Domenicali: “Chi vuole il mio posto dovrà conquistarselo”

2 aprile 2014 14:51 Scritto da: Redazione

Intervista a Stefano Domenicali, Team Principal della Scuderia Ferrari.

Stefano DomenicaliL’inizio del Mondiale 2014 non è certo quello che i tifosi ferraristi si aspettavano. La F14-T paga ancora un gap sostanziale dalla concorrenza e la cosa, mediaticamente, pesa ancora di più per una squadra come la Ferrari. Sul sito Formula1.com, è stata pubblicata una interessante intervista con il Team Principal della Scuderia di Maranello che affronta diversi temi importanti.

Stefano, hai detto di non voler giocare al gioco delle colpe, ma di qualcuno sarà anche la responsabilità di questa falsa partenza. Il 2014 sarà un’altra stagione difficile?
SD: “Sapevamo, fin dal principio, che con queste regole la sfida sarebbe stata enorme. Eravamo consapevoli che non sarebbe stata solo una questione di motore, settore in cui crediamo di essere abbastanza forti, ma anche una questione dell’intera power unit. Sappiamo che gli altri costruttori hanno un’enorme esperienza in questo settore, perché viene già applicato alle loro auto stradali, quindi sapevamo che non sarebbe stato facile. Sappiamo però quali sono le aree da migliorare e, in questa fase, lasciarsi prendere dallo sconforto non aiuta. Inoltre, abbiamo migliorato la nostra organizzazione in alcune aree dove eravamo deboli”.

Quali sono le aree deboli della vettura di cui parlavi?
SD: “Fondamentalmente tante, non credo che risolvere un solo problema risolva tutti gli altri, dunque abbiamo bisogno di lavorare per avere una macchina più efficiente. Dunque, ci serve avere un motore migliore, lavorare per sfruttare meglio l’equilibrio tra potenza elettrica e la potenza del motore tradizionale. Abbiamo bisogno di lavorare su ogni parte della vettura”.

Si può fare una stima economica di quanto sia costato alla Ferari sviluppare questo nuovo motore?
SD: “Un sacco di soldi. Abbiamo dovuto investire in nuove tecnologie che non conoscevamo affatto, per questo è stato un investimento incredibile. Sono più che fiducioso che torneranno utili in futuro anche alla nostra divisione Gran Turismo, perché certe tecnologie fanno parte del mondo delle GT. Non so se per il nostro marchio, ma è una tecnologia avanzata come lo era in passato il controllo di trazione o il cambio automatico. Nessuno all’inizio pensava fosse stato possibile trasferire tutto sulle auto stradali, ma poi è successo”.

Guardando agli altri due costruttori di motori, Mercedes e Renault, entrambi hanno dei colossi automobilistici alle spalle. Rispetto a loro, la Ferrari è una piccola boutique. Questo non rende tutto più difficile per voi?
SD: “Certo, per noi è più difficile e lo sapevamo. Ma è proprio questa la bellezza della sfida, dobbiamo lottare in modo da poter essere all’altezza”.

Quanto conta lo sviluppo del nuovo motore da Formula 1 per le auto stradali? E se non c’è più il rombo, perché mai dovremmo acquistare una Ferrari stradale?
SD: “Non c’è dubbio che il rumore del motore – anzi, la chiamerei la musica del motore – è parte dell’adrenalina che si ha quando si compra una vettura del genere. Ma occorre anche guardare al passato: qualche anno fa non si sarebbe neanche potuto immaginare di avere il KERS su una Ferrari e ora le Ferrari hanno il KERS sviluppato dalla divisione Formula 1. Questa è la natura del cambiamento e dello sviluppo”.

La Ferrari è l’unica squadra con due campioni del mondo al volante, come vedi le prestazioni dei due piloti?
SD: “Il nostro unico obiettivo è quello di assicurare loro la migliore monoposto possibile. Questa è l’unica urgente necessità e deve accadere presto. Finora, Fernando ha dimostrato di saper essere veloce immediatamente. Kimi ha bisogno di un po’ più di tempo per capire la macchina, ma si può vedere che è sempre stato lì. Sono sicuro che sul fronte piloti non avremo alcun problema”.

Quali modifiche sono state apportate tra l’Australia e la Malesia?
SD: “Poche, nulla di rilevante. Fondamentale abbiamo lavorato sulla messa a punto e sul cercare di capire le logiche della nuova vettura, perché c’è ancora tanta strada da fare per migliorare le performance”.

