Domenicali fa i bagagli e scrive ai tifosi Ferrari

14 aprile 2014 16:49 Scritto da: Redazione

Stefano Domenicali, nel suo ultimo giorno da team principal della squadra, scrive ai tifosi della Ferrari.

Stefano DomenicaliNell’ultimo giorno come Team Principal della Scuderia Ferrari, Stefano Domenicali ha voluto salutare anche i tifosi della Rossa, scrivendo direttamente alle sedi degli Scuderia Ferrari Club. Una lettera firmata di suo pugno, in cui il manager imolese sottolinea l’affetto per i tifosi che, nel corso di questi anni, gli sono stati vicino e, alle volte, lo hanno anche criticato.

“E’ giunto il momento di salutarci!”, scrive Domenicali. “Siete speciali, così come lo sono ancora di più tutte le ragazze e i ragazzi che lavorano nella nostra squadra straordinaria! Vi ringrazio davvero di cuore per il supporto che mi avete sempre garantito. Abbiamo condiviso momenti bellissimi ed altri altrettanto crudeli. La vostra passione è un valore che la Ferrari sa essere qualcosa di unico ed eccezionale”.

Infine, l’ormai ex team principal sottolinea: “Io continuerò ad essere sempre il primo tifoso della Ferrari perché chi, come me, ha avuto la fortuna di vivere questa esperienza straordinaria, ne viene contagiato per tutta la vita”.

 

70 Commenti

  • Grazie Stefano. Te ne vai da signore. E paghi per colpe non tue.
    A proposito, qualcuno mi sa spiegare che cosa c’entra lo sviluppo fallimentare della power unti con Stefano Domenicali?

    • Che vuol dire “paghi colpe non tue”? Ma è o non è il responsabile della Scuderia? Qualunque cosa succeda sotto di lui, è sua responsabilità. Se la sua gestione risulta essere fallimentare rispetto agli investimenti fatti, deve avere il buon senso di ammettere gli errori e andarsene, come ha fatto (in ritardo aggiungo). Non si può dire la colpa è degli ingegneri che non sono in grado di progettare una macchina vincente, altrimenti è il solito scaricabarile. Lui paga perché i risultati sono stati molto deludenti. Chi verrà dopo di lui, deciderà chi mantenere nell’organico tecnico. Così deve funzionare, a mio avviso. Non può essere una questione di simpatie.

  • @fabietto visto che sei uno che ne sa…. mi puoi chiarire la questione su marmorini che ho chiesto qualche commento fa.. su questo articolo. cioè i problemi alla p.u Ferrari sono di natura software/elettrica perché chiedono la testa di marmorini cheè motorista?

  • grazie Stefano, ho apprezzato la tua onestà intellettuale

  • fatevi meno viaggi e state più calmi, vedrete che così anche la ferrari andrà più forte.
    saluti a tutto il blogBar

  • Come tutti la situazione non la vedo rosea, ma turrini mi ha rotto i marones anche perche è preoccupato che verra tagliato fuori pure lui,poi chi ha pagato negli anni passati per gli errori fatti è perché tutti compreso i tifosi hanno sempre preteso la testa di qualcuno.Adesso che il buon Domenicali aveva per 4 anni tentato è non essere riuscito,ed è giusto che venisse rimosso,anche perchè per esserci una riorganizzazione totale bisogna partire dall’alto come avvenne con Todt

  • comunque sono terribilmente pessimista
    ad aver preso bell pare essere stata la mclaren e non la mercedes
    secondo alcuni spifferi alonso a melbourne avrebbe lanciato sedie contro qualcuno, probabilmente adesso sappiamo chi era, il chè, mi fa molto preoccupare perchè se fosse così vorrebbe dire che il team principal ferrari sarebbe alonso(non a caso montezemolo è andato di persona a rassicurarlo prima della gara)
    si dice anche che il posto a briatore sia stato offerto ma lui abbia declinato
    insomma la situazione in casa ferrari è grave, 0 organizzazione…

    passando alle questioni tecniche vorrei chiedere a @fabietto di un altra indiscrezione sul motore mercedes, si dice che gli iniettori siano a 250 bar di pressione, con l’attuale limite a 500…

    oosa potrebbe significare questo ?
    che hanno un motore elettrico talmente potente che non serve portare gli iniettori a tali livelli ?
    non sono un ingegnere, sono ingnorante in materia, per questo chiedo delucidazioni a chi ne sa di più

    • La pressione massima consentita agli iniettori è per regolamento 500 bar, ora usare iniettori a 250 bar non è un problema, dipende da tanti fattori, principalmente la forma degli ugelli dei microfori di grandezza nanometrica, che per semplificare come uno spruzzino da giardiniere trasformano il carburante in microbollicine che miscelandosi con l’aria vengono bruciati nella camera di scoppio. È chiaro che avere una pressione erogata dagli ugelli di “solo” 250bar può essere un piccolo problema nel caso si usassero turbo a pressioni ben maggiori di quelle consentite, ma con una massima pressione del turbo di 5 bar calcolando che attualmente la maggior parte delle scuderie sta sui 3.5 da quello che si sente, usare un iniettore da 500 o da 250 è secondo me ininfluente a patto di aver studiato la corretta miscela aria carburante ai regimi ai quali gira il motore. Detto tra noi il segreto Mercedes sta nelle batterie e nella velocità di carica delle stesse, ovviamente aggiunta all’enorme esperienza della casa nei sistemi ibridi. Ferrari e Renault stanno imparando ora.

