Paddy Lowe boccia le proposte di Montezemolo

8 aprile 2014 20:31 Scritto da: Redazione

Dalla Mercedes chiudono le porte alle proposte avanzate da Ecclestone e Montezemolo. “Irrealizzabili” secondo Paddy Lowe.

Paddy LoweDomenica scorsa, al Gran Premio del Bahrain, la Ferrari ha perso due volte. La prima in pista, l’altra nel paddock. Montezemolo – dopo il vertice con Todt – era arrivato in Bahrain per proporre dei cambiamenti utili, a suo dire, a migliorare lo spettacolo in Formula 1. Qualcosa, però, è andato storto.

Ma quali erano le proposte che Montezemolo ha proposto a tutte le squadre? Tra le idee c’erano l’aumento di portata del carburante da 100 a 110 Kg per gara. e la riduzione dei numeri di giri di ogni Gran Premio, allo scopo di permettere ai piloti di non badare troppo ai consumi.

Tuttavia, le squadre hanno bocciato le proposte. Primi fra tutti quelli della Mercedes che, come era normale, non avevano alcuna intenzione di modificare le regole proprio adesso che occupa una posizione dominante. “In questa settimana si è parlato un sacco di cose completamente irrealizzabili. Dall’aumento della benzina all’accorciare le gare. Ma vi immaginate a far passare questo concetto agli appassionati? Sarebbe come dire che abbiamo deciso di accorciare una maratona perchhé gli atleti non sono abbastanza in forma. E’ il messaggio che si manda ad essere sbagliato e non si può prendere neppure in considerazione. Spero solo che possiamo metterci tutto alle spalle”, ha detto Paddy Lowe.

Anche la storia del consumo di carburante, a quanto pare, si è rivelato un non-problema e in queste prime fasi del campionato ne abbiamo avuto un’anticipazione. Su questo fronte, Lowe sottolinea: “In Bahrain i nostri piloti hanno lottato dall’inizio alla fine e il risparmio di carburante che abbiamo dovuto adottare è stato comunque nella normale. Non è così diverso dallo scorso anno”.

Insomma, dalla Mercedes chiudono le porte all’asse Ecclestone – Montezemolo. “Non so quale sia la situazione delle altre squadre, ma se non ottengono i nostri risultati significa che hanno un pacchetto meno efficiente. Questa è la nuova F1: è una questione di efficienza. L’obiettivo rimane questo”, ha concluso.

67 Commenti

  • La Ferrari ha i coglioni, ma non li usa.

  • ma veramente gli ha proposto di accorciare le gare, o di aumentare la benzina? ma dico, allora è impazzito.
    cosa vogliamo aspettarci da una squadra con un presidente impazzito!

  • @ MatteoS
    No infatti non è questa la sede…però la cosa è affascinante magari più avanti ne riparleremo!!! 😉

  • GRANDE PADDY LOWE !!!!!

    Il signorino ha trovato qualcuno che gli dice di NO finalmente !

    La prossima volta che minaccia il suicidio ditegli di buttarsi pure.

  • Ovvio che alla Mercedes va bene così e non possono essere contenti di un cambiamento..
    Però lo scorso anno le gomme che andavano bene a loro e alla Red Bull andava bene cambiarle…
    Io toglierei il limite dei kg/h, se loro non vogliono che mantengano i 100 kg/h.
    Non mi pare che la Mercedes abbia diritto di veto.
    Se la federazione decide un cambiamento si devono adattare anche loro nel bene o nel male.

    • Credo che i cambiamenti in corso di campionato necessitino dell’approvazione di tutti. E mi sembra giusto così: sono anni che si sanno le regole, perché si dovrebbe penalizzare Mercedes per aver lavorato meglio degli altri?

    • MotoreAsincronoTrifase

      L’anno scorso la ferrari era favorevole al cambio gomme per motivi di sicurezza. Anche alonso lo disse pubblicamente, esattamente dopo che uno pneumatico scoppiato a hamilton gli passo’ a pochi cm dal casco mentre andava a 320 km/h. Non vedo come il limite di benzina possa dare problemi di sicurezza. Poiche’ questo e’ l’unico motivo in cui e’ possibile cambiare.