La riscossa arriverà a Barcellona?
SD: “No, non è una questione di riscossa. Dobbiamo fare in modo di sviluppare la monoposto. Se ora dico che le cose cambieranno radicalmente a Barcellona e poi questo non dovesse avvenire, torneranno tutti da me a chiedermene conto. Servono fatti, non certo parole”.

Più volte, nel tempo, è stata predetta la tua sostituzione nel ruolo di team principal. A quante stagioni difficili si può sopravvivere?

SD: “Non mi interessa quello che si dice, perché ci sono tante persone che puntano al mio posto. E’ un privilegio essere in questa condizione ma, una volta che sarà finita, non mi preoccuperò. Resterò nel team, non in questa posizione ma in un altro ruolo. Non è un problema personale. Dite a tutte quelle persone gelose che vorrebbero il mio posto che dovranno conquistarselo”.

47 Commenti

  • flapanteriore

    vergognati domenicali una disfatta come quella in Bahrain è inaccettabile dopo anni di fallimenti speriamo che il presidente si decida a mandarti via e ridare la ferrari in mano a persone giuste il silenzio sarebbe l’unica cosa che dovresti fare vergogna!!!incapacita’ fatta persona

  • Interessanti affermazioni. Specie se rilette dopo la gara di ieri. Complimenti. Bravo. Davvero bravo.
    Ottima dichiarazione. Continui così.

  • domenicali epic fail!

  • contebaracca

    la differenza enorme di potenzialità tra ferrari e i colossi porta ad uno sviluppo più lento ma alla lunga la ferrari recupera la storia insegna proprio su questo aspetto , la ferrari ha sempre lottato contro colossi negli ultimi 25/30 anni poi comunque sia alla ferrari non mancano ne i soldi e neanche le risorse quindi la vedremo migliorare costantemente .
    vi basta osservarla attentamente la f14t che si vede chiaramente che ha più l aspetto di una ferrari pronta a scendere in pista a fiorano a dicembre più che una ferrari pronta al terzo appuntamento mondiale.
    loro sono piccoli con strotture minuscole al confronto ma si sono sempre difesi egregiamente e quest anno non saranno da meno purtroppo gli serve più tempo dato l enormità del progetto in confronto agli anni scorsi.
    forse non riusciranno a vincere il mondiale di quest anno ma sono strasicuro che li vedremo migliorare costantemente fino a dire la loro già quest anno.
    tutti a sputare sul cavallino ma siate seri e obbiettivi e sopratutto calmi che le soddisfazioni non tarderanno molto!
    quando si cominceranno a vedere le diavolerie di hallison sulla monoposto vedrete che salto prestazionale farà la monoposto .
    la f14t è talmente acerba che è del tutto ancora verde e lo si capisce al primo sguardo.
    se questo non sta bene al tifosuccolo ferrari che vada a tifare merdeces ma che si riccordi bene una cosa però … la ferrari in 64 anni non ha mai tradito i suoi tifosi
    dando forfet infatti io stimo solo mecca e williams oltre a tifare da sempre e per sempre ferrari.

  • —-Guardando agli altri due costruttori di motori, Mercedes e Renault, entrambi hanno dei colossi automobilistici alle spalle. Rispetto a loro, la Ferrari è una piccola boutique. Questo non rende tutto più difficile per voi?
    SD: “Certo, per noi è più difficile e lo sapevamo. Ma è proprio questa la bellezza della sfida, dobbiamo lottare in modo da poter essere all’altezza”.—

    Questa domanda/risposta secondo me riassume tutti i problemi della Ferrari, non so quanti soldi sborsi la Fiat, ma credo che il budget Ferrari sia sicuramente inferiore a Mercedes e Redbull/Renault; da quando negli anni scorsi i motori sono congelati l’aerodinamica è diventata predominante, le Ferrari era indietro come galleria e forse anche come know how, ora sono entrati in gioco i motori elettrici e di nuovo la Ferrari si trova indietro sia a livello di konw haw che probabilmente di strutture e divisioni adibite a quello.
    Difficile competere su più campi contemporaneamente contro colossi che avranno sezioni composte da chi sa quanti addetti per ogni singolo settore…
    Un tempo bastava un buon telaio, un buon motore ed un’aerodinamica che rispetto ad oggi era ai minimi termini

    • In pratica se vogliamo rivedere la Ferrari vincere devono venderla all’Audi (gruppo VW).

