Ferrari, 3 punti in Bahrain. Montezemolo: “Un grande dolore”

6 aprile 2014 20:00 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Pessima prestazione delle Rosse in Bahrain: Alonso e Raikkonen, senza possibilità di difendersi dagli avversari, chiudono in nona e decima posizione. Il Presidente Ferrari amareggiato dalla mancanza di competitività della F14-T.

GP BAHRAIN  - 05/04/2014 © FOTO STUDIO COLOMBO X FERRARILe caratteristiche del tracciato lo lasciavano prevedere e le qualifiche del sabato lo avevano in parte confermato: quello del Bahrain per le Rosse sarebbe stato probabilmente il più difficile tra questi primi GP del 2014. La definitiva conferma è arrivata dalla gara, che per i ferraristi è stata più un calvario che una corsa automobilistica. Ripetutamente sopravanzate da Force India, Williams e Red Bull, in alcuni casi con una facilità disarmante, le F14-T arrivano al traguardo alle spalle di tutti i motorizzati Mercedes (eccezion fatta per le ritirate McLaren) e delle RB10 (a confermare che i problemi non risiedono certo soltanto nel motore…). Alonso termina nono, nella stessa posizione da cui era partito, mentre Raikkonen chiude in decima piazza, perdendone cinque dalla griglia.

Partenza lenta per Kimi Raikkonen, che viene sfilato dai rivali per poi essere sopravanzato alla prima curva da Fernando Alonso, autore di uno staccaggio al limite rispetto al finlandese. Raikkonen perde poi un’altra piazza ai danni di Hulkenberg, mentre lo spagnolo, oltre al piazzamento guadagnato sul compagno di squadra, riesce inizialmente a tenere a freno il tedesco della Force India. Dovrà però cedere l’ottava piazza dopo poche tornate: “Non abbiamo potenza” comunica Alonso al muretto, evidenziando il già noto e palese deficit di cavalli del motore italiano rispetto a quello firmato Stoccarda.

All’ottavo giro Alonso è infatti ormai ben staccato da Hulkenberg, mentre alle sue spalle si avvicina il compagno di squadra Raikkonen, a sua volta tallonato dalla Red Bull del Campione del Mondo in carica Sebastian Vettel. Al giro 13 arriva già il momento della sosta ai box Ferrari, che consumano le gomme più dei rivali: il primo a fermarsi è Fernando Alonso, mentre Raikkonen, difendendo fino all’ultimo la propria piazza nei confronti di Sebastian Vettel, rientra alla tornata successiva. La posizione su Vettel è comunque mantenuta, dato che il tedesco rientra ai box più tardi rispetto ai ferraristi, dopo aver perso tempo prezioso guidando su gomme ormai vecchie.

Nel secondo stint è ancora una volta manifesta l’impotenza dei piloti di Maranello nei confronti dei motorizzati Mercedes: Alonso e Raikkonen vengono superati senza colpo (poter) ferire da Hulkenberg e Perez. Al 22esimo giro il Campione 2007, sopravanzato anche dalla McLaren di Jenson Button, è di nuovo sotto l’attacco di Vettel. Stavolta Seb riesce ad avere la meglio nel corso del 25esimo giro, relegando Raikkonen alla decima posizione, che diventa la nona con la sosta di Valtteri Bottas. Il finlandese deve a quel punto guardarsi dall’arrivo dell’altra RB10, quella di Daniel Ricciardo. L’australiano arriva al bloccaggio alla curva 1 al giro 28 nel tentativo di sopravanzare la F14-T, ma l’ultimo Campione del Mondo Ferrari riesce a difendersi: fino alla tornata 32 in cui, nel giro di poche curve, viene facilmente sfilato sia da Ricciardo che da Bottas.

Al 28° giro le gare dei ferraristi prendono strade diverse con la seconda sosta di Fernando Alonso, che passa alle gomme medie con un po’ di anticipo rispetto al compagno di squadra. Su gomme nuove, il Vicecampione dopo qualche tornata deve comunque arrendersi nuovamente nei confronti di Sergio Perez e poi di Nico Hulkenberg, che gli strappano dalle mani la quinta e la sesta posizione.

La seconda sosta di Kimi Raikkonen giunge al giro 34, e tre tornate dopo si presenta una replica del duello con Daniel Ricciardo, con il medesimo risultato. Su gomme medie il finlandese si ritrova alle spalle della Lotus di Maldonado, su Pirelli molto usate e ormai agli sgoccioli, e riesce ad ottenere l’11esima piazza al giro 40.