      • Ma dai, premetto che non sono favorevole al cambio delle regole, ma l’anno scorso la questione sicurezza è stata solo una scusa costruita ad hoc per cambiare le gomme e favorire la RB. Non prendiamoci in giro da soli.

  • Intanto la Ferrari ha concluso anticipatamente i Test in Bahrain dopo 12 giri sulla macchina di Alonso è stato riscontrato un serio danno al Telaio, tale da non poter più andare in pista.

    • pensa, stavano usando la macchina incidentata di kimi.
      è la resa finale, la prova provata dello sbando totale in cui sono

      • Mamma mia ragazzi ma come si fà ?!!!

        Non sapevano che quella vettura potesse avere qualche problema ?

        Mi spiace dirlo ma la Ferrari è COMPLETAMENTE ALLO SBANDO a cominciare dal Sig. Montezemolo che in Bahrain ha fatto la figura del fesso !!!

  • @ MatteoS (scusa se è lungo il romanzo… 😉 )

    Si, concordo sul rientro delle grandi case in F1, i motori “green” hanno consentito ad Honda di essere la prima a tornare, ora vuole tornare Ford, sicuramente nei prossimi anni vedremo interessate Toyota e altri marchi vari, tra cui penso anche VW con Audi chissà…

    Sono opinioni personali infatti, mentirei se non ti dicessi che condivido il tuo pensiero, sta di fatto però che lo spettacolo in pista risulta purtroppo artificiale, però ti dico anche che il DRS è stato l’unico modo di rivedere sorpassi e spettacolo in pista negli ultimi tre/quattro anni, la mia ricetta però rispetto a questa F1 che vediamo ora sarebbe stata un pò diversa come ho detto anche tempo fa, avrei voluto vedere motori turbo di 2.0 cc con frazionamento a scelta tra V10 o V12, con due scarichi puntati verso l’alto e non uno solo, quindi con un sound molto più bello di quello odierno, ok l’ibrido con MGU-H e K, ok l’ers, ok l’ala mobile.

    Non avrei (come sai) fermato lo sviluppo dei motori subito, ma in modo più progressivo semmai, consumo benzina limitato ma non da subito, sarei partito da 130 kg e poi sarei sceso ogni anno di 10 kg fino ad arrivare ai 100 di oggi.

    Ecco, se proprio volevano una F1 “efficiente” ci si sarebbe arrivati in modo molto meno traumatico e più progressivo, dando più tempo ai progettisti per creare il miglior compromesso tra prestazioni ed efficienza.

    Si può discutere sul frazionamento dei cilindri, ma sarebbe stato sicuramente molto più affascinante come sfida tecnica rispetto al 1.6 V6 odierno, con scenari tecnici molto differenti. (sempre a mio avviso eh)

    Sarebbe costato di più?
    Probabile, ma quanto di più?
    Infondo i team hanno speso un sacco di soldi dal 2006 ad oggi, ogni anno c’è stato un regolamento diverso, ora con questo cambio epocale hanno speso ancora di più, quindi c’è anche la volontà di ridurre i costi, ma mi sembra che abbiano fatto di tutto per far spendere e non risparmiare i team di F1…

    Di una cosa resto convinto, che la F1 non è cambiata affatto nel predicar bene e razzolar male 😉

    • Di certo un cambio così radicale nei motori poteva essere gestito meglio e più gradualmente.
      Però la soluzione che proponi te, con un 2.0l turbo V12, porterebbe a potenze estremamente elevate, specie se i limiti sul consumo sono a 130kg per gara e senza limite di portata massima. Questo sembrerebbe non essere un problema, ma consentirebbe l’adozione di assetti aerodinamici molto carichi (tanto di potenza ce n’è), che porterebbero al solito problema di rendere impossibili i sorpassi.
      Credo che i limiti di consumo e portata, così come la cilindrata ed il frazionamento, siano stati studiati molto a fondo. Motivo per cui è assurdo cambiare le regole ora.

