F1 Story | Cina 2007, il peccato originale di Hamilton

18 aprile 2014 18:12 Scritto da: Marco Di Marco

Quando il primo titolo iridato sembrava già in tasca, ecco l’errore che non ti aspetti. Cronaca di un Gran Premio che Lewis Hamilton non dimenticherà mai: Cina 2007.

Hamilton Cina7 ottobre 2007. Una data impressa a fuoco nell’anima di Lewis Hamilton.

Il ragazzino di  Stevenage, diventato presto uomo nella stagione di debutto, aveva stupito il mondo nel presentarsi, al penultimo appuntamento mondiale, in cima alla classifica del campionato.

Una stagione gestita magistralmente dal rookie inglese, esaltata ancor di più per aver resistito alla sfibrante sfida interna con l’ingombrante compagno di team, Fernando Alonso. Era ormai a pochi passi dal coronare il sogno proibito di diventare campione del mondo nello stesso anno dell’esordio, se non fosse stato per un momento di ordinaria follia.

Hamilton si presentò al via delle qualifiche del Gran Premi odi Cina con un rassicurante vantaggio di 12 punti su Alonso di 16 punti sul terzo in classifica Kimi Raikkonen. L’enorme margine diede la giusta tranquillità al driver inglese che segnò la sesta pole position stagionale, davanti al duo ferrarista ed al proprio compagno di team.

Quando Hamilton arrivò in circuito, il giorno della gara, la sua espressione si accigliò subito notando che nubi minacciose avevano bagnato il tracciato. Tutti i piloti furono costretti a montare gomme intermedie, ma ciò non impedì al pupillo di Ron Dennis di scattare come una lepre allo spegnersi dei semafori e mostrare, ancora una volta, la sua grande classe nel guidare al limite la propria monoposto, anche su un tracciato viscido.

Dietro il leader del mondiale, Raikkonen, Massa ed Alonso mantennero le posizioni di partenza, mentre alle loro spalle un super Liuzzi su Toro Rosso aveva scavalcato in un sol colpo Button, Webber ed il duo BMW formato da Kubica ed Heidfeld.

La gara non visse particolari momenti entusiasmanti sino al giro numero 31. La pioggia, infatti, aveva tolto il disturbo ed il tracciato cominciava ad asciugarsi. I piloti, ancora su gomme intermedie, iniziarono ad accusare problemi nel controllare le proprie monoposto. Raikkonen si fermò pochi giri prima per cambiare pneumatici, imitato da Alonso e Massa, mentre Hamilton continuò la propria corsa su gomme ormai quasi alle tele.

Quando ormai ai box McLaren si pensava che Lewis potesse controllare agevolmente i diretti rivali in classifica, inaspettato come un fulmine  a ciel sereno arrivò Kimi Raikkonen alle sue spalle.

L’anglocaraibico si trovava in grosse difficoltà in un uscita di curva e le telecamere presenti sul circuito inquadrarono la posteriore destra della vettura numero 2. Quello che ad una prima e sommaria osservazione poteva sembrare un detrito appiccicato allo pneumatico, dopo una analisi più accurata si dimostrò essere la tela della copertura Bridgestone.

Raikkonen, dopo un duello durato qualche curva, riuscì a sopravanzare il debuttante della McLaren e si involò indisturbato in testa alla corsa, mentre Hamilton, svanito l’enorme vantaggio inziale, fu superato anche da Alonso.

Tutti si chiedevano perchè il box McLaren non avesse richiamato prima il proprio pilota per il cambio gomme. Probabilmente la stessa domanda se la pose lo stesso Hamilton quando imboccò la corsia dei box.

Fu un attimo, un istante: la perdita di quella tranquillità che lo aveva accompagnato per tutta la stagione svanì. Lewis arrivò troppo forte, mancò la curva e andò dritto nella via di fuga.

Immobile, come insabbiata in delle vere e proprie sabbie mobili, la McLaren numero due faceva girare le ruote posteriori a vuoto mentre il pilota si sbracciava cercando di far capire ai commissari di sbloccare la vettura. Spietate furono le telecamere ai box che inquadrarono subito Ron Dennis con le mani in testa, consapevole che lo champagne e le magliette celebrative del titolo mondiale potevano restare ben chiuse e lontane da sguardi indiscreti.

Hamilton scese sconsolato dalla propria monoposto e andò subito ai box. La testa piena di cattivi pensieri non gli impedì di assumersi le responsabilità per un errore che poteva essere perdonato a qualsiasi altro debuttante, ma non a lui.

Dennis, come un padre affettuoso, abbracciò il pilota prediletto, ma fu costretto ad assistere alla vittoria numero 200 della Ferrari che tagliò il traguardo per prima con Kimi Raikkonen.

Alle spalle del finlandese si classificò il separato in casa Alonso con l’occhio della tigre sul podio, consapevole che l’errore del compagno rivale lo avrebbe potuto aiutare nel conquistare il terzo mondiale e scappare col titolo in tasca dall’inferno umano in cui si era ritrovato.

