Bahrain, McLaren nella Top Ten: Button batte Magnussen

5 aprile 2014 21:01 Scritto da: Andrea Facchinetti

Ad Al Sakhir entrambe le McLaren hanno centrato la top ten: grazie alla penalità inflitta a Ricciardo, Button partirà sesto, mentre Magnussen ottavo.

jenson-buttonIn quello che si prospetta un week end in difesa per la McLaren, le vetture del team di Woking sono riuscite ad entrare con entrambi i piloti nella Q3, grazie anche alle temperature più basse registrate nella serata del sabato di Sakhir.

Button ha fatto registrare il settimo tempo e Magnussen il nono, ma entrambi guadagneranno una posizione e una fila domani sullo schieramento per via della penalità inflitta nello scorso GP a Ricciardo, con l’inglese che scatterà quindi sesto e il danese ottavo.

Nei primi diciotto minuti di prove cronometrate Button e Magnussen utilizzano entrambe le mescole a disposizione per il week end, con il giovane rookie che fa registrare il settimo tempo assoluto rifilando ben quattro decimi al più esperto compagno di scuderia. Button ha però modo di rifarsi nei confronti di Magnussen nella Q2, quando il Campione del Mondo 2009 si qualifica all’ultima fase di qualifica grazie al quarto tempo. Anche il danese riesce a centrare l’obiettivo di rientrare nella top ten, conquistando la nona posizione della Q2.

Negli ultimi dodici minuti la lotta per la Pole è ristretta ai soli piloti Mercedes, con la McLaren che può giocarsi le posizioni di rincalzo. Sia Button che Magnussen compiono due giri cronometrati con le gomme a mescola più morbida tra quelle a disposizione per giocarsi la seconda fila: l’inglese conclude però al settimo posto, mentre il danese è soltanto nono, che significano sesta e ottava casella dello schieramento sulla griglia della gara di domani. Per la prima volta in stagione Jenson ha battuto il compagno Kevin, il quale è sempre entrato nella Q3 da quando ha debuttato in Formula Uno in Australia.

Come squadra abbiamo probabilmente tirato fuori il massimo oggi, anche se per poco non abbiamo fatto il quinto tempo. Domani un podio sarebbe fantastico, anche se i primi due posti sono già assegnati, abbiamo davanti solo tre vetture per raggiungere il terzo posto e tutto può succedereha dichiarato l’inglese dopo le qualifiche.

Così Magnussen ha commentato l’ottavo posto odierno: “Non sapevo cosa aspettarmi, Jenson oggi è stato più veloce di me. Domani dovremo vedere come sarà il nostro passo gara in relazione a quello degli avversari, dovremmo essere comunque più competitivi di oggi”.

9 Commenti

  • E’ strano sentir dire adesso che la McLaren non ha un’organizzazione in grado di vincere un mondiale nel breve periodo.
    Per quanto mi riguarda, con questi regolamenti ballerini, qualsiasi squadra può tranquillamente vincere il mondiale nel prossimo futuro.
    Basti pensare alla RedBull e alla Mercedes che nel giro di pochi anni sono state portate dallo zero fin sulla vetta, a botte di regolamenti.
    Con questo non voglio dire che il campionato è falsato (già mi sono espresso su questo tema e ho rimarcato il fatto che tutte le squadre sono state d’accordo su queste nuove regole, anche quelle che adesso protestano).

    Però non posso esimermi dall’esprimere la mia personale opinione relativa alla direzione che ha preso la F1 dall’inizio del nuovo millennio.

    In questi 15 anni abbiamo visto riproporre uno schema abbastanza semplice da individuare:
    Anni di dominio intervallati da qualche stagione tirata (ma sempre con gli stessi vincitori) fino al cambio regolamentare che ha portato in auge negli anni Ferrari, Renault, RedBull e Mercedes.
    Nel 2007 c’è stato un tentativo di riproporre il duello McLaren-Ferrari degli anni di Hakkinen e Schumacher, culminato rovinosamente nella Spy-Story e nell’esito telecomandato della stagione.
    Nel 2008 hanno tentato di metterci una pezza riproponendo la stessa minestra ma con un risultato invertito.
    Nel 2009 la furbata di Brawn rinviò il dominio RedBull di un anno, ma solo perchè la favola della scuderia comprata per 1 dollaro sembrò essere un ingegnoso fuori programma nel grande disegno dei boss della F1.

    Con questo non voglio dire che i campionati sono stati falsati, ma solo che i regolamenti di questi 15 anni sono stati creati ad arte per determinare a priori quante e quali squadre dovevano giocarsi il mondiale.
    Ecco perchè ritengo inutile star qui a fare previsioni sul futuro della F1, perchè è chiaro l’andazzo che questo sport ha preso da un bel po’ di tempo.
    Magari tra qualche anno i padroni della F1 decideranno che sarà il caso di rispolverare il mito della McLaren-Honda per aumentare l’audience e allora torneremo a vincere.