      Oltre al fatto che non sono tecnicamente convinto che un 2.0l V12 rappresenti un motore dal quale si possa ricavare qualche ritorno sulle auto di serie…

      • Per me si, il frazionamento imporrebbe cilindrate unitarie molto piccole, con regimi elevati…

        In futuro potremmo avere auto di serie 500 cc con 4 cilindri, meglio degli attuali 900 bicilindrici o a tre cilindri che vibrano da far paura…

      • (frazionamento V12 ovviamente…)

      • In realtà la tendenza è quella di avere cilindrate unitarie di 450cc, misura che per regimi di rotazione “stradali” (fino a 6.000rpm) sono una soluzione di compromesso molto buona.
        Le vibrazioni possono essere ridotte di molto in vari modi, se vuoi possiamo parlarne ma non mi sembra questa la sede.
        Ovviamente in F1 le cose sono un po’ diverse, quantomeno per i regimi di rotazione, ma frazionare un 2.0l in 12 cilindri e imporre limiti di consumo simili agli attuali non ha senso. Non ha senso perché tale frazionamento presuppone di girare a regimi vicini ai 20.000rpm, per avere benefici apprezzabili. Regimi ai quali i consumi sono molto elevati, se riferiti alla cilindrata.

    • MotoreAsincronoTrifase

      2l con un v12 turbo? Ma se con un 4 cilindri 1.5l turbo negli anni 80 si arrivava a 1200 cv in prova. Con la tua soluzione si arriverebbe a qualcosa del tipo 2000 cv con consumi estremi. Se invece metti un limite di consumo dovrebbero andare a regimi di tipo 5-6000 giri/min il che renderebbe la f1 ancora piu’ silenziosa e peggiore dell’attuale. Anzi con gli attuali limite di carburante secondo me un 4 cilindri in linea sarebbe meglio e per il suono basterebbe riposizionare gli scarichi all’interno della macchina che fa da camera di risonanza o porre all’estremita’ dello scarico tipo una di quei tubi che mettono i tamarroni vicino alle marmitte per far rumore sulle auto di serie.

      • Per il suono è un po’ più complicato di così, perché ci sono questioni di performance che vengono prima… Due scarichi però credo che aiuterebbero.
        La soluzione a 4 cilindri in linea era stata scartata per motivi strutturali: il V6 è parte del telaio, un L4 non avrebbe potuto esserlo così facilmente.

      • Allora inzialmente l’idea sarebbe stata quella di avere un motore 2.0 turbo indipendentemente dall’architettura scelta senza limiti di carburante, ma con l’ibrido, poi sinceramente se obblighi i team a trovare una soluzione per far ruotare il V12 a 14000 giri consumando al massimo 130 kg di benzina per me la trovano eccome.

        A parte le provocazioni sulla tecnica dei motori, se fattibili o meno, per risolvere un pò il problema del motore io vedrei bene due scarichi, però come dice MatteoS ci sono questioni di performance che vengono prima, si guadagnano cavalli anche con lo sfogo ottimale degli scarichi, cosa che con il terminale unico è un pò più strozzata!

  • Partendo dai seguenti presupposti:
    1) E’ ovvio e logico che Mercedes si opponga al cambiamento visto che è avanta anni luce agli altri;
    2)E’ sotto gli occhi di tutti che in questi anni sono stati parecchi episodi (leggi deroghe) che hanno favorito la RedBull (come ammesso tra le righe dallo stesso Newey alla fine della scorsa stagione);
    3) E’ sotto gli occhi di tutti l’episodio dei test abusivi Mercedes dello scorso anno e anche in quale maniera siano stati puniti;
    4) E’ stato specificato ampiamente dalla Pirelli che i pneumatici l’anno scorso esplodevano perchè i teal li utilizzavano senza rispettare le indicazioni della Pirelli (vedi camberaggi, pressioni e inversioni); nonostante ciò anzichè imporre ai team utilizzi “consoni” degli pneumatici si è preferito cambiarli;
    5) Visto il punto 4)Sarebbe stato ovvio che la Ferrari l’anno scorso si opponesse al cambio pneumatici ma MISTERIOSAMENTE non lo ha fatto;
    6) Visto il punto 2) sarebbe stato altrettanto ovvio che la Ferrari facesse opposizione, specialmente quando ha MISTERIOSAMENTE accettato il ripristino degli scarichi soffianti dopo Silverstone 2011 nonostante avesse la possibilità di opporsi.