Non fu così:  sappiamo tutti come andò a finire la storia, ma quel colpo di scena al giro 31 fu soltanto l’aperitivo di un finale di stagione che ancora si ricorda perfettamente in quel di Maranello.

13 Commenti

  • Quando Hamilton nn vince, ho è perché ci è stato un complotto o è stato sfortunato! Certo per voi tifosi nn obiettivi a quest’ora Hamilton avrebbe dovuto avere 7 mondiali piloti. Sicuramente, come ho sempre detto, Lewis, insieme ad Alonso è Vettel è il miglior pilota del dopo schumy, ma nel 2007 ha fatto un errore è ha perso il mondiale. Se dobbiamo pensare ad un complotto, allora anche nel 2008 è stato fatto apposta?

    • Onestamente dopo il casino che scoppiò in seguito alla spy story una McLaren NON poteva vincere, l’episodio in Cina ne è l’esempio l’ampante oltre che a quello del Brasile, non poteva fare una “manovra” più perfetta, fatalità nell’unica pista in cui l’entrata box ha una “piazzola di sosta” di comodo come in Cina. Per non parlare del gp del Brasile, la vettura che rallenta quel tanto da farsi sfilare da più vetture possibili così da rendere impossibile una rimonta. Per quanto riguarda il tanto chiacchierato episodio del 2008 se dici così significa che la gara finale del mondiale 2008 manco l’hai vista, Timo Glock era decisamente più lento sia di Hamilton che di Vettel in quanto non essendosi fermato per il cambio gomme, correva con gomme d’asciutto nonostante la pista fosse bagnata !! Il resto è storia… Questo non si chiama essere tifosi o altro, anche perchè simpatizzo per Luigino ma da qui a tifarlo ce ne passa..

  • Quell’ anno non poteva vincere una mclaren il mondiale piloti..è stato palese,senza nulla togliere a Kimi e alla ferrari ma quell’ anno Hamilton fu strepitoso

  • Quel mondiale Lewis lo meritava più di chiunque altro, ma purtroppo quell’anno non poteva vincere un McLaren dopo la shitstorm che si generò.

  • Il finale più incredibile insieme al GP del Brasile 2008, della storia della F1 !!!
    Sè ci penso mi vengono ancora i brividi e quando riguardo quelle gare ho ancora l’ansia addosso pur sapendo il risultato e pur essendo già passati 5 e 6 anni.
    Unica consolazione insieme al Titolo 2008 è che Lewis in entrambi i casi HA FATTO LA STORIA DELLA F1 nel bene e nel male.

  • MotoreAsincronoTrifase

    Io ho parecchi dubbi sulla stagione 2007. Col sistema di punteggi di allora hamilton nelle ultime 3 gare avrebbe vinto anche facendo quarto o quinto. Ma sono praticamente sicuro che la fia non poteva permettere che una squadra colpevole della spy story vincesse il mondiale, ma neanche poteva azzerare lo spettacolo decretando il campione del mondo con 3 gare di anticipo. Per me impose alla mclaren di non vincere il mondiale piloti, altrimenti ha dell’incredibile che dopo una stagione perfetta non solo lewis facesse errori che neanche un dilettante potrebbe fare, ma anche nei box sembravano l’armata brancaleone.

    • Sè pensi alla sfiga ENORME di Lewis, nessun problema tecnico in tutta la stagione e nella gara finale, quella decisiva di Interlagos 2007 succede il problema al cambio e poi stranamente la macchina riprende normalmente a funzionare…..FORTUNATAMENTE LA STESSA SORTE L’ANNO DOPO NEL 2008 RESTITUI’ A LEWIS IL MALTORTO.

      • o forse un “accordo” tra le parti e il piccoletto camuffato da “destino” …

        Il 2007 e 2008 sono stati anni emozionanti ma a distanza di anni mi sono sorti molti dubbi su quei finali forse un pochino “pilotati” ma ormai è acqua passata.

        SIC PASSIT GLORIA MUNDI

      • TRANSIT eheheheh

  • Per la stagione 2007 ho creato tanti video (di cui tanti, purtroppo, cancellati – ingiustamente – per violazione del copyright) per la vittoria da Raikkonen.

    Tra questi erano presenti (sono stati cancellati anche questi): Il 2007 in 5 Punti e Incidenti 2007 dove ho inserito il “lungo” di Hamilton, che goduria!

    Spero di ritornare presto a fare dei montaggi video riguardanti i successi Ferrari!

  • Da tifoso Ferrari non posso che ricordarmi con grande gioia di quel finale, incredibile stagione (spy story a parte) però ancora mi chiedo come abbia fatto la McLaren a commettere una fesseria simile…anche in Brasile con quel pasticcio con la telemetria di Lewis…mah…

    “Hp visto cose che voi umani non potete neanche immaginare”
    cit Roy Batty ; Blade Runner 😉

  • lewis_the_best

    L‘unica spiegazione per quel mondiale perso in quella maniera è che ci fu un accordo sotto banco tra Ferrari McLaren e fia per far vincereil mondiale a Raikkonen e archiviare definitivamente la spy story!

  • Quel finale di mondiale stava per farmi venire un infarto :-D. Che bello.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!