I piloti del Cavallino si riuniscono al giro 42, quando entrambi scelgono l’ingresso della Safety-Car come momento propizio per la terza ed ultima sosta, optando per un ultimo stint su Pirelli Medium: Alonso è 10°, Raikkonen 11°. Al ripristino della corsa Fernando Alonso si fa vedere negli specchietti da Jenson Button, e riesce a mettersi alle spalle la MP4-29, ottenendo la nona posizione. Poche tornate dopo anche Raikkonen riesce ad avere la meglio su Button (che si ritirerà pochi giri dopo), entrando in zona punti. Il pilota di Oviedo incita i propri uomini al muretto, trovandosi ad essere per qualche giro il pilota più veloce in pista dopo le due Mercedes, e provando a lanciarsi all’inseguimento di Bottas. Il ferrarista riesce in effetti ad entrare nel raggio d’azione del DRS della Williams, ma non c’è tempo per intentare un duello. Alonso e Raikkonen devono quindi accontentarsi di chiudere la top ten, racimolando tre punti, nel risultato peggiore di questi primi tre GP della stagione.

Fernando Alonso solleva il pugno sotto la bandiera a scacchi, quasi a festeggiare la fine di una corsa infernale: “Penso che le aree da migliorare siano chiare. Oggi è stata una gara difficile, come sapevamo anche prima di venire qui. Il team ha fatto un lavoro super, abbiamo cambiato varie cose rispetto a ieri, quando abbiamo avuto quel problema di potenza, e oggi tutto ha funzionato perfettamente. Oggi la partenza è stata super, i pitstop sono andati bene e la strategia è stata ottima, in generale abbiamo tirato fuori il massimo”. E se questo è il massimo che la Ferrari può fare, certo c’è poco di cui sorridere: “Sicuramente non siamo soddisfatti per la performance: dobbiamo chiedere pazienza a tutto il mondo. Questa settimana di test per noi sarà una settimana chiave: abbiamo qualche idea, abbiamo dei pezzi nuovi, chiaramente tutti miglioreranno ma noi abbiamo un piano agressivo… e non possiamo dire nient’altro” aggiunge Alonso, sorridendo tristemente e facendo spallucce. “Dobbiamo solo lavorare giorno e notte”.

Ancora più rammarico per Kimi Raikkonen, che rispetto a ieri non puà che essere meno soddisfatto: “Se mi aspettavo un avvio di stagione tanto difficile? No. Questa gara è stata dura, ho fatto una pessima partenza e da là le cose si sono fatte più difficili. Ci manca la velocità, dobbiamo migliorare in questo. Sappiamo cosa dobbiamo fare ma non succederà tanto facilmente. Ci vuole tempo ma è quello che dobbiamo fare”.

Ai microfoni della RAI, oggi, ha parlato anche il Presidente Ferrari Montezemolo, mentre abbandonava il circuito prima del termine della gara, visibilmente deluso: Vedere una Ferrari così lenta sul rettilineo è un grande dolore. Adesso tutti a Maranello devono mettere una marcia in più, soprattutto i motoristi. Ci sono tante cose da provare questa settimana, ma non mi piace vedere dov’è la Ferrari in questo momento”. E non potrebbe essere altrimenti. L’arrivo di un’era attesa da tempo come la fine del dominio dell’aerodinamica sul motore, e quindi come una nuova occasione di competitività per la Ferrari, da anni costretta a inseguire, ha trovato una Rossa totalmente impreparata, che adesso si ritrova alle spalle di Mercedes, Force India, McLaren e Red Bull in Classifica Costruttori. I tifosi attenderanno i test del Bahrain, il GP di Cina e quello di Spagna sperando nel miracolo. Ma probabilmente, ormai, alquanto disillusi.

165 Commenti

  • @medri_s
    ahahahahahahah!!! Stavolta mi hai fatto ridere!!! Magari fosse stata per colpa mia, ahahah, non credo che la Ferrari stia a sentire i tifosi su questo aspetto!!

    Suvvia non fare l’invidioso solo perchè ti ho fatto notare la verità sii più obiettivo, e non ti arrabbiare, non voglio che tu mi fraintenda!

    Aldo Costa:
    Se vuoi proprio saperlo alla Mercedes sta facendo bene perchè ha gente valida sottoposta al suo giudizio, cosa che non aveva in Ferrari, io personalmente non ho mai messo in dubbio il suo potenziale come direttore del reparto tecnico e come sviluppatore, semmai non è mai stato un buon “inventore” le idee geniali venivano sempre da altri, in primis Byrne e Brown.
    Se alla Ferrari l’hanno mandato via senza mandare via tutto il resto è colpa di chi prende le decisioni al muretto!