    Considerato le verità che ho scritto sopra, bisogna chiedersi quali sono i MISTERIOSI motivi per i quali la Ferrari ha evitato di opporsi a certe scelte quando ne aveva la possibilità, e non invece stupirsi perchè Mercedes, come è ovvio che sia, adesso vuole che tutto resti com’è!

    Io la mia idea me la sono fatta, magari rifletteteci un po’ e fatevene una anche voi!

  • Aldilà del fatto che sarebbe scorretto cambiare adesso le regole.
    Aldilà del fatto che se l’anno scorso è stata fatta una porcata, farne un’altra adesso non migliora le cose. Aldilà del fatto che, a differenza dell’anno scorso, quest’anno non esiste nemmeno una giustificazione di facciata per cambiare le regole (l’anno scorso c’era la motivazione, non proprio secondaria, della sicurezza).

    Aldilà di tutto ciò, ma davvero pensate che la scarsa competitività della Ferrari dipenda dai consumi di carburante e gomme?
    Io penso che anche riducendo il numero di giri o aumentando la quantità di carburante spendibile durante una gara, la Ferrari non sarebbe comunque in grado di avvicinare la Mercedes che ha dimostrato di essere una macchina fantastica come prestazione pura, oltre che come consumi.
    L’unico team che ne potrebbe trarre vantaggio da una minore incidenza dei consumi sarebbe a mio modo di vedere la RedBull, ovvero la squadra che ha mostrato di avere una vettura velocissima ma con molti problemi legati all’affidabilità e ai consumi (vedi la squalifica di Ricciardo a Melbourne o i problemi di gomme di Vettel in Bahrain).

    E se con un eventuale cambio regolamentare, voluto da Montezemolo, cambiasse solo la gerarchia Mercedes-RedBull, siamo sicuri che a fine stagione i ferraristi (non solo qualche tifoso, ma soprattutto qualche dirigente) che ora invocano il cambio regolamentare non punterebbero il dito contro “l’ennesima ruberia” della RedBull?

    Anche per i supporters del club “Sono tutti contro la Ferrari” credo che sarebbe meglio mantenere le regole attuali, giusto per poter cambiare l’avversario/ladro su cui puntare il dito a fine stagione, altrmenti qualcuno potrebbe parlare di “Lamentele-Noia”…

  • Purtroppo c’è poco da dire, Lowe ha ragione, infondo se fossimo stati noi della Ferrari nelle condizioni di Mercedes dubito che avremmo accettato queste modifiche.
    Inoltre accorciare i GP per me è assurdo, quindi…

    Ho sempre criticato Red Bull perchè vinceva con vari barbatrucchi e con lo scopo di voler sempre aggirare le regole leggendo sempre tra le righe ciò che non era scritto nei regolamenti, ma alla Mercedes hanno semplicemente fatto tutto bene, quindi sta a noi recuperare, non a loro tornare indietro, a questo principio io sono sempre stato fedele, in F1 il più forte deve vincere, stop!

    Lowe inoltre ha detto che questa è una gara di efficienza, ed è vero, peccato che allora sia implicito che non è più F1, visto che il concetto reale di questa categoria sarebbe la velocità!!! Ma vabbè…

    Cmq per me la grande assurdità è stata quella di approvare (Ferrari compresa) un regolamento che permettesse di congelare i progetti PRIMA dell’inizio del campionato, è questa la cosa assurda, se adesso ci troviamo in questa situazione è perchè quando c’era da battere i pugni sul tavolo non l’abbiamo fatto, adesso è troppo comodo volerlo fare, mi spiace Montezzemolo, ha sbagliato tempi e contesto, lei e il DT della Scuderia Ferrari “Don Abbondio” Domenicali.

