L’ombra della Ferrari sul nuovo team Forza Rossa

12 aprile 2014 00:31 Scritto da: Davide Reinato

Il nome è italiano. Il promotore è rumeno, ma importa e vende le auto del Cavallino Rampante a Bucarest. Tutto lascia pensare che ci sia propria l’ombra della Ferrari nel nuovo team ‘Forza Rossa’ che ha fatto richiesta d’iscrizione come tredicesima squadra del Mondiale 2015 di F1. BlogF1.it cerca di risolvere il mistero con i pochi dettagli già noti.

Forza RossaNella serata di ieri, il Consiglio Mondiale della FIA ha annunciato di aver accettato l’iscrizione della Haas Formula LLC al Campionato del Mondo di Formula 1 2015 e di star valutando anche una nuova squadra che prende il nome di Forza Rossa.

Sorvolando sulla fantasia del nome, il solo fatto che sia in italiano ha già scatenato un tam tam in rete tra gli appassionati, curiosi di sapere chi si cela dietro quelle dieci consonanti. Qual è l’organizzazione che ha presentato la richiesta d’iscrizione al campionato con questo nome? Abbiamo provato a mettere insieme i pezzi del puzzle a nostra disposizione, completando quello che potrebbe essere il quadro dell’operazione, in attesa che fonti ufficiali facciano la dovuta chiarezza.

SQUADRA RUMENA, CHI C’E’ DIETRO? – In queste settimane si è sempre parlato di un team capitanato da Colin Kolles che sarebbe riuscito a mettere insieme un bel gruppo di investitori, sia pubblici che privati, che gode anche dell’appoggio del governo e punta a promuovere la Romania attraverso il motorsport. E questo non è certo un segreto, considerando che lo stesso ministro dello Sport – Nicolae Banicioiu – ha parlato di una sorta di team nazionale che potrebbe facilitare, se non addirittura garantire, la possibilità di ospitare un GP in Romania nei prossimi anni. Il collante di questo consorzio d’investitori è Ion Bazac, 45 anni, medico ed ex Ministro della Salute e Ministro del’Ambiente. Un personaggio di spicco, che ha giocato un ruolo di rilievo nell’avvicinare la Romania all’Unione Europea. Oltretutto, Bazac ha numerosi interessi economici in Romania, tra cui proprio Forza Rossa.

COS’E’ FORZA ROSSA – Forza Rossa non è altro che il marchio creato da Ion Bazac che si occupa di veicolare il brand Ferrari in tutta la Romania: dalla vendita delle auto fino ad arrivare ai gadget Ferrari Store. Tra l’altro, nota curiosa, il Forza Ferrari Store di Bucarest è il secondo negozio più grande del Cavallino Rampante, mentre il primo è quello di Milano.  Ora, è facile intuire che tra Forza Rossa e la Ferrari debba esserci, con alta probabilità, una connessione. Perché, a conti fatti, sappiamo quanto siano precisi ed estremamente attenti gli uomini del marketing di Maranello e un richiamo del genere potrebbe causare un facile sovrapponimento d’immagine tale da pensare che Ferrari si sarebbe già mossa per bloccare l’operazione sul nascere.  Se questo non è ancora accaduto, è perché evidentemente il Cavallino Rampante è coinvolto.  Come lo sia, è piuttosto prematuro dirlo.

Forza Rossa - Romania - Bucarest

FORZA ROSSA, JUNIOR TEAM? – Probabilmente la connessione tra Forza Rossa e Ferrari non sarà proprio diretta e, dunque, sarebbe comunque errato considerarlo una sorta di junior team. Per intenderci, non sarebbe come Red Bull e Toro Rosso che – seppur siano due squadre diverse – hanno comunque un unico proprietario. Nel caso di Forza Rossa, potrebbe trattarsi di un nuovo team con cui instaurare una partnership più intensa, sia dal punto di vista tecnico che commerciale, da utilizzare magari come via preferenziale per piazzarci con facilità i piloti della Ferrari Driver Academy.

UN OCCHIO VIGILE SU MARUSSIA – Il progetto di Forza Rossa potrebbe essere la giusta alternativa alla Marussia che, in queste ultime settimane, sembra stia perdendo pezzi per strada. Nonostante le rassicurazioni del portavoce della squadra russa, il passo indietro di Marussia Motors da azionista di maggioranza ha fatto vacillare i piani alti. Tanto che si parla già di una possibilità di vendita del team al milionario serbo Zoran Stefanovich per assicurare un futuro al team.