    Se infine ti sto sulle scatole solo perchè ti faccio notare cose vere dette appena due settimane fa non è un mio problema…
    Saluti caro! 😉

    • un altra cosa è:tutta la super visione di byrne?dov’è?è questo il progetto che ne uscito fuori?

      • Infatti…ma lui è capibile, è in pensione (meritata anche) la Ferrari non deve chiedere a Byrne, deve trovare gente nuova con idee nuove, non è colpa di rory, è colpa del muretto box!

    • a te piace puntare il dito, sparare sulla croce rossa, far notare agli altri che avevi ragione (su cosa poi?), per me puoi scrivere anche dei romanzi su queste cose.
      rimani sembre piccolo piccolo, intellettualmente parlando

  • A termine dello scorso campionato inserii un commento nel quale pronosticavo quanto sarebbe avvenuto nel successivo campionato (ossia quello 2014). Era fin troppo facile vaticinare la débâcle della Ferrari: stesse teste pensanti, stessi tecnici (Allison a parte che notoriamente non è un motorista). Con un regolamento che avrebbe rivoluzionato la Formula 1 nel senso, ampiamente sollecitato dalla Ferrari, di ridare alla componente motoristica la giusta importanza in uno sport motoristico, era giocoforza concentrare gli investimenti sul reparto motori….Quanto agli speranzosi, fiduciosi (ad oltranza) tifosi che spesso mi hanno dato del disfattista, il piatto è servito. Mi pare che ormai siano tutti concordi nel ritenere che chi ha avuto responsabilità in questi anni debba essere sostituito, a partire da mister mantra “bisogna lavorare a testa bassa e migliorare”. Se non altro per scaramanzia…ogni volta (cioè sempre) che sono state pronunciate queste parole le cose sono andate in peggio

    • non sarà sostituito nessuno…la ferrari si è ridotta a sole parole…montezemolo avrebbe dovuto cacciare a calci i responsabili di tale debacle…non lo fa…non so a quali speranze si appende ancora…e sono contro anchio al cambio di regolamento….

  • Un altro pensiero è che LCdM doveva porre la questione in un’altra maniera a Todt, magari alleandosi con Renault: “Senti visto che sta diventando un capionato monomarca noi e la Renault come motoristi ci ritiriamo, se non cambi le regole, se vuoi portaci in tribunale, nel frattempo ci facciamo una campionato alternativo… ah buon divertimento!”
    invece si è calato le braghe e Todt carinamente per motivi a noi ignoti ci ha sputtanato mediaticamnte davanti a tutti… complimenti ottima gestione.

    • dicono che la ferrari ha il diritto di veto l’unica ad averlo…a me pare che la ferrari non conti piu niente in formula 1…

      • Si ma se non hai le pa**e per sfuttarlo quando serve, vedi scarichi, vedi tante magagne degli ultimi anni, sei sempre la scuderia che ha diritto di veto ma è in minoranza, ti devi alleare.

    • agghiacciante, puerile, deplorevole….
      fabietto chi lavora meglio va rispettato, la competizione va rispettata. scappare quando si perde è da deboli, vili, mezze cartucce….

      • hai ragione, ma sinceramente sentire Todt che spala merda sulla Ferrari indirettamente certo… non è bello, quindi qualcosa dell’approccio del presidente doveva essere sbagliato o forse meno remissivo, il Drake puerile o no minaccio’ l’abbandono almeno due volte per aggiustare qualcosa di sbagliato per tutti.
        Poi se tutti sono contenti, scommettitori, televisioni e pubblico va tutto bene. Noi sappiamo che da qui alla fine della stagione il campionato piloti e costruttori non è in discussione per nessuno tranne la Mercedes.
        La F1 era bella perchè si c’era chi tirava fuori il coniglio dal cilindro, ma c’era nache la possibilità di lavorare e contrastare, riportare rielaborare. Le regole sono troppo restrittive hanno snaturato lo sport.
        Puerile infantile quello che vuoi ma a me Ferrari o no fa schifo questa F1 dove tutto è bloccato e fermo per 5 stagioni.

      • Per chiarire mi faceva schifo lo stesso quando Schumi vinceva a mani basse, tanto lo sai… che pa..e nemmeno le seguivo le corse.

      • contebaracca

        la ferrari è l unica che non ha mai mollato a differenza di tutti gli altri mercedes compresa per passare da honda e renault … poi bmw porche peugeot .
        Sai qual è il problema ?!! la ferrari per questa sua fedeltà ormai è data troppo perscontata da tutto il circus e da tutti gli inglesi che ne fanno da padrone quindi secondo me una pausa farebbe solo bene sia alla ferrari che alla f1 che si ritroverebbe con le chiappe in terra e con quintali di soldi buttati nel cesso.
        Poi come io sogno ormai da anni un bel campionato alternativo aperto a tutti ma soprattutto aperto a chi ama davvero la massima espressione e non a chi usa la f1 solo per vendere più lattine o simili.