    Possiamo rimboccarci le maniche e lavorare giorno e notte ma la verità è che da quest’anno non conta più l’aerodinamica, conta più il motore (P.U.) e il deficit nei confronti di Mercedes è davvero troppo elevato per pensare di potercela fare già dal GP Spagna.

    Serve un miracolo piuttosto…per chi ci crede, auguri!

    • Sul fatto che sia assurdo bloccare lo sviluppo dei motori sono d’accordissimo, sul discorso che l’efficienza snatura la F1 no. Certo, la F1 è velocità, ma quanto più lente dell’anno scorso vanno le auto? Fanno i 130km/h in rettilineo? Io non credo.
      Per rendere i sorpassi più fattibili bisogna per forza rallentare le auto in curva, altrimenti appena si arriva dietro ad un avversario ci si pianta perché l’aerodinamica si rovina.
      Certo, sono più efficienti, ma tirano comunque fuori 650 CV da un 1.6l, non dimentichiamocelo.

      • Ciao MatteoS,
        Guarda, capisco cosa intendi ma vedi, la mia concezione di F1 (e di efficienza) è quando tiri fuori il massimo della prestazione dal connubio Auto-Motore-Aerodinamica-Pilota-Gomme-Team, ecco detto questo i 1,6 di ora tirano fuori circa 650 cv, quando a mio avviso al massimo delle loro possibilità, se girassero al massimo senza troppe restrizioni potrebbero raggiungere quote ben più alte, sia come giri motore che come cavalli.

        E’ questo che intendo, dovrebbe essere questa la F1, così le macchine non sono spinte al limite, ma solo ad un limite “ragionevole” che è più basso di quello raggiungibile.

        Io non mi convinco del contrario mi spiace, do merito alla Mercedes per quello che ha fatto ma questo assomiglia più ad un campionato di durata che ad una vera corsa di F1, per limiti di consumo ed efficienza tra potenza del motore, durata e consumi gomme&benzina c’era già la 24 H di Le mans…

      • Ciao, capisco il tuo punto di vista, ma secondo me ci sono due aspetti che per forza di cose impongono dei limiti:

        1) Spettacolo in pista. So che sembra assurdo, ma solo questi limiti impediscono di avere un trenino di vetture (velocissime, per carità) senza sorpassi. L’evoluzione tecnica, in particolare quella aerodinamica porta a questo e la F1 non sopravviverebbe;

        2) Appetibilità per le case automobilistiche. Se non si cerca di indirizzare la F1 verso una strada coerente con quella dei modelli di serie, nessuna casa automobilistica potrà permettersi, alla lunga, di stare in F1.

        Ovviamente sono opinioni personali, ma credo che siano ampiamente supportate dai fatti, o almeno non vengono smentite dalla realtà.

  • alexredpassion

    come già ho scritto qualche tempo fa, questa formulasilenzio mi fa ribrezzo, e continuo a sostenerlo anche dopo il bel GP di domenica. Tutti i sorpassi del mondo (e non dimentichiamoci la safety car finale)non cambiano il fatto che
    1- il sound fa cag*re
    2- le macchine sono lente
    3- la F1 è stata snaturata
    Insomma.. una rondine non fa primavera.
    Come già ho detto, di un qualche cambiamento ne gioverebbe tutta la baracca, anche se è normale e lecito che mercedes, che ha lavorato meglio, si opponga.
    Vero è che montezemolo si è mosso completamente fuori tempo dando l’assist a chi ora lo accusa di voler cambiare le carte in tavola solo per avvantaggiarsene ed uscire da una crisi prestazionale che sembra non avere soluzione.
    Lo ammetto, il sospetto ce l’ho anch’io.
    Accorciare le gare? secondo me sarebbe solo una presa in giro e un bistrattare ulteriormente sto sport. A questo punto meglio lasciare tutto com’è. Tanto poi, il Gp di domenica ci insegna, che la gente si “compra” facilmente.