    Scordiamoci però di rivivere le sensazioni del passato, perchè se ci saranno ancora persone come Jean Todt a decidere le sorti della F1, ogni stagione avrà un vincitore designato con colpi di scena studiati per non far calare l’attenzione del pubblico pagante.

    • è proprio così e se ci fai caso proprio in cui hanno messo la f1 come scommesse, x carità è più facile così sapere chi vince ed in tempo di crisi questo dettaglio che sa di bisca non è xniente da escludere, magari ecclestone ammortizza varie spese in questo modo. x me la ferrari vincerà nel 2020
      anche xkè c’è williams, force india che vorrano vincere prima o poi
      anche xkè come si mettono d’accordo le banche i petrolieri etc… non vedo come 10 costruttori non possano siglare un patto segreto con fia da suggellatore in un periodo di vacche magre è più redditizio x tutti investire grosso quando sai che è il tuo turno risparmiando su anni in cui sai che non devi vincere è un bel risparmio

    • L’unica cosa creata ad arte in questaf1 sono le gomme bridgestone in esclusiva che hanno permesso alla ferrari di diventare mitica….
      tutto il resto sono solo congetture prive di qualsiasi dato verificabile…
      le formula uno per quanto spaziali possano essere alla fine toccano sull’asfalto con le gomme….mi ricordo una fase di gara ad indy dove con le intermedie schumacher guadagnava 5 (cinque) secondi al giro sul secondo…
      adesso con gomme uguali è dura a maranello, vero? :):)

  • senza piloti non si và da nessuna parte.
    se non hai un trascinatore tipo alonso non puoi risollevarti…salvo qualche alzata di ingegno fortuita di qualche ingegnere (improbabile) con due mezze tacche come mag. e button la destinazione è la stessa che ha preso la williams anni fà…decadenza…
    fine dei risultati fine dei soldi…
    alonso è riuscito con una ferrari catorcio forse peggio della mac attuale a giocarsi il mondiale due volte…

    • il piu’ grande sbaglio e’stato perdere hamiltom lasciamo magnussen che come secondo ci puo’ stare ma continuare a insistere su button e da dementi,poi il non trovare un top sponsor………………

  • E un disastro. In qualifica non andiamo bene, e nemmeno in gara visto che la FI e la RB hanno un passo migliore del nostro. La Williams sul passo gara non l’ho vista tanto bene,invece la Ferrari ha un passo simile al nostro.
    Per domani non mi aspetto un granché. Basta che portiamo punti a casa.
    Poi abbiamo fatto un grande favore a Perez scaricandolo alla FI.
    Ultimamente chiunque abbia lasciato la McLaren ha fatto la decisione giusta.

    • McLaren è lungi dall’essere un’organizzazione in grado di competere per rivincere un Titolo, tanto che lo stesso RON DENNIS si è accorto di questo e ha deciso di tornare alla guida del Team, dopo i disastri dell’era Whitmarsh.
      Tempo fà dissi che il Titolo di Hamilton del 2008 sarebbe stato l’ultimo del Team McLaren per molto tempo e confermo quanto detto.
      La McLaren è da rifondare e DENNIS è tornato per questo….a patto che mandi a casa un certo Sam Michael.

      • Davide mi rendo conto del fatto che non siamo un team in grado di vincere un titolo mondiale(l’ho detto anche durante i test) ma è vergognoso il fatto che team come FI e Williams con meno risorse di noi hanno fatto molto di meglio. Io per questa stagione mi aspettavo che la McLaren fosse la 2/3 forza del mondiale ma invece siamo la 4/5 forza.
        L’unica cosa che dovevano fare era di mettere su un telaio che generasse downforce perché la P.U e la migliore del lotto.
        Adesso ho più paura per quanto riguarda il 2015. 1)La Honda rimane un incognita
        2)Anche se la Honda facesse la migliore P.U la McLaren sarà in grado di costruire un telaio vincente? Da quello che sta facendo vedere in questo inizio 2014 non credo che lo sarà.
        Poi concordo anch’io su Sam Micheal. Doveva andarsene via anche lui con Whitmarsh.

  • bah,sinceramente mi aspettavo di più.
    come prestazioni siamo i peggiori dei motorizzati mercedes,massa e hulkenberg potevano tranquillamente starci davanti.
    normalmente in gara va un po’ meglio,speriamo bene perchè il terzo posto non è lontano,ma come è possibile(forse)duellare con williams e force india è anche possibile che alla lotta si aggiungano redbull e ferrari che in gara secondo me sono molto meglio che in qualifica.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!