  • mi sono sfogato abbastanza…in realtà no ma preferisco allontanarmi un attimo da qua…..sono avvilito ed incaz*ato !

  • una ferrari stradale è più veloce di una di f1…non so se ci rendiamo conto…

    • Ma è vero, prendessero gli ingegneri del reparto GT. Tanto peggio di così…

    • contebaracca

      se è per questo una ferrari stradale ha anche un suono più corsaiolo di queste pseudo f1 … la mercedes amg che fa la s.c mette in ridicolo le f1 con il suo rombo e questo è ancora peggio.

      • quelli che giudicano la F1 dal suono sono dei dinosauri che vivono in un’altra epoca.
        mi immagino i commenti: “senti che casino che fa quella macchina, chissà come va forte”…
        i tempi cambiano, la teconologia avanza, siete da museo.

      • contebaracca

        medri ma che cavolo sfarfugli ? io sono nato e cresciuto assieme al rombo dei motori e la f1 ora è l unica categoria al mondo ad avere motori col rombo di una utilitaria.
        giurassico ? ok considerando che oggi va di moda anche dare via il culo a me piace ancora la gnocca come piaceva a mio nonno e mi sta bene così .
        lascio a te la modernità auguri .

      • contebaracca il tuo commento è perfetto, non devo aggiungere niente

  • i motoristi, in testa marmorini, hanno sbagliato tutto, il loro diktat di inizio stagione era l’affidabilità e non hanno proprio saputo interpretare le regole questi “scellerati”…bastava leggere il regolamento per capire che il flussometro e la limitazione di kg in gara così come i soli 5 motori a disposizione andavano proprio nella direzione di preservare le unità motrici !
    l’affidabilità era già parte integrante del regolamento, come ha anche fatto notare niki lauda….

    li definirei “defi*ienti” nel senso che mancano di qualcosa, ed in particolare delle competenze

    • quello che ha detto niki è giusto, ma ovviamente lo sapevano anche in ferrari. la questione affidabilità riguarda tanti aspetti in queste PU.
      comunque è palese che la ferrari ha dato troppa importanza all’affidabilità e troppo poca alla prestazione.

  • davvero ci ho sempre creduto di anno in anno che la svolta fosse finalmente arrivata…ma adesso sono veramente demoralizzato…se gli importa davvero dei tifosi alla ferrari devono veramente dimostrarlo…si stanno combinando come la politica….parlano parlano e non fanno niente…rubano solo lo stipendio….

  • Ragazzi ma il congelamento dei motori riguarda l’intera PU(motore termico + elettrico) o solo la parte termica?

    • L’intera P.U. sia termico che elettrico.

    • credo riguardi tutta la p.u

    • alexander310

      Nel dubbio ti riporto il regolamento sportivo:
      art 28.5
      Only power units which have been homologated by the FIA in accordance with Appendix 4 may be used at an Event during the 2014-2020 Championship seasons.

      In aggiunta ti allego l’appendice 4 art 1 c del suddetto regolamento
      A power unit delivered to the FIA after 28 February 2014, or modified and re-delivered to the FIA after that date, which the FIA is satisfied, in its absolute discretion and after full consultation with all other suppliers of power units for the Championship, could fairly and equitably be allowed to compete with other homologated power units. Such changes will normally only be accepted if they are being proposed for reliability, safety or cost-saving reasons…

      Per quanto riguarda le modifiche attuabili nei prossimi anni ti rimando all’appendice 4 del regolamento tecnico (purtroppo non ce l’ho sottomano in pdf).

      In altre parole avendo la pu più affidabile siamo cornuti e mazziati…:)

  • no ma ragazzi, a parte gli scherzi qui la situazione è seria, se non trovano un modo di migliorare la p.u a monza rischiamo la debacle più grande della storia….

  • montezemolo inerme e quasi in lacrime, che pena ragazzi….

    • ci sarà qualche anno buio temo. il cambio regolamentare ha costituito per la ferrari un notevole passo indietro e monezuma lo sa, per quello cerca di cambiare le regole.

      • contebaracca

        basta non rinnovare il contratto con parere f1 e vedi come si scongela tutto come un cubetto di ghiaccio ai caraibi.
        ora quello che serve alla ferrari è cattiveria allo stato puro come hanno sempre avuto gli altri con continue minacce di anno in anno vedi redbull anche quest anno.