  • Vorrei ricordare a tutti che l’anno scorso le gomme scoppiavano perxhè i team andavano , redbull più di tutti, oltre il camberaggio (mi pare si dica così) consentito dalla pirelli, quindi bastava imporre di rispettarlo, invece si è preferito cedere alle pretese dei bibitari.
    C’è da chiedersi perchè la ferrari abbia accettato di buon grado il cambio pneumatici……

    Io la mia idea ce l’ho ma non voglio scatenare putiferio

    • vedo rosso

      da rammentarte anche che quest´anno hanno vietato di invertire le ruote (destra con sinistra per mandarle in temperatura) cosa che normalmente si faceva con la W04 fino al famoso scoppio della ruota posteriore di Rosberg. Sorge quindi il dubbio che per cambiare la regola abbiano creato il vizio…
      Il Sig. Ross é sempre stato un gran volpone.

    • alexredpassion

      angoli di camber, pressioni di gonfiaggio completamente sconsigliate da pirelli e ruote invertite, poi qualcuno ancora sostiene la tesi del cambio struttura per questioni di sicurezza.
      Non capisco se le persone siano ingenue o in malafede…

  • Myriam F2013

    A tutti gli indignati che deridono la Ferrari per il tentativo di cambiare le regole in corso d’opera, dico che…. la vendetta è un piatto che si consuma freddo.
    Ci sarà il giorno in cui a Maranello verrà un capo con i controca§§i, e che non permetterà che alla Ferrari vengano messi i piedi in testa dal potentato anglo-tedesco.

  • Forse in molti dimenticate che le gomme lo scorso anno furono cambiate PER MOTIVI DI SICUREZZA DOPO GLI SCOPPI DI SILVERSTONE, non c’entra nulla con quest’anno…..

    Quest’anno qualcuno ha tentato con la scusa dello scarso spettacolo di cambiare le carte in tavola per cercare di correggere gli errori fatti in fase di progettazione della Power Unit.

    SCUSATE MA RISPETTO ALLO SCORSO ANNO NON CREDO SIA LA STESSA COSA.

    • contebaracca

      ma sei proprio sicuro di voler parlare di correttezza ? l anno scorso oltre alla buffonata gomme abbiamo anche assistito ai test segreti mercedes che per punizione gli è stato detto cattivoni ! peccato che si vantano pure che sono anni che lavorano al 6 cilindri e io le palle non me le scometto sulla loro correttezza anche su questa macchina … sai come si dice 2 indizi fanno una prova

  • il bello è che sti tipi un anno fa piangevano per le gomme..appplicando lo stessi discorso..se alcune scuderie vanno peggio (mercedes e rb) perche dovevamo cambiare gomme e dare un test illegale alla stessa mercedes?davide con tutto il rispetto stai zitto che in lagna ne avete fatta abbastanza fino a poki mesi fa..proprio hamilton diceva che è brutto vedere una scuderia dominare..ora che è la sua invece è perfetto..che la ferrari ha fatto un pessimo lavoro è ok..ma fino a una settimana fa TUTTI e dico TUTTI vi lamentavate della noiosita della nuova f1…leggevo solo criticche..xcio non fate i soliti incoerenti..

    • Mah, l’ultimo GP noioso non è stato.
      Poi proprio per coerenza: l’anno scorso hanno sbagliato a cambiare le condizioni in corsa (gomme) e quest’anno sarebbe sbagliato cambiare le regole sui motori.
      Almeno questo è quello che penso io…

      • L’anno scorso è stato fatto ,quindi perché quest’anno no

      • Anche se spero che non li cambiano ,solo così con una batosta come quella presa domenica in Ferrari si daranno una mossa(spero).

      • Quest’anno no innanzitutto perché non c’è una questione di sicurezza. Già l’anno scorso era opinabile, ma in questo caso le ragioni sono inesistenti.
        Poi per me era sbagliato l’anno scorso, quindi vorrei evitare di perpetuare gli stessi errori…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!