questi anni Sua Maestà l’Intoccabile Alonso di miracoli non ne ha proprio fatti, anzi ha buttato via un mondiale (il 2010) ampiamente alla nostra portata.
        Detto questo se in queste prime due gare del 2014 non si è andati a podio non è certo colpa dei piloti…

      • MotoreAsincronoTrifase

        questa faccenda dei miracoli di alonso proprio non la capisco. Guida bene ok. Ma quando ha avuto compagni di squadra forti come trulli o hamilton le ha prese per il resto ha sempre avuto compagni scarsi. Kimi ancora ha unamacchina che non fa per lui. In fondo fernando non perde occasione di screditare la macchina solo per far capire che e’ solo grazie a lui che si e’ a quel livello. Ma mi chiedo se veramente la macchina non sia male e lui guida solo normalmente venendo esaltato dalle scarse prestazioni dei compagni scarsi.

      • lewis_the_best

        condivido quello che han detto lazza e motore….

        alonso tra australia e malesia ha ottenuto una posizione in piu rispetto a quanto avrebbe meritato solo grazie a ricciardo che nella prima è stato squalificato e nella seconda gliene sono successe di ogni…

        alonso è certamente un gran pilota però osannarlo sempre e cmq mi pare eccessivo! inoltre vorrei sottolineare il team radio di vettel a fine gara! quando mai alonso ha detto una cosa del genere!! vettel potrà anche sembrare arrogante e presuntuoso in certe sue dichiarazioni alla stampa però è veramente un grande uomo squadra!

      • x MOTOREASINCRONOTRIFASE: Ahahahah Trulli pilota forte ?!!!
        Ahahah ma quando ?!!!
        Trulli è stato un mezzo pilota della stessa risma di Fisichella, Coulthard, Barrichello, Irvine e cioè delle MEZZE-CARTUCCE !!!
        Nulla più…..sè Trulli era forte io sono Barack Obama !!!

      • MotoreAsincronoTrifase

        Non sara’ stato un fuoriclasse ma in renault era spesso avanti ad alonso il quale l’ha fatto inspiegabilmente cacciare dal paparino briatore.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!