      • cattiveria che, avendo un prete al muretto, non abbiamo mai avuto !!!!!!!

      • contebaracca

        eh ma quella cattiveria la deve mettere montezuma perché il buon domenicali in ste cose conta come il 2 di coppe se briscola è denara

      • vedendo come è uscito con la coda tra le gambe dal bahrain ho i miei dubbi…spero che la prima cosa che abbia fatto una volta tornato in italia sia stata andare a maranello per una riunione urgente, anche nel mezzo della notte !!!!!

  • contebaracca

    l unica soluzione possibile è davvero fare la voce grossa per scongelare tutto compresi test liberi altrimenti alla ferrari conviene seriamente andarsene e solo questo basta a fare accettare a tutti quanti mercedes compresa un ritorno allo sviluppo costante e libero tanto a mio parere quest anno il mondiale non glielo toglie nessuno ma non si può rompere le balle con la favola dei test col contagocce e dei motori congelati per far si che possano partecipare anche team minori quando il risultato evidente di tale regolamento è la supremazia di chi ha colossi alle spalle vedi motore mercedes che oltre a fare volare le frecce fa viaggiare anche chi li compra semplicemente.
    quindi se i presupposti per tale regolamento erano quelli sopracitati si è cannato totalmente il risultato perchè una casa storica e portante per tutto il sistema f1 come la ferrari non ha i mezzi per sviluppare il tutto senza testarlo su asfalto perchè la ferrari oltre che costruttore di auto per pochi è un piccolissimo costruttore di prototipi da corsa e non avrà mai i mezzi e i soldi di colossi cime honda mercedes e renault ma con la possibilità di usare i suoi impianti può dire la sua come ha sempre fatto in 64 anni di storia.
    quindi montezuma a mio parere deve pretendere di tornare a testare le sue macchine come e quando gli pare altrimenti ciao a tutti che è l alternativa migliore.

  • stagione finita per quanto riguarda le ambizioni di titoli mondiali alla ferrari. ecco perchè:
    la PU è chiaramente la peggiore delle tre in pista. velocità bassissime, il consumo benzina è molto alto e non permette di spingere.
    il consumo gomme è fra i peggiori e la trazione è un disastro a testimonianza che non solo il motore non va ma anche il telaio è sbagliato.

  • @stevebj

    Se intervieni per ridurre i consumi difficilmente aumenti la potenza, a meno di escamotage vari…però se la Federazione accoglie le richieste di modifica ad oggi la Ferrari non ha nè problemi di affidabilità nè problemi du consumi, se si basano su quello visto fino ad oggi non credo che consentirebbero modifiche in merito.
    Boh…

    • secondo me invece consumi e potenza sono legati… se è vero che il motore ferrari non puo andare oltre gli 11000 giri proprio per motivi di consumi, ci puo stare ancora un buon margine di progressione. Sopratutto se viene ottimizata la parte elettrica… vedremo

  • idea …..ditemi se fattibile.

    Ferrari=AlfaRomeo

    cioè rientra alfa con motore “ferrari super sviluppato”che poi forse si rompe…..ma poi il prox anno sei avanti.

    possibile?

    • eheheh…troppo fantascientifico, ma io una cosa l’avrei fatta.
      Tempo fa sostenevo che Ferrari avrebbe dovuto chiamare i suoi motori clienti, Maserati per Sauber e Alfa Romeo per Marussia, in questo modo avrebbero potuto aggirare la regola delle P.U. tutte uguali, montando a piacimento pezzi diversi su l’una e l’altra, in modo tale da avere più raffronti.

      Ma non l’anno fatto…manca un pò di fantasia a chi gestisce queste cose in Ferrari…

      • inoltre avrebbero avuto anche maggiore impatto visivo/pubblicitario per i marchi del gruppo fiat in giro per il mondo…(nonostante le prestazioni)

  • domani ci sono i test….io non mi aspetto niente stavolta…non proveranno pezzi nuovi,non proveranno a fare un tempo,quindi non mi aspetto piu niente da questa ferrari…ieri anche montezemolo mi ha deluso…dice che gli da dolore vedere una macchina cosi lenta….ma non fa niente ripeto niente,per punire chi ha reso possibile una cosa del genere….ragazzi eravamo all’avanguardia nel campo motori….ma cosa è successo….il motore piu scarso l’ho abbiamo noi…il renault migliorerà…noi se è vero per quando riguarda il peso non si puo fare niente…i motori sono congelati….è finita per me è finita…e chissa per quanti anni….visto che il motore non si puo piu toccare….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!