UNA SPERANZA IN PIU’ PER I PILOTI ITALIANI – Qualora il progetto di Forza Rossa venisse accettato dalla FIA, il team aprirebbe la propria sede in Romania. E se la collaborazione con Ferrari si confermasse, si potrebbero spalancare delle nuove opportunità per i nostri talenti. Si pensi a Marciello – attualmente rookie in GP2 Series – piuttosto che Antonio Fuoco che milita attualmente in Formula 3.  Di colpo, le attività della Ferrari Driver Accademy acquisterebbero ancora più valore e, magari in collaborazione con il gruppo ACI-CSAI, il nostro automobilismo potrebbe tornare presto ad avere dei portacolori anche nella massima serie a ruote scoperte.

55 Commenti

  • evidentemente domenicale non crede che in spagna si possa vedere una macchina competitiva, se no sarebbe rimasto.

  • :)
    Che dire ciao Domenicali.

  • 😀 ora iniziano le speculazioni, in Germania dicono che nel 2015 arriva praticamente tutta la RB 😀 😀 😀 mamma mia… basta!

    • Stavo leggendo pure quello, dicono che in Germania e Inghilterra stanno dando la notizia che parla di Vettel, Horner e Newey in Rosso.
      Io spero proprio di no, non mi piacerebbe per nulla una RB tutta in Rosso.
      E cmq troppa aria di bufala.

      • ci saranno notizie,a dir poco fantascientifiche ma per mettere uno sconosciuto a capo di una scuderia come la ferrari vuole dire che è tutto da rifondare.Ricordate quando fu cacciato fiorio, ecco qua mi sembra lo stesso momento.

      • Questo è verissimo, ciò che sta succedendo oggi fa palesemente capire che la Ferrari è allo sbando e che bisogna assolutamente rifondare. Tanto è vero che si parla di Mattiacci solo per il 2014.
        Spero solo che non sia come il dopo Fiorio, mi auguro proprio di no ma i segnali, tutti i segnali non sono per nulla buoni.

      • Ripeto che il capo della GES deve arrivare al massimo in estate con tutto il materiale umano di cui bisogna per la stagione seguente, farli arrivare a Settembre, vedi Allison non serve a nulla tranne a passare altre due stagioni a chiacchierare del nulla cosmico.

      • E se invece si fosse promosso proprio Allison al posto di Domenicali? Mi stavo ponendo questa domanda.

      • sarebbe uno spreco

  • brutta giornata oggi. a quanto pare Domenicali si è dimesso.
    Stiamo a vedere, ma se la cosa viene confermata, non c’è molto da stare allegri… primo, perchè la soluzione potrebbe risultare peggiore del “problema” (scordatevi Brawn e compagnia bella), e secondo, perchè significa che i problemi sono ben più gravi di quelli che immaginiamo.

    • Al suo posto un certo Mattiacci….mi chiedo chi sia ?

      • Un manager che viene dal marketing, CEO della divisione Americana della Ferrari si occupa di vendere, eperienza di corse zero, spero abbia avuto il tempo di vedere qualche Gp in televisione.
        Spero vivamente che lo annuncino come sostituto temporaneo. Il Dom non ha retto il “discorso” della fiducia fino alla Spagna, dove detto tra noi non arriveranno tutti gli aggiornamenti previsti…
        Senza un uomo forte tecnico addentrato nel mondo non si va da nessuna parte. Peccato. Forza Ferrari comunque.

      • Sto leggendo proprio ora il blog di Turrini dove parla della notizia. Nutro davvero la tua stessa pseranza, cioè che sia temporaneo, ma ho la grande paura che non sarà così.

      • Ok ma dove è scritto che un buon manager debba essere un tecnico?

        Un buon manager sceglie i tecnici giusti per fare girare bene le cose!

      • @Rior almeno i tecnici li dovrebbe conoscere o essere conosciuto da loro… altrimenti torniamo indietro di anni… ai lunghi coltelli alle teste rotolanti e il tempo passa…

  • “ci sono cose che si vengono a sapere ma che non si possono dire ;)” Non ne posso più di leggere queste frasi, se sanno qualcosa perché non dirlo??? Che ansia… :/

    • Perchè se uno sa qualcosa (il perchè ed il percome uno se li tiene per se) non è obbligato da nessuno a raccontarlo, per vari motivi:
      – Sei preso per un caxxaro;
      – ti iniziano tutti a chiedere informazioni;
      – ti chiedono particolari o fanno richieste alle quali solo perchè partecipi al blog non hai voglia di rivelare;
      – sono notizie che ti raccontano o che sai che non ti va di rendere pubbliche perchè non fai ne il giornalista ne hai nulla da guadagnarci tranne l’appellativo di mitomane.
      Ricordati che c’è da parte di alcuni utenti una forte dose di presunzione e se le notizie risultassero non piacevoli ripartirebbe il trenino…
      Qui hanno fatto fuori l’unico insider vero che c’era a forza di insulti e perculate… su ragazzi siamo tutti intelligenti.

  • considerando l’andamento 2014 forse era il caso di chiamare la squadra “sforzo rosso”

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!