      • Sono stato poco chiaro: Più piccole sono le bolle e meglio è… 500 bar aiutano ma 250 non è un problema usando ugelli più piccoli.

  • Addio domenicali spero di non riveder ti mai più in ferrari

  • Gran pezzo di Leo Turrini. Dà l’idea del “tutti contro tutti” che c’è là dentro.

    “Aspettando la sentenza Red Bull da Parigi, racconterò qui una storia.

    C’era una volta la mia Ferrari.

    Tra il 2008 e il 2009 a Maranello c’era un bravissimo ingegnere a capo della squadra prove. Si chiamava Gigi Mazzola. Una mattina gli fecero trovare gli scatoloni nella portineria del reparto corse. Si disse che così aveva voluto il dt, che si chiamava Aldo Costa.

    In un giorno pasquale del 2009 ci venne detto che un formidabile uomo di pista, il mio amico Luca Baldisserri, era troppo stressato, dopo aver vinto con Schumi e con Kimi e persino con Irvine. Per alleviargli la tensione, lo spostarono a dirigere la più rilassante Driver Academy. Si disse che così avevano voluto nelle altissime sfere, dopo un bizzarro cambio gomme eseguito sulla Rossa di Raikkonen in Malesia.

    Nell’estate del 2009 apprendemmo che un promettentissimo comunicatore di mestiere, il brillante Matteo Bonciani, non poteva più restare in divisa Ferrari. Pare non fosse gradito ad un certo Bahar o qualcosa del genere, allora molto in auge in Emilia. Oggi Bonciani gestisce l’informazione Fia per conto del Pinguino, alias Jean Todt.

    In un giorno del tardo inverno del 2010 ci dissero che Cris Dyer, dopo un breve periodo trascorso rinchiuso in uno sgabuzzino, non poteva continuare a lavorare al muretto della Ferrari. Era l’uomo finito anche in un rap di Fiorello, ‘by one point’. Ma in un pomeriggio ad Abu Dhabi aveva fatto la mossa sbagliata e non aveva calcolato che Petrov, fortissimo, era insuperabile. La rimozione di Dyer venne attribuita alla irritazione di Sergio Marchionne, fisicamente presente nel deserto in una dolorosissima domenica.

    In un lunedì di maggio 2011 venimmo informati che Aldo Costa, il direttore tecnico, era stato sollevato d’urgenza dall’incarico. Motivo: la Ferrari di Alonso era stata doppiata, il giorno prima, dalla concorrenza in quel di Barcellona e si disse che i vertici del Banco Santander, annichiliti dalla umiliazione, avevano preteso la testa dell’ingegnere parmigiano.

    Alla fine del 2012 prendemmo atto che Luca Colajanni, irsuto e bolscevico, per oltre un decennio Guardia Rossa con piglio maiosta, nemico della libertà di opinione ma devotissimo alla causa del comunismo e della Ferrari, non andava più bene per l’ufficio stampa del Cavallino. E’ stato deportato in Siberia su un vagone piombato, destinazione Marussia.

    Infine ieri, lunedì 14 aprile 2014, mi è toccato fare un scoop mondiale annunciando in anteprima le dimissioni di Stefano Domenicali e l’arrivo di Marco Mattiacci. Sinceramente avrei preferito non essere ‘ripreso’, come si dice in gergo, da tutti i siti web del globo terracqueo.

    Perchè la mia Ferrari non c’è più. Come nei dieci piccoli indiani della divina Agata, forse un giorno scopriremo chi è il vero colpevole.

    Cioè, la prossima vittima. Ne manca solo una, ormai.”

    • a dimostrazione del caos più totale in ferrari…
      finita l’era shumi non c’è più una direzione, chi sbaglia paga perchè qualcuno vuole che paghi…
      alla faccia di chi dice che la fiat non ha nulla a che spartire con ferrari, qua mi sembra che molte delle decisioni prese siano proprio opera delle alte sfere torinesi…..non ultima domenicali.

      io spero che il nuovo arrivato sappia imporsi, e sia UN UOMO SOLO AL COMANDO, basta con le decisioni prese da tizio o caio di turno all’interno del reparto corse, deve esserci una gerarchia forte, com’è in mercedes, com’è in redbull o COM’ERA IN FERRARI nell’epoca schumi.

    • stardrummond

      turro n1!
      almeno in quanto a ironia nei suoi pezzi è imbattibile

  • Azz, adesso che e’ andato via il Don quasi quasi mi dispiace un po’. Vabbe’ ci rimane Polemberi e Stellabruno
    per tirarci su il morale……speriamo in questo Mattiacci ….il nome gia’ mi suona bene.

  • Beh 23 anni in Ferrari ricchi di successi e delusioni, con la chicca del passaggio di Schumi nella corsia dei box all’ultimo giro di Silverstone ’98 per scontare un drive-trough, invenzione tutta farina del suo sacco che ci regalò la vittoria.
    Ah, grazie per aver placcato lo stesso Schumi nei box di Spa nel 1998, altrimenti mi sa che sarebbe finita male…

  • Nel bene e nel male comunque grazie Stefano,un vero signore che in questo mondo di lupi,purtroppo stona.

  • scusate domanda che c’entra poco con l articolo , ma siccome molti utenti chiedono anche la testa di marmorini, i cavalli mancati alla Ferrari mancano dal termico o dal software/motori elettrici? Se qualcuno può chiarirmi sta cosa grazie. Perché io penso che marmorini sia responsabile del termico e non so se sia quello il punto debole.

  • L’era Todt si è definitivamente conclusa oggi … Montezemolo artefice di tutto … ora vedremo cosa accadrà!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!