      • La pietra tombale sull’Italia quella che descrivi. E un ottimo motivo per smettere di tifare.
        Non mi sembra che la Ducati stia facendo faville con lo stesso giochino tra l’altro…….

      • bingoooooooooooo

      • @michelle hai ragione e forse sara’ cosi’, ma si parla di un pressing di VW/audi per avere ferrari, credo che prima o poi marchionne farà’ sta’ caxxata. lui e’ quello che ha portato via dall’Italia fiat…e la fiat ora c’e’ elkan non agnelli…il patto con ferrari era con agnelli….mettiamoci il cuore in pace prima o poi accadrà’…e in quel momento piangerò’…e non tiferò mai piu’ ferrari.

  • montezuma è andato da zio bernie per ridiscutere le regole di questa f1….
    si dice che si voglia abolire il flussometro…adesso le cose sono 2:
    1- o sono convinti che l’endotermico ferrari sia talmente potente da colmare il gap con mercedes
    2- oppure sono talmente stupidi che oltre alla batosta sull’ibirido prenderanno anche quella sull’endotermico….

    poi si dice di gara più corte, personalmente sono in disaccordo, alzarmi alle 6 per vedere una gara di 45 min\ 1 ora non ci penso neanche…..e poi se togliessero il limite orario sarebbe comunque più veloci le vetture

    in generale questa formula 1 è un disastro, fanno gli ecologisti e i devoti al risparmio per 20\30 kg di benzina in più che nel budget di una scuderia di f1 annuali sono noccioline…..togliete i divieti sulla benzina e vedrete come si animerebbero le corse, tutti a tirare al massimo senza alcuna restrizione, allora si che cominceremmo a vedere ritiri e duelli appassionanti

    • il nano ha chiamato montezuma perchè la Ferrari ha il diritto di veto, non per altro.
      Ha voluto quindi riferire prima a lui le eventuali proposte per assicurarsi l’appoggio.
      Il flussometro vorrebbero toglierlo non per favorire questa o quella scuderia, ma per tirare per i capelli questa F1 che sta precipitando negli abissi della anonimità.

  • Se Alonso riesce a limitare il distacco dai piloti mercedes fino in Spagna, quest’anno vincerà i mondiale! Nn so perché, ma ho questa sensazione, anche perché Rosberg ed Hamilton si toglieranno punti a vicenda.

    • Si toglieranno punti a vicenda, ma mica ci sono solo loro.
      Ormai nemmeno più nelle partenze siamo consistenti.

    • Magari bastasse che loro 2 si tolgano punti a vicenda….. se mancano loro c’è sempre Vettel….. quest’anno a meno che davvero non tirino fuori il coniglio dal cilindro sarà la stagione peggiore degli ultimi 5 anni secondo me:
      – siamo indietro su tutto;
      – in partenza eravamo forti e adesso non lo siamo più;
      – sul passo gara spesso ci difendevamo, adesso prendiamo banane anche li;
      – fino all’anno scorso il podio era un obiettivo realistico, adesso è già ottimo arrivare 4°.

    • questa è ovviamente una speranza che alberga in fondo all’animo di ogni tifoso, compreso me. Alonso può avere questa possibilità solo se la ferrari colmerà l’enorme divario che ha dai primi. fino ad allora sarà solo un sogno.

  • Secondo me la Ferrari più di questo non può permettersi è domenicali ha fatto un buon lavoro anche perché la vettura non la fa lui ma dirige gli uomini che ha è purtroppo gli uomini questi sono.Adesso tra la galleria del vento rinnovata ,l’arrivo di Allison ,l’arretramento di Fry (preferirei che lo cacciassero a dire la verità,anche perché stiamo pagando le sue scelte),speriamo che da metà 2014in poi potremmo tornare a dominare.

  • Domenicali ha il posto garantito sempre e comunque …..lo dice chiaro , se per caso mi cambiano ruolo ne avrò un altro.

    perciò pace amici…..c’è lo dobbiamo tenere mi sa è un intoccabile.

    • MotoreAsincronoTrifase

      domenicali nel suo ruolo di marketing e’ davvero ottimo. Grazie a lui la ferrari ha acquisito molti sponsor ed e’ stato lui a contrattare con santander. E’ solo come team principal che non e’ capace.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!